Costanza Senni

Articoli inseriti da Costanza Senni

Una nuova strumentazione, del valore complessivo di circa 11mila euro, è stato donato ieri alla Pediatria di Comunità dall'Associazione Crescere a Piccoli Passi e dalle Famiglie Santarelli-Forlivesi, che hanno unito le forze per effettuare la generosa donazione. In particolare l’Associazione Crescere Piccoli passi, che per vocazione sostiene le necessità assistenziali ed i bisogni dei nati prematuri e delle loro famiglie, si è fatta in questa occasione parte attiva, per dotare la pediatria di comunità di uno strumento fondamentale per la diagnosi precoce dei difetti visivi nell’infanzia, dimostrando una attenzione ed una visione a 360 gradi sull’importanza della prevenzione. Lo strumento donato è un autorefrattometro portatile, che permette di identificare i difetti di refrazione in modo oggettivo e di ridurre al minimo la collaborazione richiesta, velocizzando i tempi di esecuzione della visita di screening della vista nei bambini. L’individuazione precoce dei difetti visivi è fondamentale per contrastare l’ambliopia, il deficit visivo neurosensoriale, volgarmente conosciuto come “occhio pigro”, che si sviluppa prima dei sei anni di vita a causa del “non uso” inconsapevole di uno dei due occhi.

“Il trattamento dell’ambliopia – spiega il dottor Giuseppe Gaiba direttore dell’unità Operativa di oculistica dell’Ospedale Bufalini di Cesena - è possibile solo nei primi anni di vita, fin verso i 6-7 anni. Dopo tale età i risultati del trattamento sono scarsi o nulli e per tutta la vita sarà assente la visione binoculare. Individuando precocemente l’ambliopia, e riuscendo a trattarla in maniera efficace, si riduce pertanto il rischio di grave ipovisione. Un’ampia letteratura ha dimostrato l’efficacia dello screening visivo in età pediatrica: viene effettuato alla nascita (Pediatra, Oculista) per riconoscere patologie congenite e a 3 anni (pediatra, oculista, ortottista) per l’ambliopia.

“Qualsiasi patologia oculare presente alla nascita e che compare nei primi mesi di vita può compromettere lo sviluppo visivo e condizionare l’apprendimento e lo sviluppo neuro-psicomotorio nell’età evolutiva, incidendo anche sulla qualità della vita, l’indipendenza, l’autostima e l’autonomia dell’adulto - spiega la dottoressa Antonella Brunelli responsabile della Pediatria di Comunità di Cesena. Ecco perche è importante effettuare lo screening oftalmologico pediatrico dell’ambliopia. E’ rivolto a tutti i bambini e ha una alta sensibilità e specificità”.

Nel territorio cesenate lo screening dell’ambliopia viene programmato in collaborazione dalla Pediatria di Comunità e dagli ortottisti dell’Unità Operativa di Oculistica dell’Ospedale Bufalini di Cesena. E’ partito negli anni Settanta e oggi viene svolto presso le scuole materne pubbliche e private di tutto il territorio. La percentuale dei bambini cesenati affetti da ambliopia si attesta intorno al 2%, in linea con i dati di letteratura.

Alla consegna erano presenti insieme alla dottoressa Brunelli, al dottor Gaiba, al dottor Ziosi e alle ortottiste dell’Unità Operativa di Oculistica, la presidente dell’Associazione Crescere a Piccoli Passi Alice Gazzoni, le famiglie Santarelli-Forlivesi, la responsabile del fundraising aziendale Elisabetta Montesi. “ Abbiamo creato una vera e propria task force per raggiungere l’obiettivo – afferma Alice Gazzoni, presidente dell’associazione – coinvolgendo oltre alla famiglia Santarelli – Forlivesi, moltissime persone, che hanno aderito ad un evento sportivo organizzato dalla Palestra FT Studio di Cesena, grazie al quale abbiamo raccolto 6000 euro, più della metà della somma necessaria. Per cui il ringraziamento va a tutti i donatori, coloro che rispondendo alle chiamate dell’Associazione, permettono di continuare a sostenere i progetti che l’azienda sanitaria ci propone.”

L’Azienda USL e gli operatori esprimono riconoscenza per l’attenzione e la disponibilità dell’associazione e dei donatori, che con il loro supporto costante assicurano continuità ai progetti assistenziali dell’area pediatrica.

Ecco la toccante testimonianza di Cesare Sebastiani , uno dei primi pazienti covid ricoverati in Romagna. E’ stato ricoverato a Rimini e a Novafeltria poi, sia in Rianimazione che in Medicina e Lungodegenza “..mi hanno agevolato, mi hanno protetto tutti…” Ha vissuto un’esperienza difficile e intensa, che l’Ausl della Romagna ha raccolto in un video in occasione della Giornata Mondiale per la sicurezza delle cure e della persona assistita.

Guarda il video

L’emergenza sanitaria legata al virus SARS-COV2, ha evidenziato difficoltà nella gestione domiciliare dei pazienti durante la recente fase acuta della pandemia, con tendenza ad un’eccessiva ospedalizzazione anche per effettuare una corretta diagnosi di estensione della malattia, ricorrendo prevalentemente all’esecuzione di TC del torace nel sospetto di interessamento polmonare. In considerazione della positiva esperienza dei medici dell’Unità Speciale di Continuità Assistenziale (Usca) maturata a Rimini durante l’emergenza, gruppi di Medici di Medicina Generale di Forlì e Cesena, si sono organizzati con lo scopo di seguire i pazienti covid positivi o sospetti a domicilio.

Nell’ottica di una gestione territoriale più efficiente del problema, questi gruppi USCA sono stati dotati di ecografi portatili da utilizzare al domicilio del paziente, in grado di fornire informazioni sul coinvolgimento polmonare dell’infezione senza ricorrere all’esecuzione di TC. E’ stato quindi organizzato, in collaborazione tra il Dipartimento di Cure Primarie diretto dal Dr. Riccardo Varliero e l’Unità Operativa di Radiologia diretta dalla Dr.ssa Emanuela Giampalma, un corso di formazione sull’utilizzo dell’Ecografia polmonare, una metodica di consolidata efficacia per la diagnosi e il monitoraggio clinico della polmonite da SARS-Cov2. Il corso, condotto dalle Dott.sse Greta Gardelli e Martina Mughetti, con provata competenza in questo ambito, testimoniata dalla frequente partecipazione come docenti ad eventi formativi nazionali e internazionali, si articola in una parte teorica in aula e una parte pratica direttamente svolta presso la Radiologia dell’Ospedale Bufalini.

I medici partecipanti saranno alla fine in grado di eseguire controlli ecografici polmonari nei casi dubbi o accertati come Covid positivi, valutando l’andamento nel tempo dell’infezione senza dover spostare il paziente dal proprio domicilio se non quando realmente necessario e senza sottoporli ad esami radioesponenti come la TC per ottenere le informazioni diagnostiche sufficienti per una corretta terapia domiciliare.

La collaborazione fra medicina del territorio e Ospedale, in questo caso con l’Unità Operativa di Radiologia, dimostra come l’integrazione delle competenze sia la chiave per migliorare il percorso di diagnosi e cura, riducendo il rischio di ospedalizzazioni non necessarie e il possibile aumentato rischio di contagi.

Si informano gli utenti della Casa della Salute della Rigossa che il Comune di Gambettola ha disposto la chiusura parziale e temporanea di Via Viole - e quindi l’accesso stradale alla sede AUSL - nel tratto compreso tra via Cesare Battisti e il “Colosseo” dalle 12,30 alle 13,00 nei giorni di scuola fino al 3 ottobre 2020 e dalle ore 16 alle ore 16,30 dal 5 ottobre per permettere l’accesso straordinario alla scuola degli studenti.

L’accesso alla struttura Ausl è comunque consentito dal passaggio pedonale in Via pascoli e dalla Via Viole.

Maggiori info su http://www.comune.gambettola.fc.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=13105

Palazzi storici e monumenti simbolo delle principali città romagnole illuminati di arancione, locandine informative e video testimonianze di operatori sanitari e cittadini per promuovere la sicurezza delle cure e ricordare che spetta a tutti noi collaborare per mantenere sicure le cure e ridurre i rischi.

Anche l’Azienda USL della Romagna in collaborazione con le Amministrazioni locali aderisce alla World Patient Safety Day, la giornata Mondiale per la sicurezza delle cure e della persona assistita che si celebra il 17 settembre con iniziative di sensibilizzazione e la simbolica illuminazione in colore arancione di monumenti. A Cesena verrà illuminata la Fontana Masini, a Forlì la Fontana di Piazza Ordelaffi, a Rimini la Rocca Malatestiana, a Ravenna Palazzo Rasponi dalle Teste e Torre antica del castrum di Russi.

Quest’anno il tema della sicurezza delle cure assume un significato particolare nel contesto dell’epidemia Covid-19. Non a caso lo slogan scelto dall’Organizzazione mondiale della sanità è “Operatori sicuri, pazienti sicuri”, per sottolineare l’interrelazione tra sicurezza degli operatori sanitari e sicurezza dei pazienti: la sicurezza dei primi è fondamentale per garantire la sicurezza dei secondi. Un obiettivo che può essere raggiunto solo collaborando insieme e mettendo in pratica comportamenti corretti da parte di tutti.

“Da anni – sottolinea il dottor Carlo Biagetti responsabile del programma per la gestione del rischio infettivo dell’AUSL Romagna nonché componente dell’Osservatorio aziendale per la Sicurezza delle Cure - l’Azienda USL della Romagna è impegnata a promuovere la sicurezza nelle strutture sanitarie e a prevenire, evitare e mitigare i potenziali esiti indesiderati. Ma per migliorare ancora c’è bisogno dell’aiuto di tutti, di fare squadra, consapevoli che il servizio sanitario è un bene prezioso per tutti ed insieme possiamo migliorarlo”.

Quindi aiutaci: quando accedi a una prestazione, non dimenticare la tessera sanitaria e un documento d’identità. Comunica con precisione agli operatori le terapie che stai effettuando ed eventuali allergie di cui sei a conoscenza. Ascolta le raccomandazioni del personale sanitario per ridurre il rischio di cadute. Altrettanto importante è la sicurezza degli operatori sanitari. La pandemia covid ha evidenziato le enormi sfide che gli operatori sanitari stanno ancora affrontando a livello globale, evidenziando il loro operato nonostante i pericoli. Ricordiamo che l’operatore sanitario prima ancora di essere un professionista è una persona proprio come te e come tale ha altrettanto bisogno di protezione e sicurezza. La Protezione e la sicurezza degli operatori passa anche attraverso l’adozione di strumenti come la definizione di percorsi che agevolino l’attività in contesti a rischio, l’uso dei dispositivi di protezione individuale, l’utilizzo di strumenti innovativi per la formazione e l’addestramento continuo, per la teleassistenza e l’accesso ai servizi.

Per questo l’Osservatorio per la Sicurezza delle Cure dell’AUSL Romagna sottolinea quanto sia importante che ciascun cittadino protegga se stesso e gli altri seguendo le raccomandazioni: MANTIENI LE DISTANZE, METTI LA MASCHERINA, LAVATI LE MANI. Proteggiamoci insieme, ciascuno di noi può fare la differenza. Anche la vaccinazione contro l’influenza è fondamentale perché chi sceglie la prevenzione protegge anche gli altri.

La dr.ssa Annita Caminati, responsabile della gestione del rschio e sicurezza delle cure in AUSL della Romagna, invita i pazienti ad essere parte attiva nella riduzione dei rischi sanitari seguendo poche, fondamentali regole di prevenzione. Video a cura dell’Osservatorio per la Sicurezza delle Cure dell’AUSL Romagna

Nell’Ausl della Romagna è da molti anni in uso il sistema di incident reporting. Si tratta di un sistema di segnalazione che permette a tutti gli operatori sanitari di segnalare situazioni di rischio, o eventi indesiderati. La raccolta sistematica e la periodica analisi delle segnalazioni, permette di apprendere dall’esperienza, di promuovere la conoscenza di rischi presenti o potenziali e di acquisire informazioni indispensabili per adottare misure idonee a ridurre o prevenire eventuali rischi. In totale, nell’anno 2019, le segnalazioni Incident Reporting sono state n. 1.513 di queste, le segnalazioni più frequenti riguardano la gestione della terapia farmacologica, l’identificazione del paziente e la documentazione che lo accompagna. L’analisi delle segnalazioni ha permesso di evidenziare quanto sia importante che ogni cittadino collabori nella promozione della sicurezza.

In allegato la locandina.

Si è conclusa ieri, con la sua terza giornata, al Parco del Levante di Cesenatico, la grande Marcia per i Diritti delle persone con Alzheimer.  Per dare a tutti la possibilità di partecipare, la 42 km si è trasformata in una 42 ore. Le partenze scaglionate hanno permesso a circa 1.500 podisti e camminatori di partecipare nel rispetto delle norme anticovid. Tante donne, a gruppi, sole, in cammino o di corsa, tra i partecipanti: una singolarità per il mondo delle corse, in prevalenza maschile, in quello che possiamo definire il primo appuntamento sportivo che si sia svolto post covid in Romagna. “Ancora una volta siamo commossi e stupiti della partecipazione, del calore e dell’affezione a Maratona Alzheimer. La volontà e l’impegno di svolgere l’evento in questa edizione speciale è stato colto dai più di 100 instancabili volontari che ci hanno permesso di realizzare la nona edizione ed è stato amplificato dalle tante persone che hanno aderito” ha dichiarato Giorgia Battelli, Presidente dell’ASD Maratona Alzheimer.

Gli appuntamenti di domenica 13 settembre hanno avuto inizio alle 9.30 con la Banda della Città di Sarsina. Alle 11 si è svolto un incontro sugli itinerari della prevenzione Alzheimer con Mauro Palazzi, Direttore U.O. Epidemiologia e Comunicazione Cesena e Forlì dipartimento di sanità Pubblica dell’AUSL Romagna, Mariagiovanna Bonasso, Psicologa Responsabile Progetti di “Amici di Casa Insieme”, Rachele Nanni Responsabile Programma di Psicologia AUSL Romagna.

“Dalla grande vicinanza dei partecipanti e dei volontari siamo incoraggiati nell’aprire una nuova stagione di Maratona Alzheimer che ha nella sua logica l’intento di unire persone, volontariato ed enti con l’obiettivo di mettere al centro le tematiche delle persone che vivono con una demenza. La realizzazione contemporanea dell’Alzheimer Fest alla Colonia Agip in questa tre giorni ha coinvolto in prima persona, medici, operatori e responsabili dei servizi, provenienti da molte parti d’Italia, che con la loro presenza sostanziale e non formale si sono uniti a questo atto di resistenza e speranza proponendo questa edizione 2020” Queste le parole di Stefano Montalti, Presidente della Fondazione Maratona Alzheimer.

La giornata al Parco di Levante si è conclusa con la consegna delle bandiere chilometriche di Maratona Alzheimer che nelle scorse edizioni segnalavano il percorso dei 42 km: in questi giorni raggiungeranno le piazze di Roma, Reggio Emilia, Macerata, Modena, Asti, Ravenna, Novara, Mirandola, Palermo oltre a quelle disseminate nel territorio romagnolo, Cesenatico, Bagno di Romagna, Sarsina, Mercato Saraceno, Ravenna, Lugo e Forlì. Più di 15 le associazioni Alzheimer Italiane che hanno aderito alla Maratona Diffusa che si svolgerà nel week-end del 19-21 settembre. La prima bandiera sarà posizionata a Cesenatico, mentre l’ultima a Roma. Grande finale alla Colonia Agip con gli amici dell’Alzheimer Fest (svoltosi in contemporanea a pochi metri dal Parco) con lo spettacolo di Roberto Mercadini “A chi dimentica”. Soddisfatti anche gli organizzatori del Fest: nonostante le difficoltà associazioni, familiari e medici erano presenti ai tanti eventi che si sono susseguiti ed è stato possibile fare festa tutti insieme.

L’edizione Virtuale della Maratona continua fino al 21 settembre: sul sito www.maratonaalzheimer.it ci si può ancora iscrivere alla parte virtuale contribuendo a sostenere i diritti delle persone con demenza: per progetti di cura, prevenzione e ricerca Alzheimer, sinora oltre 1000 i sostenitori da tutta Italia!

In vista delle consultazioni referendarie ed elettorali (dove previste) nelle giornate di domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020, i Servizi di Igiene e Sanità Pubblica dell’Ausl Romagna informano sulle modalità per il rilascio di certificati per l’ammissione al voto assistito per elettori fisicamente impediti e al voto domiciliare per elettori affetti da infermità gravi che ne rendono impossibile l’allontanamento dall’abitazione.

