Ultime notizie

Venerdì 17 novembre, alle ore 20.30, al Teatro Bogart di Cesena andrà in scena lo spettacolo solidale "Note di Vita" promosso dall’associazione di promozione sociale LiberaMente. Il ricavato dell'evento sarà devoluto al progetto “Il Mio Futuro a Piccoli Passi” della Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Bufalini di Cesena per l'acquisto della RETCAM.

Pubblicato in Notizie dal sito

In occasione della nona giornata mondiale “DONNA=DISAGIO? MAI PIÚ!” promossa dall’Associazione Italiana Urologica e Ginecologia AIUG, martedì 24 ottobre, dalle ore 10 alle 12 la dottoressa Daniela De Paoli, responsabile del servizio di Uroginecologia dell’Unità Operativa Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Bufalini di Cesena, a titolo volontario, sarà a disposizione delle donne interessate a ricevere consigli e informazioni sulle disfunzioni dell’apparato uroginecologico e del pavimento pelvico (incontinenza, prolasso, dolori pelvici, ecc.). Dalle ore 13, sarà possibile effettuare anche una valutazione individuale previa prenotazione (posti limitati) telefonando al numero 0547/394572 (attivo tutti i giorni i giorni, escluso il sabato, dalle 9.30 alle 12). La giornata – tiene a precisare la dottoressa De Paoli - non si propone di effettuare visite “a tappeto”, bensì di sensibilizzare le donne sull’importanza dell’educazione e della prevenzione delle disfunzioni uro ginecologiche.

Pubblicato in Notizie dal sito

Il dottor Fabio Tarantino, responsabile della UOS Emodinamica-Laboratorio Provinciale Forlì-Cesena, inserita nel Dipartimento Cardiovascolare dell'AUSL della Romagna, è stato nuovamente nominato ai vertici  della Società Italiana di Cardiologia Invasiva (SICI-GISE), nel Consiglio Direttivo Nazionale.

 

La notizia è stata data al  38° Congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia Invasiva (SICI-GISE), che si è concluso in questi giorni con un bilancio estremamente positivo in termini di partecipazione e di livello scientifico.

Sicuramente questo congresso ci ha dato una grande soddisfazione – commenta il dottor Fabio Tarantino-. Speriamo che questi intensi giorni di lavori scientifici ci possano aiutare ad amplificare e diffondere il messaggio che la cardiologia interventistica deve puntare in alto, deve riscoprire il piacere di sentirsi importante ai fini del risultato e, per attuarlo, deve innanzitutto cambiare”.

Il nuovo Consiglio Direttivo, che sarà in carica i prossimi due anni, ha visto la conferma, oltre a Fabio Tarantino,  di Alessio La Manna (Catania), Ugo Limbruno (Grosseto) e Ciro Mauro (Napoli), mentre i nuovi eletti sono Battistina Castiglioni (Varese), Stefano Rigattieri (Roma) e Giuseppe Tarantini (Padova).

Pubblicato in Notizie dal sito

Il 21 maggio scorso è scomparsa Antonietta Santullo. Antonietta, ma per tutti in Azienda, Antonella, o magari Anto, è stata per molti anni il direttore infermieristico e tecnico dell’Ausl di Rimini. Mentre per l’Ausl Romagna si è occupata prevalentemente di formazione, oltre a collaborare in maniera determinante alla redazione dell’atto aziendale e dell’assetto organizzativo della nuova azienda. Antonella rivestiva, inoltre, ruoli di rilievo nel mondo dell’associazionismo professionale infermieritico ed assistenziale nazionale.

Sempre innovativo, il suo approccio ha fatto scuola per molti anni, consentendo agli infermieri e ai tecnici di raggiungere importanti livelli di sviluppo e responsabilità professionale. Uno dei risultati cui teneva di più, e che aveva fortissimamente voluto perseguire, è stato il nido aziendale di Rimini, situato all’interno del sedime ospedaliero e inaugurato ad inizio 2012.

Affinchè il suo lavoro, la sua eredità, possa proseguire attraverso il lavoro die colleghi l’Ausl Romagna ha deciso di organizzare il convegno „Il futuro aperto dell’infermiere. Idee per continuare il lavoro di Antonietta Santullo“. L’evento avrà luogo nel pomeriggio di martedì 24 ottobre, a partire dalle ore 14:30 presso la sala „Il Castello“ del palacongressi di Rimini.

Molto alto il livello dei relatori, tra i quali, solo per citare le letture magistrali, i professori Francesco Taroni e Paolo Chiari dell’università di Bologna (il programma completo, insieme al razionale dell’evento e ad un ricordo di Antonella, nell’allegato pieghevole) che si completano con gli interventi di esperienze concrete rappresentare da Infermieri dell’AUSL della Romagna.

Si parlerà di futuro per il ruolo degli infermieri (che in Ausl Romagna sono circa 5900 di cui 1700 a Rimini), ma non mancherà un momento commemorativo, con l’intitolazione ad Antonietta Santullo della struttura che ha praticamente costruito: l’asilo aziendale dell‘“Infermi“ di Rimini si chiamerà „Belnido Antonietta Santullo“.

L’evento è dedicato alle figure professionali per le quali sono previsti ecm (per iscriversi il termine è il 21 ottobre e bisogna accedere al seguente link https://portale-ext-gru.progetto-sole.it/ ).

Pubblicato in Notizie dal sito

Grazie alla generosità di tanti adulti e bambini che hanno aderito lo scorso 24 settembre all’iniziativa di solidarietà “Il latte che aiuta i bambini”,  la Centrale del Latte di Cesena ha potuto destinare 1000 euro a favore della clown terapia nelle aree pediatriche dell’ospedale Bufalini di Cesena, come approccio terapeutico nella riduzione della percezione del dolore e dell’ansia nei bambini durante l’esperienza del ricovero ospedaliero e nella somministrazione delle cure.

La somma, infatti, è frutto delle offerte libere delle degustazioni di latte e delle vendite di latte fresco effettuate durante l’annuale Festa della Centrale del Latte. La consegna è avvenuta oggi, in Pediatria, alla presenza di Daniele Bazzocchi e Renzo Bagnolini rispettivamente Direttore e Presidente della Centrale del Latte di Cesena, Marcello Stella direttore del reparto di Pediatria e Terapia Intensiva Pediatrica e Neonatale del Bufalini, Elisabetta Montesi responsabile del progetto “Pediatria a misura di bambino”, Paola Sama coordinatrice infermieristica del reparto di pediatria e a due dei clown dottori che prestano la loro attività in ospedale.

L’Azienda USL ringrazia la Centrale del Latte di Cesena - già da diversi anni preziosa sostenitrice di iniziative solidali a favore dell’ospedale Bufalini di Cesena -  e tutte le persone che partecipando alla Festa della Centrale hanno contribuito a questa generosa donazione.

Pubblicato in Notizie dal sito

L’Azienda USL della Romagna è impegnata ad attuare quanto previsto dalla legge 119 del 2017, relativa all’obbligo vaccinale, cercando di limitare i disagi per le famiglie. In particolare per quanto riguarda i bambini e gli adolescenti che frequentano le scuole dell’obbligo (fasce d’età 6 – 16 anni, mentre per le fasce d’età 0-6 anni si è già provveduto, si veda qui ) la maggior parte degli Istituti Scolastici romagnoli, aderendo alla proposta contenuta nella nota a firma congiunta dell’Assessore Regionale alla Sanità e del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale, ha provveduto a trasmettere all’Azienda Usl l’elenco degli iscritti. Queste scuole riceveranno dall’Azienda Usl, entro il 20 ottobre, l’elenco dei soli bambini o adolescenti la cui situazione vaccinale risulti ancora da esaminare e solo a questi la scuola richiederà la documentazione probante l’avvenuta vaccinazione o l’appuntamento con il servizio vaccinale. Contestualmente, queste famiglie riceveranno a casa dall’Azienda USL l’invito a recarsi presso gli ambulatori vaccinali per chiarire la loro situazione.

Le famiglie dovranno verificare se la scuola  frequentata dal loro o dai loro figli, si è avvalsa o meno della possibilità sopradescritta.

In caso negativo le famiglie dovranno consegnare alla scuola, entro il termine del 31 ottobre, il certificato vaccinale che attesti di aver effettuato tutte le vaccinazioni previste dalla norma in base all’età o l’autocertificazione e, in caso di mancato rispetto del calendario vaccinale dovranno presentare copia della lettera di convocazione dell’Ausl, o della prenotazione.

