Tutte le notizie
Venerdì, 31 Marzo 2017 13:37

Diabetes Marathon 2017 al via

Diabetes Marathon evento nato dall’energia e dall’entusiasmo dei volontari di Diabete Romagna  Onlus è quest'anno alla sua quarta edizione.

Da oggi al 9 aprile in Romagna tante iniziative per sensibilizzazione sul diabete e sostenere adulti e dei bambini che tutti i giorni devono convivere con questa delicata patologia.

Programma e iscrizioni su: www.diabetesmarathon.it

Pubblicato in Notizie dal sito

Cambiano, a partire da lunedì 3 aprile 2017, il numero telefonico e il numero di fax della sede del RISEA (del Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche) in Via Maroncelli n. 4 a Ravenna.

Questi i nuovi numeri:

telefono 0544/287288

fax 0544/287294

Solo sul vecchio numero telefonico (0544/213421) sarà attivo un risponditore che avvisa l’utenza dell’avvenuto cambio numero.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si parla di Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse) nell'ambito della rassegna "Pane e internet", organizzata dal Comune di Rimini. Martedì 11 aprile,  alle ore 15 persso la sala Buonarrivo (sede provinciale di corso d'Augusto 231) avrà luogo un workshop realizzato con la collaborazione di Cup 2000 e finalizzato ad illustrare i servizi sanitari online per i cittadini, in particolare il Fse ed il sistema di pagamenti online delle prestazioni sanitarie. Il programma dell’evento è il seguente:

- Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE): cosa è, perché è utile ai cittadini

- Come gestire la propria salute con il FSE

- Come autenticarsi e come utilizzare il FSE

- Come fare i Pagamenti online in sanità

L'incontro sarà condotto da Fiorella Patané, formatrice esperta di Cup 2000.

Per informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti contatti tel 0541 704704 paneeinternet@comune.rimini.it http://www.paneeinternet.it .

In allegato la locandina.

Pubblicato in Notizie dal sito

Un concerto jazz in favore dei piccoli pazienti della Chirurgia Pediatrica dell'Ospedale "Infermi" di Rimini, diretta dalla dottoressa Silvana Federici. Lo organizza l'associazione "La Girandola" onlus che da anni supporta il reparto.

L'associazione è formata da genitori e amici di bimbi con malformazioni congenite, 11 volontari che operano a titolo completamente gratuito, e coadiuvata dall'intero staff dei chirurghi pediatrici e altro personale del reparto. I vari eventi promossi durante l'anno nascono dal desiderio di raccogliere fondi al fine di implementare e sostenere le attività dell'Unità Operativa. "La Girandola" ha al suo attivo la promozione di numerose attività e iniziative le cui finalità sono unicamente benefiche, con lo scopo di migliorare la vita dei bambini nati appunto con malformazioni congenite (ma non solo) ed aiutare i loro genitori che si trovano ad affrontare una così dura esperienza. E anche il ricavato di quest'evento verrà devoluto per l'acquisto di apparecchiature medicali o per altri progetti.

Appuntamento allora domenica 9 aprile, a partire dalle ore 18, presso il Teatro Novelli di Rimini, con la "Mondaino Young Orchestra", l'orchestra con i membri più giovani d'Europa, vere e proprie promesse della musica jazz. Per prenotazioni e altre informazioni: 3396291546.

Pubblicato in Notizie dal sito

Nuova iniziativa dell'Associazione "Oltre la Ricerca", a sostegno dell'Ospedale "Infermi" di Rimini. Mercoledì prossimo, 5 aprile, avrà luogo la seconda edizione dell'iniziativa "Chef by Chef" presso il ristorante Quartopiano (via Chiabrera, 34c - Rimini): a partire dalle 8 di sera si esibiranno grandi chef con un menù a tema. Il tutto a sostegno della prevenzione del tumore al pancreas. E' una serata speciale ed importante nella quale, tra un piatto e l'altro, cercheremo di promuovere e far conoscere la tematica. Per partecipare la prenotazione è obbligatoria al cell. 3405840027 (dal lunedì al sabato dalle 14 alle 19) o alla mail info@oltrelaricerca.org .

Pubblicato in Notizie dal sito

Sette libri, otto autori. Seconda edizione per “Un libro per the”, incontri con l’autore nei bar di Rimini che hanno scelto di dire no con forza alla piaga del gioco d’azzardo. E su questo aspetto l'iniziativa gode anche dal patrocinio dell'Ausl Romagna. Promossi da Zeinta di Borg, Associazione Culturale di Imprese Riminesi, in collaborazione con LaFeltrinelli di Rimini, gli eventi tornano dopo gli ottimi risultati raggiunti lo scorso anno. Sette attività, socie di Zeinta di Borg, che ospiteranno altrettante presentazioni dando spazio a cultura e sensibilizzazione.

