Visualizza articoli per tag: rimini

Si parla di Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse) nell'ambito della rassegna "Pane e internet", organizzata dal Comune di Rimini. Martedì 11 aprile,  alle ore 15 persso la sala Buonarrivo (sede provinciale di corso d'Augusto 231) avrà luogo un workshop realizzato con la collaborazione di Cup 2000 e finalizzato ad illustrare i servizi sanitari online per i cittadini, in particolare il Fse ed il sistema di pagamenti online delle prestazioni sanitarie. Il programma dell’evento è il seguente:

- Il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE): cosa è, perché è utile ai cittadini

- Come gestire la propria salute con il FSE

- Come autenticarsi e come utilizzare il FSE

- Come fare i Pagamenti online in sanità

L'incontro sarà condotto da Fiorella Patané, formatrice esperta di Cup 2000.

Per informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti contatti tel 0541 704704 paneeinternet@comune.rimini.it http://www.paneeinternet.it .

In allegato la locandina.

Pubblicato in Notizie dal sito

Nuova iniziativa dell'Associazione "Oltre la Ricerca", a sostegno dell'Ospedale "Infermi" di Rimini. Mercoledì prossimo, 5 aprile, avrà luogo la seconda edizione dell'iniziativa "Chef by Chef" presso il ristorante Quartopiano (via Chiabrera, 34c - Rimini): a partire dalle 8 di sera si esibiranno grandi chef con un menù a tema. Il tutto a sostegno della prevenzione del tumore al pancreas. E' una serata speciale ed importante nella quale, tra un piatto e l'altro, cercheremo di promuovere e far conoscere la tematica. Per partecipare la prenotazione è obbligatoria al cell. 3405840027 (dal lunedì al sabato dalle 14 alle 19) o alla mail info@oltrelaricerca.org .

Pubblicato in Notizie dal sito

Sette libri, otto autori. Seconda edizione per “Un libro per the”, incontri con l’autore nei bar di Rimini che hanno scelto di dire no con forza alla piaga del gioco d’azzardo. E su questo aspetto l'iniziativa gode anche dal patrocinio dell'Ausl Romagna. Promossi da Zeinta di Borg, Associazione Culturale di Imprese Riminesi, in collaborazione con LaFeltrinelli di Rimini, gli eventi tornano dopo gli ottimi risultati raggiunti lo scorso anno. Sette attività, socie di Zeinta di Borg, che ospiteranno altrettante presentazioni dando spazio a cultura e sensibilizzazione.

Quest’anno l’appuntamento si svolgerà alle 18.30 in orario aperitivo (ma sarà sempre possibile chiedere un buon the!), in sette locali tra Torre Pedrera, San Giuliano, Centro Storico, Borgo Sant’Andrea e Via Covignano.

Un’iniziativa che viene quest’anno supportata anche con la collaborazione al portale www.nonazzardorimini.it. All’interno del sito, creato da Banca Carim e Volontarimini in collaborazione con Sert Rimini - Ausl Romagna, una sezione con le attività virtuose aderenti all’associazione che hanno deciso di dire no alle slot.

Alcuni numeri del fenomeno emersi nel corso della conferenza stampa di presentazione cui ha partecipato anche il direttore del Sert di Rimini di Ausl Romagna, dottoressa Daniela Casalboni:

  • Rimini al 2014 detiene in regione il primato per il numero di sale scommesse per numero di abitanti: una ogni 4.500, quasi il doppio della vicina Ravenna (una ogni 8.800) che ha all'incirca 60.000 abitanti in più.

  • La spesa a persona supera 1.250 euro all'anno in 462 esercizi commerciali.

  • L'Emilia Romagna costituisce la 4a regione in Italia per volume di gioco.

La cultura non è un azzardo – Campagna di Crowdfunding su Eticarim

Per creare una maggiore sensibilizzazione sul tema Zeinta di Borg ha deciso di partecipare ad una campagna di Crowdfunding su Eticarim.  Accedendo al sito www.eticarim.it è possibile donare un piccolo contributo che andrà a finanziare un’attività di sensibilizzazione verso le attività locali, la rassegna "Un libro per Thè", con il fine di supportare i locali che sceglieranno di dire no alle slot machine e che idealmente le sostituiranno con un contenuto culturale benefico.

L’ingresso all’iniziativa è gratuito.

 Gli autori e i libri protagonisti (in allegato anche la relativa locandina).

