Ultime notizie
Costanza Senni

Costanza Senni

Teatro Bonci ‘sold out’ per lo spettacolo “Pierino e il Lupo” che ha visto protagonisti l'Orchestra Corelli diretta dal M° Jacopo Rivani e l'amatissimo Fabio De Luigi, in scena a favore dell’Azienda USL della Romagna. 

Il ricavato della serata ha raggiunto la somma di 12mila euro che saranno interamente devoluti all’acquisto di un cardiotocografo per il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale Bufalini di Cesena, un dispositivo di piccole dimensione, portatile, che partendo dal segnale elettrico è in grado di ricostruire il battito cardiaco materno e fetale e l’attività contrattile uterina, consentendo una registrazione migliore del tracciato cardiotocografico.

 “A nome dell’Azienda USL e di tutta l’equipe ringrazio il numerosissimo pubblico presente, LaCorelli di Ravenna, con il Direttore artistico Jacopo Rivani e il Presidente Alfredo Branzanti,  Fabio De Luigi, il Comune di Cesena - Assessorato alla Cultura, il Direttore di ERT Franco Pollini e gli sponsor, Credito Cooperativo Romagnolo, Fondazione Fruttadoro Orogel F.OR., Sidermec Group per la realizzazione dell’evento e per aver generosamente contribuito al raggiungimento dell’obiettivo di raccolta fondi per l’acquisto di questa nuova attrezzatura sanitaria particolarmente utile” . Queste le parole del dottor Patrizio Antonazzo direttore dell’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Bufalini di Cesena che dal palco del Teatro Bonci, insieme a Carlo Lusenti, direttore dell’ospedale e a Elisabetta Montesi, ha voluto ufficialmente ringraziare tutti quanti si sono prodigati per la riuscita della serata.

In occasione delle festività pasquali e successive (25 aprile e primo maggio) l'Azienda USL della Romagna ha potenziato i Servizi di continuità assistenziale (meglio nota come guardia medica) nelle giornate di sabato 20 aprile, domenica 21 aprile, lunedì 22 aprile, mercoledì 24 aprile, giovedì 25 aprile, sabato 27 aprile, domenica 28 aprile, martedì 30 aprile e mercoledì 1 maggio. In allegato, il dettaglio dei potenziamenti nei vari territori.

 

In vista delle elezioni Europee e Amministrative che si svolgeranno domenica 26 maggio, il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl Romagna rende note le modalità e gli orari degli ambulatori dove richiedere il certificato medico per elettori inabili.

 

QUI CESENA

Nella giornata elettorale del 26 maggio il servizio di certificazione sarà effettuato presso gli ambulatori del Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina Legale nei seguenti orari:

Cesena – Corso Cavour 180: ore 10.00 – 13.00

Bagno di Romagna c/o Ospedale S. Piero in Bagno: ore 9.00 – 11.00

Savignano sul Rubicone, via Fratelli Bandiera 15: ore 8.30 – 10.00

Cesenatico, Largo San Giacomo 15: ore 10.30 – 12.00

 

Le certificazioni per gli elettori fisicamente impediti si potranno ottenere anche nelle settimane precedenti le elezioni durante il consueto orario di apertura degli ambulatorio, come da prospetto seguente:

Cesena - Piazza Magnani 146 (tel. 0547 352416 nella fascia 12.30-13.30) dal lunedì al sabato orario 8.30 – 12.30

Cesenatico Largo San Giacomo 15 (tel. 0547 394085) - 2° e 4° venerdì del mese orario 8.30 – 12.30

Gambettola Via viole 35 (tel 0547 394085) - 1° e 3° venerdì del mese orario 8.30 – 12.30

Roncofreddo Via Comandini 21 (tel 0541 949281) - 3° venerdì del mese orario 8.30 – 9.30

Savignano sul Rubicone Via Fratelli Bandiera 15 (tel. 0541 801841) - Lunedì e giovedì orario 8.30 – 12.30

Bagno di Romagna c/o Ospedale S. Piero in Bagno (tel. 0543 904111) - 2° e 4° mercoledì del mese orario 9.00 – 12.00; 1° e 3° mercoledì del mese orario 11.30 – 12.30

Sarsina Via Martiri D’Ungheria 2 (tel. 0547 944041) - 1° venerdì del mese orario 8.30 – 10.00

Sogliano al Rubicone Via Cavour 23 (tel 0541 948147) - 3° venerdì del mese orario 10.30 – 12.20

Mercato Saraceno Via Decio Raggi c/o Ospedale Cappelli (tel. 0547 699911) - 1° e 3° mercoledì del mese orario 8.30 – 11.00

 

Voto a domicilio per gli elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione. La Legge n.46 del 07/05/2009 ha ampliato la tipologia di elettori che possono chiedere di votare presso il proprio domicilio; oltre alle persone in condizione di dipendenza continuativa da apparecchiature elettromedicali sono stati previsti anche gli elettori affetti da gravissima infermità per i quali l’allontanamento dal proprio domicilio risulta impossibile anche con l’ausilio dei servizi di cui art. 29 della legge 05/02/1992, n, 104.

