Visualizza articoli per tag: fundrising

Si è svolta nella giornata di ieri, martedì 16 luglio, presso i locali della Pediatria del Presidio Ospedaliero di Ravenna, la donazione di un saturimetro da tavolo, acquistato grazie alla raccolta fondi scaturita da un evento in memoria di Adriano Carassai, ufficiale di Marina, capitano di fregata, appartenente alla Capitaneria di Porto di Ravenna.

Si tratta di un apparecchio moderno e tecnologico di ultima generazione che verrà utilizzato per monitorare il livello di ossigeno del sangue, la frequenza cardiaca e l’attività della respirazione ai piccoli pazienti che sono costretti a letto e vanno controllati in maniera costante.

Il Primario della Pediatria, dottor Federico Marchetti,  ha espresso il ringraziamento per il generoso gesto a nome di tutto il personale dell’Unità Operativa Complessa di Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale di Ravenna.

Pubblicato in Notizie dal sito

E’ ormai pacifico che un ospedale accogliente è importante anche per la qualità della cura. Specie se i pazienti sono bimbi. In quest’ottica sono attivi da anni progetti di accoglienza nelle Pediatrie degli ospedali di tutta la Romagna. Oggi a Forlì è stato aggiunta una ulteriore, importante tessera, a questo bel mosaico. Si è infatti svolta una cerimonia di inaugurazione dell'allestimento pittorico con vetrofanie delle vetrate di ingresso della Pediatria del “Morgagni Pierantoni”, donate dal gruppo “Consorti Rotary Club” di Forlì.
“Siamo grati alle ‘Consorti del Rotary Club’ di Forlì per avere rivolto la loro generosa attenzione ai bambini e alla Pediatria del nostro Ospedale – ha detto il primario, dottor Enrico Valletta -. L’allestimento che, grazie a loro, Sally Galotti ha realizzato all’ingresso del nostro reparto non vuole avere una funzione puramente estetica, ma rientra in una visione più ampia di accoglienza del bambino in ospedale e di umanizzazione delle cure che gli sono prestate. Sappiamo ormai con certezza che avere attenzione anche a questi aspetti aiuta il bambino e la sua famiglia nel percorso di cura e di guarigione dalla malattia. Siamo felici che la sensibilità delle ‘Consorti del Rotary’ abbia colto il valore di questo messaggio e lo abbia fatto proprio. Siamo anche convinti che alla nostra gratitudine si aggiungerà certamente il grazie dei bambini e dei loro genitori”.

Tale progetto, del valore di circa tremila euro, è mirato infatti, in primo luogo, alla maggior serenità possibile dei piccoli pazienti e delle loro famiglie, per quanto possibile in un luogo di cura quale quello ospedaliero.

Pubblicato in Notizie dal sito

Sabato primo giugno, a Ravenna, si corre… per una buona causa. Il ricavato della “Mini Maratona Conoscitiva – Dai Ragazzi per i Nonni”, che avrà luogo tra i monumenti della città, sarà infatti dedicata all’acquisizione di apparecchiature e attrezzature per il reparto di Neurologia dell’Ospedale “Santa Maria delle Croci”. E in particolare per un monitor da utilizzarsi per velocizzare ulteriormente gli interventi su pazienti colpiti da ictus.

Questa mattina presso l’ospedale, ha avuto luogo una conferenza stampa in cui è stata presentata l’iniziativa, col presidente del Rotary Club Ravenna “Galla Placidia”, il ragionier Piero Roncuzzi (membro del Comitato locale de “La BCC Ravennate, Forlivese & Imolese”), la presidente dell’Associazione “Alice” di Ravenna Daniela Toschi, Paola Novara (Museo Nazionale di Ravenna), il direttore medico del presidio ospedaliero di Ravenna Paolo Tarlazzi, il direttore della Neurologia Pietro Querzani, la responsabile Fundrising Elisabetta Montesi e la curatrice dell’evento Patrizia Baratoni. Dopo i saluti del Comune di Ravenna da parte del vicesindaco Eugenio Fusignani, che sabato sarà presente all’evento, Patrizia Baratoni ha ringraziato anche gli altri sponsor e sostenitori (varie scuole: l’Istituto Geometri “Morigia-Persida” e in particolare il professor Daniele Verati, il Liceo scientifico Alfredo Oriani e l’Istituto Comprensivo Damiano di Ravenna, poi la Polizia Municipale, Cittadinanzattiva Emilia Romagna, Conad Galileo, “Natura Nuova”) e ha illustrato l’evento.

Pronti, via: sabato primo giugno alle ore 9:30 in piazza del Popolo, dopo il saluto delle Autorità e degli organizzatori, si partirà (attorno alle 10) con la “minimaratona” per le vie circostanti ed i relativi monumenti; il punto d’arrivo, in cui sarà allestito un momento di ristoro e la consegna di diplomi di partecipazione, è previsto nella stessa piazza. Ad illustrare i monumenti che saranno incontrati lungo il percorso, Paola Novara: “Sarà un momento interessante perché potrà rappresentare un primo approccio conoscitivo rispetto a questi monumenti ed edifici storici, sebbene con un gruppo verosimilmente molto numeroso non potremo illustrarli tutti dettagliatamente. La partecipazione delle scuole e quindi dei giovani è molto importante sia per l’educazione al bello dei ragazzi sia per la componente solidale dell’evento”. E’ possibile iscriversi direttamente sul posto, con un’offerta minima di 2,5 euro.

Roncuzzi (“La BCC”) ha evidenziato il ruolo sociale, oltre che economico, dell’Istituto di Credito, in virtù del quale “partecipiamo a questa iniziativa ed abbiamo partecipato ad altre in sostegno dell’Ospedale e della sanità locale. Crediamo che, come banca, oltre alla nostra mission aziendale, sia importante anche lasciare qualcosa sul territorio per la nostra comunità”.

Un approccio che ovviamente è condiviso anche dal Rotary: nei giorni scorsi il Club “Galla Placidia” aveva donato arredi alla Pediatria e “anche negli anni scorsi abbiamo eseguito vari service – ha ricordato il presidente Bassi –: siamo tornati a collaborare con l’ospedale, e intendiamo continuare a farlo. Anche perché alla salute pubblica e alla tutela della persona, sono dedicati i nostri principali service, dal livello locale a quello internazionale. Nelle nostre politiche molta importanza la dedichiamo inoltre alla componente femminile e ai giovani: di qui è nato il coinvolgimento delle scuole nella ‘Mini maratona’ e anche l’idea del titolo, ‘I ragazzi per i nonni’, che vuol simboleggiare l’impegno che non deve mai mancare, nella presa in carico da parte delle giovani generazioni, verso quelle che le hanno precedute”. Sempre nell’ottica di raccolta fondi per iniziative a sfondo sociale e sociosanitario, le consorti del Rotary hanno realizzato un libro sui proverbi dialettali del ravennate, che sarà venduto in un banchetto nella giornata dell’evento.

Insomma un paio d’ore di cammino (e quindi sano movimento fisico) con in più un po’ di cultura, e soprattutto solidarietà. Sì perché il ricavato  dell’evento sarà dedicato alle apparecchiature per la Neurologia.

“L’ictus è una patologia tempodipendente – ha precisato in merito il dottor Querzani – e noi abbiamo messo in atto tutte le procedure possibili per accelerare al massimo la diagnosi e l’intervento, in modo da garantire ai pazienti il maggior recupero possibile. Un passaggio fondamentale per questo aspetto sarà l’attivazione di una barella/bilancia, che mentre trasporta il paziente ci rende noto il suo peso, indispensabile per dosare i farmaci da utilizzare nelle successive procedure, ed un monitor per monitorarlo anche durante i trasporti”. Costo dell’intera apparecchiatura, quasi tredicimila euro: già l’associazione “Alice”, che sabato avrà un banchetto in piazza, sta contribuendo per la  barella/bilancia, e l’iniziativa servirà per finanziare ulteriormente l’operazione, specialmente il monitor.

“La collaborazione di e tra tutti questi soggetti per l’iniziativa di sabato, così come per altre  - ha aggiunto il dottor Tarlazzi – è molto importante, ma è anche una gran bella cosa: è il ‘Sistema Ravenna’ che quando decide di fare una cosa la fa. La facciamo insieme, perché abbiamo messo insieme un’alleanza in cui ognuno fa la sua parte per perseguire il risultato. Vogliamo continuare così e fare ancora meglio”.

Approfondimento clinico sull’ictus.

In caso di ictus il campanello d’allarme deve scattare se si sente, o si nota in qualcuno, un dolore alla testa intenso e insolito, bocca storta e difficoltà a parlare, un lato del corpo più debole, difficoltà visiva e di equilibrio.

In Romagna, ogni anno, si registrano circa 2.100 ictus ischemici. Di questi l’80 per cento rappresenta un primo episodio, il 20 per cento una recidivia. Circa il 30 per cento dei pazienti con ictus si reca in Pronto Soccorso con mezzi propri, senza attivare il 118, con un conseguente allungamento dei tempi di intervento da parte dei sanitari.

Vi sono due modalità per intervenire sull’ictus: una modalità farmacologica, iniettando per via endovenosa una farmaco che elimina il trombo, o in via endovascolare, cioè rimuovendo l’ostruzione per via meccanica. Prima il paziente arriva in ospedale e, ovviamente, maggiori possibilità di successo hanno queste tecniche.

Pubblicato in Notizie dal sito

La “Banca di Credito Cooperativo Ravennate, Forlivese e Imolese” (“La BCC”), da sempre impegnata in iniziative benefiche e attenta alle esigenze  territoriali, ha effettuato un’importante donazione all’Unità Operativa di “Medicina riabilitativa” di Ravenna, finalizzata all’acquisto di due sollevatori per pazienti “Rifton Tram Low” che sono stati collocati uno all’Ospedale “Santa Maria delle Croci” di Ravenna, fruibile da tutti i pazienti con grave disabilità ricoverati nei reparti per acuti (ad esempio Neurologia, Medicina…) e l’altro presso la Casa della Salute di Russi, dove è già attivo un servizio di valutazione e prescrizione ausili in collaborazione coi medici di famiglia.

Questa attrezzatura è uno strumento indispensabile per il trasferimento di pazienti con gravi disabilità e diversa corporatura, e permette di sollevarli da seduti in posizione eretta ed effettuare la deambulazione assistita. Ha un telaio compatto e ultraleggero, è semplice da maneggiare anche in spazi stretti  e riduce significativamente le tensioni e le sollecitazioni alla schiena degli operatori, garantendo un ambiente di lavoro più sicuro ed efficiente.

“La BCC”  ci ha inoltre donato un apparecchio per elettroterapia a quattro canali con relativa tavola (denominato “Compex Phisio”), pensato per  trattare muscoli denervati e patologie complesse dell'arto superiore e inferiore . Può essere utilizzato per stimolare la muscolatura dopo somministrazione di tossina botulinica nei pazienti neurologici, ma adatto anche  nel post-operatorio di patologie ortopediche  complesse.

Alla sobria cerimonia di donazione che si è svolta ieri pomeriggio erano presenti il dottor Paolo Tarlazzi (direttore del Presidio Ospedaliero di Ravenna), la dottoressa Cinzia Lotta  (direttore della “Medicina riabilitativa” di Ravenna), il dottor Giuseppe Benini (presidente del Comitato Locale de “La BCC”, il dottor Giorgio Bonavia (capoarea de “La BCC”), il ragionier Piero Roncuzzi (membro del Comitato Locale de “La BCC”).

La dottoressa Lotta ha espresso il proprio sentito ringraziamento verso la “Banca di Credito Cooperativo Ravennate, Forlivese e Imolese”, rilevando che tali attrezzature contribuiranno  al miglioramento della  gestione dei pazienti quotidianamente assistiti presso la “Medicina riabilitativa” nella sede di Ravenna  e nella Casa della Salute di Russi, “facilitando i trasferimenti e  migliorando le autonomie dei pazienti con gravi disabilità, che è il principio base della riabilitazione” ha spiegato la professonista. Un ringraziamento particolare anche alla presidente dell’Associazione A.L.I.Ce. Ravenna (Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale) signora Daniela Toschi, che ha contribuito alla realizzazione della procedura di donazione.

(Si allega un file zippato con le foto dell’evento).

Pubblicato in Notizie dal sito

Neanche 24 ore dopo la donazione della risonanza magnetica da parte di RivieraBanca all’Ospedale di Rimini, un altro gesto di vicinanza alla sanità riminese da parte della società civile. Si è svolta infatti stamane una sobria cerimonia di ringraziamento da parte dell’Ausl alla ditta Trevi di Rimini che tramite l’Ail di Rimini ha donato all’Ospedale sei televisori già installati ed operativi negli spazi del day hospital oncoematologico, sempre dell’Ospedale di Rimini.

Erano presenti il signor Egidio Aguti (presidente Trevi), Eduardo Pinto (presidente Ail di Rimini), Romeo Giannei (direttore medico dei presidi ospedalieri del riminese), Patrizia Tozi (Direttore dell’Ematologia) e Davide Tassinari (direttore dell’Oncologia di Rimini).

Presso il day hospital vengono effettuate, ogni anno, oltre 16mila prestazioni, l’installazione di televisori nelle sale d’aspetto e nelle stanze in cui vengono effettuate le terapie, rappresenta dunque un gesto importante in un’ottica di umanizzazione delle cure e della presa in carico, come ha sottolineato il dottor Giannei: “Rendere per quanto possibile, più serena la permanenza nei nostri servizi è un obiettivo che ci poniamo – ha detto – e per questo ringraziamo Trevi e Ail per l’importante collaborazione”. Concetti rimarcati anche dalla dottoressa Tosi e dal dottor Tassinari.

Il presidente Pinto ha a sua volta evidenziato come “al di là del valore economico di questa donazione (all’incirca 1.350 euro), quel che più conta è che le attese e le cure dei pazienti e loro accompagnatori, che talvolta si prolungano anche per qualche ora, possano trascorrere in un clima migliore. Vogliamo ringraziare la Trevi nella persone del signor Aguti, al quale consegnamo una medaglia dei 50 anni dell’Ail, che ricorrono quest’anno, con la speranza che la nostra collaborazione non si fermi qui”. Un auspicio rispetto al quale il signor Aguti non si è buttato via: “Siamo felici, quando ce ne sono le possibilità, di contribuire al benessere della nostra comunità, e laddove in futuro se ne ripresentasse l’opportunità, nell’ambito di quanto per noi possibile non ci tireremo indietro”.

Pubblicato in Notizie dal sito

Grande successo, domenica scorsa, per l'incontro della rassegna "Rianimazioni Letterarie" svoltosi nella sala riunioni del Dea dell'Ospedale "Santa Maria delle Croci" di Ravenna. Sedute piene in ogni ordine di posti e persone in piedi per ascoltare Gianrico Carofiglio, scrittore, già magistrato e consulente della Commissione Antimafia nonchè Senatore della Repubblica. All'incontro, che ha avuto dunque molto successo, ha partecipato anche il sindaco di Ravenna Michele De Pascale.

L'occasione è stata inoltre utilizzata per rilanciare la campagna di crowdfunding "Un Sorriso contro il Dolore", mirata a raccogliere fondi per donare alla Terapia Antalgica di Ravenna un'innovativa apparecchiatura contro il dolore cronico. Donare è facile: basta connettersi alla piattaforma di ideaginger , e donando si ricevono anche riconoscimenti e gadget

Pubblicato in Notizie dal sito

Quando la solidarietà... premia. La campagna di fundrising "Un sorriso contro il dolore", mirata ad acquistare un'apprecchiatura contro il dolore cronico per l'Ospedale di Ravenna, sta entrando nel vivo. Ed è importante ricordare che chi fa decide di fare una donazione riceve anche piccoli omaggi. Si tratta ovviamente di doni simbolici, perchè quello che più conta è partecipare ad una gara di solidarietà per andare incontro alla comunità ravennate. In tanti lo stanno già facendo ma il traguardo dei diecimila euro non è ancora raggiunto. Tutti i dettagli su come donare e sugli omaggi, sul portale per la donazione ideaginger .

Pubblicato in Notizie dal sito

Continua la "gara" per contribuire all'acquisto di una apparecchiatura per contrastare il dolore cronico, per la "Terapia Antalgica" di Ravenna, diretta dal dottor Massimo Innamorato. Già in tanti hanno donato ma serve un ulteriore "colpo di reni" per centrare il traguardo. Tutte le notizie sulla campagna dell'Ausl, che contempla anche piccoli premi per i donatori grazie agli sponsor, ed il relativo video, si trovano qui , mentre la piattaforma per la donazione è sul sito www.ideaginger.it . L'apparecchiatura è importante per dare una migliore qualità della vita a tanti pazienti.

Pubblicato in Notizie dal sito
Giovedì, 17 Gennaio 2019 15:43

"Un sorriso contro il dolore" ancora in Tv

Continua la messa in onda della trasmissione di Teleromagna "Faccia a Faccia" relativa alla campagna "Un Sorriso contro il Dolore", in corso nel Ravennate per l'acqusizione di una apparecchiatura contro il dolore cronico per l'ospedale "Santa Maria delle Croci", andrà in onda, nei prossimi giorni, una puntata della trasmissione "Faccia a faccia" di Teleromagna, sul tema specifico.

La trasmissione sarà ancora trasmessa nelle seguenti giornate ed orari:

- il 20/1 alle ore 17,30 su TR24.

Invece il Focus dal titolo "Un canestro per la vista", altra importante iniziativa, andrà in onda:

- il 18/1 alle ore 16 su Teleromagna.

- il 20/1 alle ore 23 su TR24.

Pubblicato in Notizie dal sito

Nell'ambito della campagna "Un sorriso contro il dolore", in corso nel Ravennate per l'acqusizione di una apparecchiatura contro il dolore cronico per l'ospedale "Santa Maria delle Croci", andrà in onda, nei prossimi giorni, una puntata della trasmissione "Faccia a faccia" di Teleromagna, sul tema specifico.

La trasmissione sarà trasmessa nelle seguenti giornate ed orari:

- il 14/1 alle ore 13,30 su Teleromagna (tasto 14 sul telecomando) e

               alle ore 17,30 su TR24 (tasto 11 sul telecomando).

- il 15/1 alle ore 18,15 su Teleromagna e

               alle ore 21,30 su TR24.

- il 17/1 alle ore 23,30 su Teleromagna.

- il 20/1 alle ore 17,30 su TR24.

Il Focus dal titolo "Un canestro per la vista" andrà in onda:

- il 15/1 alle ore 13,30 su Teleromagna e

               alle ore 17,30 su TR24

- il 16/1 alle ore 18,15 su Teleromagna e

               alle ore 21,30 su TR24

- il 18/1 alle ore 16 su Teleromagna.

- il 20/1 alle ore 23 su TR24.

 

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio

Mi piace