Skip to main content

Articoli filtrati per data: Gennaio 2022

L’accesso al Drive Through della Romagna senza appuntamento è consentito solo alle persone sintomatiche con prescrizione del medico di medicina Genetrale o del pediatra.

Per tutte le altre condizioni (fine quarantena e fine isolamento, screening) è indispensabile l’appuntamento sulla base della programmazione definita dai Servizi Igiene Pubblica e non deve essere chiesto nulla al Medico curante.

Per l'accesso al  Drive Through è necessario essere muniti di tessera sanitaria e documento di identità.

Si ricorda che il tampone di fine isolamento e fine quarantena può essere effettuato nelle farmacie, senza prescrizione medica, esibendo la disposizione di isolamento e di quarantena.

Purtroppo continuano a presentarsi persone senza appuntamento e senza prescrizione per le quali il tampone non verrà più effettuato.

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Da lunedì 10 gennaio i tamponi rapidi in farmacia per porre termine al periodo di isolamento o quarantena, costo a carico del servizio sanitario. Nelle farmacie lo potranno fare anche gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado nella cui classe si sia verificato un caso Covid (il primo test e il secondo a cinque giorni dal primo): sarà a carico della struttura commissariale.

 

Test rapido in farmacia per chiusura isolamento/quarantena

Grazie all’accordo con le associazioni delle farmacie, da lunedì 10 gennaio in Emilia-Romagna le persone senza sintomi Covid-19 possono recarsi nelle farmacie convenzionate per eseguire il test antigenico rapido nasale.
Lo potranno fare purché rientranti nei seguenti casi: per effettuare uno screening di controllo oppure, se asintomatiche e in quarantena per aver avuto un contatto stretto con un caso di Covid, per chiudere il periodo di quarantena stessa (entro 24 ore riceveranno in modalità automatica dall’azienda sanitaria il referto di chiusura del caso e riattivazione del Green pass).

Nel caso poi per queste persone il test risulti positivo, potranno effettuare il test antigenico rapido nasale sempre in farmacia dopo 10 giorni per la chiusura del periodo di isolamento o dopo 7 giorni nel caso si tratti di persona vaccinata con terza dose (booster), che abbia completato il ciclo primario o sia guarita dal Covid, sempre da meno di 4 mesi.

I tamponi eseguiti per chiusura quarantena o isolamento sono a carico del Servizio sanitario.

Nell’accordo con le farmacie rientra anche un punto relativo alle scuole. Potranno infatti fare il test antigenico rapido gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado nella cui classe si sia verificato un caso COVID, su richiesta del medico di medicina generale o del pediatra. In particolare, potranno fare il primo test nel momento in cui viene rilevata la presenza di un positivo e il secondo test a cinque giorni dal primo. Il tampone sarà a carico della struttura commissariale.

 

Casistiche per le quali possono essere eseguiti tamponi antigenici rapidi nasali in farmacia convenzionata


Si sottolinea che possono eseguire il test antigenico rapido nasale in farmacia convenzionata unicamente le persone senza sintomi di COVID-19.

In caso di positività rilevata con un self-test antigenico rapido nasale il cittadino non potrà recarsi in farmacia, ma rivolgersi al proprio medico curante per valutare la presenza di sintomi e la conseguente procedura da attivare.

 

A. Test eseguito in ambito di screening

1. ESITO NEGATIVO. In caso di esito negativo non si applica alcuna restrizione.

2. ESITO POSITIVO. Il risultato deve essere registrato sul Portale Farmacie. L’AUSL apre il caso con la presa in carico da parte del Dipartimenti di Sanità Pubblica tramite verifiche rispetto allo stato vaccinale o alla pregressa malattia da COVID-19, ai fini dell’applicazione delle misure di prevenzione della diffusione del contagio.