Quest’anno l’appuntamento si svolgerà alle 18.30 in orario aperitivo (ma sarà sempre possibile chiedere un buon the!), in sette locali tra Torre Pedrera, San Giuliano, Centro Storico, Borgo Sant’Andrea e Via Covignano.

Un’iniziativa che viene quest’anno supportata anche con la collaborazione al portale www.nonazzardorimini.it. All’interno del sito, creato da Banca Carim e Volontarimini in collaborazione con Sert Rimini - Ausl Romagna, una sezione con le attività virtuose aderenti all’associazione che hanno deciso di dire no alle slot.

Alcuni numeri del fenomeno emersi nel corso della conferenza stampa di presentazione cui ha partecipato anche il direttore del Sert di Rimini di Ausl Romagna, dottoressa Daniela Casalboni:

  • Rimini al 2014 detiene in regione il primato per il numero di sale scommesse per numero di abitanti: una ogni 4.500, quasi il doppio della vicina Ravenna (una ogni 8.800) che ha all'incirca 60.000 abitanti in più.

  • La spesa a persona supera 1.250 euro all'anno in 462 esercizi commerciali.

  • L'Emilia Romagna costituisce la 4a regione in Italia per volume di gioco.

La cultura non è un azzardo – Campagna di Crowdfunding su Eticarim

Per creare una maggiore sensibilizzazione sul tema Zeinta di Borg ha deciso di partecipare ad una campagna di Crowdfunding su Eticarim.  Accedendo al sito www.eticarim.it è possibile donare un piccolo contributo che andrà a finanziare un’attività di sensibilizzazione verso le attività locali, la rassegna "Un libro per Thè", con il fine di supportare i locali che sceglieranno di dire no alle slot machine e che idealmente le sostituiranno con un contenuto culturale benefico.

L’ingresso all’iniziativa è gratuito.

 Gli autori e i libri protagonisti (in allegato anche la relativa locandina).

 

Ad inaugurare la rassegna sarà l’autore bolognese Alessandro Berselli con il suo romanzo fresco di stampa “Le Siamesi” (Edizioni Elliot): un tagliente noir minimalista scritto con il sottile sarcasmo che caratterizza l’autore e che racconta una generazione di adolescenti incapace di trovare punti di riferimento e ragioni di sopravvivenza.

Il secondo appuntamento ci riserva già un colpo di scena: non sarà infatti un classico incontro con l’autore ma assisteremo a uno spettacolo di narrazione che solo un “poeta parlante” come Roberto Mercadini può mettere in scena. Reciterà alcune poesie tratte dal suo ultimo libro “Sull’origine della luce è buio pesto” (Miraggi Edizioni) che lui stesso definisce comiche e impetuose.

Il terzo scrittore protagonista sarà Giovanni Pannacci con il suo romanzo “L’ultima menzogna” (Edizioni Fernandel): un giallo ambientato a Rimini, in cui la storia si sviluppa in un intreccio tra passato e presente dei personaggi, con continui richiami alla letteratura del secolo scorso, da Proust a Calvino.

Nel quarto incontro ci allontaneremo dal romanzo per dedicarci alla storia. Si parlerà infatti di resistenza con l’autore e regista riminese Teo De Luigi. Nel suo libro “Un’esperienza formidabile” (Edizioni Araba Fenice), De Luigi riporta un’intervista a Giorgio Bocca sul tema della guerra partigiana e dei rapporti interni ai gruppi che hanno dato vita alla Resistenza.

Nel quinto appuntamento ci troveremo di fronte a una nuova e incredibile teoria elaborata da Cristina Stacchini e Luisa Stracqualursi autrici del testo “La teoria dei baloni” (Società Editrice Il Ponte Vecchio). Con esempi concreti, storie di vita vissuta, statistiche e soprattutto tanta ironia, le due autrici ci spiegheranno come tenersi alla larga dal cosiddetto “balone”, ovvero “il soggetto over 30 che, incurante del passare del tempo, rimane ancorato alla sua immagine adolescenziale”.

Con la bolognese Marilù Oliva, scrittrice e professoressa di lettere, torniamo alla narrativa. “Questo libro non esiste” (Edizioni Elliot) è un giallo in cui si gioca con la percezione della realtà e dello spazio, e che ci racconta le vicende di un aspirante scrittore, appassionato di astrofisica, alla ricerca di un manoscritto perduto.

Per concludere la rassegna ci affideremo all’abilità di Alessandro Vanoli che ci presenterà il suo ultimo saggio “L’ignoto davanti a noi” (Edizioni Il Mulino). Vanoli, da storico professionista quale è, si distacca dal cliché di saggista e crea un testo che ha tutte le caratteristiche di un romanzo. Racconta imprese e scoperte di personaggi storici, coinvolgendo i lettori con la semplicità e la passione che lo contraddistinguono.

Elenco date “Un libro per the” – Edizione 2017

  • GIOVEDÌ 30 MARZO

Alessandro Berselli

“Siamesi”

Bar Lento

Via Bertola, 52 - 340.2986098

  • MARTEDì 4 APRILE

Roberto Mercadini

“Sull’origine della luce è buio pesto”

Mirage Beach Cafè

Viale S. Salvador, 57 Torre Pedrera - 0541.723093

  • VENERDÌ 7 APRILE

Giovanni Pannacci

“L’ultima menzogna”

Felici Nove

Largo Giulio Cesare, 6 - 0541.783415

 

  • MERCOLEDÌ 12 APRILE

Teo De Luigi

“Un’esperienza formidabile”

Angolo Divino

Via S. Giuliano, 43 - 0541.1834775

  • VENERDÌ 14 APRILE

C. Stacchini e L. Stracqualursi

“La teoria dei baloni”

Enoteca del Teatro

Via Ortaggi, 12 - 348.6424890

  • MARTEDÌ 18 APRILE

Marilù Oliva

“Questo libro non esiste”

Caffè ‘Dla Cotma

Via Covignano, 120 - 0541.771690

  • GIOVEDÌ 27 APRILE

Alessandro Vanoli

“L’ignoto davanti a noi”

PourParler

P. Giuseppe Mazzini, 33 - 0541.781685

Pubblicato in Notizie dal sito

“Promozione di corretti Stili di Vita"

Il Centro di Salute Mentale (CSM) di Forlì propone alle persone in cura la partecipazione ad un Progetto di Promozione della Salute, denominato “Progetto Benessere”, finalizzato all’adesione delle persone ad uno stile di vita corretto attraverso un’alimentazione sana e attraverso la regolare attività fisica.

L’obiettivo è migliorare la consapevolezza che sedentarietà ed aumento di peso possono pregiudicare il benessere delle persone.

Le risorse a disposizione per il Progetto sono state investite in quattro percorsi virtuosi: i primi due, legati all’educazione alimentare, coinvolgeranno alcuni Professionisti del CSM e la “Condotta”, cioè la sede locale di Forlì, di Slowfood.
I Professionisti del Servizio si occuperanno di fornire ai partecipanti le basi teoriche relative a Nutrizione/Alimentazione;
Slowfood proporrà 4 incontri attraverso i quali i partecipanti saranno guidati a riappropriarsi dei profumi e dei sapori dei cibi, oltre a conoscere le produzioni biologiche che caratterizzano il nostro territorio.
Il terzo e il quarto percorso, legati all’educazione motoria, coinvolgeranno i Professionisti del CSM e una Società Sportiva di Forlì.
I Professionisti del Servizio seguiranno i partecipanti in attività motorie svolte in piscina;
la Società Sportiva di Forlì proporrà interventi diversificati nell’ambito delle diverse discipline sportive con l’intento di “rimettere in moto” anche la curiosità delle persone coinvolte.

Come già accaduto nel Progetto Benessere 2015 la Ditta Buonristoro garantirà, anche per il Progetto 2017, che il prezzo dei prodotti più sani presenti nel distributore del CSM sia concorrenziale con quello delle altre merendine.
Ciò per consentire anche ai pazienti, a parità di spesa, di scegliere prodotti freschi con migliori caratteristiche nutrizionali.

Il calendario sarà il seguente:
- Il 7 Aprile inizieranno gli incontri con il gruppo di pazienti scelto, incontri che si terranno presso la Sede della ex Circoscrizione 2, in via Curiel, 51 a Forlì;
- mese di Giugno incontri tenuti con Slowfood nella Sede di Via Hercolani, 5;
- mesi estivi attività motoria svolta in piscina;
- da Settembre inizierà l’attività con la Società Sportiva che si completerà nel mese di Dicembre.

Pubblicato in Notizie dal sito

Presentato oggi,  presso la sala d’attesa delle endoscopie, nel piano terra del Padiglione Morgagni dell’Ospedale di Forlì, il video sulla Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Forlì. Sono intervenuti il presidente dell'ARMIC, dottor Gianfranco Francia, il primario della Uo, prof.Enrico Ricci, medici e gli infermieri della Unità Operativa .

Un tempo si pensava che la cura del corpo fosse l' unico e dominante interesse del medico di fronte alla malattia. Oggi si è compreso che anche la comunicazione al paziente fa parte del processo di cura.

“Una ‘carta dei servizi per immagini’ – spiega il prof. Enrico Ricci, direttore della UO di Gastroenterologia di Forlì – che racconta, attraverso i volti di noi operatori, medici ed infermieri che ogni giorno i pazienti incontrano in questi corridoi, tutti i percorsi e le tecnologie messe in campo in questo ospedale per curare nel modo più efficiente chi si rivolge alle nostre strutture”

" Il ruolo di ARMIC è stato sempre  fondamentale nel supporto ai pazienti  - ha  spiegato la dottoressa Daniela Valpiani  - sia tramite il  contributo economico per il finanziamento di borse di studio, attrezzature e materiale, che per il supporto ad iniziative di sensibilizzazione e prevenzione. La donazione del video rappresenta un'altra tappa della collaborazione con noi operatori nel percorso di cura"

La dottoressa Elena Vetri, in rappresentanza della direzione sanitaria del presidio, ha ribadito poi "pieno sostegno a queste importanti iniziative di comunicazione ai cittadini, realizzate tramite la condivisone di percorsi comuni".

E a concludere i saluti, prima della visione del video, le parole del dottor Gianfranco Francia,  presidente di ARMIC, Associazione Romagnola Malattie Intestinali Croniche, che aveva già provveduto all’acquisto di due monitor e di un televisore, installato nel reparto, e che ora ha voluto regalare, a tutti i pazienti questo strumento di informazione – comunicazione:

"Anche il sostegno alla realizzazione del video  nasce dal fatto che la nostra associazione ha voluto  concretamente supportare questi bravissimi operatori nelle attivita di prevenzione e sensibilizzazione nei confronti dei pazienti come noi. Questo perchè, da pazienti che hanno girato tante strutture, e che provengono da tanti luoghi,  possiamo affermare che la Unità Operativa di  Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Forli rappresenti davvero un'eccellenza nazionale, per la competenza degli operatori, ma anche per i percorsi multidisciplinari attivati negli anni in questa realtà ospedaliera."

L'associazione ARMIC, sorta nel 2004, è stata costituita proprio con l'obiettivo di fornire supporto ai pazienti in difficoltà, sia fisica che psicologica, promuovendo iniziative di informazione e sensibilizzazione volte ad una maggiore conoscenza pubblica delle problematiche specifiche. 

Da oggi  il video verrà proiettato in continuum nella sala d’attesa delle endoscopie, al piano terra del Padiglione Morgagni dell'ospedale. 

“Spiegare correttamente il percorso di cura a chi si dovrà sottoporre a trattamenti ed indagini diagnostiche – conclude il professor Ricci - riduce lo stress emotivo della non conoscenza dei percorsi e della paura dei responsi. Contribuisce quindi, a migliorare il rapporto tra medico e paziente, finalizzato al raggiungimento di obiettivi terapeutici condivisi e gestiti.”

Per vedere il video collegatevi a questo indirizzo: https://youtu.be/pVUht-tqCOE

Pubblicato in Notizie dal sito

Al via incontri formativi per assistenti familiari e familiari stessi a favore di persone anziane, ammalate e con disabilità.

Gli incontri si svolgeranno da marzo a giugno 2017 a Cesenatico, Savignano, Gambettola e Sogliano.

Per informazioni: Coordinamento Lavoro di Cura tel. 0541 941371 infocarer@aspdelrubicone.it

Pubblicato in Notizie dal sito
"La depressione.. parliamone"
 
 Lunedì 10 aprile 2017
ore 20,30
Casa della Salute di Predappio
 
 
La depressione è una malattia che può colpire chiunque, ma che può essere prevenuta e trattata. Nel mondo ne soffrono circa 350 milioni di persone.
 A questo tema l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha deciso di dedicare la Giornata mondiale della salute (World Health Day), che si celebra ogni anno il 7 aprile. Slogan della campagna sarà: 'Depressione: parliamone'.
Collegandosi a tale celebrazione, il  Comune di Predappio ha deciso di organizzare per lunedì 10 aprile un incontro aperto al pubblico, dal titolo "La depressione... parliamone . Una malattia come tante altre  .L'incontro, che vedrà la partecipazione di professionisti esperti nel settore, avrà luogo alle ore 20,30 presso la Casa della Salute di Predappio, in via Trieste 4 .
 
 " L'obiettivo  - spiegano gli organizzato della giornata mondiale -   è far sì che sempre più persone chiedano e ricevano aiuto. Una migliore comprensione  della depressione , su come possa essere prevenuta e trattata, possono infatti aiutare a ridurre lo stigma che circonda i malati. La depressione colpisce persone di tutte le età e, nei casi peggiori, può condurre al suicidio, che è la seconda causa di morte tra i 15 e 29 anni. Fattore fondamentale per il recupero è parlarne: lo stigma che circonda la malattia mentale, depressione inclusa, rimane una barriera che impedisce alle persone che ne soffrono, di tutto il mondo, di cercare aiuto.
Pubblicato in Notizie dal sito
Pagina 1 di 3

Archivio