La normativa prevede che l’interessato presenti la dichiarazione di voler esercitare il diritto al voto a domicilio dal 40° al 20° giorno antecedente la data di votazione, ossia tra martedì 16 aprile e lunedì 6 maggio 2019, al Sindaco del Comune in cui si è iscritti alle liste elettorali, corredata da specifico certificato medico rilasciato dall’AUSL di competenza, che attesti la sussistenza, con l’esatta formulazione normativa, delle condizioni di infermità previste dalla legge.

 

QUI FORLI’

 Sono possibili tre tipi di agevolazioni per il voto di persone in difficoltà.

1) Persone che possono recarsi al seggio ma necessitano di aiuto per l'espressione del voto, oppure che hanno bisogno di votare in sezioni dove non ci sono barriere architettoniche.

 La seguente tabella indica luogo e orario in cui sarà presente il medico, nelle giornate di sabato 25 maggio e domenica 26 maggio, per il rilascio del certificato.

Bertinoro

9.00-9.45

Premilcuore

9.00-9.30

Portico S.B.

9.00-9.30

S. Sofia

9.00-945

Tredozio

15.00-1530

Forlimpopoli

10.00-10.45

Predappio

10.15-11.00

Rocca s.C.

10.00-10.45

Galeata

10.00-10.45

Modigliana

16.00-1645

Meldola

11.30-1215

Castrocaro T.

11.45-12.30

Dovadola

11.15-12.00

Civitella R.

11.00-11.45

 

Forli 9-12

 

 

 

ELENCO PUNTI DI EROGAZIONE DEI CERTIFICATI

  • Meldola: via Ca' Baccagli n.1 (istituto "Drudi")

  • Galeata: via Castellucci 6/8

  • Forlimpopoli: via Duca D'Aosta 33 (casa della salute)

  • Forlì: via della Rocca n.19 (sede igiene pubblica)

  • Dovadola. Via Nazionale n.16

  • Civitella di Romagna: via XX Settembre n.6 (solo giornata di domenica)

  • Cusercoli via Carini n.3 (solo giornata di sabato )

  • Castrocaro Terme: via L. Maltoni n.43

  • Bertinoro: via Cavour n.9

  • Tredozio: via Repubblica n.28

  • Santa Sofia: via Forese (ospedale)

  • Rocca San Casciano: via S. Francesco n.4

  • Premilcuore: via Valbura n.1

  • Predappio: via Trieste n.4

  • Portico – San Benedetto: Piazza Marconi n.3 (municipio)

  • Modigliana: Piazza Oberdan (casa della salute)

Per il solo Comune di Forlì i certificati potranno essere effettuati presso la nostra sede di via della Rocca n.19 nelle giornate di lunedì 20 maggio, mercoledì 22 maggio e venerdì 24 maggio, dalle ore 11.00 alle ore 12.00, con accesso diretto, quindi senza prenotazione.

 

 

 2) Voto a domicilio per gli elettori affetti da infermità gravi, tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione e/o si trovino in dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali:

- per la visita a domicilio del medico igienista occorre contattare lo Sportello della Prevenzione del Dipartimento Sanità Pubblica della AUSL – Via della Rocca 19, Forlì, telefonando al n. 0543/733585 nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13.00.I certificati richiesti per il voto a domicilio potranno anche essere richiesti tramite il Comune inviando nominativo e indirizzo dell'interessato al fax 0543-738781.

 

3) Ospiti delle Strutture Residenziali per anziani e disabili:

- le Residenze devono inviare alla scrivente U.O., tramite Fax al N° 0543-738781, l’elenco delle persone fisicamente impedite che intendono esprimere il voto con un accompagnatore, indicando anche un numero telefonico e il nominativo di un operatore di riferimento al fine di concordare per tempo l’intervento del medico certificatore.

NB: In tutti i casi, al momento della visita per il rilascio del certificato, la persona deve essere munita di documento di identità e tessera elettorale.

 

QUI RAVENNA

 

  • RAVENNA, CERVIA, RUSSI

I certificati medici per i cittadini che non sono in grado di esprimere da soli il proprio voto, in quanto fisicamente impediti, nonché l’attestazione della condizione di elettore non deambulante, saranno rilasciati nelle sedi e negli orari di seguito indicati:

 

RAVENNA   

Ambulatorio Servizio Igiene Pubblica (sede CMP - secondo piano) Via Fiume Montone Abbandonato n. 134 - Tel. 0544/286678

GIOVEDI’ 23 maggio, VENERDI 24 maggio, SABATO 25 maggio dalle ore 10.00 alle ore 12.00

DOMENICA 26 maggio presso sede 118 Viale Randi 11     dalle ore 10.00 alle ore 12.00

 

CERVIA  

Ambulatorio Servizio Igiene Pubblica presso ex Ospedale S. Giorgio –Tel. 0544/917643 / 7641

MARTEDI 21 maggio                                       dalle ore 14.30 alle ore17.00

GIOVEDI’ 23 maggio, SABATO 25 maggio    dalle ore 10.00 alle ore 12.00

DOMENICA 26 maggio                                    dalle ore 10.00 alle ore 12.00

 

RUSSI  

Ambulatorio Servizio Igiene Pubblica presso ex Ospedale – Tel. 0544/286445 / 6446

MARTEDI 21 maggio                        dalle ore 10.00 alle ore 12.00

SABATO 25 maggio                         dalle ore 9.00 alle ore 10.00

DOMENICA 26 maggio                     dalle ore 10.00 alle ore 12.00

 

Nella giornata di Sabato 25 maggio il servizio verrà assicurato nei Consigli Territoriali del Comune di Ravenna con le seguenti modalità:

MARINA DI RAVENNA

dalle ore 10.45 alle ore 11.45

SAN PIETRO IN VINCOLI

dalle ore   9.00 alle ore 10.00

CASTIGLIONE DI RAVENNA

dalle ore   9.00 alle ore 10.00

MEZZANO

dalle ore 10.30 alle ore 11.30

PIANGIPANE

dalle ore 10.30 alle ore 11.30

SANT’ALBERTO

dalle ore   9.00 alle ore 10.00

RONCALCECI

dalle ore 10.30 alle ore 11.30

 

Fino a lunedì 6 maggio gli elettori di cui all’art. 1 della L. 07.05.2009, n. 46 recante disposizioni in materia di ammissione al voto domiciliare di elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione, dovranno rivolgersi al Servizio Igiene Pubblica telefonando al numero 0544 286698 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 11.30 per il rilascio del certificato medico da allegare alla dichiarazione di volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano.

 

  • FAENZA, CASTEL BOLOGNESE, BRISIGHELLA, RIOLO TERME, CASOLA VALSENIO, SALAROLO

 

I certificati medici  attestanti  l’impedimento fisico o la condizione di elettore non deambulante saranno rilasciati  durante gli orari di apertura degli AMBULATORI  DEL SERVIZIO IGIENE PUBBLICA:

FAENZA VIA ZACCAGNINI 22  (Ingresso B, Ambulatorio N. 44 ):

LUNEDI’      20   maggio     DALLE  ORE 08.30 ALLE ORE  11.00

VENERDI’   24   maggio         DALLE  ORE 08.30 ALLE ORE  11.00

MARTEDI    21   maggio      DALLE  ORE 14.30  ALLE ORE 17.00

GIOVEDI’    23   maggio          DALLE  ORE 14.30  ALLE ORE 17.00          

SABATO      25   maggio       DALLE ORE 09.00  ALLE ORE 11.00

BRISIGHELLA: MARTEDI’   21 maggio          DALLE ORE 9.00  ALLE ORE 10.30

CASOLA VALSENIO GIOVEDI’   23  maggio         DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 10.00

CASTELBOLOGNESE: MERCOLEDI’   22 maggio DALLE ORE 8.30 ALLE ORE 11.30

RIOLO TERME: GIOVEDI’         23 maggio DALLE ORE 10.30 ALLE ORE 12.00

SOLAROLO: MERCOLEDI’    22 maggio   DALLE ORE 12.00 ALLE ORE 13.00

 

DOMENICA  26  MAGGIO  2019:  orari apertura ambulatori del Servizio Igiene Pubblica 

FAENZA                                  DALLE ORE 09.00 ALLE ORE 11.00

CASOLA VALSENIO                        DALLE ORE 09.00 ALLE ORE 10.30

RIOLO TERME                       DALLE ORE 11.00 ALLE ORE 13.00

SOLAROLO                            DALLE ORE 11.30 ALLE ORE 13.00

CASTELBOLOGNESE          DALLE ORE 09.00 ALLE ORE 11.00

BRISIGHELLA                        DALLE ORE 11.30 ALLE ORE 13.00

Fino a lunedì  6 maggio gli elettori di cui alla L.27/01/06 n. 22 (dipendenza da apparecchiature elettromedicali) ed alla L. 7/05/09 n. 46 (infermità che renda impossibile l’allontanamento dall’abitazione) dovranno rivolgersi allo Unità Operativa Igiene e Sanità Pubblica telefonando ai numeri 0546/602503 per il rilascio del certificato medico da allegare alla dichiarazione di volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano.

 

  • LUGO

I certificati medici per i cittadini che non sono in grado di esprimere da soli il proprio voto, in quanto fisicamente impediti, nonché l’attestazione della condizione di elettore non deambulante, saranno rilasciati negli ambulatori del Servizio Igiene Pubblica nel corso della settimana precedente la votazione, osservando il seguente calendario di presenze dei medici abilitati al rilascio delle certificazioni:

ALFONSINE   lunedì   9.00 – 12.00

BAGNACAVALLO   mercoledì – venerdì  11.00 – 12.30

MASSA LOMBARDA martedì  8.30 – 11.30

COTIGNOLA  venerdì    8.30 – 9.30

FUSIGNANO  venerdì 10.00 – 11.00

LUGO  lunedì - mercoledì - giovedì  8.30 – 11.00;  martedì  14.30 – 17.00

CONSELICE venerdì  11.30 – 12.30

Le certificazioni possono essere richieste anche nel corso delle settimane precedenti durante i normali orari di apertura degli ambulatori.

