Tutte le notizie

Si svolgerà a Riccione dal 2 al 5 maggio il 58° Congresso Nazionale della Società italiana delle neuroscienze ospedaliere. Il Congresso, che avrà come filo conduttore il tema dell’interattività multidisciplinare", sarà articolato con sessioni plenarie caratterizzate dalla multidisciplinarietà e con sessioni parallele centrate su temi specifici per specialità (vedi programma allegato)

Pubblicato in Notizie dal sito
Grande partecipazione e commozione tra gli intervenuti, oggi,  per la visita del nuovo Vescovo di Forlì- Bertinoro, monsignor Livio Corazza, all'ospedale "Morgagni-Pierantoni " di Forlì .
Monsignor Corazza ha visitato, accompagnato dal cappellano dell'ospedale e dal direttore del presidio, Paolo Masperi,  il reparto di Chirurgia Generale, diretto dal prof. Giorgio Ercolani e quello di Cardiologia, diretto dal dottor Marcello Galvani.
Si è fermato a salutare gli ammalati e gli operatori sanitari nelle corsie e poi si è recato alla Sala Pieratelli, dove l'attendevano autorità, operatori e volontari per un saluto e una benedizione.
Erano presenti il sindaco di Forlì, davide Drei,  il consigliere regionale Paolo Zoffoli, rappresentanti di tuttte le associazioni di volontariato socio-sanitarie forlivesi e della pastorale della salute, medici e infermieri.
 "Sono qui da  appena  sei giorni  - ha esordito monsignor Corazza - eho pensato che,  per un Vescovo, il primo atto  da fare fosse proprio quello di visitare gli ammalati . Per questo motivo ho pensato subito di visitare l ospedale. 
Vorrei che questa visita non fosse episodica  e oggi ho avuto poco tempo per visitare solo alcuni reaprti, ma prometto che tornerò a visitarne altri."  
 Poi, scherzando ha ribattuto : "Questo è un ospedale di eccellenza e  il Vescovo viene chiamato 'Eccellenza '.  In fondo, quindi,  il nostro è  un incontro di eccellenze. So che  i forlivesi sono orgogliosi di questo ospedale  e questa è una cosa molto importante .  Avete eccellenze tecnologiche come la robotica, ma  vi  raccomando  di ricordarvi  sempre l' attenzione alla persona, al contatto con l'essere umano, quando avvicinate un malato. "
Un  caloroso saluto al Vescovo è giunto anche dal Sindaco Drei, presente all'incontro : " Ha detto bene Eccellenza, siamo orgogliosi del nostro ospedale e  ci piace ricordare che il lavoro che ha portato a questa nuova struttura , ora inserita nell'Ausl Romagna,  è stato un lavoro di squadra ."
La visita si è conclusa con la promessa, da parte del Vescovo, di tornare spesso a trovare pazienti e operatori.
Pubblicato in Notizie dal sito

Lunedì 30 aprile gli uffici dell'Assistenza Farmaceutica Territoriale di Cesena (Piazzale Giommi 140) osserveranno la chiusura per l'intera giornata.

Pubblicato in Notizie dal sito

L'Azienda USL della Romagna informa tutta la cittadinanza che l’associazione sindacale USI-AIT (Modena) ha indetto lo sciopero generale nazionale del personale appartenente a tutti i comparti e categorie per l'intera giornata del 1° Maggio 2018.


Nella giornata dello sciopero saranno assicurati i servizi pubblici essenziali, nel rispetto della vigente normativa, attraverso l’individuazione dei contingenti minimi di personale a garanzia delle prestazioni indispensabili e non dilazionabili, equivalenti ai servizi minimi assicurati normalmente nei giorni festivi.

Pubblicato in Notizie dal sito
L'Associazione di volontariato Salute e Solidarietà continua  l'attività presso l'Ambulatorio del Centro di Ascolto Buon Pastore,  in via Fossato Vecchio,  a Forlì  .
 L'Associazione Salute e Solidarietà Romagna è stata costituita, nel 2016, da medici e infermieri del Centro Studi "Giovanni Donati" per il Volontariato e la Solidarietà di Forlì. L'attività "volontaria", svolta dal 2009 sia presso l'ambulatorio del Centro di Ascolto Buon Pastore (Caritas) che nell'ospedale di Forlì, è continuata con la creazione di un' associazione autonoma, che usufruisce della collaborazione dell'Ausl della Romagna, in rete con gli organismi istituzionali e le molteplici realtà associative presenti sul territorio. Le attività dell'Associazioen sono rivolte a tutti coloro, italiani e stranieri, che si trovino , temporaneamente o permanentemente, non in grado di essere assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale.
 La nascita dell'ambulatorio è antecedente.  L’11 Febbraio 2009, in occasione della celebrazione del 60° anniversario della Proclamazione dei Diritti Umani, è nato “l’Ambulatorio medico per le persone in difficoltà”. Il personale volontario, che si impegna a lavorare un pomeriggio a settimana presso l’ambulatorio, offre il proprio contributo in ambito sociale e sanitario, indipendentemente dalla fede religiosa e dal colore politico. I volontari che aderiscono all’ambulatorio sono medici dell’AUSL Romagna, medici di medicina generale, medici in pensione, infermieri professionali e qualunque persona desideri svolgere funzione di accoglienza, informazione e segreteria. L’ambulatorio prevede la presenza contemporanea di un medico e di un infermiere, insieme ad un operatore della Caritas. 
Le attività principali dell’ambulatorio sono:

  • attività clinico/ diagnostica di primo livello;  
  •  attività di accoglienza/ informazione per problematiche di carattere sanitario (diritti,
    accesso ai servizi, ecc.), invio a medici specialisti;  
  •  consulenza e orientamento agli operatori del Centro di ascolto 
  •  possibilità di consulenza  odontoiatr i ca ( bonifiche) 
  •   possibilità di consulenza di tipo psicologico 

 

L’Ambulatorio, che si trova in Via Fossato Vecchio, 20, a Forlì, è aperto il mercoledì pomeriggio dalle 16.30 alle 18.00.Tel 0543 21051 / 0543 35192, e-mail: comitato@salesol.org . L'ambulatorio è aperto a tutti, senza distinzione di età, sesso, colore, fede religiosa.

 

Pubblicato in Notizie dal sito
In occasione dei primi 40 anni della Legge 180, il  Dipartimento di Salute Mentale  e Dipendenze Patologiche dell' Ausl Romagna, diretto dal dottor Claudio Ravani, ha organizzato un incontro di tutti gli operatori, nella giornata del 9 maggio, presso il Palacongressi di Rimini. L'obiettivo è presentare i principali dati di attività dei diversi servizi e strutture del Dipartimento e allo stesso tempo offrire una opportunità di confronto e discussione pubblica con utenti, famiglie, terzo settore e istituzioni del territorio.
Pubblicato in Notizie dal sito

Servizi di continuità assistenziale (meglio nota come guardia medica) potenziati in occasione del lungo ponte del primo maggio (sabato 28, domenica 29, lunedì 30 aprile e martedì primo maggio).

In primo luogo la centrale operativa della continuità assistenziale sarà potenziata con un medico in più per turno in tutte e quattro le giornate in orario diurno (ore 8 – 20).

Inoltre presso la sede di Ravenna (via Missiroli, 10 – ambulatorio aperto al pubblico dalle ore 8 alle ore 20) per tutte e quattro le giornate il personale medico sarà raddoppiato rispetto alla normale dotazione.

Infine, nelle medesime giornate, gli ambulatori di Faenza (via Golfieri, 9) e Lugo (via Dante, 10), saranno operativi oltre che dalle 14:30 alle 18:30, anche al mattino dalle 8,30 alle 14.

