Dove controllare i funghi raccolti

Nel mese di maggio 2020, è sospesa l’attività di consulenza e certificazione funghi a privati cittadini e commercianti.

Categoria
sanità pubblica/igiene alimenti e nutrizione/certificato
Keywords
funghi,ispettorato micologico,micologi
Codice NV
204/3152854
Il cittadino può chiedere il certificato che attesta la commestibilità dei funghi raccolti per il proprio consumo. I funghi non devono essere contenuti in sacchetti di plastica.
I funghi freschi spontanei possono essere venduti o somministrati solo se muniti di certificazione, rilasciata dall'Ispettorato micologico del Dipartimento di sanità pubblica dell'Ausl e da micologi iscritti nell'apposito Registro nazionale o regionale. L'etichetta di avvenuto controllo deve accompagnare il prodotto in tutte le fasi della commercializzazione.
Che cosa serve
I funghi
Normativa di riferimento
L. 23 agosto 1993 n. 352;
L.R. 6/96 e succ. mod. di cui alla L.R. 15/2011
Delibera Assemblea Legislativa 69/2011 (tariffario regionale)

Dove rivolgersi

Se avete raccolto dei funghi e volete sapere se sono commestibili rivolgetevi ai Centri di controllo micologico del Servizio igiene pubblica del vostro territorio di residenza. Gli esperti dell'Ausl oltre all'accertamento della commestibilità forniscono anche indicazioni sul corretto consumo, consigli pratici e suggerimenti su come pulire i funghi e su come cucinarli o conservarli.