E' il direttore dell'Unità Operativa Pronto Soccorso, Medicina d'Urgenza e 118 dell'ospedale Morgagni - Pierantoni di Forlì, dottor Andrea Fabbri, il nuovo vicepresidente nazionale della Società italiana di medicina di emergenza-urgenza (SIMEU).

Autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche, relative all’area dell’Emergenza -Urgenza, già Direttore Scientifico Nazionale Centro Studi e Ricerca della SIMEU dal 2014 ad oggi, Membro Editorial Board della rivista Italian Journal of Emergency Medicine dal 2012, referente scientifico SIMEU nazionale presso EuSEM (European Society of Emergency Medicine).

Pubblicato in Notizie dal sito

Un monitor multiparametrico e un videolaringoscopio. Sono stati donati al Pronto soccorso – Medicina d’Urgenza dell’Ospedale “Ceccarini” di Riccione da importanti esponenti della società civile locale.

La cerimonia di consegna si è svolta ieri sera presso il Comune di Riccione alla presenza del sindaco Renata Tosi, di consiglieri comunali e assessori, dei rappresentanti dei donatori, e precisamente Associazione Riccione Chapter Italy #9969 e Harley Davidson Official Club di Riccione, in collaborazione con il Comune di Riccione - Assessorato al Turismo - Sport - Cultura, la Cooperativa Bagnini di Riccione e l’Associazione Bar Spiaggia Riccione, del direttore facente funzioni del Pronto soccorso dottor Mauro Fallani e della dottoressa Monica Mambelli della Direzione Medica.

Le apparecchiature, il cui funzionamento è stato illustrato dopo gli interventi di ringraziamento degli esponenti comunali e della dottoressa Mambelli.

Il monitor multiparametrico consente di rilevare i parametri vitali del paziente direttamente al proprio letto, con maggior velocità ed accuratezza. Un’apparecchiatura dunque molto importante per un pronto soccorso.

Il videolaringoscopio in urgenza è a sua volta importante per intervenire, in particolare, su pazienti in arresto cardiaco o con insufficienza respiratoria grave, consentendo la visualizzazione della laringe e il posizionamento del tubo per isolare le vie aeree. Facilita dunque l’intubazione dei pazienti con collare cervicale, specie in ambiente extraospedaliero anche ostile.

Ai donatori gli autentici ringraziamenti dell’Azienda USL della Romagna.

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio