Skip to main content
Tiziana Rambelli

Articoli inseriti da Tiziana Rambelli

 

Il Prof Paolo Muratori, Direttore della Unità Operativa di Medicina Interna  di Forlì e  Santa Sofia e professore associato di Medicina Interna presso l’Università di Bologna (Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita), compare fra gli esperti mondiali di Epatite Autoimmune (secondo in Italia e trentunesimo al mondo) sul sito www.expertscape.com La selezione avviene, per ogni singola patologia, in funzione della quantità e della qualità della produzione scientifica degli ultimi dieci anni. Il professore Paolo Muratori rientra in questa particolare graduatoria per quanto riguarda l’Epatite Autoimmune, una rara forma di epatite cronica che sa essere particolarmente aggressiva e che, se non adeguatamente riconosciuta e  trattata, porta invariabilmente alla cirrosi epatica e alle complicanze ad essa correlate.

“L’aspetto che maggiormente ci inorgoglisce – sottolinea il Prof Paolo Muratori -  è vedere il nostro gruppo di ricerca epatologico (composto anche dal Professore Marco Lenzi e dal professore Luigi Muratori) di cui ho fatto parte fino a pochi mesi fa e col quale continua una proficua collaborazione  ai primi posti mondiali di questa classifica e primo in assoluto fra i gruppi di ricerca italiani e  l’Università di Bologna al primo posto fra le Università Italiane. Il nostro compianto maestro Prof Francesco B. Bianchi sarebbe orgoglioso di tale traguardo” L’Ausl Romagna si congratula con il professor Muratori per l’importante attività scientifica svolta in questi anni presso l’Ateneo di Bologna

Oggi presso l'ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì, si è  tenuto il workshop diretto dal Prof Giorgio Ercolani, direttore della Chirurgia e Terapie Oncologiche Avanzate di Forlì e coordinato dalla dr.ssa Raffaella Signani e dal Dr. Davide Cavaliere,  sulla gestione perioperatoria del paziente chirurgico. Il corso si è focalizzato sui moderni protocolli di preparazione all'intervento, l'applicazione di tecniche mininvasive e di riabilitazione precoce (Enhanced Recovery After Surgery - ERAS).

Invitati tutti i direttori delle chirurgie generali della Ausl Romagna.

"L’ERAS (Enhanced Recovery After Surgery, ovvero “miglior recupero post intervento chirurgico”)  - spiega il professor Ercolani- è  un approccio innovativo e multidisciplinare del paziente sottoposto ad intervento chirurgico,che  coinvolge diversi specialisti e figure professionali tra cui il chirurgo, l’anestesista, l’infermiere, il fisioterapista e il dietista, che assistono il paziente durante il suo percorso pre e post operatorio. 

 L'obiettivo è stato di facilitare il processo di implementazione e applicazione di tali percorsi in chirurgia generale anche nell'ospedale di Forlì, sfruttando l'esperienza maturata negli ultimi anni a livello aziendale con un programma polispecialistico/multiprofessionale e stimolando l'aggiornamento di tutti i professionisti coinvolti a vario livello. Per questo abbiamo invitato a parlare il dottor  Gianluca Garulli, direttore dell’unità operativa di Chirurgia generale  dell'ospedale di Rimini, che ha ottenuto la certificazione internazionale Eras (Enhanced recovery after Surgery)".

L’accesso al Drive Through della Romagna senza appuntamento è consentito solo alle persone sintomatiche con prescrizione del medico di medicina Genetrale o del pediatra.

Per tutte le altre condizioni (fine quarantena e fine isolamento, screening) è indispensabile l’appuntamento sulla base della programmazione definita dai Servizi Igiene Pubblica e non deve essere chiesto nulla al Medico curante.

Si ricorda che il tampone di fine isolamento e fine quarantena può essere effettuato nelle farmacie, senza prescrizione medica, esibendo la disposizione di isolamento e di quarantena.

Purtroppo continuano a presentarsi persone senza appuntamento e senza prescrizione per le quali il tampone non verrà più effettuato.

Da lunedì 10 gennaio i tamponi rapidi in farmacia per porre termine al periodo di isolamento o quarantena, costo a carico del servizio sanitario. Nelle farmacie lo potranno fare anche gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado nella cui classe si sia verificato un caso Covid (il primo test e il secondo a cinque giorni dal primo): sarà a carico della struttura commissariale.