La farmacia potrà già prenotare un appuntamento per l’esecuzione del test di chiusura del provvedimento di isolamento di cui al successivo punto C, interpellando[1] il cittadino rispetto alla situazione vaccinale utile a valutare se l’isolamento sarà di 7 giorni (dose booster o ciclo vaccinale primario eseguito da meno di 120 giorni o guarigione da meno di 120 giorni) o di 10 giorni (negli altri casi: persone non vaccinate; vaccinate con due dosi da più di 120 giorni; che non hanno completato il ciclo vaccinale primario o hanno completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni; guarite da COVID-19 da più di 120 giorni); detto test potrà essere eseguito in farmacia unicamente se la persona non avrà mai manifestato sintomi o non manifesta sintomi da almeno tre giorni; in caso contrario l’appuntamento dovrà essere disdetto dal cittadino.

 

B. Test eseguito a persona asintomatica, in quarantena, che abbia avuto un contatto stretto[2] con un caso di COVID-19

Il cittadino deve presentare al farmacista il documento (certificato) cartaceo o in formato digitale di apertura della quarantena. Tampone a carico SSR.

  • Tampone di chiusura dei 5 giorni di quarantena nelle persone che sono vaccinate con almeno due dosi da più di 4 mesi;
  • Tampone di chiusura dei 10 giorni di quarantena nelle persone non vaccinate o che non hanno completato il ciclo vaccinale primario o hanno completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni.

Si precisa che per le persone asintomatiche che hanno eseguito la dose booster o hanno completato il ciclo vaccinale primario o sono guarite da COVID-19, in entrambi questi ultimi casi da meno di 4 mesi, non è prevista l’esecuzione del tampone al termine del periodo di 5 giorni di auto-sorveglianza (automonitoraggio quotidiano della temperatura e di eventuali sintomi sospetti). Indossare mascherina FFP2 per almeno 10 giorni.

  1. ESITO NEGATIVO. In caso di quarantena, la registrazione dell’esito negativo del test sul Portale Farmacie determina, direttamente, la cessazione del regime di quarantena, come previsto dal DL 229/21; non è pertanto necessaria un’ulteriore certificazione da parte dell’AUSL. Basta che la farmacia stampi al cittadino il risultato del test.
  1. ESITO POSITIVO. In caso di esito positivo la farmacia potrà già provvedere a prendere appuntamento per l’esecuzione del test di chiusura di cui al successivo punto C; detto test potrà essere eseguito unicamente se la persona non avrà mai manifestato sintomi o non manifesta sintomi da almeno tre giorni; in caso contrario l’appuntamento dovrà essere disdetto dal cittadino.

 Si precisa che:

  • i cittadini sintomatici dovranno contattare il proprio MMG e non potranno recarsi in farmacia durante la presenza dei sintomi per eseguire tamponi; in tal caso i tamponi – qualora necessari – saranno eseguiti presso le AUSL.

 

C. Test eseguito a persona asintomatica che sia risultata positiva al test, ai fini della chiusura dell’isolamento di cui ai punti A.2. e B.2.

Il cittadino deve presentare al farmacista il documento (certificato) cartaceo o in formato digitale di apertura dell’isolamento. Tampone a carico SSR.

  • Tampone di chiusura dopo 7 giorni di isolamento qualora la persona sia stata vaccinata con dose booster o abbia completato il ciclo vaccinale primario o sia guarite da COVID-19, in entrambi questi ultimi casi da meno di 4 mesi;
  • tampone di chiusura dopo 10 giorni di isolamento negli altri casi (persone non vaccinate; vaccinate con due dosi da più di 120 giorni; che non hanno completato il ciclo vaccinale primario o hanno completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni; guarite da COVID-19 da più di 120 giorni).

Qualora il test risulti negativo, verrà rilasciato al cittadino - in modalità automatica, entro 24 ore, da parte dell’AUSL, fatta salva la fase di primo avvio che potrebbe richiedere tempistiche maggiori - il certificato di chiusura dell’isolamento, che comporterà la riattivazione del Green pass.  