 

Ad inaugurare la rassegna sarà l’autore bolognese Alessandro Berselli con il suo romanzo fresco di stampa “Le Siamesi” (Edizioni Elliot): un tagliente noir minimalista scritto con il sottile sarcasmo che caratterizza l’autore e che racconta una generazione di adolescenti incapace di trovare punti di riferimento e ragioni di sopravvivenza.

Il secondo appuntamento ci riserva già un colpo di scena: non sarà infatti un classico incontro con l’autore ma assisteremo a uno spettacolo di narrazione che solo un “poeta parlante” come Roberto Mercadini può mettere in scena. Reciterà alcune poesie tratte dal suo ultimo libro “Sull’origine della luce è buio pesto” (Miraggi Edizioni) che lui stesso definisce comiche e impetuose.

Il terzo scrittore protagonista sarà Giovanni Pannacci con il suo romanzo “L’ultima menzogna” (Edizioni Fernandel): un giallo ambientato a Rimini, in cui la storia si sviluppa in un intreccio tra passato e presente dei personaggi, con continui richiami alla letteratura del secolo scorso, da Proust a Calvino.

Nel quarto incontro ci allontaneremo dal romanzo per dedicarci alla storia. Si parlerà infatti di resistenza con l’autore e regista riminese Teo De Luigi. Nel suo libro “Un’esperienza formidabile” (Edizioni Araba Fenice), De Luigi riporta un’intervista a Giorgio Bocca sul tema della guerra partigiana e dei rapporti interni ai gruppi che hanno dato vita alla Resistenza.

Nel quinto appuntamento ci troveremo di fronte a una nuova e incredibile teoria elaborata da Cristina Stacchini e Luisa Stracqualursi autrici del testo “La teoria dei baloni” (Società Editrice Il Ponte Vecchio). Con esempi concreti, storie di vita vissuta, statistiche e soprattutto tanta ironia, le due autrici ci spiegheranno come tenersi alla larga dal cosiddetto “balone”, ovvero “il soggetto over 30 che, incurante del passare del tempo, rimane ancorato alla sua immagine adolescenziale”.

Con la bolognese Marilù Oliva, scrittrice e professoressa di lettere, torniamo alla narrativa. “Questo libro non esiste” (Edizioni Elliot) è un giallo in cui si gioca con la percezione della realtà e dello spazio, e che ci racconta le vicende di un aspirante scrittore, appassionato di astrofisica, alla ricerca di un manoscritto perduto.

Per concludere la rassegna ci affideremo all’abilità di Alessandro Vanoli che ci presenterà il suo ultimo saggio “L’ignoto davanti a noi” (Edizioni Il Mulino). Vanoli, da storico professionista quale è, si distacca dal cliché di saggista e crea un testo che ha tutte le caratteristiche di un romanzo. Racconta imprese e scoperte di personaggi storici, coinvolgendo i lettori con la semplicità e la passione che lo contraddistinguono.

Elenco date “Un libro per the” – Edizione 2017

  • GIOVEDÌ 30 MARZO

Alessandro Berselli

“Siamesi”

Bar Lento

Via Bertola, 52 - 340.2986098

  • MARTEDì 4 APRILE

Roberto Mercadini

“Sull’origine della luce è buio pesto”

Mirage Beach Cafè

Viale S. Salvador, 57 Torre Pedrera - 0541.723093

  • VENERDÌ 7 APRILE

Giovanni Pannacci

“L’ultima menzogna”

Felici Nove

Largo Giulio Cesare, 6 - 0541.783415

 

  • MERCOLEDÌ 12 APRILE

Teo De Luigi

“Un’esperienza formidabile”

Angolo Divino

Via S. Giuliano, 43 - 0541.1834775

  • VENERDÌ 14 APRILE

C. Stacchini e L. Stracqualursi

“La teoria dei baloni”

Enoteca del Teatro

Via Ortaggi, 12 - 348.6424890

  • MARTEDÌ 18 APRILE

Marilù Oliva

“Questo libro non esiste”

Caffè ‘Dla Cotma

Via Covignano, 120 - 0541.771690

  • GIOVEDÌ 27 APRILE

Alessandro Vanoli

“L’ignoto davanti a noi”

PourParler

P. Giuseppe Mazzini, 33 - 0541.781685

Pubblicato in Notizie dal sito

Un concerto in Aula G per allietare un po' la domenica delle persone ricoverate e di chi le assiste, e anche per ricordare un'infermiera dell'Ospedale "Infermi" di Rimini, recentemente scomparsa.

