bambina dipinta

"La promozione della salute è il processo che consente alle persone di occuparsi della propria salute e di migliorarla."

(Carta di Ottawa)

In questo sito sono presenti le proposte dell’AUSL della Romagna  per la promozione della salute nelle scuole e una serie di materiali utili per gli insegnanti.

Le proposte dell’Ausl, spesso realizzate in collaborazione con enti e associazioni del territorio, vertono su: benessere psicofisico della persona, alimentazione, attività fisica, fumo di tabacco, alcol, sostanze e comportamenti che inducono dipendenza, sessualità/affettività, sicurezza sul lavoro, domestica e stradale.

I percorsi che presentiamo sono sempre svolti nell’ottica della promozione della salute e quindi dell’empowerment delle persone e delle organizzazioni: sono mirati a creare competenze, in particolare le competenze chiave (europee e di cittadinanza).

Non si ritiene efficace la sola esecuzione di un percorso puntiforme che riguardi l’uno o l’altro tema di salute, bensì un approccio globale della scuola verso la salute.
L’elemento culturale da cui si parte è l’approccio ‘salutogenico’ (Antonovsky), basato sulla ricerca di ciò che crea salute, quindi attento ai fattori di protezione, che sono trasversali, rispetto al modello tradizionale dei fattori di rischio e della relativa puntuale ‘patogenesi’. Questo elemento culturale si sviluppa pienamente nella concezione, sostenuta anche a livello europeo (rete SHE - Schools for Health in Europe), che prende il nome di “scuole che promuovono salute”, che si traduce in un insieme di azioni:

  • integrare le azioni e i percorsi di promozione della salute all’interno della programmazione scolastica ( curricolarità , fino a creare Unità Didattiche di Apprendimento);
  • valorizzare il protagonismo e la partecipazione degli studenti;
  • promuovere concretamente  il miglioramento del contesto fisico e sociale della scuola o impegnarsi formalmente per farlo;
  • sviluppare  strategie efficaci per creare legami tra scuola famiglia e comunità;
  • promuovere un utilizzo competente dei servizi sanitari.

I progetti che proponiamo possono essere rappresentati anche come percorsi di health literacy, che integrano piu’ assi culturali delle competenze di base (asse dei linguaggi, tecnico-scientifico, storico-sociale) e possono migliorare la salute degli studenti come di tutti coloro che abitano la scuola, essendo il livello di health literacy indicativo del benessere sociale.