In caso di esito positivo può essere prenotato un ulteriore tampone a 7 giorni dall’ultimo tampone eseguito. Le positività persistenti rilevate con questo secondo tampone non richiedono ulteriori test in quanto la chiusura dell’isolamento è prevista comunque a 21 giorni. Eventuali ulteriori tamponi, oltre ai due eseguiti con le tempistiche sopra descritte, saranno a carico del cittadino.

 

D. Studenti asintomatici delle scuole secondarie di primo e secondo grado nella cui classe si sia verificato un caso COVID-19, su richiesta elettronica del MMG o PLS

  • primo test nel momento in cui viene rilevata la presenza di un positivo.

In caso di esito positivo al test si rinvia al precedente punto C.

Tamponi con onere a carico della Struttura commissariale.

 

 

[1] Il farmacista potrà accertare il ciclo vaccinale tramite esibizione da parte del cittadino del green pass o del certificato vaccinale.

[2] Contatto stretto: persona che vive nella stessa casa di un caso COVID-19; che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso COVID-19 (per esempio la stretta di mano); che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso COVID19 (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati); che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, a distanza minore di 2 metri e di almeno 15 minuti; che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d'attesa dell'ospedale) con un caso COVID-19 in assenza di DPI idonei; operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso COVID-19 oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso COVID-19 senza l’impiego dei DPI raccomandati o mediante l’utilizzo di DPI non idonei; persona che ha viaggiato seduta in treno, aereo o qualsiasi altro mezzo di trasporto entro due posti in qualsiasi direzione rispetto a un caso COVID-19; compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto.

 

L'ELENCO DELLE FARMACIE ADERENTI AL PROGETTO REGIONALE TAMPONI ANTIGENICI RAPIDI NASALI IN FARMACIA è consultabile al link

https://salute.regione.emilia-romagna.it/tutto-sul-coronavirus/test-sierologici-e-tamponi/farmacia#elenco-delle-farmacie-aderenti

 

L'autotesting per inizio e fine isolamento in caso di positività

Da mercoledì 19 gennaio, i cittadini assistiti in Emilia-Romagna che hanno già ricevuto la terza dose di vaccino anti-Covid e sono asintomatici, possono verificare la propria eventuale positività facendo un tampone rapido antigenico per il self-testing (tra quelli autorizzati disponibili in farmacia, nei supermercati e nei negozi di vicinato) e avviare formalmente il periodo di isolamento, caricando il risultato in autonomia sul proprio Fascicolo sanitario elettronico.

Con la stessa proceduta, dopo 7 giorni possono segnalare la negatività al virus e ottenere entro 24 ore la certificazione di fine isolamento.

Questo il link al video tutorial che spiega la procedura per l’autotest di inizio e fine isolamento in caso di positività sul Fascicolo sanitario elettronico: https://youtu.be/_AhXc4Bw7Gg

Per maggiori informazioni: https://bit.ly/3A7fIjA

La lista dei test autorizzati: https://bit.ly/33HMyLV

 

 

 

 

Pubblicato in Notizie dal sito

E’ arrivata ieri mattina in Pediatria, la calza della Befana, consegnata da una delegazione del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare di Cervia, accompagnata dal Comandante, Colonnello Giacomo Zanetti.

Una calza piena di gadget, portachiavi e matite brandizzate, da regalare ai bambini ricoverati, e un grande assegno, di importo pari a 1.500 euro, frutto della raccolta fondi promossa e partecipata da tutto il personale del 15° Stormo, sono stati consegnati al Direttore  del reparto Marcello Stella, alla coordinatrice infermieristica Alice Rasi e all’equipe presente.

“Un ennesimo importante gesto di solidarietà – afferma il Dott. Stella- a sostegno del nostro reparto, per il quale siamo estremamente grati al personale di un apparato militare dello Stato, che come noi in questi ultimi lunghi 2 anni di pandemia, si è trovato a dover operare in prima linea, per il trasporto dei pazienti affetti da Covid. Questa donazione è per noi una manna, perché contribuirà alla raccolta fondi che abbiamo promosso per l’acquisto di un nuovo ecografo per la Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica” .