Pubblicato in Notizie dal sito

Tre serate per parlare di adozione con l'aiuto del grande schermo. Si terranno il 3, 10 e 16 maggio, a Riccione e Cattolica, organizzate dal Centro per le Famiglie del Distretto Sanitario "Sud - Riccione" in collaborazione con l'equipe adozioni di Rimini dell'Ausl Romagna. Le proiezioni avranno luogo alle ore 20:30 e seguirà dibattito. Primo appuntamento a Cattolica, sede del Centro per le Famiglie, piazza della Repubblica, col film "Dopo il matrimonio" di Susanne Bier. Il 10 maggio ci si sposta al Centro per le Famiglie di Riccione, via Cairoli 6, con "La mia vita da zucchina", diretto da Claude Barras. Infine il 16 di nuovo a Cattolica, Salone Snaporaz, con "Frammenti di film e riflessioni" col dottor Marco Chistolini (psicologo, psicoterapeuta, esperto formatore sui temi dell'adozione e della tutela minori). Gli incontri sono gratuiti ma occorre iscriversi telefonando allo 0541961260, o via mail scrivendo a info@centrofamiglie.com .

Tutti i dettagli nell'allegata locandina.

Pubblicato in Notizie dal sito

La solidarietà a favore dell’ospedale Bufalini travalica i confini regionali. Grazie al torneo sportivo di tiro al piattello che si è svolto nei giorni scorsi a Uboldo (Varese) sono stati devoluti 2.000 euro al reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale di Cesena.

E’ un evento benefico che si rinnova dal 2011, su iniziativa di papà Gianni, atleta di tiro al piattello e la mamma Ingrid, come ringraziamento per l’assistenza prestata nei primi mesi vita dall’equipe della Terapia Intensiva Neonatale al loro figlio nato prematuro.

Il torneo di tiro al piattello è stato organizzato dall’A.S.D. Tiro a Volo Belvedere di Varese e reso possibile grazie alla collaborazione di: Ottica-Oreficeria Tempi d'Oro di Tarlazzi Ingrid & Diego di Cotignola (RA) e  RC Eximport S.r.l. di Forlì.

L’Azienda USL della Romagna, insieme all’équipe della Terapia Intensiva Neonatale, desidera ringraziare la famiglia e tutte le Aziende che hanno collaborato alla generosa donazione.

Pubblicato in Notizie dal sito

Gli studenti fuori sede iscritti al Campus universitario di Ravenna potranno accedere gratuitamente all’assistenza sanitaria di base senza rinunciare al medico nella propria città. Il servizio riguarderà anche gli studenti iscritti ai corsi accademici dell’Accademia di Belle Arti e dell’Istituto Superiore di Studi musicali Giuseppe Verdi di Ravenna.

È quanto reso possibile da una specifica convenzione firmata da Comune di Ravenna, Ausl della Romagna e Fondazione Flaminia nei giorni scorsi..

Grazie al suddetto accordo, lo studente residente al di fuori del territorio provinciale di Ravenna, previa esibizione di badge e autocertificazione in cui attesta di essere studente fuori sede iscritto a un corso di laurea del Campus di Ravenna, potrà rivolgersi  a uno dei medici di Medicina Generale operanti nel territorio di Ravenna e fruire gratuitamente dell’assistenza medico generica.

Le spese sostenute dall’Azienda Ausl della Romagna per le visite mediche effettuate saranno sostenute da Fondazione Flaminia.

Scopo del servizio è offrire agli studenti iscritti ai corsi di studio ravennati un sistema più qualificato e ampio di servizi, al fine di facilitare il loro percorso di studi e perseguire l’integrazione degli interventi per il diritto allo studio universitario.

“In parziale delega a quanto previsto dalla convenzione nazionale – dichiarano la dottoressa Roberta Mazzoni, direttore del Distretto di Ravenna dell’Ausl Romagna e il dottor Pierdomenico Lonzi, Convenzioni Ausl – il suddetto accordo consente agli studenti fuori sede di mantenere il proprio medico di medicina generale ed al contempo di fruire di visite e certificazioni da parte dei medici di medicina generale di Ravenna. La normativa nazionale non prevede infatti la possibilità di avere due medici  di famiglia, qui e al proprio domicilio. Gli studenti potranno recarsi da uno dei 159 medici di famiglia presenti nel Ravennate, a loro scelta, e il cui elenco è sul sito www.auslromagna.it . Questo accordo aiuterà, oltre tutto, ad evitare che gli studenti siano costretti a recarsi, anche per patologie leggere, in pronto soccorso, con meno disagi per loro e minor affollamento della struttura”.

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio