Skip to main content
Costanza Senni

Articoli inseriti da Costanza Senni

Approfondire le competenze e gli aspetti organizzativi, clinici e socio assistenziali legati alla presa in carico del paziente affetto da autismo, specie in età tardo-adolescenziale e adulta. Questo l’obiettivo del corso di formazione per i Medici di Famiglia della provincia di Rimini “Disturbi dello spettro autistico nella quotidianità del Medico di Medicina Generale” promosso sabato 1 ottobre, al Centro Congressi SGR di Rimini, dall’Azienda USL Romagna con il coinvolgimento dell’Associazione Rimini Autismo.

“L’evento formativo – spiega la responsabile del Centro Autismo e Disturbi dello Sviluppo di Rimini dottoressa Serenella Grittani - si inserisce nell’ambito di un lavoro di sensibilizzazione dei professionisti e della cittadinanza sui disturbi dello spettro autistico (ASD – Autism Spectrum) che dura da tempo. Questi disturbi si caratterizzano da peculiarità cliniche nelle dimensioni socio-comunicativa, nella sfera degli interessi e nelle anomalie della processazione sensoriale, ad esordio tipicamente nell’infanzia, ma perduranti lungo il corso della vita. Attualmente, nella provincia di Rimini , sono seguite dai servizi 700 persone in età evolutiva e 250 in età adulta, dato che dimostra che tuttora l’attenzione, anche diagnostica, ai minori  è superiore a quella nei confronti della popolazione adulta e diversi sono gli strumenti messi in campo per l’intercettazione diagnostica e l’adeguata presa in carico longitudinale di un disturbo complesso, eterogeneo, cronico e in via di aumento”.

“In Romagna – spiegano il direttore del Distretto di Rimini Mirco Tamagnani e il Direttore del Distretto di Riccione Riccardo Varliero, i servizi per autismo sono organizzati in una rete Hub e spoke, sia per le persone in età evolutiva sia in età adulta, e a Rimini, che è Centro Hub aziendale, è stata istituita dall’Azienda una nuova struttura semplice interdipartimentale denomita “Disturbo dello spettro autistico nell’arco della vita” proprio per sperimentare una modalità organizzativa innovativa che metta al centro la continuità della presa in carico della persona”. “La predisposizione degli obiettivi di lavoro a favore delle persone con  disturbi dello spettro autistico sul territorio della provincia di Rimini – tengono a sottolineare i direttore dei due Distretti - sono frutto, oltre che della riflessione all’interno dell’equipe sanitaria dedicata (Centro Autismo e Disturbi dello Sviluppo) del lavoro all’interno del Tavolo Provinciale Autismo in cui abbiamo coinvolto, oltre ai professionisti sanitari e i dipartimenti di Salute Mentale e Cure Primarie,anche operatori dei Servizi Sociali, l’Associazione di genitori Rimini Autismo e una rappresentanza dei pediatri di libera scelta (PLS) e degli MMG. Ed è proprio questo lavoro congiunto che ha portato all’organizzazione di questa giornata di formazione che riteniamo fondamentale per un più alto coinvolgimento della figura del Medico di Medicina Generale, da tempo richiesto dalle famiglie. Infatti, la sorveglianza di salute e l’intercettazione dei comuni problemi di salute in persone affetti da disturbi dello spettro autistico è spesso complicato dalle tipiche difficoltà comunicative di espressione dei sintomi , che possono rapidamente virare in disturbi del comportamento. Solo una conoscenza approfondita della persona in stato di benessere, spesso unita alla conoscenza dell’intero sistema familiare, può consentire una corretta diagnosi di condizioni correlate che si sovrappongono al già delicato equilibrio di un’esistenza ostacolata dalle difficoltà sopracitate”.

La formazione  rivolta ai Pediatri di Libera Scelta  sull’autismo è partita sul territorio dal lontano 2005, questo corso invece è la prima occasione di estenderla ai Medici di Medicina Generale che hanno risposto con entusiasmo alla proposta. “Valore aggiunto all’evento – concludono Tamagnini e Varliero -  è il coinvolgimento dell’associazione Rimini Autismo nata nel 2004, con la quale esiste una fattiva collaborazione proprio con l’intento di accrescere la ‘cultura dell’autismo’ e individuare gli obiettivi degli interventi anche grazie alle segnalazione di priorità delle stesse famiglie, oltre a condividere numerosi progetti di inclusione sociale. Confidiamo a breve di promuovere la buona prassi di stretto confronto tra equipe specialistiche e MMG sperimentata nella provincia di Rimini a tutto il territorio romagnolo”.

Il corso si aprirà con una introduzione a cura del direttore della Neuropsichiatria Infantile di Rimini Andrea Tullini. Seguiranno gli interventi  del responsabile Centro Autismo e Disturbi  dello Sviluppo di  Rimini Serenella Grittani, del Presidente dell’Associazione Rimini Autismo o.d.v. Alessandra Urbinati, del Direttore del Centro di Salute Mentale di Rimini Riccardo Sabatelli. A moderare l’evento saranno i Medici di Medicina Generale Bruno Doriano Sacchetti e Vincenzo Palaia.

Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all'evoluzione del quadro epidemiologico dell'infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 19 al 25 settembre (precisando che si tratta dei casi di residenti diagnosticati sul territorio romagnolo).Nella settimana di riferimento, si sono registrate 2.995 positività (20.6%) su un totale di 14.511 tamponi (molecolari e antigenici). Questa settimana si registra un incremento delle nuove positività sia in termini assoluti (+718) che percentuali. Si registra un tasso di occupazione dei posti letto di pazienti affetti da Covid in diminuzione rispetto alla scorsa settimana e in totale sono ricoverati 73 pazienti, tra questi 1 è in terapia intensiva.

In occasione della Settimana mondiale dell’allattamento torna in Romagna il Flash Mob “Allattiamo insieme”, una iniziativa promossa per il decimo anno consecutivo dalla Regione Emilia Romagna e organizzata dai Dipartimenti Salute Donna, Infanzia e Adolescenza dell’AUSL Romagna in collaborazione con i Comuni, gli Enti locali, le Associazioni di volontariato del territorio, i Gruppi di sostegno e i progetti “Nati per leggere” e “Nati per la Musica”.

Indossa una maglietta bianca e partecipa  anche tu!”. L’iniziativa si svolgerà sabato 1 ottobre  a Cesena, Forlì e Rimini e sabato 8 ottobre a Faenza.  Chiunque può partecipare, meglio se indossa una maglietta bianca, che è uno dei segni “di riconoscimento” della campagna. L’obiettivo è quello di coinvolgere tantissime mamme per sostenere l’allattamento al seno e offrire anche una occasione per scambiarsi esperienze e consigli su questo naturale gesto d'amore, importantissimo per la salute delle donne e dei bambini.  Mamme che allattano, papà, referenti dei gruppi di sostegno, ostetriche dei Consultori, professionisti dei servizi ospedalieri, Centri per le famiglie e Comuni, saranno insieme per ricordare quanto l’allattamento al seno sia importante, per dare informazioni e rispondere a dubbi e domande.

 

I flash mob regionali e le altre iniziative in Romagna per la settimana mondiale per l’allattamento 2022

QUI CESENA

Cesenaflash mob sabato 1 ottobre, Dalle ore 10 alle 12, sotto il loggiato del Comune in piazza del Popolo, vicino all’entrata del mercato coperto (anche in caso di pioggia).

QUI FORLì

Forlì, flash mob sabato 1 ottobre, dalle ore 10 alle 12, presso il Chiostro di San Mercuriale, Piazza Saffi. (In caso di maltempo l’appuntamento si svolgerà nella saletta attigua al chiostro).

QUI RIMINI

Rimini, flash mob sabato 1  ottobre, dalle ore 10 alle 12,  presso invaso Ponte Tiberio. (In caso di pioggia l’appuntamento di svolgerà sotto i portici di Piazza Cavour).

QUI RAVENNA

Faenza, flash mob sabato 8 ottobre, alle ore 10, presso Faventia Sales, in via San Giovanni Bosco 1 (piano terra).

 

Altre iniziative nel corso della Settimana Mondiale per l’allattamento:

NEL CESENATE

Le operatrici dei consultori territoriali e del punto nascita dell'AUSL Romagna in collaborazione con il Centro per le Famiglie del Comune di Cesena e le associazioni del territorio organizzano una serie di iniziative per la sensibilizzazione dell'Allattamento materno:

- Mercoledì 5 ottobre dalla ore 18 alle 20: Corso online (piattaforma Zoom) “Alimentazione e sonno nei primi 3 anni di vita” a cura di Gherardo Rapisardi. Per iscrizioni registrarsi al link: portale-ext-gru.progetto-sole.it, fare Login e cercare il corso n° 32609 “Alimentazione e sonno nei primi anni di vita”. Pochi giorni prima dell’evento riceverete il link per la partecipazione.

- Venerdì 7 ottobre alle ore 16.15 Presso il Centro per le famiglie di Cesena in via Ancona 310. “Incontro Allattamento per tutte”. Le famiglie incontrano l’Ostetrica Domenica di Siena del Consultorio Familiare di Cesena.

- Ambulatorio Allattamento Cesena: in occasione della SAM l’ambulatorio allattamento del punto nascita dell’Ospedale Bufalini dal 3 ottobre sarà aperto il lun-mar-gio-ven ore 9-13 ed il merc ore 14-19. Per info e contatti: tel. 334 155 9475 allattamento.ce@auslromagna.it

 

NEL RAVENNATE

‘Allat-TI-AMO’. Insieme, di Comune in Comune, per promuovere l’allattamento al seno. Iniziativa promossa dai Comuni della provincia di Ravenna, dai Centri per le famiglie, dall'Azienda USL della Romagna, dalle Associazioni di volontariato del territorio e rivolta alle mamme e a tutta la comunità.

-Faenza 1 ottobre ore 10 Centro per le Famiglie - Via San Giovanni Bosco, 1 (2° piano). Bebè a costo zero. A cura del Gruppo Allattando A Faenza. Iscrizione obbligatoria via e-mail: informafamiglie@romagnafaentina.it o telefonando al n. 0546-691871

-Faenza 4 ottobre ore 10. Consultorio Familiare di Faenza - Via della Costituzione, 38

e ON-LINE . Allattamento e cura del bebè a cura del Consultorio Familiare, Pediatria di Comunità dell’AUSL Romagna

https://us02web.zoom.us/j/81659359671?pwd=M5ZMuT3Kv6

NKoiuoZFzRXvulzyemi8.1

Passcode: 80969961

-Faenza 5 ottobre ore 10. Biblioteca Comunale Manfrediana - Via Manfredi, 18. Nati per Leggere 0 - 12 mesi: la promozione della lettura ad alta voce fin dalla tenera età. Conosciamo insieme i benefici della lettura e i libri più adatti nel primo anno di vita. Con bibliotecaria, educatrice del Centro per le famiglie e Maria Teresa Tosi Pediatra di Libera Scelta. Incontro a numero chiuso. Iscrizione obbligatoria via e-mail: manfrediana.ragazzi@romagnafaentina.it

o telefonando al n. 0546-691715

- Faenza 8 ottobre ore 10 Faventia Sales - Via San Giovanni Bosco, 1 (piano terra). L'accudimento del neonato nei primi mesi di vita: alimentazione, sonno e nuovi ritmi tra aspettative e realtà!. Claudia Muratori Pediatra di Libera Scelta, in collaborazione con Operatori del Centro per le famiglie. All'interno dell'evento si terrà anche il FLASHMOB per sostenere l'allattamento al seno, realizzato a cura del Consultorio Familiare, Pediatria di Comunità AUSL Romagna e Centro per le Famiglie dell'Unione della Romagna Faentina L'evento rientra anche nelle iniziative del Festival della Comunità Educante. Iscrizione obbligatoria via e-mail: informafamiglie@romagnafaentina.it o telefonando al n. 0546-691871

- Lugo 1 ottobre  ore 10. Biblioteca Trisi - Sezione ragazzi - Piazza Trisi, 19 Papà di latte. Incontro informativo sull'allattamento dedicato ai papà, a cura degli operatori del Centro Per le Famiglie e delle ostetriche del Consultorio Familiare AUSL Romagna. A seguire, presentazione di NatiperLeggere e di libri a tema con letture ad alta voce a cura delle bibliotecarie.

- Lugo 1 ottobre  ore 10,30. Biblioteca Trisi - Sezione ragazzi - Piazza Trisi, 19. Kit NatiPerLeggere ai nuovi nati Avvio della donazione ai nuovi nati di libri e materiale informativo da parte dei pediatri di libera scelta. Progetto coordinato dalle Biblioteche dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna

- Lugo 6 ottobre  ore 10. Centro per le Famiglie - Viale Europa, 128. Allattamento e lavoro. A cura di Operatori U.O. Consultorio Familiare, Pediatria di Comunità AUSL Romagna e delle operatrici del Centro Per le Famiglie

- Lugo 6 ottobre ore 17. Centro per le Famiglie - Viale Europa, 128. Diventare Genitori; i nuovi equilibri di coppia e di famiglia, il ruolo paterno, il ruolo materno e il ruolo del contesto familiare e amicale. Incontro a cura di Ernesto Sarracino Pedagogista dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna

- Lugo 7 ottobre ore 10. Centro per le Famiglie - Viale Europa, 128. Un bambino nei primi mesi di vita: il sonno, il pianto e le prime scelte educative. Incontro a cura di Cristiana Santinelli Pedagogista dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna

-Voltana 8 ottobre ore 10,30. Biblioteca Baioni - Piazza T. Guerra, 1 Finalmente qui!. Letture e presentazione di NatiperLeggere per famiglie con bambini da 0 a 3 anni. A cura delle bibliotecarie e di Volontari/e Nati per Leggere

- Cervia 3 ottobre ore 10. Sala Malva Nord del Comune di Cervia - Via Papaveri, 43. Le cure primarie. Intervengono Operatori U.O. Consultorio Familiare – Pediatra di Comunità AUSL Romagna Cristina Zani Referente Pari Opportunità del Comune di Cervia. A cura del Servizio SeiDonna

- AMICA DELL'ALLATTAMENTO: Durante la settimana mondiale per l'allattamento 2022 il Comune di Cervia, grazie al progetto Cervia Amica dell'Allattamento, che si è posto come obiettivo quello di ampliare gli spazi dove le mamme possono fermarsi per allattare e accudire il proprio bambino, inaugurerà le nursery station presenti nel territorio cervese. A cura del Servizio SeiDonna. Per informazioni: tel. 0544-979266.

- Cervia 4 ottobre ore 16,45. Biblioteca Comunale di Cervia "Maria Goia" Via Circonvallazione Edoardo Sacchetti, 111. Un dono per la vita. Letture con mamme e papà. Libri scelti: Ogni volta di S. Vecchini e D. Tani, Monte Latte di M. Longo e di A. Sanna, Zagazoo di Q. Blake, Dove nasce l'amore di S.M.L. Possentini

- Ravenna 4 ottobre ore 17. INCONTRO ON-LINE. Rientro a casa e l'importanza del sostegno della rete A cura di Operatori U.O. Consultorio Familiare, Pediatria di Comunità AUSL Romagna e Operatori Centro Per Le Famiglie Comune di Ravenna, Cervia e Russi.

- Ravenna 6 ottobre ore 17. Sala Buzzi - Via Berlinguer, 11 e ON-LINE. Neonato alla nascita e dopo….. A cura di Operatori U.O. Consultorio Familiare - Pediatria di Comunità - PLS - Neonatologo Pediatria Ospedaliera AUSL Romagna e Operatori Centro Per Le Famiglie Comune di Ravenna, Cervia e Russi

https://us02web.zoom.us/j/84981196054?pwd=A8vk8AjnT3Iqf

G7sfnSvlJi3xFPoqg.1

Passcode: 29341710

 

La partecipazione a ciascun incontro (sia tramite collegamento on-line sia in presenza) prevede l'iscrizione obbligatoria attraverso l'invio di una e-mail:

Ravenna-Cervia-Russi: informafamiglie@comune.ravenna.it - Unione della Romagna Faentina: informafamiglie@romagnafaentina.it - Unione dei Comuni della Bassa Romagna: centrofamiglie@unione.labassaromagna.it

 

Le biblioteche della Rete provinciale di Ravenna aderiscono alla Settimana Mondiale dell'Allattamento (SAM) e allestiscono LATTE DI MAMMA, VOCE DI MAMMA - vetrine bibliografiche sui temi dell'allattamento, maternage e genitorialità con selezione di saggistica per adulti e libri di canzoni, rime e filastrocche da condividere con i piccoli, disponibili per il prestito. Inoltre saranno promossi i programmi nazionali Nati per Leggere e Nati per la Musica, i servizi e le attività offerti dalle Biblioteche della rete.

La Leche Leagle Italia organizza incontri per le mamme on line.Per partecipare ed informazioni collegarsi al link: https://www.lllitalia.org/risorse/incontri-on-line.html

Le biblioteche dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna aderiscono al progetto nazionale Mamma Lingua. Storie per tutti, nessuno escluso che sostiene l'importanza della lettura in lingua madre fin dalla nascita, proponendo una serie di iniziative nel periodo settembre 2022/febbraio 2023: letture multilingui, mostra itinerante di libri in tante lingue, corsi sulla lettura ad alta voce per genitori stranieri. Per maggiori informazioni rivolgersi alle biblioteche.

[ http://www.mammalingua.it ]

 

NEL FORLIVESE

OPEN DAY ALLATTAMENTO: COSTRUIAMO INSIEME SALUTE E BENESSERE, 07 ottobre 2022, h. 09/13.30, Centro Socio Sanitario - Via Colombo 11- Forlì
In occasione della SAM 2022: “DIAMOCI UNA MOSSA-SOSTENIAMO L’ALLATTAMENTO” presso il Consultorio Familiare, le ostetriche in collaborazione con le operatrici del Centro Famiglie del Comune di Forlì, i lettori di Nati per Leggere e gli operatori della Pediatria di Comunità, vi aspettano per condividere e sostenere insieme a voi l’allattamento

 

NEL RIMINESE

Ciclo di incontri organizzati in collaborazione con il Centro per le Famiglie di Rimini.

  • martedì 4 ottobre ore 10.00 al Centro per le Famiglie di Rimini,  Piazzetta dei Servi 1. “PAROLE DI MAMMA” incontri dedicati a mamme in attesa e con bebè da 0 a 10 mesi.  “LA TUA MAMMA TORNA PRESTO” Affidare con fiducia il proprio bambino.

  • giovedì 6 ottobre  alle ore 9.30 al Centro per le Famiglie di Rimini, Piazzetta dei Servi 1. Incontro dedicato a genitori in attesa e con bebè fino ai 12 mesi - "ALLATTARE: UN GIOCO DI SQUADRA"  a cura dei formatori dell'Allattamento dell'Azienda USL della Romagna. Saranno presenti l'ostetrica del consultorio, la neonatologa ed il coordinatore infermieristico del rooming in.

  • sabato 8 ottobre alle ore 10.00 al Centro per le Famiglie di Rimini, Piazzetta dei Servi 1. Per famiglie in attesa e con bebè fino a 12 mesi. "LE PAROLE SONO LE PRIME COCCOLE" Accompagnare i bambini a scoprire il mondo attraverso i suoni e le parole.

Guarda il video realizzato dal Consultorio familiare di Rimini:

 


Al via le somministrazioni del secondo richiamo in via prioritaria a over 60, fragili, operatori sanitari e residenti in strutture per anziani. Prevista la quarta dose su richiesta per tutti i cittadini dai 12 anni in su, si parte anche con la quinta per i trapiantati.

Bologna - Dopo l’autorizzazione di Ema e Aifa e il via libera del ministero della Salute, anche le nuove formulazioni bivalenti di vaccini a m-RNA adattati alle ultime varianti sono disponibili per la vaccinazione contro il Covid-19: due le tipologie presenti, original/omicron BA.1 di Spikevax (Moderna) e Comirnaty (Pfizer), e original/BA.4-5 di Comirnaty.

In Emilia-Romagna sono già state consegnate oltre 700mila dosi (717.094), pronte per essere somministrate anche con il coinvolgimento dei Medici di medicina generale, dopo l’accordo recentemente siglato con la Regione.  L’assessorato regionale alle Politiche per la salute ha già dato indicazioni alle Aziende sanitarie su come procedere con la campagna vaccinale. 

“La vaccinazione contro il Covid-19- sottolinea l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini- ha dimostrato di essere l'unica e insostituibile via per proteggerci dal virus, ma non è il momento di abbassare la guardia. Quasi 4 milioni di cittadini in Emilia-Romagna si sono vaccinati con il ciclo primario e terza dose, ma ora è fondamentale la quarta dose per continuare a proteggere i nostri cari, noi stessi e tornare alla quotidianità delle nostre vite”.

I vaccini - come specificato nella circolare congiunta di ministero della Salute, Agenzia Italiana del Farmaco e Istituto Superiore di Sanità inviata alle Regioni - sono destinati alla seconda dose di richiamo per tutti i cittadini dai 12 anni in su che ne facciano richiesta, purchè abbiano già ricevuto la prima dose di richiamo da almeno 120 giorni.

Il loro utilizzo, tuttavia, è prioritariamente raccomandato per tre ‘categorie’.

Come secondo richiamo (quindi quarta dose) per tutti i 60enni e oltre e per le persone dai 12 anni in su con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti; per gli  operatori sanitari, gli ospiti e operatori delle strutture residenziali e le donne in gravidanza. In tutti i casi devono essere passati almeno 120 giorni dal primo richiamo).

Come prima dose di richiamo (quindi terza dose) a favore dei soggetti di età uguale o maggiore di 12 anni che non l’abbiano ancora ricevuta, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il completamento del ciclo primario; sempre a condizione che sia trascorso un intervallo minimo di 120 giorni dal completamento del ciclo primario.

Infine, come seconda dose di richiamo, dietro valutazione e giudizio clinico specialistico, ai soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, per cause legate alla patologia di base o a trattamenti farmacologici e ai soggetti sottoposti a trapianto emopoietico o di organo solido, che hanno già ricevuto un ciclo primario di tre dosi (ciclo primario standard più dose addizionale a distanza di almeno 28 giorni dall’ultima dose) e una successiva prima dose di richiamo, a distanza di almeno 120 giorni da quest’ultima. Di fatto, si tratta della ‘quinta dose’, che come specifica chiaramente la nota ministeriale per il momento è riservata unicamente a quest’ultima categoria di persone.

Per procedere con la somministrazione, i cittadini possono fare riferimento alla propria Azienda sanitaria e al proprio medico di medicina generale. Ed è confermato che la vaccinazione booster può essere eseguita anche presso le farmacie convenzionate aderenti al percorso.

Nella nota che l’assessorato regionale alle Politiche per la salute ha inviato oggi stesso alle Aziende sanitarie, si riporta inoltre quanto specifica la stessa circolare nazionale, cioè che “non ci sono evidenze per poter esprimere un giudizio di uso preferenziale di uno dei diversi vaccini bivalenti oggi disponibili, ritenendosi che tutti possano ampliare la protezione contro diverse varianti e possano aiutare a mantenere una protezione ottimale contro la malattia Covid-19”; pertanto non è prevista alcuna distinzione rispetto alle due nuove formulazioni a m-RNA bivalenti, di cui “si raccomanda prioritariamente l’utilizzo”.

La distribuzione dei vaccini per Azienda sanitaria

Questa la ripartizione delle 717.094 dosi dei vaccini bivalenti sul territorio: Ausl Piacenza: 49.264; Ausl Parma 78.230; Ausl Reggio Emilia 93.406; Ausl Modena 116.620; Ausl Bologna 126.720; Ausl Imola 18.560; Ausl Ferrara 54.840; Ausl Romagna 179.454.

Avviata in AUSL Romagna la chiamata attiva delle ragazze nate nel 1994, 1995, 1996 e 1997 per la vaccinazione anti papillomavirus (Anti HPV), temporaneamente sospesa negli ultimi due anni a causa della pandemia.

Dal 2019 la Regione Emilia-Romagna prevede l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione contro il Papilloma virus (HPV) alle ragazze di 25 anni, età in cui inizia lo screening del tumore del collo dell’utero. Il Papilloma virus (HPV) è infatti uno dei più importanti fattori di rischio per lo sviluppo di tumori al collo dell’utero e la vaccinazione è uno degli strumenti più efficaci di prevenzione.

A partire dal 19 settembre l’Ausl della Romagna ha inviato circa 12.000 SMS per invitare a vaccinarsi contro l’HPV le giovani donne mai vaccinate, residenti e domiciliate in Romagna nate nel 1994, 1995, 1996 e 1997.

Per tutto il mese di ottobre verranno garantite sedute dedicate alla vaccinazione per HPV negli ambulatori vaccinali dell’Ausl Romagna.

Le donne interessate possono prenotarsi attraverso gli sportelli Cup o attraverso il Cuptel (800 002255)

La vaccinazione HPV rivolta alle 25enni si inserisce nel più ampio intervento di prevenzione e tutela della salute delle donne che la Regione sta promuovendo da anni, anche attraverso i programmi di screening.

La vaccinazione non sostituisce il test di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore della cervice uterina.

Aderire all’invito del programma di screening e di vaccinazione è importante per proteggere la propria salute.

Oggi a Cesena il Direttore generale Tiziano Carradori e il Direttore sanitario Mattia Altini , insieme al Direttore del Presidio ospedaliero Claudio Lazzari e al Direttore dei Distretti Cesena-Valle Savio, Rubicone e Forlì Francesco Sintoni, hanno presentato alla stampa i due nuovi direttori alla guida di altrettante strutture complesse che rivestono un ruolo chiave sul fronte della medicina territoriale: il dottor Michele Sanza che è stato designato a capo dell’Unità Operativa Dipendenze Patologiche Forlì-Cesena e il dottor Pietro Nucera a cui è stata affidata la direzione dell’Unità Operativa Centro Salute mentale Forlì-Cesena.

Già direttore dell’Unità Operativa Dipendenze Patologiche di Cesena, con la nuova nomina il dottor Michele Sanza è ora nuovo direttore delle Dipendenze Patologiche di Forlì –Cesena, assumendo quindi la direzione di una unica struttura a valenza provinciale. Nato a Potenza ma cesenate di adozione, dopo la laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Bologna nel 1987, si specializza in Psichiatria all’università di Bologna e in Igiene e Medicina Preventiva all’Università di Modena. La sua carriera  professionale inizia all’Azienda USL di Bologna prima come clinico dei servizi psichiatrici e poi nello staff della Direzione Sanitaria. In questo periodo svolge anche una esperienza di visiting psychiatrist presso il New York Hospital, Cornell University di White Plains. Nel 2000 arriva in Romagna dove assume il ruolo di responsabile dello Sviluppo Organizzativo dell’allora Azienda USL di Cesena. Successivamente, all’interno della stessa Azienda, ricopre nel corso degli anni diversi incarichi: dal 2003 al 2005 è Direttore Sanitario, dal 2008 al 2011  Direttore del Dipartimento di Salute Mentale, nel 2011 diviene direttore dell’Unità Operativa Ser.T Programma Dipendenze Patologiche. A tutt’oggi è direttore facente funzione del Dipartimento di Salute Mentale e Dipende Patologiche di Forlì-Cesena. Dal 2012 collabora con la Regione Emilia Romagna - Servizio Salute Mentale e Dipendenze Patologiche e Salute nelle Carceri  sulla programmazione di Percorsi clinico assistenziali di livello regionale dedicati al trattamento dei Disturbi Gravi di Personalità e Disturbi mentali in epoca adolescenziale. E' stato titolare di diversi contratti con l’Università di Bologna per l'insegnamento di Dipendenze Patologiche e Psichiatria. Presidente della Società Italiana di Psichiatria delle Dipendenze e membro del direttivo nazionale della Società Italiana di Terapia Dialettico Comportamentale, è autore di numerose pubblicazioni di carattere scientifico e di alcune monografie sui Disturbi di Personalità.

Calabrese di origine residente nel ravennate da anni, già direttore facente funzione della Struttura Complessa Unità Operativa Centro Salute Mentale  di Forlì-Cesena dal 2020, il dottor Pietro Nucera si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Messina nel 1993, specializzandosi in Psichiatria. Dopo la frequenza triennale alla Scuola italiana di Ipnosi di Camillo Loriedo e Zeig, a Catania, nel 1999 vola in USA per seguire il Corso Universitario su “Schizofrenia, Bipolarità e Depressione” alla Boston University School of Medicine”. Nel 1999 consegue il Master su “Schizofrenia e Riabilitazione” all’università di Catania e successivamente il Diploma di Perfezionamento “Master di II Livello in Primo Episodio e Fenotipi della Schizofrenia”, presso Dipartimento di Neuroscienze Cliniche dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Dopo la specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale conseguita all’Istituto di Psicologia e Psicoterapia Cognitiva Post-Razionalista di Roma, dal 2011 al 2013 frequenta il “Professional Training Program in Psychiatric Vocational Rehabilitation” all’Università di Boston. Inizia la sua attività in corsia nel 1998, come responsabile del Reparto di Psichiatria e Day-Hospital del “S.Anna” di Crotone.  Nel 2000 assume l’incarico di dirigente medico psichiatra presso l’allora Ausl di Ravenna. Nel 2008 diviene responsabile del Centro di Salute Mentale di Lugo e nel 2018 gli viene affidato anche l’incarico di responsabile del Centro di Salute Mentale di Faenza.  Oltre all’attività sul campo si dedica anche ad una intensa attività di formazione e aggiornamento scientifico. E’ stato docente in numerosi corsi e, a tutt’oggi, è docente nel master di secondo livello “Trattamenti Psicosociali basati sull’evidenza e orientati al recovery nella psichiatria di comunità” all’Università di Ferrara.

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 9 ottobre, alle ore 21, al Teatro degli Atti di Rimini, l’associazione Nuovi Sguardi Onlus presenta I Komodos nella commedia “Il medico dei Pazzi”, iniziativa benefica a favore della Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza dell’Ospedale di Rimini e con il Patrocinio del Comune di Rimini.

Per informazioni e prenotazioni: Paola 3493373940 - Giorgio 3929524929 - Giuseppe 3495808535

Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all'evoluzione del quadro epidemiologico dell'infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 12 al 18 settembre (precisando che si tratta dei casi di residenti diagnosticati sul territorio romagnolo). Nella settimana di riferimento, si sono registrate 2.277 positività (16.2%) su un totale di 14.043 tamponi (molecolari e antigenici). Questa settimana si registra un calo delle nuove positività in termini assoluti (-342) e percentuali. Si registra un tasso di occupazione dei posti letto di pazienti affetti da Covid uguale alla settimana precedente e in totale sono ricoverati 98 pazienti, tra questi 2 sono in terapia intensiva

Il tema delle droghe è da sempre oggetto d’interesse da parte dei Media. Ma come viene comunicato? Quali sono i linguaggi e gli stereotipi a cui ricorre il mondo dell’informazione quando tratta il fenomeno del consumo di droghe? Parte da queste domande il Seminario di Formazione per giornalisti ‘Tutta la città ne parla. Comunicazione e droghe fra stampa media e graffiti’ organizzato giovedì 6 ottobre, a Cesena, dall’Azienda USL della Romagna con Regione Emilia, Ordine dei Giornalisti e la Fondazione Giornalisti dell’Emilia Romagna.

L’appuntamento - rivolto ai giornalisti (iscrizioni sulla piattaforma www.formazionegiornalisti.it) e su invito anche agli operatori sanitari e socio sanitari del settore - è dalle ore 9 alle 13, presso il Centro Servizi Ausl Romagna, in Piazza della Liberazione 60 – Edificio B, a Pievesestina di Cesena.  

Il seminario rientra nel Piano regionale della prevenzione 2021-2025  e si propone l’obiettivo di aprire un confronto sul tema, sui diversi linguaggi che vengono utilizzati per rappresentare il mondo delle droghe e il vissuto sociale, cercando di superare i luoghi comuni e favorire una narrazione più consapevole e corretta.

Info e programma in allegato

Cerca notizia

Archivio