Offrire un valido aiuto per orientarsi tra gli scaffali di un supermercato o le bancarelle di un mercato, fornendo consigli pratici per fare la spesa correttamente e mantenere in salute tutta la famiglia. Prende il via domani il primo corso gratuito di formazione e informazione rivolto ai genitori dei bambini che partecipano al progetto dell’Ausl “Bimbinforma” finalizzato alla promozione della salute dei bambini a rischio obesità e quindi a contrastare lo sviluppo delle malattie cronico – degenerative.

Il corso, promosso dall’Ausl in collaborazione con l’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” si articola in due appuntamenti: un incontro teorico in programma il 18 novembre presso la Casa della Salute di Forlimpopoli, nel corso del quale verranno forniti i principi di una sana alimentazione (riconoscere i piatti salutari, aspetti nutritivi, abbinamento alimenti per gustare un pasto completo ed equilibrato) e consigli pratici su come leggere le etichette alimentari e fare una spesa consapevole. Il secondo incontro si terrà il 20 novembre presso l’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” e prevede la presentazione pratica di piatti che seguono i principi della dieta mediterranea e l’illustrazione di consigli pratici da parte di uno chef e del personale sanitario per preparare un menù nutrizionalmente corretto ed equilibrato.

Docenti del corso, Marina Fridel direttore dell’Unità Operativa Igiene degli Alimenti e Nutrizione di Forlì e Cesena, le dietiste Veronica Palmucci e Chiara Tomasini e lo chef dell’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” Giovanni Merli.

L’iniziativa rientra nell’ambito del percorso di presa in carico del bambino in sovrappeso e obeso recentemente attivato dall’Ausl della Romagna anche nella provincia di Forlì e Cesena. Attraverso la stretta collaborazione tra pediatri di libera scelta, specialisti territoriali e pediatri ospedalieri, il nuovo percorso di presa in carico ha l’obiettivo di assicurare una serie di interventi preventivi e terapeutici per combattere sovrappeso e obesità. Da maggio ad oggi sono stati presi in carico una quarantina di bambini e le loro famiglie.

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Un’efficace presa in carico del paziente pediatrico a livello territoriale, anche e soprattutto nei fine settimana e in generale quando il pediatra di famiglia non è in servizio, è molto importante.

Per questo motivo l’Azienda ha effettuato una formazione specifica su questi aspetti al personale di Continuità Assistenzia. Per giovedì 16 novembre è stata organizzata una serata allo scopo di far conoscere al meglio

il funzionamento dei Servizi al fine di facilitare e rendere più efficace l’accesso per i cittadini.

La serata, inizio alle ore 20:30, si svolgerà all'hotel Cube di Ravenna con rappresentanti del Comitato delle Mamme, il direttore sanitario aziendale dottor Giorgio Guerra, il dottor Federico Marchetti (Dipartimento Materno Infantile di Ravenna), il dottor Daniele Morini (continuità assistenziale), il dottor Pierdomenico Lonzi (Formazione Ausl).

La serata è ad accesso libero e la cittadinanza invitata.

Tutti i dettagli nell'allegata locandina

Pubblicato in Notizie dal sito

Sabato 4 novembre, dalle ore 9 alle 17, all’Abbazia del Monte di Cesena si svolgerà il 1° Convegno  “L’Arte Terapia nella Sanità” promosso dall’Associazione di Promozione Sociale Art in Counselling, con il Patrocinio di Azienda USL della Romagna, Regione Emilia Romagna e Comune di Cesena.

L’evento, rivolto in particolare ai professionisti della sanità, ha l’obiettivo di diffondere la validità e l’efficacia degli strumenti utilizzati nell’Arte Terapia e nell’Arte Emozionale in ambito sanitario per un sostegno emozionale alla persona, e di sensibilizzare gli operatori sanitari e tutti coloro che si trovano a fornire un sostegno a bambini e adulti con disagi della salute all’utilizzo dell’arte come forma di comunicazione e modalità per diminuire la tensione della condizione di ospedalizzazione, liberando il proprio sentire e migliorando la qualità della vita della persona, grazie alla valorizzazione della dimensione emotiva.