 

Test rapido in farmacia per chiusura isolamento/quarantena

Grazie all’accordo con le associazioni delle farmacie, da lunedì 10 gennaio in Emilia-Romagna le persone senza sintomi Covid-19 possono recarsi nelle farmacie convenzionate per eseguire il test antigenico rapido nasale.
Lo potranno fare purché rientranti nei seguenti casi: per effettuare uno screening di controllo oppure, se asintomatiche e in quarantena per aver avuto un contatto stretto con un caso di Covid, per chiudere il periodo di quarantena stessa (entro 24 ore riceveranno in modalità automatica dall’azienda sanitaria il referto di chiusura del caso e riattivazione del Green pass).

Nel caso poi per queste persone il test risulti positivo, potranno effettuare il test antigenico rapido nasale sempre in farmacia dopo 10 giorni per la chiusura del periodo di isolamento o dopo 7 giorni nel caso si tratti di persona vaccinata con terza dose (booster), che abbia completato il ciclo primario o sia guarita dal Covid, sempre da meno di 4 mesi.

I tamponi eseguiti per chiusura quarantena o isolamento sono a carico del Servizio sanitario.

Nell’accordo con le farmacie rientra anche un punto relativo alle scuole. Potranno infatti fare il test antigenico rapido gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado nella cui classe si sia verificato un caso COVID, su richiesta del medico di medicina generale o del pediatra. In particolare, potranno fare il primo test nel momento in cui viene rilevata la presenza di un positivo e il secondo test a cinque giorni dal primo. Il tampone sarà a carico della struttura commissariale.

 

Autotesting: avvio immediato della quarantena col test rapido fatto in proprio.

Per le persone che abbiano eseguito da sole il test antigenico rapido nasale a domicilio, in caso di esito positivo ci sarà la possibilità di registrare su un apposito portale della Regione - attivo dal 17 gennaio - i risultati dell’autotest, avviando immediatamente il periodo di isolamento.

In questo caso, potrà essere utilizzato solo uno dei test rapidi validi in farmacia. Inoltre, le persone che potranno ricorrere a questa opportunità dovranno rientrare nelle seguenti casistiche: avere già ricevuto la seconda dose vaccinale, indipendentemente dalla data della somministrazione; avere attivato il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) o, nel caso di minori, essere associati al FSE del genitore.

Il caricamento dell’esito avverrà attraverso l’inserimento della foto con il risultato del test, la scelta del test usato dall’elenco di quelli validi, notizie sul comportamento da tenere in caso di comparsa di sintomi, quelle sul tipo di certificato che verrà inviato sul FSE da parte dei Dipartimenti di sanità pubblica.

Le persone che potranno fare l’autotesting in Emilia-Romagna sono tutte quelle che hanno concluso almeno il ciclo primario di vaccinazione. In questo modo sarà impossibile l'autotesting a chi non si è voluto vaccinare per contrarietà alla procedura.

 

Casistiche per le quali possono essere eseguiti tamponi antigenici rapidi nasali in farmacia convenzionata


Si sottolinea che possono eseguire il test antigenico rapido nasale in farmacia convenzionata unicamente le persone senza sintomi di COVID-19.

In caso di positività rilevata con un self-test antigenico rapido nasale il cittadino non potrà recarsi in farmacia, ma rivolgersi al proprio medico curante per valutare la presenza di sintomi e la conseguente procedura da attivare.

 

A. Test eseguito in ambito di screening

1. ESITO NEGATIVO. In caso di esito negativo non si applica alcuna restrizione.

2. ESITO POSITIVO. Il risultato deve essere registrato sul Portale Farmacie. L’AUSL apre il caso con la presa in carico da parte del Dipartimenti di Sanità Pubblica tramite verifiche rispetto allo stato vaccinale o alla pregressa malattia da COVID-19, ai fini dell’applicazione delle misure di prevenzione della diffusione del contagio.

La farmacia potrà già prenotare un appuntamento per l’esecuzione del test di chiusura del provvedimento di isolamento di cui al successivo punto C, interpellando[1] il cittadino rispetto alla situazione vaccinale utile a valutare se l’isolamento sarà di 7 giorni (dose booster o ciclo vaccinale primario eseguito da meno di 120 giorni o guarigione da meno di 120 giorni) o di 10 giorni (negli altri casi: persone non vaccinate; vaccinate con due dosi da più di 120 giorni; che non hanno completato il ciclo vaccinale primario o hanno completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni; guarite da COVID-19 da più di 120 giorni); detto test potrà essere eseguito in farmacia unicamente se la persona non avrà mai manifestato sintomi o non manifesta sintomi da almeno tre giorni; in caso contrario l’appuntamento dovrà essere disdetto dal cittadino.