 

Instancabile e costante è l'impegno degli uomini e delle donne del 15° Stormo nel salvare vite umane. – afferma il Colonnello Giacomo ZANETTI , Comandante del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare di Cervia, - dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi hanno salvato circa 7300 persone in pericolo di vita. Con questa donazione abbiamo voluto offrire un contributo concreto anche a favore dei bambini ricoverati in ospedale, in questo difficile momento storico. Lo Stormo, ormai da anni integrato nel tessuto sociale del territorio Cesenate, è sempre attento e vicino alle esigenze della comunità.”

 

Il 15° Stormo ha la missione di recuperare gli equipaggi in difficoltà sia in tempo di pace (S.A.R. – Search & Rescue, ossia Ricerca e soccorso) che in tempo di crisi ed in operazioni fuori dai confini nazionali (C.S.A.R. - Combat S.A.R.). Concorre, in caso di gravi calamità, ad attività di pubblica utilità, quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi.

Partecipa, con le altre componenti dello Stato, alla sicurezza dello spazio aereo nazionale durante i grandi eventi, effettuando l'attività SMI (Slow Mover Interceptor).

Da alcuni anni il 15° Stormo fornisce anche un prezioso supporto all'attività di antincendio boschivo. Tra le capacità che contraddistinguono lo Stormo, vi è anche quella del trasporto in modalità bio-contenimento, grazie alla quale sono stati effettuati diversi trasporti di pazienti affetti da Covid SARS-2.

La qualità dell'addestramento degli equipaggi, le caratteristiche tecnologiche degli elicotteri in dotazione, nonché l'impiego di apparecchiature e tecniche speciali, quali l'utilizzo di visori notturni (Night Vision Goggles), fanno spesso del 15° Stormo l'unica componente elicotteristica in grado di gestire con successo le situazioni di emergenza più complesse.

Anche il Direttore Sanitario Dott. Mattia Altini, ha voluto raggiungere con  un ringraziamento il Comandante e tutto il personale del 15° Stormo che ha aderito all’iniziativa, “per il sostegno che hanno voluto assicurare con questa importante donazione alla Sanità romagnola, in un momento ancora difficile, in cui è particolarmente importante avere attestazioni concrete di fiducia, solidarietà e vicinanza, ingredienti tutti, fondamentali per la migliore risposta che l’intero sistema sanitario pubblico è chiamato a dare, contribuendo al raggiungimento di un risultato connotato da solidarietà e grande senso della comunità”.

Pubblicato in Notizie dal sito

A partire da lunedì 10 gennaio a Novafeltria, nell’area del nuovo parcheggio superiore dell’ospedale ‘Sacra Famiglia’ (via Alessandro Manzoni),  sarà operativa una nuova postazione per i tamponi, modalità drive through.  Questo nuovo presidio, il quinto attivato nel riminese,  sarà aperto tutti i giorni, dalle ore 14 alle ore 16.

L’accesso avverrà previa programmazione dell’Igiene pubblica.

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Al fine di fornire un aggiornamento rispetto all'evoluzione del quadro epidemiologico dell'infezione da Covid 19 nel territorio romagnolo, su un arco temporale più significativo rispetto alla situazione di una singola giornata, si riportano, in allegato, alcuni dati relativi alla settimana dal 27 dicembre al 2 gennaio (precisando che si tratta dei casi di residenti diagnosticati sul territorio romagnolo).Nella settimana di riferimento, si sono registrate 19.980 positività (25%) su un totale di 78.314 tamponi (molecolari e antigenici).Si registra un deciso aumento dei nuovi casi in termini assoluti (+13766). In totale sono ricoverati 366 pazienti, di cui 27 in terapia intensiva.

“I dati della settimana presa a riferimento evidenziano una situazione fortemente  impegnativa dal punto di vista della corsa del contagio- commenta Mattia Altini, direttore Sanitario di Ausl Romagna. Su tutto il territorio romagnolo si registra una impennata di nuove positività riconducibili all’aumentata diffusione della variante Omicron che sta mettendo sotto pressione i servizi di tracciamento e testing. Fortunatamente, nelle persone vaccinate, questa nuova variante pare ad oggi, provocare solamente una sintomatologia lieve, mentre il rischio di contrarre la malattia in forme gravi resta lo stesso per le persone non vaccinate.  Per questo rivolgiamo ancora un appello ai cittadini. Questo alto numero di casi si riflette inevitabilmente anche sul versante ospedaliero con un conseguente aumento dell’occupazione dei posti letto covid dedicati. E sebbene la situazione ospedaliera  non sia paragonabile rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, grazie all’ effetto della vaccinazioni  come evidenzia peraltro il monitoraggio regionale, con questi numeri in crescita, anche i ricoveri sono destinati purtroppo ad aumentare. In questa situazione, per arginare la circolazione del virus,  non posso che ribadire ancora una volta quanto sia indispensabile vaccinarsi con la terza dose. Al contempo occorre accelerare la vaccinazione dei nostri ragazzi  che devono poter vivere e rientrare a scuola in sicurezza, dopo le vacanza di Natale. Si raccomanda infine, ancora una volta di rispettare con il massimo scrupolo le regole anticontagio. E' importante per noi stessi e per aiutare tutti gli operatori sanitari che continuano a lavorare senza sosta”

Pubblicato in Notizie dal sito

"Fuga Forrest 2021 !!! È arrivata l'ora dei doni...grazie alla sforzo di tutti i donatori e dei proventi derivanti dalla  corsa solidale Fuga Forrest abbiamo oggi consegnato il Calcio Balilla e il Tiralatte promesso al reparto di pediatria dell'Ospedale Morgagni Pierantoni.

"Siamo fieri di tutto quello che siamo riusciti a creare in questi mesi e ringraziamo l'enorme cuore di tutti coloro che con le loro donazioni hanno reso tutto questo realtà"  - le parole commosse del presidente di Fuga Forrest, Luigi Illari.

Ringraziamo il reparto di Pediatria, in particolare nella persona del primario  Dott. Enrico Valletta, per la sua grande disponibilità e per le sue bellissime parole che ci teniamo a pubblicare: 

"Anche quest'anno, nonostante le molte difficoltà, gli amici di Corri Forrest hanno trovato tempo e modo di dedicare il loro impegno a sostenere la nostra Pediatria e i bambini e i genitori che vi sono ospitati. In questo intento, l'eccezionale partecipazione di quanti hanno contribuito al successo della Fuga Forrest è stata determinante. Si è trattato di una giornata bellissima di sport in compagnia e di solidarietà come è nella tradizione di questa Associazione e della terra di cui è espressione. La nostra gratitudine va a tutti coloro che hanno contribuito con il loro impegno a rendere più gradevole l'ambiente del nostro reparto e migliore l'assistenza per le mamme e i loro bambini. La vicinanza reciproca con gli amici di Corri Forrest è una cosa che, siamo certi, durerà a lungo nel tempo."

 

Pubblicato in Notizie dal sito

L’ambulatorio Rimedical di Santarcangelo ha promosso un’iniziativa di raccolta fondi tra i suoi medici e ha devoluto una percentuale dell’incasso delle prestazioni  ambulatoriali, per una donazione complessiva di 4550 euro, alla Oncoematologia pediatrica di Rimini.  la somma devoluta servirà ad acquistare  spirometri per la valutazione funzionale dei piccoli pazienti e carrelli per le bilance.

Un ringraziamento sentito  per la generosa donazione e il sostegno assicurato al reparto , giunge dalla dott.ssa Roberta Pericoli, responsabile dell’oncoloematologia pediatrica, dall’equipe  sanitaria e da parte della direzione Aziendale.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si amplia l’offerta vaccinale nei Centri HUB distrettuali di Faenza, Lugo e Savignano. A partire da lunedì 10 gennaio, anche questi tre sedi vaccinali saranno aperte per tutto l’arco della giornata, tutti giorni della settimana, domenica compresa.

