Skip to main content

Articoli filtrati per data: Marzo 2021

Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all'evoluzione del quadro epidemiologico dell'infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 22 al 28 marzo (precisando che si tratta dei casi di residenti diagnosticati sul territorio romagnolo). Nella settimana di riferimento, si sono verificate 4.178 positività su un totale di 39.746 tamponi eseguiti; si osserva quindi un tasso di positività del 10,5 per cento, evidenziando, anche in questa settimana, una diminuzione del trend dei nuovi casi positivi, nel territorio romagnolo. La performance dei tempi di refertazione dei tamponi, entro le 48 ore, si mantiene alta, registrando il 93 per cento. Per quanto riguarda l'indicatore relativo alle persone ricoverate, su tutta la Romagna, a lunedì 29 marzo, si registra la quota di 747 ricoveri, con una diminuzione di 33 ricoverati rispetto alla settimana precedente, mantenendo l'azienda all’interno del livello rosso del Piano ospedaliero Covid; mentre i riempimenti nelle terapie intensive sono in leggero rialzo, sia in termini assoluti che percentuali.

“I dati di questa settimana confermano una lenta flessione della circolazione del virus, commenta Mattia Altini, direttore Sanitario di Ausl Romagna, a cui come sappiamo, corrisponderà nei prossimi, 15 gg un riduzione dell’occupazione dei posti letto, progressiva prima nei reparti medici Covid, in seguito sui reparti Sub intensivi ed infine nelle Terapie Intensive, che al momento, confermano la permanenza ad un livello rosso. A fronte di questo quadro epidemiologico ancora instabile, prosegue la nostra campagna vaccinale che ha impresso un maggiore impulso nei confronti delle fasce della popolazione più fragile. L’anticipazione alla somministrazione vaccinale che abbiamo rivolto agli over 80, che si è aggiunta alle altre sedute vaccinali in corso, ha portato nei primi giorni ad un aumento importante delle somministrazioni, creando qualche disagio ai cittadini in attesa, nei nostri centri provinciali vaccinali. Ce ne scusiamo e stiamo già intraprendendo alcune misure organizzative per cercare di minimizzare le attese. Il problema dell’allungamento dei tempi però nasce spesso dalla legittima e comprensibile necessità da parte dei cittadini di ricevere tutte le informazioni sui vaccini da parte dei medici presenti nei punti vaccinali per superare dubbi anche comprensibilmente legati all’iter che ha accompagnato in queste settimane l’utilizzo del vaccino Astrazeneca. In altri casi, si tratta di persone, che pur prenotate per un tipo di vaccino, a fronte di patologie che li colloca nella fascia dei “gravemente vulnerabili”, devono ricevere la somministrazione di un altro tipo di vaccino. E tutto ciò comprensibilmente allunga i tempi”. Stiamo monitorando i tempi e prenderemo tutte le misure organizzative per ridurre al minimo il disagio. Ribadiamo ancora una volta che la vaccinazione è l’unica arma in nostro possesso per battere il virus. Invitiamo quindi ancora una volta i cittadini ad aderire alla vaccinazione, seguendo le modalità indicate dal piano vaccinale, che di volta in volta verranno comunicate “

Pubblicato in Notizie dal sito

Prosegue la campagna vaccinale in Ausl Romagna. Ad oggi gli over 80 che hanno ricevuto la prima dose sono in Romagna 44.929 ( 47,4%) e la seconda dose 33.202 (35%) ed è tuttora in corso la vaccinazione per i restanti ultraottantenni. Per circa 15.000 di loro, che erano prenotati tra il 15 aprile e tutto il mese di maggio, l’Azienda ha anticipato la somministrazione della prima dose entro la metà del mese di aprile (Ravenna 4957; Forlì 3.774; Cesena 3.216 e Rimini 2940). Durante questa settimana si sta procedendo alla vaccinazione degli over 75 e anche i soggetti di questa fascia d’età ( circa 6000) rinviati a causa della sospensione di Astrazeneca, sono stati ricontattati dall’Azienda e saranno vaccinati nel corso di questa settimana.

Over 80 

 

CESENA

 

%

FORLÌ

%

RAVENNA

%

RIMINI

%

ROMAGNA

%

Popolazione residente

16183

 

16690

 

36063

 

25870

 

94806

 

Vaccinati DOSE 1

7736

47,8%

7481

44,8%

17937

49,7%

11775

32,7%

44929

47,4%

Vaccinati DOSE 2

5643

34,9%

5320

31,9%

13523

37,5%

8716

24,2%

33202

35%

Disabili

Dopo aver provveduto in tutti gli ambiti al completamento della somministrazione del vaccino ai soggetti con gravissima disabilità a domicilio, si è conclusa la vaccinazione per gli utenti disabili nelle strutture residenziali e semi residenziali. Anche per le persone in carico ai servizi sociali territoriali con disabilità intellettiva congenita, paralisi cerebrali infantili e con sindrome di Down che vivono al domicilio si è provveduto, su chiamate ad effettuare la somministrazione del vaccino, attraverso apposite sedute vaccinali

Forze dell’Ordine

Le Forze dell’Ordine e le Forze Armate presenti sul territorio, sono state vaccinate nei punti vaccinali provinciali di Ausl Romagna

 

Forze di polizia – Forze dell’ordine

CESENA

FORLI'

RAVENNA

RIMINI

ROMAGNA

Vaccinati

470

709

1215

928

3322

 

 

Personale scolastico

Il personale scolastico già vaccinato dai Medici di Medicina Generale

 

Distretto Residenza Assistito

Residente Fuori Ausl

035-Distretto RAVENNA

036-Distretto LUGO

037-Distretto FAENZA

038-Distretto FORLI'

039-Distretto CESENA

049-Distretto RUBICONE

040-Distretto RIMINI

041-Distretto RICCIONE

Totale ROMAGNA

Personale scolastico

692

2681

1199

1328

2421

1841

934

2741

1133

14970

 

Persone estremamente vulnerabili

Anche per questa fascia di popolazione, contattata dall’Azienda attraverso SMS (circa 46.000 con meno di 75 anni), sulla base di elenchi forniti dalla Regione, è già in corso la vaccinazione. A questo proposito, si fa presente, che i pazienti, pur rientranti in questa categoria, che non sono stati raggiunti da Sms, saranno contattati dall’Azienda che sta provvedendo insieme ai professionisti che li hanno in carico per patologia ad integrare gli elenchi forniti dalla Regione.
L’Azienda ha inoltre provveduto alla somministrazione della prima dose di vaccino ai pazienti dializzati, trapiantati di rene e nefropatici immunodepressi , attraverso sedute dedicate all’interno degli ospedali, con il supporto del personale medico e infermieristico delle Unità Operative di Nefrologia. ( Ravenna 110- Faenza e Lugo 176); Rimini 253; Forlì 165 e Cesena 198. Le seconde dosi a questa tipologia di pazienti saranno somministrate entro la metà di aprile.
Sabato 20 marzo e domenica 21 marzo sono state inoltre vaccinate oltre 124 persone residenti in Romagna, afftte da fibrosi cistica e talassemia.

“ Siamo soddisfatti dell’impegno profuso da tutto il nostro personale coinvolto nella organizzazione della campagna vaccinale, commenta il direttore Generale Tiziano Carradori, ma i nostri 25 punti vaccinali presenti in Romagna, lavorano ancora senza poter sfruttare appieno tutte le potenzialità, a causa del ritardo nella consegna dei vaccini. Proprio questa mattina dovevano arrivare consistenti dosi del vaccino di Astrazeneca che ci avrebbero consentito di effettuare l’apertura serale dei nostri centri provinciali, per terminare la somministrazione delle prime dosi alle categorie appartenenti agli Ordini Professionali e alle Forze dell’Ordine. Non solo, la puntuale consegna del vaccino, avrebbe consentito di rifornire gli ambulatori dei Medici di Medicina Generale, con i quali proprio venerdì scorso avevamo condiviso di partire con l’organizzazione delle vaccinazioni ai caregiver e conviventi dei disabili gravi, con le stesse modalità, come avvenuto per il personale scolastico. Ora il ritardo della consegna, che dovrebbe a questo punto essere rinviato a domenica 4 aprile, fa slittare di una settimana calendario appena concordato”.