 

B. Test eseguito a persona asintomatica, in quarantena, che abbia avuto un contatto stretto[2] con un caso di COVID-19

Il cittadino deve presentare al farmacista il documento (certificato) cartaceo o in formato digitale di apertura della quarantena. Tampone a carico SSR.

  • Tampone di chiusura dei 5 giorni di quarantena nelle persone che sono vaccinate con almeno due dosi da più di 4 mesi;
  • Tampone di chiusura dei 10 giorni di quarantena nelle persone non vaccinate o che non hanno completato il ciclo vaccinale primario o hanno completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni.

Si precisa che per le persone asintomatiche che hanno eseguito la dose booster o hanno completato il ciclo vaccinale primario o sono guarite da COVID-19, in entrambi questi ultimi casi da meno di 4 mesi, non è prevista l’esecuzione del tampone al termine del periodo di 5 giorni di auto-sorveglianza (automonitoraggio quotidiano della temperatura e di eventuali sintomi sospetti). Indossare mascherina FFP2 per almeno 10 giorni.

  1. ESITO NEGATIVO. In caso di quarantena, la registrazione dell’esito negativo del test sul Portale Farmacie determina, direttamente, la cessazione del regime di quarantena, come previsto dal DL 229/21; non è pertanto necessaria un’ulteriore certificazione da parte dell’AUSL. Basta che la farmacia stampi al cittadino il risultato del test.
  1. ESITO POSITIVO. In caso di esito positivo la farmacia potrà già provvedere a prendere appuntamento per l’esecuzione del test di chiusura di cui al successivo punto C; detto test potrà essere eseguito unicamente se la persona non avrà mai manifestato sintomi o non manifesta sintomi da almeno tre giorni; in caso contrario l’appuntamento dovrà essere disdetto dal cittadino.

 Si precisa che:

  • i cittadini sintomatici dovranno contattare il proprio MMG e non potranno recarsi in farmacia durante la presenza dei sintomi per eseguire tamponi; in tal caso i tamponi – qualora necessari – saranno eseguiti presso le AUSL.

 

C. Test eseguito a persona asintomatica che sia risultata positiva al test, ai fini della chiusura dell’isolamento di cui ai punti A.2. e B.2.

Il cittadino deve presentare al farmacista il documento (certificato) cartaceo o in formato digitale di apertura dell’isolamento. Tampone a carico SSR.

  • Tampone di chiusura dopo 7 giorni di isolamento qualora la persona sia stata vaccinata con dose booster o abbia completato il ciclo vaccinale primario o sia guarite da COVID-19, in entrambi questi ultimi casi da meno di 4 mesi;
  • tampone di chiusura dopo 10 giorni di isolamento negli altri casi (persone non vaccinate; vaccinate con due dosi da più di 120 giorni; che non hanno completato il ciclo vaccinale primario o hanno completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni; guarite da COVID-19 da più di 120 giorni).

Qualora il test risulti negativo, verrà rilasciato al cittadino - in modalità automatica, entro 24 ore, da parte dell’AUSL, fatta salva la fase di primo avvio che potrebbe richiedere tempistiche maggiori - il certificato di chiusura dell’isolamento, che comporterà la riattivazione del Green pass.  

In caso di esito positivo può essere prenotato un ulteriore tampone a 7 giorni dall’ultimo tampone eseguito. Le positività persistenti rilevate con questo secondo tampone non richiedono ulteriori test in quanto la chiusura dell’isolamento è prevista comunque a 21 giorni. Eventuali ulteriori tamponi, oltre ai due eseguiti con le tempistiche sopra descritte, saranno a carico del cittadino.

 

D. Studenti asintomatici delle scuole secondarie di primo e secondo grado nella cui classe si sia verificato un caso COVID-19, su richiesta elettronica del MMG o PLS

  • primo test nel momento in cui viene rilevata la presenza di un positivo.

In caso di esito positivo al test si rinvia al precedente punto C.

Tamponi con onere a carico della Struttura commissariale.

[1] Il farmacista potrà accertare il ciclo vaccinale tramite esibizione da parte del cittadino del green pass o del certificato vaccinale.