Ecco i nuovi orari di apertura dei tre centri vaccinali dal prossimo 10 gennaio:

 

Savignano sul Rubicone - Rubicone Fashion Outlet, Piazza Trattati di Roma 1: aperto tutti i giorni della settimana , dal lunedì alla domenica dalle ore 8.30 alle 19.30

Faenza - Fiera via Risorgimento 3: aperto tutti i giorni della settimana, dal lunedì alla domenica, dalle ore 8.30 alle ore 19.30.

Lugo - Centro Sociale "il Tondo" via Lumagni 30: aperto tutti i giorni della settimana, dal lunedì alla domenica, dalle ore 8.30 alle ore 19.30.

 

Nella giornata di ieri, domenica 2 gennaio, in Ausl Romagna sono state somministrate 7829 vaccinazioni, così  suddivise: 1565 Cesena, 914 Forlì, 2.848 Ravenna e 2.502 Rimini.

Pubblicato in Notizie dal sito

Il 2021 si è concluso con una vera e propria gara di solidarietà a favore dell’Hospice di Savignano sul Rubicone. La solidarietà infatti è contagiosa e proprio in occasione del Natale, dopo l’ecografo consegnato nei giorni scorsi, sono arrivati nuovi doni all’Hospice di Savignano:  ghirlande natalizie in lana ed alberelli per ogni ospite della struttura, per dare sollievo ai pazienti ricoverati e alle loro famiglie, ma anche valorizzare il grande impegno che gli operatori  offrono da 20 anni al territorio. A promuovere l’iniziativa per il 2021 è stata la consulta del quartiere centro storico di Savignano, il cui Presidente, Emanuele De Carli, ha affidato alle Volontarie del gruppo Savignanese “Fili e Colori” la creazione di ghirlande natalizie in lana per l’Hospice ed alberelli per ogni ospite della struttura.

Donati anche 25 “Calendari de mi Paiois” da Casadei Giuseppe, Rossi Mauro, Zicchetti Giorgio. I calendari, attraverso immagini fotografiche e l’uso del dialetto raccontano la storia del territorio e contribuiranno a “tenere compagnia” ai degenti in Hospice, e una somma in denaro dall’Associazione sportiva dilettantistica  Medinox di Savignano sul Rubicone frutto di iniziative a a favore dei pazienti di cure palliative.

Numerosi sono i privati cittadini, come Carla e Nazario (che ad ogni Natale dedicano parte della loro tredicesima per l’hospice) e le associazioni: Rotary Club, Lions Club, Fondazione Taccia, Kibirichin, Ombu, Centro per i Diritti dell’Ammalato, AVIS,  IOR per citarne alcuni, che hanno sostenuto negli anni  l’Hospice di Savignano, consentendo di migliorare  l’accoglienza alberghiera dei pazienti e di definire percorsi formativi ad hoc per la crescita culturale degli operatori di cure palliative. A questi Cittadini ed Associazioni, va tutta la riconoscenza del personale sanitario Hospice, e dell’Azienda Sanitaria della Romagna.

In particolare si ringraziano cittadini

L’Hospice di Savignano sul Rubicone dispone di 14 posti letto, di cui 2 con tecnologie adeguate per pazienti  in ventilazione meccanica 24 ore su 24: 12 camere di degenza singole e 1 camera doppia, dotate di ogni comfort. Le cure palliative vengono erogate dal personale della SSD Cure Palliative Cesena in Hospice, in consulenza nei reparti ospedalieri e nelle Case di Cura private

accreditate, al domicilio e nelle Residenze per anziani e nell’ambulatorio, situato nella Casa della Salute del Rubicone. Ad oggi, i pazienti accolti in Hospice sono stati 3.560, in ambulatorio 2.200 per 12.000 prestazioni erogate, al domicilio sono stati curati 4670 in collaborazione con il loro Medico di famiglia e gli infermieri del Servizio Infermieristico Domiciliare (SID). In questi 20 anni, più di 10.000 famiglie hanno trovato una risposta al bisogno di cura per il proprio caro, quando la guarigione, per una malattia grave, non era più raggiungibile.