Il Convegno vedrà l’intervento di relatori provenienti dai presidi ospedalieri del territorio Emiliano-Romagnolo tra cui l’Azienda USL della Romagna, docenti del Polo Accademico dell’Università di Bologna, psicologi, educatori, Gestalt Counsellors di Art in Counselling e docenti di Art Health Therapy School.

Saranno presentati metodi, dati ed esperienze maturate in queste anni dai volontari dell'Associazione Art in Counselling nell’ambito del Progetto “Arte in Corsia” attivo all’ospedale Bufalini di Cesena (nei reparti di Psichiatria, Pediatria e Geriatria) e dal 2006, presso il reparto di Psichiatria dell’Ospedale L. Pierantoni di Forlì, il Servizio Cure Palliative e Hospice di Savignano sul Rubicone, la Residenza di Trattamento protratto di Zignola di Forlì e la Casa Protetta “Nuovo Roverella” di Cesena.

Nata nel 2014, l’Associazione di Promozione Sociale “ArtinCounselling” ha lo scopo di svolgere attività di utilità sociale a favore di terzi promuovendo, favorendo e divulgando l’arte nella relazione di aiuto, specialmente attraverso il Progetto "Arte in Corsia".

Il progetto “Arte in Corsia”, nato del 2005,  è stato creato da Cinzia Lissi all’interno dell’associazione BMC Italian School, grazie al percorso di formazione “Sensibilizzazione all’Art Therapy” che ha permesso di formare operatori specializzati in questo ambito; la sua finalità è quella  di permettere all’utente ricoverato di esprimere il proprio stato d’animo, le proprie emozioni, favorendo la comunicazione attraverso linguaggi non verbali quali l’arte terapia e l’arte emozionale, diminuendo lo stato ansioso dell’ospedalizzazione e favorendo un migliore approccio con il personale medico e paramedico del reparto.

Un importate riconoscimento al progetto "Arte in Corsia"  è giunto nel 2013, quando l’Osservatorio Nazionale Fiaso (Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere), ha inserito il progetto maturato all’interno del Servizio di Diagnosi Cura dell’ospedale Bufalini di Cesena nel Libro Bianco delle buone pratiche in Sanità, come esperienza meritevole di essere presa a modello da esportare in tutta Italia.

1° Convegno “L’Arte Terapia nella Sanità”

Come arte e terapia possono incontrarsi attraverso l’emozione:

storie, metodi, esperienze.

Sabato 4 novembre, Sala Convegni Abbazia del Monte di Cesena

Sabato 4 novembre, dalle ore 9 alle 17, all’Abbazia del Monte di Cesena si svolgerà il 1° Convegno  “L’Arte Terapia nella Sanità” promosso dall’Associazione di Promozione Sociale Art in Counselling, con il Patrocinio di Azienda USL della Romagna, Regione Emilia Romagna e Comune di Cesena.

 

L’evento, rivolto in particolare ai professionisti della sanità, ha l’obiettivo di diffondere la validità e l’efficacia degli strumenti utilizzati nell’Arte Terapia e nell’Arte Emozionale in ambito sanitario per un sostegno emozionale alla persona, e di sensibilizzare gli operatori sanitari e tutti coloro che si trovano a fornire un sostegno a bambini e adulti con disagi della salute all’utilizzo dell’arte come forma di comunicazione e modalità per diminuire la tensione della condizione di ospedalizzazione, liberando il proprio sentire e migliorando la qualità della vita della persona, grazie alla valorizzazione della dimensione emotiva.

Il Convegno vedrà l’intervento di relatori provenienti dai presidi ospedalieri del territorio Emiliano-Romagnolo tra cui l’Azienda USL della Romagna, docenti del Polo Accademico dell’Università di Bologna, psicologi, educatori, Gestalt Counsellors di Art in Counselling e docenti di Art Health Therapy School.

Saranno presentati metodi, dati ed esperienze maturate in queste anni dai volontari dell'Associazione Art in Counselling nell’ambito del Progetto “Arte in Corsia” attivo all’ospedale Bufalini di Cesena (nei reparti di Psichiatria, Pediatria e Geriatria) e dal 2006, presso il reparto di Psichiatria dell’Ospedale L. Pierantoni di Forlì, il Servizio Cure Palliative e Hospice di Savignano sul Rubicone, la Residenza di Trattamento protratto di Zignola di Forlì e la Casa Protetta “Nuovo Roverella” di Cesena.

