Se state organizzando un viaggio e volete portare con voi il vostro cane, il gatto o il furetto, dal 1° ottobre 2004 occorre un apposito passaporto.

Il documento, valido per viaggiare negli Stati dell'Unione Europea, è stato introdotto da un regolamento comunitario e ha lo scopo di diminuire i rischi sanitari legati alla circolazione di animali da compagnia, come la diffusione di malattie infettive come la rabbia. Viene rilasciato dal Servizio veterinario dell'Ausl dopo l'iscrizione all'anagrafe canina.

Cani, gatti e furetti devono avere il microchip ed essere vaccinati contro la rabbia. Per gli animali di altra specie e per gli spostamenti extracomunitari valgono ancora le altre norme vigenti.

Categoria
sanità pubblica/servizio veterinario/certificato
Keywords
animali da compagnia,gatto,libretto di vaccinazione,viaggi all'estero,cane,vaccinazione antirabbica,furetto,passaporto,pet passport
Codice NV
246/3152891
Per ottenere il passaporto deve presentarsi il proprietario munito di documento di identità.
Documenti necessari:
1) certificato di iscrizione dell'animale all'anagrafica canina del comune di residenza.
2) certificato di avvenuta applicazione del microchip.
3) libretto/certificato di vaccinazione antirabbica (facoltativo)
Che cosa serve
-prenotare la prestazione -portare l'animale -il certificato di iscrizione all'anagrafe degli animali da affezione e di applicazione del microchip/tatuaggio
Normativa di riferimento
DPR 320/54; DM 10.04.1969. Regolamento Comunità Europea 998/2003
Circolare Regione Emilia-Romagna n. 12 del 19 luglio 2004
Delibera assemblea legislativa 69/2011 (tariffario regionale)

Dove rivolgersi