Pubblicato in Notizie dal sito

L'incontro, promossso dal Centro per le famiglie Valmarecchia è rivolto a genitori, insegnanti ed educatori e si terrà Giovedì 8 aprile ore 20.45 su piattaforma Cisco Webex e sarà tenuto dal pedagogista dott. Alessandro Zanchettin.

Il link per il collegamento è il seguente https://ilmillepiedi-coop-soc-rimini.webex.com/ilmillepiedi-coop-soc-rimini-it/j.php?MTID=m8941c379e7902794d558a75cad38cc6e

Pubblicato in Notizie dal sito

Tutti gli over 80 che avevano la prenotazione per eseguire la vaccinazione dopo il 15 aprile, sono chiamati in queste ore dagli operatori Ausl, che gli comunicano la nuova data di anticipo della somministrazione.

L’obiettivo dell’Azienda, come indicato anche dalla Regione, è infatti quello di effettuare la somministrazione della prima dose del vaccino entro metà aprile, per proteggiare una delle fasce più deboli della popolazione. Le chiamate in corso da parte dell’Azienda, interessano circa 15.000 over 80enni così suddivisi sugli ambiti territoriali: Ravenna 4957; Forlì 3.774; Cesena 3.216 e Rimini 2940.

L’operatore, al momento della telefonata comunica la nuova data, l’orario e la sede della somministrazione, quest’ultima rimasta invariata rispetto alla prima prenotazione fatta in precedenza.

L’attuale copertura vaccinale per questa fascia di popolazione che in Romagna ammonta a circa 63. 700 unità ha già raggiunto una copertura complessiva del 44,3% per quanto riguarda la somministrazione della prima dose ( Ravenna 46,9%; Forlì 41,3%; Cesena 44,6% e Rimni 42%) e del 30,1% con entrambe le dosi ( Ravenna 29,9%; Forlì 28,9%; Cesena 30,5%; Rimini 30,7%).

Al fine di poter procedere con l’accelerazione delle sedute vaccinali per gli over 80 e per le altre categorie degli aventi diritto già in corso di vaccinazione, si sono previste sedute aggiuntive dedicate in tutti i punti vaccinali dell’Azienda oltre alle normali attività vaccinali previste.

Dal 29 marzo all’11 aprile in tutte le sedi vaccinali provinciali, aperte tutti i giorni, saranno implementate le somministrazioni per includere anche gli over 80 a cui è stata anticipata la prenotazione.

Questo il prospetto delle sedute aggiuntive per sedi HUB e SPOKE.

RAVENNA

Sedute aggiuntive

Alfonsine

06-apr

Castel Bolognese

29-30mar e 10apr

Cervia

10-11apr

Faenza

01-07-08apr

Lugo

06-07-08apr

Russi

10-apr

CESENA

Sedute aggiuntive

Bagno di Romagna

06-apr

Cesenatico

31mar e 08apr

Mercato Saraceno

30mar e 05apr

Savignano

01-07-09apr

RIMINI

Sedute aggiuntive

Bellaria

01-11apr

Cattolica

01-06-08-09apr

Morciano di Romagna

31mar e 06-08apr

Novafeltria

30mar e 07-11apr

Riccione

29mar e 08apr

S.Arcangelo Poggio Torriana

31mar e 10apr

FORLI'

Sedute aggiuntive

Modigliana

31mar e 08apr

Predappio

02-10apr

Rocca San Casciano

01-09apr

Pubblicato in Notizie dal sito

E’ un invito a sorridere alla vita fin dal momento della nascita, quello della scrittrice savignanese Linda Patricia Bazzocchi, che proprio oggi, nella giornata che celebra il Dantedì, ha portato in dono al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Bufalini di Cesena 140 copie del suo libro “Battiti di ciglia ” come omaggio da consegnare alle neomamme ricoverate e ai loro bambini.