 

QUI CESENA

Voto assistito. La certificazione viene rilasciata, in presenza dell’elettore interessato, presso gli ambulatori del Servizio di Igiene Pubblica durante gli orari attuali di apertura settimanali e nelle giornate di consultazione referendaria domenica 20 e lunedì 21 settembre nelle sedi e orari di seguito riportati.

Aperture ambulatoriali settimanali

• Cesena , Piazza Anna Magnani 146 : Lun , Mar, Gio e Ven ore 8.30-12.30

• Cesenatico, Largo S. Giacomo, 15: Mer ore 14.00-16.00 e Gio ore 8.30-12.30

• Savignano sul R. Via F.lli Bandiera 15: Lun8.30-12.30

Aperture ambulatoriali Domenica 20 e Lunedì 21 Settembre

  • Cesena, Piazza Anna Magnani 146: Dom 20 settembre ore12.00-13.00; Lun 21 settembre ore 8.30-12.30
  • Bagno di R. c/o Ospedale di S. Piero in B. : Dom 20 settembre ore 09.30 -10.30
  • Cesenatico, Largo S. Giacomo 15: Dom 20 settembre ore 12.15-13.00
  • Savignano sul R., Via F.lli Bandiera 15: Lun 21 settembre ore 8.30-12.30

Per il rilascio della certificazione non è necessaria alcuna prenotazione. Si raccomanda di portare ogni eventuale documentazione clinica ritenuta opportuna per la valutazione (es. invalidità civile, referti specialistici), nonché un documento di identità valido.

Voto domiciliare. Oltre alle persone in condizione di dipendenza continuativa da apparecchiature elettromedicali, possono accedere al voto domiciliare anche gli elettori affetti da gravissima infermità per i quali l’allontanamento dal domicilio risulti impossibile anche con eventuale trasporto organizzato dal Comune. Per la specifica certificazione da allegare alla domanda rivolta al Sindaco, è necessario telefonare al cellulare 348 0198772 in modo da fissare un appuntamento per la visita da parte del Medico certificatore al domicilio del richiedente.

Nella giornata di domenica 20 settembre per eventuali necessità sarà possibile attivare la reperibilità del Medico Igienista (tel. 0547 394600).

 

QUI FORLì

Voto a domicilio. E’ riservato ad elettori affetti da infermità gravi, tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione e/o si trovino in dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. I certificati per il voto da esercitare al proprio domicilio possono essere richiesti contattando il punto informativo del Dipartimento Sanità Pubblica della AUSL – Via della Rocca 19, Forlì, telefonando al n. 0543/733585 nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13.00 a partire dal 7 settembre 2020.

Voto assistito a seggio. I certificati per le persone che possono recarsi al seggio autonomamente saranno rilasciati agli aventi diritto che ne faranno richiesta presentandosi nelle seguenti sedi, nella giornata 20 settembre 2020, con documento di identità e scheda elettorale.

Per il solo Comune di Forlì i certificati potranno essere effettuati presso la sede dell’Ausl di via della Rocca n.19 nelle seguenti giornate: 7-9-11-14-16-18 settembre, dalle ore 11.00 alle ore 12.00, con accesso diretto, cioè senza necessità di prenotare, presentando documento di riconoscimento e certificato elettorale.

Calendario 20 settembre 2020

Bertinoro 9.00-9.45 -

Premilcuore 9.00-9.30

Portico S.B. 9.00-9.30

S. Sofia 9.00-9.45

Tredozio 15.00-1530

Forlimpopoli 10.00-10.45

Predappio 10.15-11.00

Rocca s.C. 10.00-10.45

Galeata 10.00-10.45

Modigliana 16.00-16.45

Meldola 11.30-12.15

Castrocaro T. 11.45-12.30

Dovadola 11.15-12.00

Civitella R. 11.00-11.45

Forli 9-12

 

