icona CDCD
I Centri Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD) dell’AUSL della Romagna sono presenti presso tutti gli ambiti territoriali aziendali e svolgono i propri interventi rivolti a persone con disturbi neuro cognitivi degenerativi, come l'Alzheimer, ed ai loro famigliari, come previsto dal PDTA Aziendale Demenza (2020).

Le difficoltà cognitive degenerative possono manifestarsi attraverso svariati profili e livelli di compromissioni:

  • Difficoltà a prestare attenzione
  • Graduale perdita di memoria,
  • Graduale alterazione del linguaggio,
  • Graduale disorientamento spaziale e temporale,
  • Alterazione della funzionalità nelle normali attività di vita quotidiana
  • Cambiamenti nella sfera psico-comportamentale

Esse riguardano quadri patologici diversi che necessitano di un’attenta valutazione clinica.

Riferimenti dei Servizi del proprio territorio di residenza: pdf Opuscolo riferimenti Centri Disturbi Cognitivi e Demenze (675 KB)

Che cos’è la demenza? Quali sono i possibili trattamenti? Si può prevenire?

La rete dei servizi

Vicino ai bisogni delle persone anziane

Dalla diagnosi al prendersi cura

CDCD territoriali svolgono attività di:

  • Valutazione geriatrica o neurologica medico-diagnostica ed indagini specifiche;
  • Impostazione e controllo del programma terapeutico-farmacologico;
  • Valutazione neuropsicologica e psicosociale comprensiva del contesto relazionale e famigliare;
  • Approfondimento del profilo cognitivo, valutazione psicoaffettiva, funzionale e psicocomportamentale;
  • Impostazione degli interventi non farmacologici ma a carattere psicosociale rivolti alla persona con demenza ed ai suoi famigliari;
  • Accordo e co-progettazione di interventi post diagnostici con i servizi sociali, le associazioni, gli enti locali territoriali.

L’équipe multi professionale dei CDCD rappresenta lo snodo principale della rete dei servizi ed è costituita da varie figure che sia occupano della fasi diagnostica e della presa in carico dei pazienti con deterioramento cognitivo. L’équipe è composta da:

  • Medici geriatri e neurologi: svolgono tutte le attività collegate alla diagnosi e alla cura all’interno dei CDCD aziendali.
  • Infermieri: svolgono attività di informazione, accoglienza, assistenza e triage telefonico in accordo con le altre figure professionali del servizio.
  • Psicologi: svolgono attività di valutazione neuropsicologica, supporto psicologico al paziente e al caregiver, indicazioni per trattamenti psicosociali erogati in collaborazione con gli enti locali e le associazioni.
  • Sono presenti in equipe anche assistenti sociali che garantiscono l’adeguata valutazione dei bisogni assistenziali e l’eventuali accesso ai servizi della rete.

DCD – Gestire la comunicazione

Comunicare con la persona affetta da decadimento cognitivo può essere difficile, perciò è necessario utilizzare un approccio relazionale appropriato e consapevole dei bisogni della persona che cambiano in base alle fasi di malattia.

DCD - Alterazioni del comportamento

La persona con demenza può andare incontro ad alterazioni del proprio comportamento. I familiari e le persone vicine possono trovarsi in difficoltà nel comprendere alcuni comportamenti non adeguati alle situazioni quotidiane. Inoltre il paziente può manifestare ansia, depressione, nervosismo, irrequietezza o, in qualche caso, aggressività senza apparente motivo.

DCD – Tutela giuridica: il punto di vista dell’avvocato

Amministratore di sostegno e tutela legale