L’attestazione del proprio stato vaccinale può essere ottenuta, a partire da lunedì 16 ottobre, in due diversi  modi:

  • Richiedendola presso i servizi dell’Ausl, nei punti e con le modalità di seguito riportate. L’utente dovrà in primo luogo dotarsi del „Modulo di richiesta rilascio certificato delle vaccinazioni“, che si può scaricare qui in allegato, e che si troverà anche stampato presso gli sportelli aziendali presso cui si potrà richiedere l‘attestazione. A questo proposito si informa che l’Azienda ha predisposto l’apertura straordinaria, nelle varie strutture territoriali, di sportelli ad hoc, per facilitare l’accesso delle famiglie che hanno bisogno delle attestazioni vaccinali. Si evidenzia che in questi sportelli straordinari avrà luogo  esclusivamente l’attività certificativa relativa alle vaccinazioni. E sebbene tale attività possa essere svolta anche durante il normale orario d’apertura degli sportelli  amministrativi di front office, si segnala che negli orari di apertura non straordinaria si continuerà a svolgere anche il resto dell’attività preposta, e che quindi si potrebbero verificare maggiori tempi di attesa allo sportello. Per l’attestazione vaccinale si consiglia pertanto di rivolgersi preferibilmente  agli sportelli straordinari di cui sopra. In allegato, per ogni ambito territoriale, una tabella riportante gli orari di tutti gli sportelli, con specifica di quelli straordinari ad hoc attivati per la certificazione vaccinale;
  • Scaricandola dal proprio Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse) dove il certificato sarà aggiornato in tempo reale. Il Fse elettronico può essere attivato da tutti gli assistiti iscritti all’anagrafe vaccinale dell’Emilia Romagna (le modalità per farlo sono consultabili sul sito dell’Ausl Romagna a questo link ).

Infine si ribadisce che le famiglie i cui figli rientrano nelle condizioni di esonero o differimento delle vaccinazioni, devono rivolgersi al pediatra o al medico curante per la relativa certificazione.

Pubblicato in Notizie dal sito

L'AUSL ROMAGNA area di Forlì comunica che per interventi tecnici di riorganizzazione della rete telefonica interna, è possibile, contattare l'Ospedale di Santa Sofia utilizzando il nuovo numero telefonico che viene elencato di seguito:

- Ospedale Nefetti di Santa Sofia si dovrà comporre lo 0543/733811

- il vecchio numero 0543/974XXX diverrà inattivo

Attualmente una casella vocale sul vecchio numero è attiva sino a metà novembre 2017

Pubblicato in Notizie dal sito

Con il patrocinio di Comune di Forlì, Castrocaro Terme- Terra del Sole, Ausl Romagna e Uisp sport per tutti

 

"Fuga Forrest 2017. Competitivi per beneficenza"

Quest’anno si corre per acquistare arredamenti per la Pediatria di Forlì!

(Terra del Sole, 22 ottobre)

 

 

Per il terzo anno consecutivo l'Associazione podistica Corri Forrest di Forlì organizza, per domenica 22 ottobre, a Terra del Sole, la "Fuga Forrest"  a favore dell'Unità Operativa di Pediatria di Forlì, diretta dal dottor Enrico Valletta.

“Da sempre - spiegano i soci -la Corri Forrest è una società fortemente vicina alle tematiche sociali e all’attività di beneficenza. L’esperienza della Tirreno Adriatico Running ha rafforzato questa sensibilità portandoci, nel 2016, ad organizzare una gara podistica “tutta nostra” impostandola come un vero e proprio evento a sfondo benefico. Il 23 ottobre 20116 nasce così la Fuga Forrest ’16, gara ludico motoria per la raccolta fondi pro reparto di pediatria dell’ospedale Pierantoni di Forlì. La gara si è svolta interamente nel Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole e, grazie a spettacoli e iniziative correlate all’evento, siamo riusciti a raccogliere circa 900 iscritti e 5700 €, interamente utilizzati per l’acquisto da parte della nostra società di materiale ludico e medico per il reparto. La giornata ha dimostrato il lato umano dell’intero paese, che è sceso in piazza chi come partecipante, chi come volontario e una piacevole sorpresa sono stati i partecipanti fuori comune che hanno apprezzato e amato la bellezza della cittadella e delle colline castrocaresi.”

“Oggi - proseguono -siamo pronti ad organizzare la seconda edizione della Fuga Forrest con l’intento di donare l’intero incasso nuovamente alla pediatria di Forlì per poter finanziare l’acquisto di arredamento per il nuovo reparto. La camminata ludico-motoria sarà caratterizzata da tre percorsi cioè 13 km 7,5 km e 2,8 km: i primi due percorsi per corridori e camminatori mentre i 2,8 km saranno prettamente orientati ai bambini. La gara è un evento podistico non competitivo e per questo motivo non saranno stilate classifiche: l’obiettivo è la beneficenza e non il risultato sportivo. A tutti i partecipanti regolarmente iscritti sarà consegnato un premio di partecipazione. Anche questa edizione avrà come ‘fondamenta’ i gruppi di volontariato, i singoli volontari del Comune termale e tanti altri....”