Ad organizzare l'iniziativa è il personale dell'Hospice. Appuntamento alle ore 15 di domenica prossima, 26 marzo, nell'Aula G (Padigliore "Ovidio", con ingresso dalla via omonima). "Una musica per voi" il titolo del concerto, e ad esibirsi il gruppo i "Furiosi" (con chitarre, mandolini ed ukulele) diretti dal Maestro Aldo Vianello (con Elisa Casadei Olivieri, Serena Montanari, Gianni Bezzi, Domenico Bordoni, Simonetta Pesaresi): 45 minuti di musica, in memoria di Vera Moroncelli, infermiera all'ospedale di Rimini e moglie del Maestro Vianello. L'accesso è libero e tutti sono invitati.

Pubblicato in Notizie dal sito

Grazie ad una donazione del Punto Rosa, associazione che raggruppa signore operate di tumore della mammella, l'Ospedale "Infermi" di Rimini è ora dotato di un'apparecchio per contratare l'alopecia in pazienti sottoposte a chemioterapia.

Alla cerimonia hanno preso parte, oltre alla presidente del Punto Rosa Patrizia Bagnolini e a tante volontarie, il consigliere regionale Paolo Zoffoli, il direttore del presidio ospedaliero di Rimini - Santarcangelo - Novafeltria Romeo Giannei, i primari di Oncologia di Rimini Davide Tassinari e di Chirurgia di Santarcangelo Domenico Samorani, i sindaco di Santarcangelo Alice Parma e di Coriano Domenica Spinelli, l'ex primario di Oncologia e sindaco di Rimini Alberto Ravaioli, personale sanitario (si allegano comunque il comunicato stampa del Punto Rosa sull'evento nonchè un volantino dell'associazione). Tante le donazioni per l'acquisto dell'apparecchio della ditta Dignicap, tra cui, come ricordato durante la cerimonia, UniCredit, Pierangelo e Lorena Pagliarani, Sagra Baccalà Villa Verucchio, Teatro CorianoJunior, Amici di Linda Serafini (amici Teatro e familiari), signora Placucci, signora Rezzonico, Serata Meraviglioso esserci del 6 settembre 2016, Circolo Nautico Rimini “Baghin Day” 2016, La banca del Tempo Santa Giustina, Marco Samorani, Claudia Morganti, Valeria Alessio, Starlift, Loris Lorenzo, Amici di Morena Bonezzi ..e tanti altri soci/e e cittadini. La sottoscrizione sta continuando per il saldo della rata finale del costo del macchinario pari a 60.000 euro.

L’apparecchio donato, all'avanguardia, è dotato di un meccanismo di regolazione del raffreddamento del cuoio capelluto in modo personalizzato, continuo e controllato da sensori, e questo consente di adattare al meglio possibile il trattamento ad ogni singolo paziente e alla situazione della propria capigliatura. L’intensità del raffreddamento è infatti adattabile alle diverse reazioni individuali, allo spessore dei capelli del singolo paziente e anche a diverse parti della testa (frontale e posteriore), grazie a due distinti e separati circuiti di raffreddamento all’interno della cuffia, che tengono in considerazione la diversa circolazione sanguigna nella parte anteriore e nella parte posteriore del capo.

L’apparecchio prevede una riduzione della temperatura graduale e controllata, a beneficio del comfort del paziente e della tollerabilità e sicurezza del trattamento.

Le cuffie sono fortemente ergonomiche per una migliore vestibilità e sono realizzate con materiali leggeri e antiallergici.

La conformazione della strumentazione d’utilizzo e lo spegnimento automatico al termine del trattamento, rendono inoltre più efficiente l’attività infermieristica a supporto, così come la possibilità di memorizzazione di tutti i dati relativi al trattamento dei singoli pazienti.

Presso l’unità operativa di Oncologia di Rimini dell’Ausl Romagna, diretta dal dottor Davide Tassinari, si effettuano ogni anno circa 3.200 trattamenti chemioterapici, il 9 per cento dei quali, circa 300, sono fortemente alopecizzanti.