Nata nel 2014, l’Associazione di Promozione Sociale “ArtinCounselling” ha lo scopo di svolgere attività di utilità sociale a favore di terzi promuovendo, favorendo e divulgando l’arte nella relazione di aiuto, specialmente attraverso il Progetto "Arte in Corsia".

Il progetto “Arte in Corsia”, nato del 2005,  è stato creato da Cinzia Lissi all’interno dell’associazione BMC Italian School, grazie al percorso di formazione “Sensibilizzazione all’Art Therapy” che ha permesso di formare operatori specializzati in questo ambito; la sua finalità è quella  di permettere all’utente ricoverato di esprimere il proprio stato d’animo, le proprie emozioni, favorendo la comunicazione attraverso linguaggi non verbali quali l’arte terapia e l’arte emozionale, diminuendo lo stato ansioso dell’ospedalizzazione e favorendo un migliore approccio con il personale medico e paramedico del reparto.

Un importate riconoscimento al progetto "Arte in Corsia"  è giunto nel 2013, quando l’Osservatorio Nazionale Fiaso (Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere), ha inserito il progetto maturato all’interno del Servizio di Diagnosi Cura dell’ospedale Bufalini di Cesena nel Libro Bianco delle buone pratiche in Sanità, come esperienza meritevole di essere presa a modello da esportare in tutta Italia.

Pubblicato in Notizie dal sito

L’alimentazione dell’anziano ospite nelle Case Residenza. Nei giorni scorsi l’unità Operativa Igiene degli Alimenti e Nutrizione del Dipartimento di Sanità Pubblica ha organizzato a Rimini un corso di formazione gratuito a cui hanno partecipato coordinatori di strutture, responsabili delle attività assistenziali e della preparazione dei pasti per gli anziani ospiti nelle Case Residenza per Anziani della provincia riminese.

L’iniziativa formativa rientra nell’ambito del Progetto “Alimentazione dell’anziano” del Piano Regionale della Prevenzione 2015-2018 che pone l'attenzione sugli anziani residenti nelle strutture in quanto la ristorazione socio – assistenziale rappresenta un contesto privilegiato per la prevenzione ed il contrasto alla malnutrizione proteico–energetica nell’anziano e per la promozione di corrette abitudini alimentari. Tra le attività del progetto, oltre il censimento e la valutazione dei menù in uso presso tali strutture, tappa fondamentale è la formazione del personale che si prende cura dell'alimentazione dell'anziano.

La formazione in senso nutrizionale degli operatori addetti all'organizzazione ad alla gestione del servizio di ristorazione all'interno delle strutture che ospitano soggetti in una condizione di “lungodegenza” – spiega Fausto Fabbri, direttore dell’unità operativa Igiene degli Alimenti e Nutrizione di Rimini – è di grande importanza, in considerazione del ruolo che una corretta alimentazione svolge nella promozione e nel mantenimento dello stato di salute delle persone, in particolare di quelle più fragili.

Le linee di indirizzo regionali sulla ristorazione dell’anziano in struttura residenziale, in questo senso, traducono in indicazioni pratiche le conoscenze scientifiche in tema di nutrizione umana, rappresentando un valido strumento nelle mani degli operatori del settore.

L'approvazione delle linee di indirizzo regionali deve, tuttavia, essere considerata come uno stimolo a procedere nel percorso verso l'ottimizzazione degli aspetti nutrizionali nei servizi di ristorazione delle strutture per anziani, tenuto conto dei molteplici aspetti ed implicazioni che connotano l'alimentazione umana e dei significati, al di là di quello meramente biologico della nutrizione, che la stessa assume  

Pubblicato in Notizie dal sito

L’alimentazione dell’anziano ospite delle Case Residenza. Nei giorni scorsi l’Unità Operativa Igiene degli Alimenti e Nutrizione del Dipartimento di Sanità Pubblica, in collaborazione con la Rete di Dietetica e Nutrizione dell’Ausl Romagna, ha organizzato a Cesena e a Forlì due corsi di formazione gratuiti a cui hanno partecipato medici e coordinatori di strutture, responsabili delle attività assistenziali e della preparazione dei pasti per gli anziani ospiti nelle Case Residenza per Anziani.