ELENCO PUNTI DI EROGAZIONE DEI CERTIFICATI nella giornata del 20 settembre

• Meldola: via Ca' Baccagli n.1 (presso istituto "Drudi") • Galeata: via Castellucci 6/8 • Forlimpopoli: via Duca D'Aosta 33 (presso casa della salute) • Forlì: via della Rocca n.19 (sede igiene pubblica) • Dovadola. Via Nazionale n.16 • Civitella di Romagna: via XX Settembre n.6 • Castrocaro Terme: via L. Maltoni n.43 • Bertinoro: via Cavour n.9 • Tredozio: via Repubblica n.28 • Santa Sofia: via Forese (presso ospedale) • Rocca San Casciano: via S. Francesco n.4 • Premilcuore: via Valbura n.1 • Predappio: via Trieste n.4 • Portico – San Benedetto: Piazza Marconi n.3 (sede municipale di Portico) • Modigliana: Piazza Oberdan (presso casa della salute)

 

QUI RIMINI

Gli elettori aventi diritto al Voto assistito (fisicamente impediti) e al cambiamento di Seggio (senza barriere architettoniche) possono accedere senza prenotazione in qualunque ambulatorio nelle sedi e orari di seguito indicati:

  1. Rimini: Via Coriano n. 38 Rimini - tutti i lunedì e mercoledì ore 9.00- 11,30
  2. Riccione: Viale Formia 14 Riccione – tutti i martedì e venerdì ore 9,00-11,30

Il giorno domenica 20 gli ambulatori dedicati sono i seguenti: • Rimini ore 9,30-10,30 Via Ovidio (padiglione ospedale) • Riccione ore 11,00-12,00 Viale Sicilia • Novafeltria ore 10,30-11,30 Piazza Bramante 10

Il giorno lunedì 21 settembre l'ambulatorio di Rimini dalle ore 8,30 alle 12,00 è a disposizione per gli elettori disabili ed è di riferimento per tutta la Provincia.

 

QUI RAVENNA

• Ravenna

Voto assistito. I certificati medici per i cittadini che non sono in grado di esprimere da soli il proprio voto, in quanto fisicamente impediti, nonché l’attestazione della condizione di elettore non deambulante, saranno rilasciati nelle sedi e negli orari di seguito indicati

RAVENNA Ambulatorio Servizio Igiene Pubblica (sede CMP - secondo piano) Via Fiume Montone Abbandonato n. 134 - Tel. 0544/286678. GIOVEDI’17 settembre, VENERDI 18 settembre, SABATO 19 settembre e lunedì 21 settembre dalle ore 10.00 alle ore 12.00; DOMENICA 20 settembre dalle ore 10.00 alle ore 12.00

CERVIA Ambulatorio Servizio Igiene Pubblica presso ex Ospedale S. Giorgio –Tel. 0544/917643 / 7641 MARTEDI’ 15 settembre dalle ore 14.30 alle ore17.00; GIOVEDI’ 17 settembre, dalle ore 10.00 alle ore 12.00; SABATO 19 settembre dalle ore 9.00 alle ore 10.00; DOMENICA 20 settembre dalle ore 9.00 alle ore 10.00

RUSSI Ambulatorio Servizio Igiene Pubblica presso ex Ospedale – Tel. 0544/286445 / 6446; SABATO 19 settembre dalle ore 9.00 alle ore 10.00; DOMENICA 20 settembre dalle ore 9.00 alle ore 10.00

Voto domiciliare. Gli elettori di cui all’art. 1 della L. 07.05.2009, n. 46 recante disposizioni in materia di ammissione al voto domiciliare di elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano e gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi previsti dal trasporto pubblico che i comuni organizzano in occasione di consultazioni elettorali, dovranno rivolgersi al Servizio Igiene Pubblica telefonando al numero 0544 286698 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 per il rilascio del certificato medico da allegare alla dichiarazione di volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano.

 

• Faenza

Voto assistito. I certificati medici per i cittadini che non sono in grado di esprimere da soli il proprio voto, in quanto fisicamente impediti, nonché l’attestazione della condizione di elettore non deambulante, saranno rilasciati negli ambulatori del Servizio Igiene Pubblica nel corso della settimana precedente la votazione, osservando il seguente calendario di presenze dei medici abilitati al rilascio delle certificazioni

 

  • FAENZA lunedì-venerdì 8.30 – 12.00 giovedì 14.30 – 17.00 sabato 9.00 – 11.00
  • BRISIGHELLA mercoledì 8.30 – 9.30
  • CASOLA VALSENIO giovedì 9.00 – 10.00
  • CASTELBOLOGNESE mercoledì 10.30 – 11.30
  •  RIOLO TERME giovedì 10.30 – 11.30
  • SOLAROLO mercoledì 12.00 – 13.00

le certificazioni possono essere richieste anche nel corso delle settimane precedenti durante i normali orari di apertura dell’ambulatorio di Faenza. Nella giornata di domenica 20 settembre sarà osservato il seguente calendario di presenze, sempre presso le sedi dei corrispondenti ambulatori del Servizio:

  • FAENZA 10.30 - 12.30
  •  BRISIGHELLA 9.00 - 10.00
  • CASOLA VALSENIO 9.00 - 10.00
  • CASTELBOLOGNESE 13.00 - 14.00
  • RIOLO TERME 10.30 - 11.30
  • SOLAROLO 12.00 - 13.00

Voto domiciliare. Gli elettori di cui all’art. 1 della Legge 07.05.2009, n. 46 recante disposizioni in materia di ammissione al voto domiciliare di elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano e gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi previsti dal trasporto pubblico che i comuni organizzano in occasione di consultazioni elettorali, dovranno rivolgersi al Servizio Igiene Pubblica telefonando al numero 0546 602524 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 11.00 per il rilascio del certificato medico da allegare alla dichiarazione di volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano.

 

• Lugo

Voto assistito. I certificati medici saranno rilasciati negli ambulatori del Servizio Igiene Pubblica nel corso della settimana precedente la votazione, osservando il seguente calendario di presenze dei medici abilitati al rilascio delle certificazioni:

  • ALFONSINE venerdì 8.00 – 9.00
  • BAGNACAVALLO venerdì 17.00 – 18.00
  •  CONSELICE venerdì 11.00 – 12.00
  • COTIGNOLA venerdì 15.30 – 16.30
  •  FUSIGNANO venerdì 9.30 – 10.30
  • LUGO giovedì 8.30 – 12.00 martedì 14.30 – 17.00
  • MASSA LOMBARDA venerdì 14.00 – 15.00

Le certificazioni possono essere richieste anche nel corso delle settimane precedenti durante i normali orari di apertura dell’ ambulatorio di Lugo. Nella mattina di sabato 19 settembre un medico sarà presente in ambulatorio A Lugo nel seguente orario: 9.00 - 11.00

Nella giornata di domenica 20 settembre sarà osservato il seguente calendario di presenze, sempre presso le sedi dei corrispondenti ambulatori del Servizio, ove non diversamente specificato:

 

  • ALFONSINE 11.00 - 12.00
  •  BAGNACAVALLO 9.30 - 10.30
  • BAGNARA (presso sede del seggio elettorale) 12.00 - 12.30
  • CONSELICE 8.30 - 9.30 • COTIGNOLA 10.30 - 11.30
  • FUSIGNANO 8.00 - 9.00 • LUGO 8.30- 10.00
  • MASSA LOMBARDA 10.00 -11.00
  • SANT’AGATA SUL SANTERNO 11.30 -12.00

 

All’atto della richiesta di certificazione l’elettore fisicamente impedito o non deambulante dovrà esibire la tessera elettorale, nonché un documento di riconoscimento valido.

Voto domiciliare. Gli elettori di cui all’art. 1 della L. 07.05.2009, n. 46 recante disposizioni in materia di ammissione al voto domiciliare di elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano e gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi previsti dal trasporto pubblico che i comuni organizzano in occasione di consultazioni elettorali, dovranno rivolgersi al Servizio Igiene Pubblica telefonando al numero 0545 283055 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 10.30 per il rilascio del certificato medico da allegare alla dichiarazione di volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano.

 

‘Incontri con l’autore’ al Centro Diurno La Meridiana. Due appuntamenti in programma giovedì 10 e venerdì 11 settembre, alle ore 18, nel giardino della struttura di Via Cerchia Sant’Egidio 2621.

giovedì 10 settembre si terrà la presentazione del libro “La notte ha la mia voce” con l’autrice Alessandra Sarchi. Romanzo autobiografico pubblicato nel 2017 ha vinto il Premio Mondello e la prima edizione del premio Wondy per la letteratura resiliente.

Venerdì ’11 settembre, sempre alle ore 18, Claudio Venturelli e Manuela Gori presenteranno il volume “Momenti sospesi”, una raccolta di poesie e racconti scritti durante l’emergenza sanitaria da poetesse e poeti, autrice e autori conosciuti e sconosciuti, tra cui insegnanti, studenti e medici, con il preciso scopo benefico di devolvere l’incasso a favore dell’ospedale Bufalini

L’iniziativa è organizzata dal Centro Diurno La Meridiana nell’ambito del progetto “Oltre il Giardino”, promosso da Ausl in collaborazione con il Comune di Cesena, il Quartiere Cervese Sud e finalizzato alla promozione della salute tra biodiversità, cultura, e inclusione sociale.

La partecipazione è gratuita.

Maratona Alzheimer e Alzheimer Fest quest’anno insieme per la prima volta. L’appuntamento è a Cesenatico, dall’11 al 13 settembre, con un ricco calendario di eventi e manifestazioni per sensibilizzare la popolazione e promuovere una maggiore consapevolezza della malattia e dei bisogni delle persone malate di Alzheimer e demenza.

Teatro dell’Alzheimer Fest - promosso dall’omonima associazione presieduta da Michele Farina, giornalista del Corriere della Sera e dal Prof. Marco Trabucchi, Presidente dell'Associazione Italiana di Psicogeriatria - sarà la Colonia Agip, con una serie di interventi culturali, di approfondimento con focus particolare sul tema “La cura dopo la tempesta” per celebrare la vita rendendo testimonianza, ricordando chi se ne è andato in solitudine e chi è rimasto isolato nell’affrontare un’esperienza di dolore e di coraggio: malati, familiari, operatori. Ci saranno appuntamenti in città e un filo diretto con il vicinissimo Parco del Levante, punto di partenza di una originalissima versione 20 punto 20 della Maratona Alzheimer.

Maratona Alzheimer - giunta alla sua nona edizione e organizzata dall'associazione ‘Amici di Casa Insieme’ con il supporto tecnico dell'Asd Maratona Alzheimer - quest’anno propone un circuito di 8 km, con partenza e rientro al Parco di Levante, che attraversa la zona dei Giardini al Mare, passando sotto al grattacielo e costeggiando gli stabilimenti balneari, lambisce il molo con rientro dalla spiaggia e passaggio dalla Colonia Agip per un saluto agli amici dell'Alzheimer Fest! Chiunque, dall'11 al 21 settembre, 'Giornata Mondiale Alzheimer', potrà percorrere in autonomia quanti più chilometri riesce, in marcia, di corsa e anche in bicicletta: tutti i chilometri percorsi andranno ad aggiungersi ai 700mila già raggiunti dai partecipanti sin dalla prima edizione del 2012 della maratona fino ad oggi. L'obiettivo è raggiungere il traguardo di 1 milione di chilometri: 1 milione, tante quante sono in Italia le persone affette da questa malattia. Da Cesenatico le bandiere di Maratona Alzheimer, posizionate a segnalare il percorso dei 42 km degli scorsi anni, raggiungeranno diverse piazze d'Italia. Il week-end del 19-21 settembre, infine, ci saranno sparse per il nostro Paese numerose postazioni informative, con focus sulla prevenzione e sulla sensibilizzazione della malattia. Sul sito www.maratonaalzheimer.it ci si potrà iscrivere all'evento e contribuire al progetto con una donazione minima di 10 euro.

Info e programmi sono consultabili in allegato e sui siti www.alzheimerfest.it e www.maratonaalzheimer.it

Continua l’impegno di Astra Onlus a sostegno dell’attività dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Bufalini di Cesena.

L’Associazione Sos Traumaneuro Romagna - che si occupa di promuovere sul territorio attività di solidarietà e assistenza sociosanitaria nel settore anestesiologico e rianimatorio, anche con l'acquisizione delle tecnologie necessarie all'assistenza e alla cura dei pazienti - ha recentemente donato al reparto cesenate 3 monitor samsung smart tv che vanno a rinnovare la sala briefing della terapia intensiva, rendendo gli ambienti multimediali e interattivi.

L’Azienda USL della Romagna e i professionisti ringraziano l’Associazione ASTRA e tutti coloro che hanno contribuito a questa nuova generosa donazione.

Cerca notizia

Archivio