Il volume, edito nel 2019, narra la grande diversità e varietà di esperienze di cui ogni essere umano può fare tesoro nel corso della sua vita. Che siano momenti gioiosi o periodi di sconforto, l'essenziale è affacciarsi al domani con la curiosità di un bambino che, di fronte a un orcio, cerca in punta di piedi di scoprire cosa nasconde. “Se osserviamo la realtà con occhio attento e un pizzico di fantasia – scrive Linda Patricia Bazzocchi - possiamo scorgere attorno a noi fenomeni che hanno dell'incredibile: un bombo intento a dirigere l'orchestra di suoni della natura e a danzare al suo ritmo, circondato da un nugolo di api nere; oppure tre paperelle che passano il tempo a scimmiottare l'una i movimenti dell'altra, nel vano tentativo di primeggiare sulle compagne; o ancora un intraprendente formichino deciso a fare di tutto per coronare il suo sogno d'amore...
Mi sento lo strumento attraverso il quale questi personaggi "carichi di vita" possano viaggiare e arrivare a portare un sorriso. Sono nati per questo – specifica la scrittrice - Amo pensare che questi personaggi siano portatori di entusiasmo, di gioia. Vita per la vita. E questo progetto che mi riempie di emozione è per le mamme e per i bimbi”. Insomma, un libro ricco di immagini, scritto in modo diretto, da leggere al ritorno a casa da parte della mamma al suo bambino, con lo scopo di trasmettere validi principi di vita. Il volume, già premiato, tra l’altro, in occasione del premio letterario nazionale e internazionale “ Vinceremo le malattie gravi”, nell’ottobre 2019, è conservato presso la biblioteca presso la Biblioteca Nazionale di Roma. Da parte del Direttore dell’Unità Operativa di Ostetricia e ginecologia dottor Patrizio Antonazzo, della Dott.ssa Daniela Sama, della Dott.ssa Gilda Sottile, Coordinatrice ostetrico infermieristica, e di tutta l'equipe di reparto, un grandissimo grazie per questo generoso gesto di attenzione e sensibilità verso l’ospedale ma soprattutto verso le mamme e i loro bambini.

Pubblicato in Notizie dal sito

Anche questo anno  l'Elfi, società di elettroforniture di Forlì, ha donato le uova di Pasqua, da 2 Kg e mezzo, a tutti gli operatori dell'ospedale di Forlì impegnati nell'emergenza COVID - 19. Il dono è stato consegnato direttamente dal direttore generale di Elfi, Sergio Lorenzi, alla direzione sanitaria dell'ospedale, rappresentata dalla dottoressa  Elena Vetri. ELFI è un’azienda leader nel settore delle elettroforniture, nata come sintesi delle tante eccellenze artigiane del territorio da cui ha avuto inizio la sua storia: la Romagna.

 

"Anche questo anno- spiega Lorenzi - volevamo rendere omaggio a tutti gli operatori sanitari forlivesi impegnati contro il Covid. Eroi, a nostro avviso, un po'  dimenticati rispetto ad inizio emergenza....  Lo abbiamo voluto fare creando una catena di solidarietà e acquistando le uova di cioccolato da una associazione  di volontariato che aiuta i bambini del Sahrawi, facendoci aiutare dalla Protezione civile di Forlimpopoli, con cui collaboro. Speriamo che altri seguano il nostro esempio nel sostegno ai sanitari. "

 

 

Pubblicato in Notizie dal sito

L'Azienda USL della Romagna informa tutta la cittadinanza che venerdì 26 marzo 2021 è stato indetto per l’intera giornata da USB Unione Sindacale di Base lo sciopero generale regionale di tutto il personale del Servizio Sanitario Nazionale, delle Aziende di sanità privata, Aziende pubbliche di Servizi alla Persona (ASP), Cooperative sociali, associazioni e società operanti anche in appalto, concessione e in accreditamento nei servizi sanitari e socio sanitari. Nella giornata dello sciopero saranno assicurati i servizi pubblici essenziali, nel rispetto della vigente normativa, attraverso l’individuazione dei contingenti minimi di personale a garanzia delle prestazioni indispensabili e non dilazionabili, equivalenti ai servizi minimi assicurati normalmente nei giorni festivi

Pubblicato in Notizie dal sito

Una troupe di Rai 3, coordinata dal giornalista Samuele Amadori, ha realizzato un servizio presso l'Igiene Pubblica di Forlì, intervistando il direttore FF, dottor Roberto Bandini.

Il servizio televisivo andrà in onda oggi nelle edizioni del Tg 3  delle ore 14 e delle ore 19,30.

Pubblicato in Notizie dal sito

Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all'evoluzione del quadro epidemiologico dell'infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 15 al 21 marzo (precisando che si tratta dei casi di residenti diagnosticati sul territorio romagnolo).

Nella settimana di riferimento, si sono verificate 5.278 positività su un totale di 43.766 tamponi eseguiti; si osserva quindi un tasso di positività del 12,1 per cento, evidenziando, in questa settimana, una tendenziale stabilizzazione del trend dei nuovi casi positivi, nel territorio romagnolo.

La performance dei tempi di refertazione dei tamponi, entro le 48 ore, si mantiene alta, registrando oltre il 93 per cento.

Per quanto riguarda l'indicatore relativo alle persone ricoverate, su tutta la Romagna, a lunedì 22 marzo, si registra la quota di 780 ricoveri, con un rialzo di 59 ricoverati rispetto alla settimana scorsa, mantenendo l'azienda all’interno del livello rosso del Piano ospedaliero Covid; anche i riempimenti nelle terapie intensive sono in rialzo, sia in termini assoluti che percentuali.

"Un’altra settimana impegnativa, commenta Mattia Altini, direttore sanitario di Ausl Romagna, sia dal punto di vista del numero dei contagi , che sul versante dell’occupazione dei posti letto in ospedale, anche se, dai dati della settimana presa in considerazione, si verifica una flebile stabilizzazione del trend di ascesa dei contagi. Questo ci conforta e conferma, la bontà delle misure restrittive intraprese dalla nostra Regione. Tuttavia la strada è ancora in salita. I contagi non stanno calando ancora sensibilmente come ci saremmo auspicati e prima che l’effetto si ripercuota sull’occupazione dei posti letto in ospedale, occorreranno alcune settimane. Nel frattempo, stiamo procedendo nella campagna di somministrazione vaccinale, sperando di poter procedere sempre più spediti, se arriveranno le forniture annunciate. Rivolgo quindi un invito a tutti a perseverare nell’adottare le misure di sicurezza note, affinchè quello che speriamo essere tutti l’ultimo miglio, possa essere raggiunto nel minor tempo possibile”.

Pubblicato in Notizie dal sito

Una troupe di Rai 3, coordinata dalla giornalista Serena Biondini, oggi alla Casa della Salute di Forlimpopoli per documentare il percorso di presa in carico del paziente adulto con disturbo dell’alimentazione e nutrizione.

Sono stati coinvolti nel servizio televisivo i referenti, per le varie discipline coinvolte, del Servizio di dietetica e Nutrizione Clinica dell'Ausl Romagna ambito Forlì e il direttore della Geriatria dell'ospedale di Forlì, nonchè responsabile della rete di dietetica e nutrizione clinica dell'Ausl Romagna, dottor Giuseppe Benati. Durante il servizio sono state riprese anche le tecniche di pasto assistito telematico.

 Il servizio andrà in onda oggi sul Tg 3 delle 14 e delle 19,30 e sul GR1 e GR 2 nazionale.

Pubblicato in Notizie dal sito