Visualizza articoli per tag: donazione

Venerdì 7 aprile 2017 la Banca di Credito Cooperativo Ravennate e Imolese sede di Faenza ha donato un secondo ecografo portatile munito di carrello e stampante all’U.O. Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza dell’Ospedale di Faenza. Questa importante attrezzatura multifunzionale, dotata di tre sonde, consentirà di effettuare l’ecografia cardiaca, addominale, toracica e dei tessuti molli, permettendo di integrare la visita medica con informazioni importanti sulla presenza o meno di patologie acute.

L’attenzione e la sensibilità che il Credito Cooperativo Ravennate ed Imolese ha dimostrato in questi anni nei confronti dell’Ospedale di Faenza ed in particolare del Pronto Soccorso è stata elevata e si è concretizzata in donazioni che hanno rappresentato opportunità di sviluppo e miglioramento per l’U.O. di Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza.

Si ricordano in particolare i manichini Simulearn nel 2007, utili strumenti per la formazione del personale, e un primo ecografo multifunzionale, donato nel 2012, che ha permesso la sostituzione di una attrezzatura obsoleta presente nel Pronto Soccorso.

La nuova acquisizione del secondo ecografo, donato il 7 aprile, consentirà ai medici che lavorano negli ambulatori, di non  dover spostare lo stesso apparecchio da un locale all’altro, rendendo più funzionale ed efficiente il lavoro per i pazienti e gli operatori.

Ciò in prospettiva dell’apertura del nuovo Pronto Soccorso, assume un significato maggiore, in quanto nella nuova struttura vi saranno spazi più idonei per l’attesa dei pazienti, per le visite e per la gestione complessiva dell’iter diagnostico terapeutico.

Pubblicato in Notizie dal sito

Giovedì 6 aprile 2017 è stato consegnato all’U.O. Pediatria del Presidio Ospedaliero di Ravenna il ricavato del concerto organizzato dall’Orchestra “Corelli” dal titolo ”Voci per un sorriso: evento benefico per l’Unità Pediatrica dell’Ospedale di Ravenna” che ha visto l’esecuzione del Requiem di Mozart presso la Basilica di San Francesco, la sera di sabato 4 marzo scorso.

L’evento, organizzato dalle Associazioni “Il Mosaico-Amici dei Bambini Malati” e A.G.E.B.O. Assistenza Genitori e Bambini Ospedalizzati, si prefiggeva l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare alla realizzazione del progetto di musicoterapia, all’interno del Reparto di Pediatria. Grazie all’attenzione e alla risposta della cittadinanza ravennate tale risultato è stato pienamente conseguito, con un incasso che ha sfiorato i 3.000 euro.

All’incontro di consegna della raccolta benefica erano presenti Federico Marchetti, Direttore dell’U.O. di Pediatria, Cinzia Ravaioli, Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero di Ravenna, il Presidente e il Direttore dell’Orchestra Corelli, Alfredo Branzanti e Jacopo Rivani, la Presidente dell’Associazione Il Mosaico-Amici dei Bambini Malati, Iole Venturi, la Presidente dell’Associazione A.G.E.B.O., Cristina Luciani.

Tutti i presenti hanno espresso particolare soddisfazione per un’iniziativa che consentirà di finanziare un progetto mirato al miglioramento della qualità della degenza dei piccoli ricoverati, il cui avvio è previsto entro il mese di maggio 2017.

Pubblicato in Notizie dal sito

Un concerto jazz in favore dei piccoli pazienti della Chirurgia Pediatrica dell'Ospedale "Infermi" di Rimini, diretta dalla dottoressa Silvana Federici. Lo organizza l'associazione "La Girandola" onlus che da anni supporta il reparto.

L'associazione è formata da genitori e amici di bimbi con malformazioni congenite, 11 volontari che operano a titolo completamente gratuito, e coadiuvata dall'intero staff dei chirurghi pediatrici e altro personale del reparto. I vari eventi promossi durante l'anno nascono dal desiderio di raccogliere fondi al fine di implementare e sostenere le attività dell'Unità Operativa. "La Girandola" ha al suo attivo la promozione di numerose attività e iniziative le cui finalità sono unicamente benefiche, con lo scopo di migliorare la vita dei bambini nati appunto con malformazioni congenite (ma non solo) ed aiutare i loro genitori che si trovano ad affrontare una così dura esperienza. E anche il ricavato di quest'evento verrà devoluto per l'acquisto di apparecchiature medicali o per altri progetti.

Appuntamento allora domenica 9 aprile, a partire dalle ore 18, presso il Teatro Novelli di Rimini, con la "Mondaino Young Orchestra", l'orchestra con i membri più giovani d'Europa, vere e proprie promesse della musica jazz. Per prenotazioni e altre informazioni: 3396291546.

Pubblicato in Notizie dal sito

Nuova iniziativa dell'Associazione "Oltre la Ricerca", a sostegno dell'Ospedale "Infermi" di Rimini. Mercoledì prossimo, 5 aprile, avrà luogo la seconda edizione dell'iniziativa "Chef by Chef" presso il ristorante Quartopiano (via Chiabrera, 34c - Rimini): a partire dalle 8 di sera si esibiranno grandi chef con un menù a tema. Il tutto a sostegno della prevenzione del tumore al pancreas. E' una serata speciale ed importante nella quale, tra un piatto e l'altro, cercheremo di promuovere e far conoscere la tematica. Per partecipare la prenotazione è obbligatoria al cell. 3405840027 (dal lunedì al sabato dalle 14 alle 19) o alla mail info@oltrelaricerca.org .

Pubblicato in Notizie dal sito

Grazie ad una donazione del Punto Rosa, associazione che raggruppa signore operate di tumore della mammella, l'Ospedale "Infermi" di Rimini è ora dotato di un'apparecchio per contratare l'alopecia in pazienti sottoposte a chemioterapia.

Alla cerimonia hanno preso parte, oltre alla presidente del Punto Rosa Patrizia Bagnolini e a tante volontarie, il consigliere regionale Paolo Zoffoli, il direttore del presidio ospedaliero di Rimini - Santarcangelo - Novafeltria Romeo Giannei, i primari di Oncologia di Rimini Davide Tassinari e di Chirurgia di Santarcangelo Domenico Samorani, i sindaco di Santarcangelo Alice Parma e di Coriano Domenica Spinelli, l'ex primario di Oncologia e sindaco di Rimini Alberto Ravaioli, personale sanitario (si allegano comunque il comunicato stampa del Punto Rosa sull'evento nonchè un volantino dell'associazione). Tante le donazioni per l'acquisto dell'apparecchio della ditta Dignicap, tra cui, come ricordato durante la cerimonia, UniCredit, Pierangelo e Lorena Pagliarani, Sagra Baccalà Villa Verucchio, Teatro CorianoJunior, Amici di Linda Serafini (amici Teatro e familiari), signora Placucci, signora Rezzonico, Serata Meraviglioso esserci del 6 settembre 2016, Circolo Nautico Rimini “Baghin Day” 2016, La banca del Tempo Santa Giustina, Marco Samorani, Claudia Morganti, Valeria Alessio, Starlift, Loris Lorenzo, Amici di Morena Bonezzi ..e tanti altri soci/e e cittadini. La sottoscrizione sta continuando per il saldo della rata finale del costo del macchinario pari a 60.000 euro.

L’apparecchio donato, all'avanguardia, è dotato di un meccanismo di regolazione del raffreddamento del cuoio capelluto in modo personalizzato, continuo e controllato da sensori, e questo consente di adattare al meglio possibile il trattamento ad ogni singolo paziente e alla situazione della propria capigliatura. L’intensità del raffreddamento è infatti adattabile alle diverse reazioni individuali, allo spessore dei capelli del singolo paziente e anche a diverse parti della testa (frontale e posteriore), grazie a due distinti e separati circuiti di raffreddamento all’interno della cuffia, che tengono in considerazione la diversa circolazione sanguigna nella parte anteriore e nella parte posteriore del capo.

L’apparecchio prevede una riduzione della temperatura graduale e controllata, a beneficio del comfort del paziente e della tollerabilità e sicurezza del trattamento.

Le cuffie sono fortemente ergonomiche per una migliore vestibilità e sono realizzate con materiali leggeri e antiallergici.

La conformazione della strumentazione d’utilizzo e lo spegnimento automatico al termine del trattamento, rendono inoltre più efficiente l’attività infermieristica a supporto, così come la possibilità di memorizzazione di tutti i dati relativi al trattamento dei singoli pazienti.

Presso l’unità operativa di Oncologia di Rimini dell’Ausl Romagna, diretta dal dottor Davide Tassinari, si effettuano ogni anno circa 3.200 trattamenti chemioterapici, il 9 per cento dei quali, circa 300, sono fortemente alopecizzanti.

Più in generale sono circa 450 i pazienti ricoverati ogni anno nella degenza del reparto all’Ospedale “Infermi” di Rimini, cui si aggiungono circa 1.700 pazienti in day hospital oncologico. Sono circa 11.500 le visite ambulatoriali oncologiche.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si è svolta questa mattina, presso l’ospedale “Franchini” di Santarcangelo, una sobria cerimonia di inaugurazione di un nuovo ecografo donato al Pronto Intervento dell’Ospedale. Erano presenti il sindaco Alice Parma per un saluto istituzionale; il direttore medico del Presidio Ospedaliero di Rimini Santarcangelo Novafeltria Romeo Giannei; il responsabile della struttura semplice Pronto Intervento di Santarcangelo Gianluigi Cerchione; Giorgio Ioli, presidente dell’Associazione Santarcangiolese “Paolo Onofri”; Giorgio Pecci, Pro Loco di Santarcangelo.

L’ecografo “Mindray Z6 Color Doppler Portatile”, donato questa mattina, è un apparecchio di dimensioni compatte e peso ridotto al fine di incrementarne la mobilità per utililizzarlo ovunque e in ogni momento. Dotato di una sonda per la diagnostica addominale, è particolarmente indicato per l’utilizzo in un Pronto Intervento, mirato al raggiungimento di una diagnosi rapida, specie in orari notturni. Negli ultimi anni infatti, l’ecografo è diventato uno strumento sempre più utilizzato nell’emergenza, dapprima con l’”eco-fast”, metodica di valutazione rapida della presenza di un versamento addominale, per valutare un trauma addominale o lo stato di idratazione nello scompenso cardiaco, fino all’”e-fast”, in cui si è aggiunta la valutazione del torace alla ricerca di traumi o versamenti pleurici.

 Con i continui aggiornamenti formativi del personale e l’acquisizione di un’abilità sempre crescente, si è arrivati all’ecografia clinica integrata in emergenza: una serie di valutazioni ecografiche fatte direttamente al momento della visita del paziente, che permettono una più precisa diagnosi e in tempi inferiori rispetto alla semplice visita. Basti pensare alle volte in cui ci si trova di fronte, ad esempio, a un paziente anziano dispnoico e mal valutabile clinicamente: la disponibilità di un ecografo permette di fare diagnosi differenziale fra bronchite cronica e insufficienza cardiaca, due patologie con evidenza clinica a volte sovrapponibile ma con terapia completamente diversa. Altre patologie la cui diagnosi è più agevole con l’ausilio dell’ecografo sono la colica renale, la polmonite in fase iniziale non ancora evidente alla radiografia del torace e altro ancora. Il costo sostenuto dall’Associazione Santarcangiolese “Paolo Onofri”, presieduta dal dottor Giorgio Ioli, per la donazione, è di circa diecimila euro.

 Il Pronto Intervento dell’Ospedale “Franchini” di Santarcangelo, coordinato dal dottor Gianluigi Cerchione, vede circa 22mila pazienti l’anno.

Pubblicato in Notizie dal sito

Nel loro tempo libero scrivono e portano in scena spettacoli teatrali, frutto di laboratori che allestiscono presso il centro giovani di San Giovanni in Marignano. Spettacoli per grandi e bambini, che fanno ridere, sorridere, ma anche pensare. Una bella e meritoria attività, vocata ai giovani, quella svolta dall’associazione “Alternoteca”, sempre di San Giovanni. E che per di più è anche benefica. Il ricavato dell’ultimo spettacolo teatrale, portato in scena nei mesi scorsi da “Alternoteca”, è infatti diventato una donazione di circa 500 euro a favore dell’Ospedale "Infermi".

La simbolica consegna è avvenuta nei giorni scorsi, alla presenza dei ragazzi dell’associazione e dell’assessore alle Politiche Sociali del Comune di San Giovanni in Marignano Michela Bertuccioli.

“Siamo felici che il ricavato di questa nostra attività sia finalizzato ad un reparto che eroga cure così importanti – commenta Nicola Pagliarani, dell’associazione “Alternoteca” e regista degli spettacoli teatrali – e anche in futuro, con lo stesso entusiasmo, continueremo a cimentarci in laboratori teatrali innovativi e a dare il nostro contributo per progetti positivi a favore della cittadinanza”.

“Il Comune di San Giovanni – aggiunge l’assessore Bertuccioli – è felice di dare sostegno ad esperienze positive come ‘Alternoteca’ e Centro Giovani, e siamo convinti che questo impegno congiunto continuerà a dare, in futuro, ancora ottimi risultati”.

E in effetti i ragazzi di “Alternoteca” stanno già mettendo in scena un nuovo spettacolo per la prossima primavera. Le prove, al Centro Giovani, fervono. Tema: ma dopo il “vivranno tutti felici e contenti” cosa succede ai protagonisti delle favole? Un’idea stimolante per uno spettacolo che si annuncia da non perdere. E che magari servirà per qualche altro progetto benefico. Ma di questo – come si dice proprio in qualche favola – ne parleremo la prossima volta…

Pubblicato in Notizie dal sito

Per un bimbo entrare in un piccolo mondo incantato, in cui alle pareti ci sono quadri e disegni del mare, è ben diverso che entrare in un freddo e bianco ambulatorio medico. E un ambiente più famigliare aiuta anche ad “accettare” meglio le cure, specialmente se qualche volta prevedono un “picco”, o sono per necessità un po’ dolorose.

In quest’ottica la Onlus cesenate “Qualcosa di Grande per i Piccoli” ha realizzato un importante lavoro di decorazione alle pareti della sala d’attesa dell’Ambulatorio di Urgenze Pediatriche dell’Ospedale “Infermi” di Rimini (nell’ambito dell’unità operativa di “Pediatria” diretta dal dottor Gianluca Vergine).

Nei mesi scorsi vari artisti, membri dell’Associazione, hanno dipinto le pareti della sala d’attesa con meravigliose immagini legate all'amore dei piccoli per il mare e il suo mondo, trasformando in una fantasiosa realtà il tempo che i pazienti e le loro famiglia trascorrono aspettando la visita medica.

Lavoro che sabato 7 gennaio scorso è stato inaugurato alla presenza del responsabile della struttura semplice “Urgenze Pediatriche”, dottor Renzo Pini, e con i membri della onlus che hanno anche dato vita a una piccola festa per i bimbi che erano presenti nella struttura, portando un gruppo di simpatici aderenti travestiti da clown e con fisarmonica e tamburello.

Il dottor Pini ha fatto gli onori di casa al vivace gruppo di volontari, portando i ringraziamenti della Ausl Romagna e della Direzione Ospedaliera, con particolare riferimento al fatto che questa realtà di volontariato cesenate ha optato per portare il proprio intervento a Rimini.

L’Associazione “Qualcosa di Grande per i Piccoli”, che ha sede legale a Cesena, (info@qualcosadigrandeperipiccoli.org) ha in programma di donare ulteriori splendide pitture anche per alcune altre sale della struttura.

Pubblicato in Notizie dal sito

Ha avuto luogo pochi giorni fa la simbolica consegna dell'"assegnone" di 2.500 euro, vale a dire il ricavato di una cena che l'associazione di Coriano "Festa per far Festa" ha organizzato nel novembre scorso, in occasione della Giornata mondiale del Prematuro, e devoluti all'associazione "La Prima Coccola" che sotiene i progetti del reparto di Terapia Intensiva Neonatale - Neonatologia dell'Ospedale "Infermi" di Rimini.

Pubblicato in Notizie dal sito

Tredici nuove poltrone del valore di 10.310 euro per l’Hospice di Savignano. Le ha donate il Rotary Club Valle del Rubicone, che ancora una volta è sceso in campo per sostenere attivamente il servizio Cure Palliative e Hospice. La donazione infatti è avvenuta grazie al generoso contributo di tutti i Soci del Club e delle persone che hanno partecipato all’evento musicale “Rock Cover Photo” organizzato dal Rotary Club Valle del Rubicone a settembre, in occasione del quindicesimo anno di attività dell’Hospice.

Le 13 poltrone letto, una per ogni camera di cui è dotata la struttura, rappresentano un importante aiuto per i familiari degli ospiti, per poter assistere i propri cari con maggior comodità, anche nelle ore notturne.Erano presenti alla consegna ufficiale, il presidente del Rotary Club Valle del Rubicone Kitty Montemaggi, il Sindaco di Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini, il vicesindaco Nicola Della Pasqua, il direttore del Distretto Rubicone dell’Ausl Romagna Francesca Righi, il responsabile del Servizio Cure Palliative e Hospice di Savignano sul Rubicone Cristina Pittureri, il direttore Dipartimento Oncoematologia dell’Ausl della Romagna Federico Cappuzzo, il responsabile Infermieristico Cure Primarie e Medicina di Comunità di Forlì Cesena Giuliano Guiducci, la coordinatrice Infermieristica Simona Brunelli, il medico specialista del Servizio Cure Palliative Elena Amaducci e l’artista che ha condotto l’evento musicale Rock Cover Photo Teresio Troll.

L’Ausl desidera ringraziare pubblicamente il Rotary Club Valle del Rubicone, i suoi Soci e tutte le persone che partecipando all’evento hanno contribuito a questa generazione donazione, che si va ad aggiungere ad altre numerose iniziative che in questi anni il Club ha intrapreso a sostegno dell’attività dell’Azienda.

Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio

Mi piace