 

Nella mattina di sabato 25 maggio un medico sarà presente in ambulatorio nel seguente orario:

  • LUGO  9.30 - 11.30

Nella giornata di domenica 26 maggio sarà osservato il seguente calendario di presenze, sempre presso le sedi dei corrispondenti ambulatori del Servizio, ove non diversamente specificato:

  • ALFONSINE                                                                                       11.00 - 12.00
    Filo
    (presso sede del seggio elettorale)                                                9.30 - 10.00
    Longastrino
    (presso sede del seggio elettorale)                                10.15 - 10.45
  • BAGNACAVALLO                                                                               9.30 - 10.30
  • Villanova (presso ambulatori medicina di gruppo)                               8.00 -   9.00
  • BAGNARA (presso sede del seggio elettorale)                                 12.00 - 12.30
  • CONSELICE                                                                                         8.30 -   9.30
  • COTIGNOLA                                                                                      10.30 - 11.30
  • FUSIGNANO                                                                                      11.00 - 12.00
  • LUGO                                                                                                    8.30 - 10.00
  • Voltana (presso sede del seggio elettorale)                                          8.00 -   9.00
  • MASSA LOMBARDA                                                                        10.00 - 11.00
  • S. AGATA SUL SANTERNO (presso Ufficio anagrafe)                  11.30 - 12.00

Fino a lunedì 6 maggio. gli elettori di cui all’art. 1 della
L. 07.05.2009, n. 46 recante disposizioni in materia di ammissione al voto domiciliare di elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione, dovranno rivolgersi al Servizio Igiene Pubblica telefonando al numero 0545 283055  dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 10.30 per il rilascio del certificato medico da allegare alla dichiarazione di volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano.

 

QUI RIMINI

Per elettori “con  patologie fisiche che impediscono l’autonoma espressione del voto” e “elettori aventi diritto al cambiamento di seggio senza barriere architettoniche, i certificati saranno effettuati presso gli ambulatori e negli orari di seguito riportati, cui si accede direttamente senza appuntamento.

-       Bellaria Igea Marina: piazza del Popolo, 1 – tutti i venerdì dalle ore 8.30 alle ore 11.30 e mercoledì 15 maggio, dalle 8.30 alle 11.45

-       Santarcangelo di Romagna: piazza Suor Angela Molari, 1 – tutti i lunedì e giovedì, dalle ore 8.30 alle ore 12

-       Villa Verucchio: piazza Borsalino 17, mercoledì 8 maggio dalle ore 8.30 alle 12

-       Rimini: via Coriano, 38 – tutti i lunedì e mercoledì, dalle ore 9 alle 12

-       Riccione: ambulatorio via San Miniato 16 – tutti i martedì e venerdì, dalle ore 8.30 alle 12

-       Cattolica: piazza Della Repubblica, 18 – tutti i martedì dalle ore 8.30 alle 12

-       Coriano: ambulatorio via Della Pace, 1 – giovedì 9 e 23  maggio, dalle ore 8.30 alle 12

-       Morciano di Romagna: via Arno, 40 – mercoledì 24 aprile, 8 maggio, 22 maggio, dalle ore 8.30 alle 12

-       Novafeltria: piazza Bramante, 10 – tutti i lunedì e giovedì dalle ore 8.30 alle 11

 

Le certificazioni potranno essere rilasciate, in caso di necessità, anche nel giorno del voto, domenica 26 maggio. A tal fine l’Ausl attiva un’apertura straordinaria degli ambulatori nelle seguenti sedi ed orari:

-       Ospedale Infermi, Padiglione Ovidio, ingresso Via Ovidio - dalle 9.30 alle 12 e dalle 16.30  18

-       Novafeltria: piazza Bramante 10 - dalle ore 9.30 alle 12 e dalle ore 15.30 alle 18

-       Cattolica: piazza Della Repubblica 18 - dalle ore 9.30 alle ore 12

-       Bellaria Igea Marina: piazza del Popolo 1 - dalle ore 14.30 alle 16

-       Santarcangelo di Romagna: piazza Suor Angela Molari 1 - dalle ore 9.30 alle 11

-       VillaVerucchio Piazza Borsalino 17 - dalle 11.30 alle 12

-       Morciano Via Arno 40 - dalle ore 9.30 alle 10.30

-       Coriano: via della Pace 1 – dalle ore 9.30 alle 10.30

-       Morciano di Romagna: via Arno 40 – dalle ore 11 alle 12

-       Riccione: via Sicilia, 61 – dalle ore 9.30 alle 12

Per gli elettori “impediti ad allontanarsi dalla propria abitazione, in condizione di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali” e “affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dell’abitazione in cui dimorano risulta impossibile, anche con l’ausilio dei servizi di cui all’articolo 29 della legge 104/1992, con conseguente necessità di votare al proprio domicilio (Legge n.46/2009)” le certificazioni saranno effettuate a domicilio, a richiesta degli interessati aventi diritto. La richiesta deve contenere i dati identificativi della persona, l’indirizzo presso cui dimora ed un recapito telefonico.

La richiesta deve essere presentata al Dipartimento di Sanità Pubblica di Rimini andrà inoltre allegata copia di un documento di riconoscimento e documentazione sanitaria attestante la disabilità (ad esempio verbale di invalidità civile, certificato del medico di famiglia, certificato specialistico, lettera di dimissione…). I medici designati effettueranno quindi la visita medica a domicilio, per l’eventuale rilascio del certificato. Tale certificazione dovrà poi essere presentata presso gli uffici elettorali comunali almeno 20 giorni prima della data delle elezioni. Il certificato ha validità di 45 giorni dalla sua emissione. Per qualunque informazione è comunque possibile telefonare al numero 0541/707290, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 16 .

Nell’ambito della manifestazione “10° Pasqua per un bambino” organizzata sabato scorso dal Gruppo Motopinguino di Modena e dal Gruppo Giovani Avis Ravenna, una numerosa delegazione di motociclisti - coordinati dal signor Luca Candini presidente del Gruppo Motopinguino e dal signor Ridolfi Alex referente Gruppo Giovani AVIS provinciale di Ravenna -  ha donato uova pasquali e giochi a tutti i pazienti ricoverati nel Reparto di Pediatria dell’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna. I piccoli degenti hanno potuto anche farsi fotografare in sella ad una moto trasportata per l’occasione in corsia.

 Il nutrito gruppo di Bikers è passato stanza per stanza accompagnato dagli infermieri e da una rappresentanza delle forze dell’ordine per consegnare personalmente ai bambini ricoverati uova di cioccolata e giocattoli a tema motociclistico regalando un piacevole momento di svago a tutti i piccoli degenti. L’Azienda USL ringrazia il Gruppo Motopinguino di Modena e il Gruppo giovani Avis Ravenna per la generosa donazione.

Le scuole primarie Camerani e Torre di Ravenna hanno organizzato nel corso delle ultime festività natalizie un mercatino solidale con il coinvolgimento di 800 alunni che hanno realizzato tantissimi manufatti a scopo benefico. Una quota del ricavato è stata devoluta all'Associazione il Mosaico- Amici dei bambini malati ,per essere utilizzata per le esigenze del reparto di Pediatria di Ravenna. Qualche giorno fa il Dott. Federico Marchetti, direttore dell'unità Operativa di Pediatria, accompagnato dalla vice Presidente dell' Associazione Sig.Paola Romagnoli Santini, ha fatto visita ai due plessi scolastici per ringraziare personalmente gli alunni, le Presidi e le insegnanti per aver sensibilizzato i bambini verso i loro amici meno fortunati. Il Dott. Marchetti ,ringraziando a nome di tutto il personale medico e infermieristico della Pediatria, ha concluso dicendo che “se è vero,come ha detto Robert Baden Powell che ‘Il vero modo di essere felici è quello di procurare la felicità agli altri’ posso solo complimentarmi con voi perchè sicuramente questo obiettivo è stato raggiunto

 

 

A Faenza SIGASCOTime-Out organizza sabato 4 maggio il Congresso scientifico dal titolo “Instabilità Acuta Gomito”. L’incontro, che si svolgerà al Museo Internazionale della Ceramica, cuore della città di Faenza, vedrà la presenza di una Faculty di risonanza nazionale ed internazionale e l'ampia partecipazione di professionisti dell’Unità Operativa di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale di Faenza che da molti anni si occupano della patologia dell’arto superiore in particolare del Gomito, con il raggiungimento di un elevato standard di qualità nel trattamento di tali malattie. Si allega il programma dell’evento.

Domenica 14 aprile si celebra la giornata nazionale per la donazioni di organi e tessuti promossa dal Ministero della Salute, dal Centro Nazionale Trapianti, dalle Regioni e dalle Associazioni di volontariato.

Per i Comitati Locali Donazione Organi e Tessuti, composti da rappresentanti delle istituzioni pubbliche (scuola, comune, AUSL) e delle Associazioni di volontariato attive sul territorio è l’occasione per richiamare l’attenzione sull’importanza di donare gli organi dopo la propria morte, un gesto di grande generosità che può salvare la vita anche a più di una persona. Come riporta anche il messaggio della campagna regionale “Organi, tessuti e cellule. Donare vuol dire essere. Scegli la vita, decidi di donare. Fallo adesso. Ecco come”.

Grazie alla sensibilità dei cittadini che dimostrano di avere compreso l'importanza dell'atto donativo, negli ultimi due anni l’Azienda Usl della Romagna ha registrato un alto numero di donatori effettivi (donatori a cui si è potuto prelevare almeno un organo), con risultati superiori alla media regionale e nazionale: 84 donatori effettivi,  di cui 48 nel 2017 e 36 nel 2018. Accanto a questi importanti risultati raggiunti nell’attività di donazione organi, negli ultimi anni si assiste in Romagna anche ad un incremento nelle donazioni di cornee che sono state 448  nel 2017 e 408 nel 2018.

 

Per quanto riguardo nello specifico l’ospedale Bufalini di Cesena, individuato dalla Regione quale Centro promotore dell’estensione del programma regionale “Cuore fermo ER” in altre Aziende sanitarie dell’Emilia Romagna, si registra un trend di donazioni multiorgano a cuore fermo in costante crescita: 6 nel biennio 2017-2018, già 3 quelle effettuate da inizio anno ad oggi.

 

Con il trapianto è possibile salvare la vita a molte persone che, dopo essere state gravemente ammalate e talvolta vicine alla morte, possono così riprendere una vita normale: lavorare, viaggiare, fare sport, avere bambini. Ma senza donazione, non c’è trapianto: la disponibilità di organi, tessuti e cellule dipende esclusivamente dai donatori. Per questo è importante esprimere la propria volontà di diventare donatori. Ecco come.

La dichiarazione di volontà può essere espressa:

-          rivolgendosi agli Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) dell’Ausl Romagna

-          al momento del rilascio e rinnovo della propria carta di identità, presso le anagrafi comunali di tutti i Comuni che hanno istituito la carta di identità elettronica.

-          iscrivendosi all’Aido

-          compilando il tesserino blu del ministero scaricabile on line

-          scrivendo di proprio pugno una dichiarazione su un foglio bianco.

 

Ancora un gesto di vicinanza e fiducia, da parte della società civile, nei confronti dell’Ausl Romagna. La Banca di Credito Cooperativo di Gradara (ora RivieraBanca) ha infatti donato (atto notarile del gennaio scorso) all’Ospedale “Infermi” di Rimini, una innovativa risonanza magnetica del valore di circa un milione di euro.

La nuova apparecchiatura, che sarà inaugurata ufficialmente lunedì 15 aprile, ore 11, in Aula G (Padiglione Ovidio) ospedale di Rimini , è stata presentata oggi, nel corso di una conferenza stampa in cui hanno partecipato il Presidente di RivieraBanca Fausto Caldari, il Direttore Generale dell’Ausl Romagna Marcello Tonini, il Direttore dei Presidi Ospedalieri del Riminese Romeo Giannei e il Direttore Innovazione e Valutazione delle Tecnologie dell’Ausl Roberto Camillini.

Si tratta di un’apparecchiatura assolutamente all’avanguardia: una risonanza magnetica “ad alto campo” di ultima generazione in grado di svolgere esami sull’intero corpo in un unico momento, configurata nella maniera più completa per quanto riguarda le possibili dotazioni disponibili hardware e software. Sistema tecnologicamente avanzato, è particolarmente curato anche il comfort del paziente, come dimostrano la forma compatta e le ampie dimensioni del magnete, atti a ridurre sensibilmente gli eventuali fenomeni di claustrofobia ed ansia. Come illustrato dal dottor Camillini, una serie di brevetti e soluzioni innovative lo pongono ai vertici della categoria, in particolare fra questi spiccano il sistema di posizionamento delle bobine, la qualità della catena delle radiofrequenze, le sequenze ed i protocolli di esame avanzati, che garantiscono elevate performance nello studio dei pazienti oltre che per le applicazioni di tipo generale, anche e soprattutto per quelli specialistici, con particolare riferimento ai settori del Cardiovascolare, della Neuroradiologia e della Urologia.

Il sistema lavorerà 7 giorni su 7 per almeno due turni al giorno (12 ore) per un numero di esami annui superiore a seimila. L’attività è rivolta sia a pazienti interni (ricoverati) sia a pazienti esterni che ne costituiscono il maggior numero. Uno strumento dunque di riferimento per tutte le discipline specialistiche della provincia di Rimini facendo fronte alle richieste cliniche che provengono da discipline per le quali la risonanza magnetica offre oggi nuove possibilità diagnostiche, quali ad esempio:

▪   Cardiologia;

▪   Urologia (esame multiparametrico della Prostata);

▪   Neuroradiologia;

▪   Chirurgia Vascolare.

“Questa donazione – ha spiegato il dottor Giannei - è stata inquadrata in un piano di adeguamenti strutturali che ha portato a ridefinire alcune aree dell’Ospedale “Infermi”: in particolare gli spazi un tempo occupati dal Laboratorio Analisi sono stati ripensati per diventare un polo dedicato alla diagnostica di Risonanza Magnetica e Tac”.

In questo quadro si inserisce l’iniziativa dell’istituto di credito che, ancora una volta, dimostra grande attenzione e generosità nei confronti della comunità, come testimoniato anche dalle numerosissime donazioni effettuate negli ultimi quindici anni, tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, un apparecchio per risonanza magnetica all’Ospedale di Cattolica, il sistema di elettrofisiologia per l’Ospedale di Rimini, numerose apparecchiature di minori dimensioni, ma anche varie iniziative di formazione ed innovazione per gli operatori sanitari.

“Sono innumerevoli – ha affermato il Presidente di RivieraBanca Fausto Caldari - i nostri interventi relativi alla sanità pubblica ed hanno riguardato collaborazioni con gli Ospedali di Rimini, Riccione e Cattolica con donazioni importanti quali: una suite di angiografi, una Tac, una Risonanza magnetica, diversi video-laringoscopi, un mammografo, ecografi, e defibrillatori. Una banca come la nostra, è chiamata al sostegno della sanità, perché convinta che la buona condizione fisica della popolazione in cui opera, costituisce anche la propria ricchezza. La conferenza di oggi, riguarda la donazione di una risonanza magnetica di ultima generazione in grado di svolgere esami sull’intero corpo, in un unico momento. Il sistema, il cui valore è di 1 milione di euro, è tecnologicamente molto avanzato, e garantisce elevate performance nello studio dei pazienti, sia per le applicazioni di tipo generale, sia per quelle specialistiche. In queste situazioni mi sento fiero di rappresentare i nostri soci che con noi condividono queste iniziative; che con noi si assumono la responsabilità di un diverso modo di operare, teso allo sviluppo di questo territorio”.

“Ringrazio RivieraBanca per questa nuova importante donazione – ha sottolineato il Direttore Generale dell’Ausl Marcello Tonini – che testimonia il concreto impegno profuso ancora una volta dall’Istituto a favore della sanità pubblica e il rapporto di fattiva collaborazione che da tempo esiste. Questa nuova apparecchiatura installata a Rimini è patrimonio dell’intera Romagna, a disposizione di tutti i professionisti dell’Azienda Sanitaria e di tutti i cittadini romagnoli e ci offre l’opportunità di migliorare ulteriormente la qualità delle cure e dell’assistenza, superando i confini a vantaggio di tutta la Romagna”.

E’ partita la campagna straordinaria dell’Ausl Romagna, di chiamata attiva di giovani e adulti per la vaccinazione contro il morbillo. Continuano, infatti, a verificarsi casi di morbillo nel territorio provinciale di Rimini dove da dicembre è in corso un focolaio epidemico che, ad oggi,  ha coinvolto 36 persone. Anche a Ravenna dall’inizio dell’anno sono stati registrati 8 casi di malattia, apparentemente non correlati né fra di loro nè al focolaio riminese. Gli interventi di sanità pubblica messi tempestivamente in campo a Rimini per il contenimento del focolaio sono stati di efficacia limitata, a causa della bassa adesione dei contatti suscettibili alle misure di profilassi vaccinale post-esposizione,perché di convinzioni contrarie alle vaccinazioni (cosiddetti no-vax), fattore che ha portato negli anni a creare ampie sacche di popolazione non protetta per questa malattia.

Nell’ottica di aumentare il numero di persone vaccinate in tutta la Romagna, l’Ausl ha dato il via, come peraltro recentemente annunciato, ad una campagna di chiamata attiva per la vaccinazione nelle persone adulte che, se non già vaccinate e se non immunizzate in altro modo, potranno recarsi presso gli ambulatori Ausl dei vari territori per vaccinarsi gratuitamente .

Le politiche di recupero vaccinale messe in atto a seguito della legge regionale dell’Emilia Romagna e del decreto Lorenzin, hanno coinvolto minori in età scolare e operatori sanitari, aumentando in maniera significativa i tassi di copertura per questi target , ma lasciando sostanzialmente inalterati i bassi tassi di copertura dei giovani adulti. In Italia, infatti,  il vaccino antimorbillo è disponibile dal 1976 e solo dagli anni ’90 le percentuali di copertura hanno iniziato ad essere più significative, proteggendo i bambini.

Di qui la campagna straordinaria di vaccinazione antimorbillosa rivolta agli adulti.

Negli ambiti territoriali di Forlì, Cesena e Ravenna i Servizi stanno inviando una lettera di invito alle persone nate tra il 1980 e il 1989 (partendo dai nati nel 1989) per le quali non risulta in anagrafe vaccinale alcuna dose di vaccinazione antimorbillosa. La lettera conterrà un’illustrazione della malattia e delle sue complicanze e i vantaggi individuali e collettivi della vaccinazione nonché, ovviamente, le indicazioni pratiche per l’accesso tramite prenotazione CUP. Sono finora state inviate 650 lettere di invito (250 a Ravenna e, 200 a Forlì, 200 a Cesena)

In considerazione delle caratteristiche del focolaio epidemico tuttora attivo, nella provincia di Rimini le misure sono leggermente diverse e più ampie. Il focolaio riguarda infatti prevalentemente soggetti tra i 17 e i 20 anni per cui gli inviti si rivolgeranno prioritariamente a queste fasce d’età. La Pediatria di Comunità, in aggiunta agli inviti già inviati a norma delle recenti leggi, sta inviando lettere di invito a tutti i minori non vaccinati, sia a coloro che, essendo ricompresi nelle età dell’obbligo, sono stati ripetutamente invitati ma sono tuttora inadempienti, sia ai ragazzi tra i 16 e i 18 anni, che sono usciti dall’obbligo vaccinale, per un numero complessivo di 3663 lettere di invito i due terzi dei quali già spedite. Nelle lettere si forniscono informazioni sulla malattia e sul vaccino e si invitano le famiglie a rivolgersi agli ambulatori vaccinali della Pediatria di Comunità , nei normali orari di apertura, senza necessità di prenotazione. Il Servizio Igiene Pubblica, che si occupa degli adulti, ha già inviato le prime 1700 lettere a persone con età superiore ai 18 anni partendo dai nati nel 2001. Anche queste lettere contengono un’illustrazione della malattia e le istruzioni per l’accesso alla vaccinazione che può essere libero, senza bisogno di appuntamento, tutti i mercoledì dalle 9 alle 18 presso la sede di Rimini del Servizio Igiene Pubblica di Via Coriano, oppure, in giornate e sedi diverse, su appuntamento tramite prenotazione CUP.

La vaccinazione, gratuita, è trivalente, cioè protegge contro morbillo, parotite e rosolia. Consiste in due dosi di vaccino inoculato per via intramuscolare, a distanza di almeno 4 settimane una dall’altra, e conferisce una protezione elevata e duratura nei confronti delle tre malattie. La pregressa immunità, naturale o vaccinale, per una o più di queste malattie non è una controindicazione alla vaccinazione.

Val la pena ricordare che il morbillo ha di norma un decorso più serio negli adulti rispetto ai bambini e la malattia si può accompagnare a complicanze quali otiti, polmoniti, laringotracheobronchiti ed encefaliti. Anche se molto raramente(in 1 caso ogni centomila), a seguito dell’infezione morbillosa si può sviluppare, diversi anni dopo l’infezione, una panencefalite sclerosante subacuta come conseguenza tardiva della malattia, con un decorso molto serio .

“E’ evidente – evidenzia la dottoressa Raffaella  Angelini, direttore del dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl Romagna – come la vaccinazione rappresenti un presidio fondamentale per la protezione dei singoli e della collettività. A fronte di una situazione molto difficile, in particolare in Romagna, abbiamo dunque deciso di attivare queste misure straordinarie, anche con l’obiettivo di avvicinarci, per quanto possibile alla soglia della cosiddetta ‘immunità di gregge’ grazie alla quale si possono proteggere anche quelle persone che, affette da alcune patologie, non sono nelle condizioni di potersi vaccinare e che, in questa situazione, sono fortemente a rischio”.

Grande successo anche a Rimini per Preveni…Amo”, l’iniziativa pensata da medici e operatori del Trauma Center dell’Ausl Romagna l’iniziativa pensata da medici e operatori del Trauma Center dell’Ausl Romagna, con sede a Cesena e che sta girando la principali città romagnole con l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi ad uno stile di guida prudente.  Un insegnamento prezioso per gli oltre 450 studenti delle scuole superiori degli istituti scolastici riminesi che stamattina hanno riempito il Teatro Galli per ascoltare e intervenire in un inusuale e riuscitissimo meeting tra dottori e studenti.

Dopo una coinvolgente introduzione ad opera del chirurgo Luca Ansaloni e dell'anestesista Vanni Agnoletti, medici del Trauma Center e qui in veste di presentatori dell'evento, sono arrivati i saluti del sindaco Andrea Gnassi e del direttore sanitario dell'Ausl Romagna, Stefano Busetti. “Questa giornata – ha voluto sottolineare il Sindaco Gnassi ai ragazzi – ci deve aiutare a riflettere ed ad essere più consapevoli sul fatto che la sicurezza e la prevenzione, quando si va su strada sono fondamentali. Chi guida si impegna per se stesso e per gli altri, occorre quindi farlo con prudenza e non mettere in pericolo la propria vita e quella altrui”. “Gli incidenti e i traumi – ha spiegato il dottor Busetti – sono una realtà, ma è possibile ridurli aumentando la consapevolezza sull’importanza della sicurezza stradale”.

Sul palco, un ricco panel di esperti, tra cui i piloti motociclistici riminesi Enea Bastianini, Marco Bezzecchi che hanno ribadito ai ragazzi quanto sia importante fare attenzione per strada, Andrea Albani direttore del Misano World Circuit, Giuseppe Pedrielli dirigente USP di Rimini, Andrea Rossi Comandante della Polizia Municipale di Rimini, Piero Munaretto della Polizia Municipale di Rimini e Luca Venturini della Polizia Municpale di Cesena.

Molto apprezzata dai ragazzi è stata la proiezione di alcuni video con le testimonianze dirette di incidentati e incidenti, il ruolo del Trauma Center Romagna e dei professionisti coinvolti in questa rete - Vanni Agnoletti, Luca Ansaloni, Carlo Fabbri, Costanza Martino, Luigino Tosatto, Maurizio Menarini, Vanessa Agostini,  Federico Coccolino, Emiliano Gamberini, Alessandro Valentino, nonché alcuni colleghi dell’Ospedale Infermi di Rimini, Giunluca Garulli, Stefano Landi, Giuseppe Nardi e Tiziana Perin, e del Trauma Center di Parma, Fausto Catena, Gian Luigi De’ Angelis del Trauma Center di Parma – che oggi si sono tolti il camice, hanno indossato la maglietta di “Preveni… Amo” e hanno raccontato ai ragazzi di loro coetanei che, purtroppo, non ce l’hanno fatta, o di altri che ce l’hanno fatta ma che sono rimasti paralizzati, o di altri ancora che hanno avuto una ripresa pressochè completa, come Graziano e Massimo, che hanno raccontato la loro toccante storia.

In Romagna l’incidenza dei traumi ‘maggiori’ è di circa  1.000 all’anno, di cui 500 afferiscono al Trauma Center di Cesena da tutti i territori romagnoli; di questi ultimi il 50 per cento viene ricoverato in Terapia Intensiva.  La mortalità in terapia intensiva è del 10 per cento ed uno su tre dei pazienti sopravvissuti ha esito di disabilità.

L’iniziativa è stato organizzata da Ausl Romagna e Comune di Rimini con il patrocinio della Regione e dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna. Responsabili scientifici dell’evento, Vanni Agnoletti, Luca Ansaloni e Costanza Martino.

Archivio

Mi piace