[2] Contatto stretto: persona che vive nella stessa casa di un caso COVID-19; che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso COVID-19 (per esempio la stretta di mano); che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso COVID19 (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati); che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, a distanza minore di 2 metri e di almeno 15 minuti; che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d'attesa dell'ospedale) con un caso COVID-19 in assenza di DPI idonei; operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso COVID-19 oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso COVID-19 senza l’impiego dei DPI raccomandati o mediante l’utilizzo di DPI non idonei; persona che ha viaggiato seduta in treno, aereo o qualsiasi altro mezzo di trasporto entro due posti in qualsiasi direzione rispetto a un caso COVID-19; compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto.

 

IN ALLEGATO L'ELENCO DELLE FARMACIE ADERENTI AL PROGETTO REGIONALE TAMPONI ANTIGENICI RAPIDI NASALI IN FARMACIA

"Fuga Forrest 2021 !!! È arrivata l'ora dei doni...grazie alla sforzo di tutti i donatori e dei proventi derivanti dalla  corsa solidale Fuga Forrest abbiamo oggi consegnato il Calcio Balilla e il Tiralatte promesso al reparto di pediatria dell'Ospedale Morgagni Pierantoni.

"Siamo fieri di tutto quello che siamo riusciti a creare in questi mesi e ringraziamo l'enorme cuore di tutti coloro che con le loro donazioni hanno reso tutto questo realtà"  - le parole commosse del presidente di Fuga Forrest, Luigi Illari.

Ringraziamo il reparto di Pediatria, in particolare nella persona del primario  Dott. Enrico Valletta, per la sua grande disponibilità e per le sue bellissime parole che ci teniamo a pubblicare: 

"Anche quest'anno, nonostante le molte difficoltà, gli amici di Corri Forrest hanno trovato tempo e modo di dedicare il loro impegno a sostenere la nostra Pediatria e i bambini e i genitori che vi sono ospitati. In questo intento, l'eccezionale partecipazione di quanti hanno contribuito al successo della Fuga Forrest è stata determinante. Si è trattato di una giornata bellissima di sport in compagnia e di solidarietà come è nella tradizione di questa Associazione e della terra di cui è espressione. La nostra gratitudine va a tutti coloro che hanno contribuito con il loro impegno a rendere più gradevole l'ambiente del nostro reparto e migliore l'assistenza per le mamme e i loro bambini. La vicinanza reciproca con gli amici di Corri Forrest è una cosa che, siamo certi, durerà a lungo nel tempo."

 

Qui Cesena

Ospedale Bufalini di Cesena: 1868 nati nel 2021; ultimo nato del 2021 è Emaz Hossain, maschietto di 3,240 chili di origine bengalese e residente a Cesena,  venuto alla luce alle ore 18.29. Prima nata del 2022 è una bimba di Savignano sul Rubicone venuta alla luce alle ore 01.58. Si chiama Vittoria e  pesa  3,140 chili.

Qui Forlì

Nel 2021 presso l’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale “Morgagni-Pierantoni” di Forlì, diretta dal dottor Luca Savelli, hanno emesso il primo vagito 862 neonati, di cui 461 maschi e 410 femmine. Ben 9 i parti gemellari

È un bimbo e si chiama Gabriele il primo nato del 2022 all’ospedale di Forlì. Pesa 2,964 kg ed è stato partorito all'1,38 del 1 gennaio 2022. Maschietto anche l’ultimo nato del 2021, che ha emesso il primo vagito alle ore 9, 12 del 31 dicembre 2021 e pesava alla nascita ben 3, 872 kilogrammi.

Qui Ravenna 

Nel 2021 i nuovi nati sono stati 1656

Ultimo Nato 2021: Lucio Baldrati h 1,11 il 31 dicembre di Fusignano 2.870 gr. Primo Nato 2022: Irene Colella h-05,27 dell’1/1/22 di Sant’Agata sul Santerno 2.640 gr.

FAENZA 

Nel 2021 i nuovi nati  stati 356 Ultimo nato 2021: Emilia Vassura il 30/12 alle ore 8,41 residente a Russi 3.640 gr. Al momento a Faenza nessuna nascita

Qui Rimini

Ospedale di Rimini: 2695 nati nel 2021; ultimo nato del 2021 è Yuma, maschietto di 3,980 chili residente a Gabicce,  venuto alla luce alle ore 23.37. Prima nata del 2022 è una bimba di Rimini venuta alla luce alle ore 00.30. Si chiama Emma e  pesa  3,105 chili 

 

E' operativo il quarto drive per i tamponi del riminese  presso la sede Ausl COLOSSEO, in via Coriano 38.  Il drive è aperto dalle ore 8.30 alle ore 18 ed è' riservato esclusivamente al percorso guarigione e avrà accesso diretto, previa  convocazione da parte dei MMG  ed inserimento della richiesta su portale.

 

A partire dal 1 gennaio, i cittadini dei Comuni di Sassofeltrio e Montecopiolo  avranno a disposizione un numero unico, lo 0541/787461 (funzionante su tutta la Provincia di Rimini), per chiamare il Servizio di Continuità Assistenziale prefestiva, festiva e notturna e mettersi in contatto direttamente con un medico della centrale operativa.

L’annessione dei Comuni di Sassofeltrio e Montecopiolo alla Regione Emilia Romagna ha comportato infatti una riorganizzazione completa dei servizi sanitari territoriali presenti su quei territori, che saranno modificati secondo l’operatività vigente nell’Azienda USL della Romagna. Ricordiamo in particolare che, nell’ambito della Provincia di Rimini,  il servizio di Continuità Assistenziale prefestiva, festiva e notturna (ex Guardia Medica) è funzionante dalle ore 20 alle 8 di tutte le notti e,nelle ore diurne dei giorni prefestivi e festivi, in continuità con l’ultima notte feriale e fino alle 8 del giorno successivo al festivo. Il numero telefonico unico di attivazione del servizio permettera'agli utenti  di parlare sempre con un medico che ascoltera' le necessità del paziente, svolgera' una breve intervista anamnestica e infine deciderà sull’intervento più opportuno, compresa eventualmente la visita di un medico presso il domicilio del paziente, se necessaria. La Continuità Assistenziale è un servizio, non di emergenza, che sostituisce i Medici di Medicina Generale negli orari in cui non sono in servizio. Per questo motivo è previsto anche un servizio ambulatoriale, disponibile nei giorni prefestivi e festivi ai quali si può accedere (come avviene dal proprio medici di fiducia) solo su appuntamento, chiamando il numero della centrale operativa sopra indicato (0541787461) ed esponendo al medico il proprio problema di salute. Per il Comune di Montecopiolo l’ambulatorio prefestivo e festivo di riferimento si trova presso la Casa della Salute di Novafeltria (secondo piano Ospedale Sacra Famiglia) ed è aperto dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 Per il Comune di Sassofeltrio, invece, l’ambulatorio prefestivo e festivo di riferimento si trova presso la Casa della Salute di Morciano in via Arno, 40 ed è aperto dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19

Come l’anno scorso, quando scoppiò la pandemia, due bambine e il nonno hanno deciso di ripetere un bel gesto di vicinanza al personale sanitario con oggetti fatti a mano da loro.

Nel Natale 2020 le piccole bamboline, realizzate a mano, furono donate agli anziani ricoverati nel reparto di geriatria del Morgagni-Pierantoni . Quest’anno, invece, le bamboline "infermiere", realizzate con materiali di riciclo, simbolo di continuità e di speranza (“ perché ciò che non si usa più può diventare ancora prezioso e riacquistare una nuova vita”) sono state donate agli operatori sanitari del Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione di Forlì, diretta dal dottor Stefano Maitan.

 Lucia e Giulia Naldini, sorelle di 11 e 15 anni di Borello,  insieme al loro nonno Adriano, hanno infatti realizzato questi piccoli doni proprio per regalare un sorriso e ringraziare chi ha fatto, del proprio lavoro, una missione di vita, per aiutare gli ammalati. Eroi ,come scrivono nella lettera che hanno consegnato ai sanitari (in allegato), sempre in prima linea per salvare le nostre vite, in particolare in questi due anni di pandemia.

“A nome di tutto il personale della UO di Anestesia e Rianimazione – dichiara il direttore,  dottor Stefano Maitan - volevo ringraziare Lucia, Giulia ed Adriano per i doni ricevuti. Doni che, in questi momenti impegnativi, sono segnali di speranza e resistenza.”

Si comunica che gli sportelli CUP di Ausl Romagna saranno regolarmente aperti durante il mattino delle giornate del 24 e 31 dicembre, ma resteranno chiusi nel pomeriggio (essendo comunque possibile per gli utenti effettuare prenotazioni tramite Cuptel o Farmacup).

Cerca notizia

Archivio