L’iniziativa formativa rientra nell’ambito del Progetto “Alimentazione dell’anziano” del Piano Regionale della Prevenzione 2015-2018 che pone l'attenzione sugli anziani residenti nelle strutture in quanto la ristorazione socio – assistenziale rappresenta un contesto privilegiato per la prevenzione ed il contrasto alla malnutrizione proteico–energetica nell’anziano e per la promozione di corrette abitudini alimentari. Tra le attività del progetto, oltre il censimento e la valutazione dei menù in uso presso tali strutture, tappa fondamentale è la formazione del personale che si prende cura dell'alimentazione dell'anziano.

“Le linee di indirizzo regionali sulla ristorazione dell’anziano in struttura residenziale – spiega Marina Fridel direttore dall’Unità Operativa Igiene degli Alimenti e Nutrizione di Forlì e Cesena - forniscono indicazioni specifiche su un aspetto essenziale nella vita quotidiana delle persone anziane ospiti delle Case Residenza per Anziani, l’alimentazione, tenendo conto delle sue molteplici valenze (aspetti nutrizionali, di piacere, gusto e tradizione, convivialità e socializzazione) e dell’importanza di curare gli aspetti ambientali e organizzativi (caratteristiche degli ambienti in cui vengono consumati i pasti, la partecipazione dei familiari, gli orari congrui coi naturali ritmi di vita, il rispetto dei tempi di consumo dei pasti, la formazione degli operatori, dei familiari e degli ospiti)”.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si prospetta davvero emozionante, per il "mondo medico" del Riminese, la mattina di sabato prossimo, 13 maggio. A partire dalle ore 9:30, presso il Centro Congressi del mitico Grand Hotel di Rimini (parco Federico Fellini) si svolgerà infatti l'ottava Giornata del Medico e dell'Odontoiatra, col giuramento dei nuovi medici e le medaglie di merito ai "decani" della professione. Ospite d'eccezione, il professor Paolo Parini, Direttore della Divisione di Chimica Clinica del prestigioso “Karolinska Instituded” di Stoccolma. Di fronte ai 50 medici e odontoiatri neo laureati che faranno il solenne giuramento professionale, e ai decani della medicina che riceveranno un riconoscimento per i 50 e 60 anni di laurea, il professor Parini terrà una lectio magistralis sul tema, sempre attualissimo, “Rapporto tra Scienza ed Etica”. Riminese, iscritto all’Ordine dei Medici di Rimini, maturità scientifica presso il Liceo Einstein poi laurea con lode e specializzazione in Gastroenterologia all’Università di Bologna, il professore è uno dei massimi esperti mondiali della clinica del metabolismo lipidico e delle relative applicazioni al trattamento delle patologie cardiovascolari e delle nefropatie.

Alla cerimonia sono invitati il Vescovo di Rimini, Monsignor Francesco Lambiasi, il Prefetto dottoressa Gabriella Tramonti e il sindaco di Rimini Andrea Gnassi. Aprirà la mattinata il dottor Maurizio Grossi, Presidente dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri di Rimini. E' ormai una tradizione dell'Ordine di Rimini quella della Giornata per ufficializzare l’ingresso nella professione medica e odontoiatrica dei neo laureati con la pubblica lettura del Giuramento Professionale e per premiare i decani della medicina. Quest’anno oltre a tre medaglie d’oro per i 50 anni (dottori Gioele De Luigi, Ettore Ranocchi e Giuseppe Tassani) saranno consegnate cinque medaglie per i 60 anni di professione (dottoressa Annamaria Bernacchia e dottori Lucio Buzzoni, Luigi Fabbri, Attilio Mazzocchi e Adriano Zanca).

La Cerimonia è pubblica e aperta alla cittadinanza. Al termine sarà offerto  un rinfresco sulla splendida cornice della terrazza del Grand Hotel.

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio