Skip to main content
Tiziana Rambelli

Articoli inseriti da Tiziana Rambelli

 

Anche la Microbiologia della Romagna del Laboratorio Unico di Pievesestina nella neonata Fondazione INF-ACT, un progetto di cui è capofila l’Università di Pavia in collaborazione con Istituto Superiore di Sanità e Consiglio nazionale delle Ricerche.
Un progetto ambizioso e di ampio raggio, ma anche di reale impatto scientifico e con ricadute operative e organizzative, sul tema “malattie infettive emergenti”, che parte dall’individuazione di quelle che sono le principali minacce attuali e quelle che potrebbero emergere nel futuro.
“Questa importante azione collettiva di ricerca biomedica sulle patologie emergenti – spiega il prof. Vittorio Sambri, Direttore del Dipartimento di Medicina di Laboratorio e Trasfusionale “DiMeLabeT” e della Microbiologia della Romagna, nonchè docente dell’Università di Bologna (DIMES) - è stato selezionato dal Ministero dell'Università e della ricerca e finanziato con 114,5 milioni di euro, nell'ambito della Missione 4, “Istruzione e Ricerca” - Componente 2, “Dalla ricerca all’impresa” del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) - Linea di investimento 1.3, “Partenariati Estesi”, finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU.”
Grazie a questo importante finanziamento è nata la Fondazione INF-ACT, di cui fanno parte venticinque tra atenei nazionali (tra cui anche l’Università di Bologna), enti pubblici e privati. Un consorzio che prevede forti competenze trasversali in grado di affrontare il problema delle possibili epidemie adottando un approccio "One Health", ossia integrando aspetti di salute umana, salute animale e ambientale, dagli eventi epidemici ai fenomeni di spillover ai mutamenti climatici alla base delle modifiche della fauna selvatica e le interazioni con l'uomo. Sono state individuate cinque tematiche principali che saranno al centro della sinergia operativa messa in campo dalla Fondazione:
- Studio dei virus emergenti e riemergenti;
- Studio di insetti e altri vettori che veicolano agenti patogeni e delle malattie ad essi correlate;
- Studio degli agenti patogeni resistenti agli antimicrobici e dei meccanismi di generazione e scambio di marcatori di farmacoresistenza;
- Studio di nuovi sistemi di sorveglianza integrata epidemiologica e microbiologica (umana-animale-ambientale); identificazione di modelli per l’individuazione precoce di infezioni emergenti; messa a punto di meccanismi di alert e modelli matematici predittivi;
- Identificazione di nuovi bersagli per molecole ad attività antinfettiva; progettazione, sintesi e validazione di molecole con potenziale terapeutico con approcci in silico, in vitro, ex vivo e in modelli animali.

“L’evento inaugurale della Fondazione INF-ACT si terrà oggi a Pavia– prosegue il prof. Sambri, designato dal Magnifico Rettore dell'Alma Mater come candidato per il Consiglio di Sorveglianza Scientifico della Fondazione - Sarà la prima vera occasione di incontro in presenza dei rappresentanti di tutti i membri della Fondazione ed un’importante occasione di networking scientifico per l’ampio team di ricercatori coinvolti.”

 

 

L’Ispettorato Micologico del Dipartimento di Sanità Pubblica di Ausl Romagna, coordinato dal dott. Silvio Cantori, informa che dal giorno 05 Dicembre gli sportelli micologici degli ambiti di Cesena, Forlì e Rimini e gli sportelli di Bagnacavallo e Faenza saranno chiusi; l’attività di consulenza e certificazione funghi a privati cittadini e agli Esercenti il commercio, verrà erogata solo previo appuntamento con gli Ispettori Micologi di ogni ambito tramite le segreterie:

Ambito di Cesena tel .0547 352079
Ambito di Forlì tel. 0543 733585
Ambito di Rimini tel. 0541 707290

Lo sportello di Ravenna rimane invece attivo il Lunedì dalle ore 09,00 alle ore 11,00.

Si informa, inoltre, la cittadinanza che nell’anno in corso si sono verificati n° 13 casi di intossicazioni da funghi ed ha coinvolto 20 persone, pertanto si coglie l’occasione, per ricordare alcune regole, da seguire durante la raccolta e per un corretto utilizzo di funghi:

1)evitare la raccolta di funghi indiscriminata, nel rispetto dell’ambiente avendo presente che tutti i funghi sono importanti per l’ecosistema;
2)evitare il consumo di funghi in grandi quantità ed in pasti ravvicinati essendo un alimento difficile da digerire;
3)evitare il consumo di funghi da parte di persone che soffrono di intolleranze alimentari o disturbi dell’apparato digerente, donne in gravidanza e bambini;
4)evitare il consumo di funghi raccolti da privati cittadini o posti in vendita senza la certificazione di commestibilità rilasciata da professionisti abilitati;
5)infine ricordare che quasi la totalità dei funghi commestibili provocano disturbi, o veri e propri avvelenamenti, se consumati crudi, poco cotti o in quantità eccessive.

 

Nei mesi di novembre e dicembre sono ripartiti i corsi di formazione per alimentaristi in presenza organizzati dall’Ausl Romagna nelle sedi territoriali di Forlì- Cesena e Ravenna ed aperti a tutti i residenti in Romagna.
Dal mese di gennaio 2023 partiranno anche dei corsi in webinar aperti a tutti i residenti in Romagna (Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini)
Il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl Romagna eroga esclusivamente il corso base di formazione per coloro che non sono mai stati in possesso dell'attestato di formazione per alimentaristi (conseguito presso Ausl o altre strutture autorizzate).
Le persone addette alla produzione, preparazione, manipolazione e vendita di alimenti devono essere in possesso di adeguate conoscenze in materia di igiene degli alimenti; a tal fine sono tenute a frequentare appositi corsi di formazione. Il conseguimento dell'attestato di formazione previsto dalla Legge Regionale n. 11/2003 e s.m.i. è un requisito necessario per i lavoratori del settore alimentare che svolgono mansioni con livelli di rischio elevato (livello due) o medio (livello uno), come indicato nella Delibera di Giunta Regionale Emilia - Romagna n. 311 del 4.03.2019.
Il corso base ha la durata complessiva di tre ore, indipendentemente dalla categoria di mansione svolta, I o II livello. Al termine del corso, dopo una prova finale, viene rilasciato un attestato di formazione, che sostituisce, in Emilia-Romagna, il libretto di idoneità sanitaria, abolito con la legge regionale n. 11/2003.
Per partecipare ai corsi di base organizzati dal Dipartimento di Sanità Pubblica è necessaria la prenotazione. Gli utenti interessati potranno iscriversi nel sito dell’Ausl Romagna, collegandosi a questo indirizzo: https://www.auslromagna.it/servizi/servizi-imprese/imprese/512-corso-alimentaristi. All’interno della pagina troveranno la voce “Modalità di iscrizione”, potranno cliccare sul link https://booking.auslromagna.it e verranno reindirizzati alla pagina di prenotazione corsi. L’utente potrà decidere la data e la modalità in cui svolgere il corso tra quella in presenza e quella in webinar. Per quelli in presenza è possibile scegliere la sede nella quale si vuole svolgere il corso tra quelle presenti. La prenotazione verrà registrata e l’utente iscritto ad un corso in presenza ne riceverà conferma via mail, all’indirizzo inserito in fase di registrazione, con indicazioni sull’orario e sulla sede dove si svolgerà il corso da lui prenotato.
L’utente iscritto ad un corso in webinar riceverà una conferma via mail dell’orario e del giorno e due giorni prima dell’evento un link al quale collegarsi tramite la piattaforma ZOOM per assistere al corso in webinar.

Nei mesi di dicembre 2022 e gennaio 2023, il Servizio di Diabetologia di Forlì ( sito nel Padiglione Allende dell’ospedale Ospedale Morgagni-Pierantoni) modificherà i propri orari di apertura come segue:


- giovedì 8 dicembre 2022: chiusura servizio

- venerdì 9 dicembre 2022: chiusura alle ore 15:00

- da martedì 20 a venerdì 30 dicembre 2022: chiusura alle ore 15:00

- lunedì 26 dicembre 2022: chiusura servizio

- da lunedì 2 a giovedì 5 gennaio 2023: chiusura alle ore 15:00

- venerdì 6 gennaio 2023: chiusura servizio.

 

 

Sono state inaugurate questa mattina all’Ospedale Infermi di Rimini, le nuove sale di Pneumologia interventistica, dell’Unità Operativa di Pneumologia di ambito provinciale, diretta dal dott. Luigi Lazzari Agli.
I nuovi locali inaugurati saranno dedicati alle attività specialistiche della pneumologia interventistica e rappresentano un insieme di ambienti dove potranno essere eseguite sofisticate procedure mininvasive, anche in anestesia generale, per la diagnosi e la terapia di diverse malattie tumorali, infiammatorie e infettive dell’apparato respiratorio
La realizzazione delle due sale è stata possibile grazie ad un investimento, da parte dell’Azienda Sanitaria della Romagna, di circa un milione di euro, dei quali 720.000 destinati all’intervento di ristrutturazione completa, comprensivo di impiantistica e adeguamento alle normative tecniche di sicurezza e antincendio e circa 300.000 euro per l’acquisto di tecnologie e arredi.
La realizzazione complessiva è stata possibile inoltre, grazie alla generosa donazione da parte della Maggioli SPA di Rimini, che con un investimento di circa 500.000 euro nel biennio 2021-2022, per l’acquisto di attrezzature e strumenti, ha permesso di integrare e completare quanto realizzato dalla Azienda sanitaria della Romagna.
Grazie a questa sinergia di intenti, le sale saranno dotate delle più moderne tecnologie, quali broncoscopi ed eco-endoscopi di ultima generazione; saranno inoltre fornite di sistemi di acquisizione video e di salvataggio dei dati perfettamente integrati con i sistemi informatici dell’azienda e potranno essere messe in collegamento con l’esterno per dirette video degli esami, videoconferenze e discussione “live” dei casi clinici.
La Pneumologia dell’ambito provinciale riminese ha eseguito, dal 1 gennaio 2022 ad oggi, ben 27.000 prestazioni tra visite e prestazioni specialistiche, per un totale di oltre 10.200 pazienti assistiti.
“Le nuove sale ed i nuovi strumenti – ha dichiarato il direttore della UO Pneumologia Lazzari Agli - daranno la possibilità di incrementare tutte le attività della sfera pneumologica sia nel distretto di Riccione che in quello di Rimini. Le nuove attrezzature ci permetteranno di elevare anche la qualità degli esami: avere a disposizione un broncoscopio ultrasottile, il primo ed unico ad essere presente in azienda, consentirà un aumento della resa diagnostica nella identificazione dei tumori polmonari. Continueremo poi ad occuparci ed a perfezionarci nella attività di endoscopia neonatale e pediatrica, che rappresenta una nostra prerogativa peculiare. Un ringraziamento profondo va alla famiglia Maggioli per aver saputo individuare le necessità, intervenendo con una elargizione liberale di enorme valore e spessore, soprattutto per la qualità delle attrezzature donate”.
E’ importante sostenere il nostro sistema sanitario, è importante farlo nel quotidiano oltre l’emergenza, per supportare l’innovazione tecnologica e le performance all’avanguardia di strutture fondamentali per il territorio. La salute è un tema strategico, come accolto anche nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, imprescindibile per la crescita del Paese e per l'inclusione sociale; è l'asse portante del rafforzamento della sanità territoriale e del miglioramento degli standard di cura. Un settore, quello sanitario, essenziale per le fasce più a rischio e per ridurre anche i divari culturali e di genere; come donna e cittadina non posso non sentirmi particolarmente coinvolta. – commenta Amalia Maggioli, Consigliere Delegato Commerciale, Marketing, Estero del Gruppo Maggioli, che prosegue - Per il Gruppo Maggioli e per la nostra famiglia questa donazione vuole rappresentare un contributo concreto, spinto da un forte senso di responsabilità e partecipazione, per creare valore sociale, economico e ambientale."
La cerimonia di inaugurazione è stata anche l’occasione per ringraziare altri donatori, aziende private, gruppi della società civile e Associazioni di volontariato, che con una vera e propria task force, hanno sostenuto la Pneumologia di tutto l’ambito provinciale, fin dal primo momento e per tutto il periodo della pandemia da Covid 19, donando dispositivi di sicurezza, di protezione individuale e attrezzature, indispensabili per fare fronte al periodo emergenziale.
Tra questi, Banca Malatestiana con un impegno di oltre 100.000 euro, Ail Rimini, con donazioni di circa 59.000 euro raccolte tramite iniziative di fund raising e, a seguire, l’Associazione Asmallergia, il Comitato CRI di Riccione, l’Associazione italiana lotta alla distrofia muscolare UILDM - sezione di Rimini, la Cooperativa Braccianti Riminese, il Rotary Club di Riccione e Cattolica, l’Ordine degli avvocati di Rimini, per donazioni complessivamente pari a circa 39.000 euro.
“Si tratta di donazioni a beneficio dell’intera comunità – ha sottolineato Francesca Raggi, Direttrice della direzione medica di Presidio ospedaliero – quale attestazione di fiducia nei confronti della nostra sanità e dei professionisti, che per troppo tempo sono stati impegnati senza sosta nel contrasto alla pandemia”.
Anche da parte della Direzione dell’Azienda Usl della Romagna, un ringraziamento sentito per il generoso gesto a favore della sanità locale, che conferma la sensibilità e la Responsabilità sociale che Imprese, Banche e Associazioni del territorio da sempre manifestano, sostenendo le necessità assistenziali dell’Azienda Usl romagnola”.

 

 

 

 

 

 

"Sulla rotta del cuore. Una serata di musica e racconti per solidarietà"

Venerdì 16 dicembre, ore 21, Fabbrica delle Candele, Forlì

 

L’Associazione Salute e Solidarietà Odv e il Centro studi aziendale Ausl Romagna “Gianni Donati” per il volontariato e la solidarietà organizzano, con il contributo di BCC ravennate, forlivese e imolese, l’evento “Sulla rotta del cuore. Storie di vite e di mare in musica”.

Il ricavato ad offerta libera della serata, che si terrà venerdì 16 dicembre, alle ore 21, presso la Fabbrica delle Candele, a Forlì, sarà interamente devoluto ad iniziative di sostegno di mamme e bambini profughi ucraini.

Il concerto sarà a cura del gruppo musicale “Doors To Balloon”- la musica nel cuore, composto da cardiologi degli ospedali dell’Emilia- Romagna che svolgono attività musicale per eventi benefici e da altri medici - musicisti romagnoli, mentre l’attore – poeta Denio Derni interpreterà “Racconti di mare e di vita”.

La serata vedrà anche la straordinaria partecipazione del forlivese Gianfranco Bacchi, già comandante della nave Amerigo Vespucci e sarà condotta da Marco Viroli.

E’ partito il 21 ottobre e si concluderà il 2 dicembre 2022, il corso Teorico- pratico di Ecografia Ginecologica organizzato all’Ospedale di Forlì dal dottor Luca Savelli, direttore della Unità Operativa di Ginecologia ed Ostetricia di Forlì.
“Abbiamo registrato per ogni data cinquanta iscritti in presenza e oltre cinquanta iscritti online, provenienti da ogni regione italiana - spiega il dottor Savelli - L'iniziativa formativa, in presenza ed online, con lezioni teoriche mattutine ed ecografie pomeridiane, in diretta dagli ambulatori ecografici dell’ospedale di Forlì, prevedeva tre appuntamenti, tutti nel nosocomio forlivese, previsti appunto per il 21 ottobre, l'11 novembre e il 2 dicembre 2022. Organizzo questo corso da circa quindici anni (prima a Bologna e da due anni a Forlì) ed è sicuramente diventato un appuntamento fisso della ginecologia italiana, contribuendo a creare una sorta di "scuola permanente" di ecografia ginecologica, assunta come modello da molte scuole di specializzazione (NDR. attualmente a Forlì abbiamo medici in formazione provenienti da tre scuole di specializzazione italiane, oltre a quella di Bologna).”
"L’ecografia transvaginale - conclude il dottor Savelli- rappresenta l’esame cardine della diagnosi, e la gestione di tutte le patologie ginecologiche. Abbiamo voluto organizzare questo Corso per consentire un aggiornamento rapido dei concetti teorici e dei trucchi pratici per lo specialista ambulatoriale e ospedaliero in maniera tale da divenire in breve tempo esperti nella diagnostica ecografica.”

INAUGURAZIONE NUOVE SALE PNEUMOLOGIA INTERVENTISTICA

Martedì 29 novembre 2022

ore 12

OSPEDALE INFERMI DI RIMINI

 

 

INTERVERRANNO:

 

Kristian Gianfreda, Assessore Comune di Rimini

Tiziano Carradori, Direttore Generale Ausl Romagna

Francesca Raggi, Direttore Direzione medica presidio Ospedaliero di Rimini

Luigi Arcangelo Lazzari Agli, Direttore Pneumologia Rimini- Riccione

Gianluca Garulli, Assessore Comune di Riccione

Eduardo Pinto, Presidente AIL Rimini

Mira Battarra,Presidente Associazione UILDM

Paolo Maggioli,Amministratore Delegato Maggioli Spa

Enrica Cavalli,Presidente Banca Malatestiana Rimini

S A B A T O  2 6  N O V E M B R E  2 0 2 2

" PATOLOGIA SALIVARE INFIAMMATORIA:WHAT’S NEW ?"


O S P E D A L E  M O R G A G N I - P I E R A N T O N I ( S A L A  P I E R A T E L LI)
D A L L E   O R E  9  A L L E  O R E 1 6

 

 

 

 

 

L'evento è gratuito ed è indirizzato a medici specialisti ORL

Per le pre-iscrizioni inviare email a :giovanni.cammaroto@hotmail.com

 

Venerdì 16 dicembre 2022 dalle ore 18.30 presso Fondazione Dino Zoli (Viale Bologna 288, Forlì) si terrà un evento di raccolta fondi a favore del progetto Well Fare “Rete per le donne” promosso dall’Azienda Usl della Romagna.

Il programma della serata prevede un apericena con ricco buffet accompagnato dai vini de I sabbioni, un concerto di musica Gospel tenuto dal gruppo The Colours of Freedom e a concludere una breve performance dell’autrice e attrice Sabina Spazzoli. Durante la serata sarà inoltre possibile visitare la mostra di arte contemporanea “Arte e Impresa. Dino Zoli, 50 anni di creatività” presente in Fondazione.

Per informazioni e prenotazioni si invitano gli interessati a chiamare il numero 320 5352162 oppure a scrivere una mail a donazioni@auslromagna.it.

La prenotazione è obbligatoria e si richiede entro il 12/12/2022.

Il contributo per l’accesso è di € 35,00.

Cerca notizia

Archivio