Più in generale sono circa 450 i pazienti ricoverati ogni anno nella degenza del reparto all’Ospedale “Infermi” di Rimini, cui si aggiungono circa 1.700 pazienti in day hospital oncologico. Sono circa 11.500 le visite ambulatoriali oncologiche.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si svolgerà giovedì 16 marzo, presso la sala del Buonarrivo (sede Provincia di Rimini), con inizio alle ore 20:30, una serata informativa organizzata dall'Associazione Amici (pazienti affetti da morbo di Chron e altre malattie dell'apparato digerente) sui percorsi e i servizi situati  nel Riminese su questa specifica branca. L'incontro è aperto al pubblico. Tutti i dettagli nell'allegata locandina.

Pubblicato in Notizie dal sito

Buona affluenza, in piazza a Rimini, allo stand organizzato da Ausl e Aned, nei giorni scorsi, in occasione della Giornata Mondiale del Rene. E sabato primo aprile si replica all'Ospedale di Novafeltria. L’Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi dell'Ospedale "Infermi", diretta dal dottor Angelo Rigotti, con il supporto dell’Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto Onlus (Aned), della Croce Verde di Novafeltria, della Società Italiana di Nefrologia (Sin) replica infatti l’iniziativa pubblica di sensibilizzazione. Il primo aprile dalle 9 alle 13, presso l'Ospedale "Sacra Famiglia" di Novafeltria, sarà attivata una postazione informativa/operativa in cui operatori sanitari, medici e infermieri del reparto e volontari saranno a disposizione degli cittadini per effettuare un breve ed essenziale check-up (colloquio con gli specialisti, misurazione del peso corporeo, della pressione arteriosa, BMI, esame delle urine) per escludere eventuali patologie renali.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si è svolta qeusta mattina, in varie scuole riminesi, l'emozionante cerimonia del rilascio in cielo dei palloncini bianchi dell'Arop in occasione della "Giornata mondiale contro il cancro infantile", organizzata dall'Arop di Rimini. La cerimonia si è svolta anche al nido interaziendale Belnido, presso l'Ospedale "Infermi" di Rimini dove ha sede un centro di Oncoematologia Pediatrica nell'ambito dell'Unità Operativa di Pediatria.

Pubblicato in Notizie dal sito

Manifestazioni anche a Rimini in occasione della Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile (o International Childhood Cancer Day, ICCD), ideata da Childhood Cancer International (CCI), rete mondiale di 183 associazioni locali e nazionali, guidate da genitori, provenienti da 93 paesi e 5 continenti, tra cui figura FIAGOP e, per quanto attiene alla realtà locale riminese, Arop.

Questa Giornata è un’importante occasione per riaffermare l’impegno dei genitori italiani nella lotta contro i tumori infantili, nello sviluppo della cultura della prevenzione e della tutela dei diritti del bambino e dell’adolescente colpito da questa malattia.
Le iniziative promosse sono:
▪ Venerdì 10 febbraio, si è svolto il convegno nazionale “Oncologia Pediatrica: terapia e nutrizione”, a Bari, con l’obiettivo di approfondire i diversi aspetti che riguardano la nutrizione in oncologia pediatrica. E’ ormai unanimemente riconosciuto che nell'ambito del trattamento multidisciplinare delle patologie infantili, la nutrizione riveste un ruolo determinante come terapia di supporto a quella farmacologica. Nelle neoplasie infantili, in particolare, un adeguato stato nutrizionale consente di fronteggiare gli effetti collaterali provocati dalla malattia e dalle terapie.
▪ Mercoledì 15 febbraio alle ore 11.00 Lancio di Palloncini. Anche quest’anno si terrà in numerose città d’Italia la festosa iniziativa che coinvolge le associazioni territoriali FIAGOP e altre associazioni amiche che si daranno appuntamento presso ospedali, scuole, piazze di: Bari, Bellizzi (SA), Bologna, Cagliari, Catania, Cosenza, Firenze, Genova, Lecce, Meda (VA), Modena, Monza Brianza, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Pescara, Pisa, Rimini, Roma, Rosignano Solvay (LI), Salerno, S.Agata Militello (ME), Udine, Varese, Cà di David (VE).
Anche l’Associazione Riminese Oncoematologia Pediatrica (AROP), che svolge la propria attività nel campo dei tumori e leucemie infantili, presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Infermi di Rimini, aderisce alla XV Giornata Mondiale contro il cancro Infantile con il lancio dei palloncini alle ore 11.00 presso le seguenti scuole: Nido d’Infanzia Interaziendale dell’AUSL Romagna “Belnido” (Rimini), Scuola Primaria “Bruno Lunedei” (Morciano di Romagna), Scuola Primaria “San Lorenzo” (Riccione), Scuola Primaria “Annyka Brandi” (Riccione), Scuola Primaria “Flavia Casadei” (Viserba), Scuola Primaria “Decio Raggi” (Rimini), Scuola Primaria IC San Giovanni in Marignano (San Giovanni in Marignano), Classi V del Liceo delle Scienze Umane “G.Cesare - M. Valgimigli” (Rimini).
Prenderanno parte all’iniziativa oltre 2000 persone tra bambini, ragazzi, genitori, insegnanti, medici e volontari.

PE per comprendere la portata del fenomeno sociosanitario legato all’oncologia pediatrica, l’impatto assistenziale e il carico organizzativo sostenuto dai singoli poli oncologici, è necessario conoscere alcuni dati epidemiologici essenziali.

Secondo il rapporto AIRTUM 2012 l’incidenza annua di neoplasie nel periodo 2003-2008 è di 164 casi per ogni milione di bambini. Sulla base dei dati epidemiologici disponibili, la stima del numero atteso di tumori maligni di età compresa tra età 0 e14 anni al 2012 è la seguente:

·         1360 casi/anno in Italia,

·         98 casi/anno in Emilia Romagna

·         25 casi/anno nell’area vasta di Romagna

·         7.5 casi/anno in provincia di Rimini

Dal momento della sua apertura, nel centro di Rimini sono stati curati circa 250 bambini, con una sopravvivenza di circa l’80%, in linea con i migliori risultati nazionali ed internazionali. L’attività del centro riminese è aumentata esponenzialmente negli ultimi anni passando da 13 nuovi casi/anno nel 2011 a 30 nuovi casi/anno nel 2014 e 2015, un numero superiore rispetto all'atteso poiché una gran parte dei casi è stata inviata da altri servizi pediatrici della regione e qualcuno anche da fuori regione. Il carico assistenziale è di almeno il doppio dei nuovi casi diagnosticati ogni anno, considerando che ogni bambino riceve chemioterapia per circa 2 anni (a seconda del tipo di tumore).

L'approccio diagnostico e terapeutico in oncologia pediatrica è di tipo rigorosamente multidisciplinare, cioè si avvale di conoscenze/competenze di numerosi esperti nelle varie discipline specialistiche già esistenti e ben funzionanti all'Infermi di Rimini quali la chirurgia pediatrica, il centro trasfusionale, la radiologia, il laboratorio, l'anatomia patologica, la rianimazione, la neonatologia, l’oncologia e l’ematologia dell’adulto.

Nell’assistenza globale del bambino oncologico, altri attori entrano in campo e giocano un ruolo determinante nel percorso verso la guarigione: il pediatra di famiglia, gli infermieri, lo psicologo, l’AROP (associazione riminese di oncoematologia pediatrica), gli animatori con la loro clownterapia, i parenti, gli amici, altre associazioni laiche di volontariato (es progetto “Nati per leggere”). Queste figure si impegnano in un patto di alleanza terapeutica che viene stipulato con la famiglia ed è finalizzato alla realizzazione del progetto guarigione attraverso momenti di ascolto, di condivisione di ansie-angosce e di sostegno, diretti ad alleviare le sofferenze vissute durante l'intero periodo del trattamento.

La probabilità di guarigione in oncologia pediatrica rappresenta una concreta realtà, con una percentuale che si aggira attorno al 75-80 per cento.

Per comprendere la portata del fenomeno sociosanitario legato all’oncologia pediatrica, l’impatto assistenziale e il carico organizzativo sostenuto dai singoli poli oncologici, è necessario conoscere alcuni dati epidemiologici essenziali.

Secondo il rapporto AIRTUM 2012 l’incidenza annua di neoplasie nel periodo 2003-2008 è di 164 casi per ogni milione di bambini. Sulla base dei dati epidemiologici disponibili, la stima del numero atteso di tumori maligni di età compresa tra età 0 e14 anni al 2012 è la seguente:

·         1360 casi/anno in Italia,

·         98 casi/anno in Emilia Romagna

·         25 casi/anno nell’area vasta di Romagna

·         7.5 casi/anno in provincia di Rimini

Dal momento della sua apertura, nel centro di Rimini sono stati curati circa 250 bambini, con una sopravvivenza di circa l’80%, in linea con i migliori risultati nazionali ed internazionali. L’attività del centro riminese è aumentata esponenzialmente negli ultimi anni passando da 13 nuovi casi/anno nel 2011 a 30 nuovi casi/anno nel 2014 e 2015, un numero superiore rispetto all'atteso poiché una gran parte dei casi è stata inviata da altri servizi pediatrici della regione e qualcuno anche da fuori regione. Il carico assistenziale è di almeno il doppio dei nuovi casi diagnosticati ogni anno, considerando che ogni bambino riceve chemioterapia per circa 2 anni (a seconda del tipo di tumore).

L'approccio diagnostico e terapeutico in oncologia pediatrica è di tipo rigorosamente multidisciplinare, cioè si avvale di conoscenze/competenze di numerosi esperti nelle varie discipline specialistiche già esistenti e ben funzionanti all'Infermi di Rimini quali la chirurgia pediatrica, il centro trasfusionale, la radiologia, il laboratorio, l'anatomia patologica, la rianimazione, la neonatologia, l’oncologia e l’ematologia dell’adulto.

Nell’assistenza globale del bambino oncologico, altri attori entrano in campo e giocano un ruolo determinante nel percorso verso la guarigione: il pediatra di famiglia, gli infermieri, lo psicologo, l’AROP (associazione riminese di oncoematologia pediatrica), gli animatori con la loro clownterapia, i parenti, gli amici, altre associazioni laiche di volontariato (es progetto “Nati per leggere”). Queste figure si impegnano in un patto di alleanza terapeutica che viene stipulato con la famiglia ed è finalizzato alla realizzazione del progetto guarigione attraverso momenti di ascolto, di condivisione di ansie-angosce e di sostegno, diretti ad alleviare le sofferenze vissute durante l'intero periodo del trattamento.

La probabilità di guarigione in oncologia pediatrica rappresenta una concreta realtà, con una percentuale che si aggira attorno al 75-80 per cento.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si svolge sabato 21 gennaio il convegno "I tumori pancreatici - Sono possibili prevenzione e diagnosi tempestiva?”. Si tratta di un importante momento di confronto tra clinici di altissimo livello, e avrà luogo presso il palazzo dell’Arengo (piazza Cavour), dove convergeranno per una mattinata di studi, medici e cattedratici di tutta la Romagna, dell’Istituto Tumori (IRST) IRCCS di Meldola, ma anche da Roma e Milano. Il tumore del pancreas è purtroppo ancora una delle patologie oncologiche più difficili da combattere ma anche più difficili da diagnosticare.

L’evento è organizzato da Ausl Romagna (unità operativa di Chirurgia Generale dell’Ospedale “Infermi” di Rimini), associazione "Oltre la Ricerca" di Rimini e IRST IRCCS di Meldola. Apertura dei lavori (l’accesso è libero) alle ore 8:45 col saluto delle autorità, quindi gli interventi più clinici e le tavole rotonde, ad opera dei professionisti dell’IRST, di Ausl Romagna, nonché degli ospiti provenienti, tra l’altro, dall’Università “La Sapienza” di Roma, dall’Istituto “Humanitas” di Milano, dall’Università di Modena – Reggio Emilia.

La presidente dell’associazione “Oltre la Ricerca” Francesca Gabellini, svolgerà a sua volta un intervento per evidenziare il ruolo che il volontariato può svolgere a sostegno della presa in carico dei pazienti e della ricerca. L’associazione è nata per volere dei familiari di un giovane professionista riminese, Luca, per una forma di tumore pancreatico. E col convegno intende rispondere a una incidenza della neoplasia in crescita e che conseguentemente riscuote sempre più interesse scientifico.

Gli obiettivi del Congresso sono:

-          arrivare a comunicare con tutti gli operatori sanitari e la popolazione della complessità dell’argomento;

-          limitare preconcetti e luoghi comuni rispetto a questa specifica patologia;

-          Sviluppare ancora di più la collaborazione con tutti gli istituti di cura e di ricerca al fine di realizzare protocolli di prevenzione e diagnosi precoce e intervento sempre più efficaci;

-          dare spazio alla conoscenza delle associazioni nate spontaneamente dai pazienti e dai loro famigliari e raccogliere gli stimoli che vorranno darci.

Ulteriore valore aggiunto, l’evento (tutti i dettagli nell’allegato pieghevole) è orientato alle

politiche ad impatto zero ambientale, all’utilizzo di prodotti locali, risorse riciclabili non inquinanti, per cui coffee breack con prodotti a chilometro zero e l’invito ai partecipanti (ovviamente qualora ciò sia possibile) a raggiungere il Congresso utilizzando mezzi a mobilità lenta.

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio

Mi piace