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

 

2a Edizione della “FUGAFORREST RUNNIG”, Domenica 22 ottobre 2017, Terra del Sole, FC

Ore 8:00 Apertura Iscrizioni c/o i banchi che troverete nella corte interna di Palazzo Pretorio

 

Ore 8:00 Apertura Lotteria (Prodotti esposti nella corte interna di Palazzo Pretorio) il cui ricavato sarà totalmente devoluto al Reparto di Pediatria dell'Ospedale Morgagni -Pierantoni di Forlì

 

Ore 8:00 Apertura stand Salomon, Technofisio in collaborazione con Green Gym e Liferunner per dimostrazioni di prove di biomeccanica , Farmacia San Martino+KeForma, Scuola Podistica RUNNER FIT riscaldamento generale, stretching preparazione per gara, per una corsa consapevole, VIP CLOWN che allieteranno gli intervenuti (Stand sopra piazza e all'interno di Palazzo Pretorio)

Ore 9:10 - Spettacoli del gruppo sbandieratori musici e uomini D’Arme impegnati in duelli di scherma antica

 

Ore 9:30 – al colpo d'archibugio, partenza ufficiale della corsa 13km e 7km, di seguito camminatori e nordic walkers

Ore 9:35 - Partenza Visita Guidata per la cittadella in compagnia della Guida Turistica Professionale Lisa Rodi. La visita della durata di circa un'ora, sarà ad offerta libera ed il ricavato totalmente devoluto al Reparto di Pediatria dell'Ospedale Morgagni -Pierantoni di Forlì.

 

Ore 9:35 - Spettacolo per più piccoli a cura di Mago Millionaire

Ore 10:00 - Partenza percorso di 2,8 km per famiglie

IMPORTANTE

I servizi di sicurezza stradale saranno attivi dalle ore 8:00 e rimarranno tali fino all'arrivo dell'ultimo podista o camminatore. Godetevi il paesaggio, la giornata ma soprattutto la festa, non abbiate fretta, vi aspetteremo tutti a Palazzo Pretorio per il grande ristoro finale gentilmente offerto dal Gruppo del Fuoco di Terra del Sole!

FugaForrest Running 2017, competitivi nella beneficenza.

 

Per informazioni :http://www.corriforrest.com/fuga-forrest/.

NEGOZI CONVENZIONATI PER PRE-ISCRIZIONI (disponibili dal 10.09.17)

Gimelli Sport
Via Vittorio Veneto, 98 – 47122 Forlì (FC) – tel.0543-33627

Vilpas Calzificio
Via Sacco e Vanetti, 50 – 47011 Castrocaro Terme e Terra Del Sole

Living Sport Cesena
Via Guglielmo Marconi, 327 – 47521 Cesena (FC) – tel.0547-1900344

Gimelli Sport
Via Vittorio Veneto, 98 – 47122 Forlì (FC) – tel.0543-33627

Vilpas Calzificio
Via Sacco e Vanetti, 50 – 47011 Castrocaro Terme e Terra Del Sole

Living Sport Cesena
Via Guglielmo Marconi, 327 – 47521 Cesena (FC) – tel.0547-1900344

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Pubblicato sulla rivista internazionale e nazionale “Medico e Bambino” lo studio “La reidratazione orale e l’uso dell’ondansetrone del domperidone nella gastroenterite. L’esperienza di un trial multicentrico italiano” , coordinato dal  dottor Federico Marchetti, direttore dell’unità operativa di Pediatria dell’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna.

I risultati dello studio, condotto nei Pronto Soccorsi pediatrici italiani, sono stati presentati dal Dottor Marchetti al XIII Congresso Nazionale della SIMEUP (Società  Italiana Medicina Emergenza Urgenza Pediatrica) dedicato alle maxi emergenze pediatriche, che si è tenuto recentemente a Foligno.

Leggi l'intervista

Pubblicato in Notizie dal sito

Mercoledì 11 ottobre i piccoli pazienti che stavano svolgendo le terapie presso il Day Hospital dell’Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini hanno ricevuto una gradita visita a sorpresa: quella di Eddie, border collie di 3 anni, e Giotto, barboncino di 6 anni. Accompagnati dagli operatori cinofili della Dog Galaxy ASD, Stefano Cavina, Ramona Nannini, Annalisa Venturi Casadei e Chiara Versari, i cuccioli hanno potuto così giocare e farsi coccolare dai loro nuovi amici, aiutandoli al contempo a sostenere i trattamenti, talvolta pesanti, che la malattia impone loro.

È con questo spirito che è partito presso l’Ospedale Infermi di Rimini il progetto di Pet Therapy, fortemente voluto dall’Istituto Oncologico Romagnolo, dalla dott.ssa Roberta Pericoli, Responsabile dell’Oncoematologia Pediatrica e dalla psiconcologa IOR che segue i bambini e i loro famigliari ogni giorno nel loro percorso di cura e nei loro bisogni, la dott.ssa Samanta Nucci. L’attività, sposata dal Presidio AUSL di Rimini, Santarcangelo e Novafeltria e resa possibile grazie al contributo dei donatori romagnoli e di SGR – Società Gas Rimini, prevede 20 incontri da 50 minuti l’uno da svolgersi su 10 giornate in una stanza appositamente dedicata, di modo da garantire la migliore interazione tra cuccioli, operatori e i pazienti dai 3 ai 16 anni che parteciperanno all’iniziativa.

A questo proposito, determinante è la professionalità messa in campo dalla Dog Galaxy ASD, che mette a disposizione solo animali addestrati, sottoposti preventivamente a una valutazione sanitaria e comportamentale da parte di medici veterinari esperti. L’idoneità dei quattro cuccioli, già riconosciuta a monte, viene tenuta costantemente monitorata nel corso degli interventi. Gli incontri prevedono momenti referenziali, in cui si prende l’animale come soggetto dell’attenzione senza effettivamente coinvolgerlo fisicamente; momenti osservativi nei quali l’animale è presente ma non si ha ancora un’interazione diretta con esso; e momenti di relazione diretta tra bambino e cane.

“Attraverso il contatto con il cucciolo il paziente può rilassarsi e distogliere l’attenzione dalle terapie, affrontando meglio i suoi aspetti più dolorosi – afferma la dott.ssa Nucci – inoltre la pet therapy aiuta a sviluppare un approccio più partecipativo e collaborativo nei confronti dei trattamenti, che in questo modo risultano più efficaci. La risposta è stata tale che uno dei nostri pazienti ha addirittura protestato quando l’abbiamo dimesso per tornare a casa: sapendo che i suoi amici a quattro zampe torneranno presto in reparto non voleva assolutamente mancare. Il cane ha l’incredibile capacità di sviluppare un’immediata empatia con i bimbi, un’empatia che noi esseri umani non siamo in grado di stabilire.”

“Iniziative come questa sono molto importanti – ha aggiunto il dott. Romeo Giannei, Direttore Medico del Presidio di Rimini, Santarcangelo e Novafeltria – sia dal punto di vista dell’accoglienza e della compliance alle cure per questi nostri piccoli pazienti, sia perché testimoniano, una volta di più, la vicinanza della società civile nei confronti delle strutture sanitarie dell’Ausl Romagna, in questo caso dell’Ospedale di Rimini. Sono numerose le donazioni e le sponsorizzazioni che ci consentono di erogare servizi sanitari sempre all’avanguardia e di grande qualità. E lo IOR è una realtà molto importante sulla quale da sempre sappiamo di poter contare, e per questo le rivolgiamo un ringraziamento autentico e non formale. Una bella alleanza per il bene del paziente”.

“Siamo orgogliosi che questo progetto si sia finalmente realizzato – afferma infine il Direttore Generale, Fabrizio Miserocchi – lo IOR ha preso a cuore la qualità di vita e delle cure dei bimbi dell’Oncoematologia Pediatrica di Rimini, pazienti speciali con bisogni speciali. Vedere i ragazzi e i loro genitori giocare tutti insieme con questi meravigliosi cuccioli e affrontare col sorriso le delicate, pesanti terapie a cui sono costretti a sottoporsi è stato davvero emozionante.”

Sono una cinquantina i bimbi e adolescenti in carico al servizio, e circa 30 i nuovi casi che si presentano ogni anno. Il progetto di pet therapy è solo l’ultimo di una serie di iniziative che lo IOR ha realizzato a favore dell’Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini. Nel 2016 è stato portato a termine un investimento che ha portato all’acquisto di quattro poltrone – letto da collocare accanto ai letti ospedalieri dei piccoli pazienti, in maniera che il famigliare che presta loro assistenza possa riposare in maniera migliore. L’impegno è proseguito con il supporto della preziosa attività di psiconcologia portata avanti da oramai quindici anni dalla dott.ssa Samanta Nucci, per poi sfociare ultimamente nella realizzazione di un evento che riguarda l’alimentazione. Assieme agli esperti IOR, la dietista Annamaria Acquaviva e lo chef consulting Luca Zannoni, infatti, i genitori hanno ricevuto utili consigli riguardo le basi teoriche e pratiche di una dieta che risponda alle esigenze specifiche dei bambini ricoverati, mentre i piccoli pazienti hanno avuto modo di mettere letteralmente “le mani in pasta” per imparare ricette gustose ma salutari.

Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio

Mi piace