La struttura si inserisce nel modello organizzativo “a rete” di cure palliative dell’AUSL della Romagna. La Rete Locale di Cure Palliative (RLCP) è costituita da nodi e da interconnessioni, dove i nodi sono rappresentati dai punti in cui operano equipe multiprofessionali e le interconnessioni sono rappresentate dalle modalità organizzative adottate, condivise tra tutti i professionisti della rete. La modalità operativa che offre la Rete di cure Palliative  della Romagna per rispondere in modo unitario al bisogno del malato e della sua famiglia è il lavoro di équipe, che richiede una costante integrazione professionale per la definizione e realizzazione del piano di cura personalizzato. Alla luce delle recenti evidenze scientifiche, si afferma che "le cure palliative sono rivolte a malati di qualunque età e non sono prerogativa della fase terminale della malattia. Possono infatti affiancarsi alle cure attive fin dalle fasi precoci della malattia cronico-degenerativa, controllare i sintomi durante le diverse traiettorie della malattia, prevenendo o attenuando gli effetti del declino funzionale. Per soddisfare i bisogni dei malati e delle famiglie, è necessario garantire il passaggio graduale dalle cure attive alle cure palliative, attraverso la condivisione degli obiettivi di cura, evitando così i rischi di una dolorosa percezione di abbandono, contribuendo a contenere il ricorso a terapie inappropriate e ad approcci di ostinazione diagnostico terapeutica negli ultimi mesi di vita." Le cure palliative si propongono quindi come un processo di cura finalizzato non solo al con­trollo dei sintomi, ma, soprattutto, alla difesa e al recupero della migliore qualità di vita pos­sibile, attuando interventi terapeutici mirati al benessere bio-psicologico, sociale e spirituale.

Pubblicato in Notizie dal sito
Sabato, 01 Gennaio 2022 09:52

I primi nati del 2022 in Romagna

Qui Cesena

Ospedale Bufalini di Cesena: 1868 nati nel 2021; ultimo nato del 2021 è Emaz Hossain, maschietto di 3,240 chili di origine bengalese e residente a Cesena,  venuto alla luce alle ore 18.29. Prima nata del 2022 è una bimba di Savignano sul Rubicone venuta alla luce alle ore 01.58. Si chiama Vittoria e  pesa  3,140 chili.

Qui Forlì

Nel 2021 presso l’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale “Morgagni-Pierantoni” di Forlì, diretta dal dottor Luca Savelli, hanno emesso il primo vagito 862 neonati, di cui 461 maschi e 410 femmine. Ben 9 i parti gemellari

È un bimbo e si chiama Gabriele il primo nato del 2022 all’ospedale di Forlì. Pesa 2,964 kg ed è stato partorito all'1,38 del 1 gennaio 2022. Maschietto anche l’ultimo nato del 2021, che ha emesso il primo vagito alle ore 9, 12 del 31 dicembre 2021 e pesava alla nascita ben 3, 872 kilogrammi.

Qui Ravenna 

Nel 2021 i nuovi nati sono stati 1656

Ultimo Nato 2021: Lucio Baldrati h 1,11 il 31 dicembre di Fusignano 2.870 gr. Primo Nato 2022: Irene Colella h-05,27 dell’1/1/22 di Sant’Agata sul Santerno 2.640 gr.

FAENZA 

Nel 2021 i nuovi nati  stati 356 Ultimo nato 2021: Emilia Vassura il 30/12 alle ore 8,41 residente a Russi 3.640 gr. Al momento a Faenza nessuna nascita

Qui Rimini

Ospedale di Rimini: 2695 nati nel 2021; ultimo nato del 2021 è Yuma, maschietto di 3,980 chili residente a Gabicce,  venuto alla luce alle ore 23.37. Prima nata del 2022 è una bimba di Rimini venuta alla luce alle ore 00.30. Si chiama Emma e  pesa  3,105 chili 

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio