Grande successo per il summit sul tumore al pancreas svoltosi a Meldola in questi giorni. Romagna e San Raffaele di Milano a confronto

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Giorgio Ercolani, direttore della U.O.C. Chirurgia Generale dell' Ospedale di Forlì, Carlo Fabbri, Direttore della U.O.C. Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Forlì e Cesena e Luca Frassineti, Direttore della U.O.C. Oncologia Medica dell’IRST IRCCS di Meldola, sono stati i promotori e i direttori dell’incontro che ha riunito in questi giorni i massimi esperti italiani di patologia pancreatica presso l’Irccs di Meldola.

“La volontà - spiegano gli organizzatori - era di dare la possibilità ai professionisti dell’AUSL Romagna di incontrare i rispettivi colleghi che operano nel “Pancreas Center” del San Raffaele di Milano, di cui è Direttore il Prof.Massimo Falconi, una delle realtà di maggior livello scientifico internazionale in questo settore.”

“Sono stati affrontati tutti i temi più dibattuti negli ultimi anni, quali l’approccio diagnostico-terapeutico delle lesioni cistiche del pancreas, i tumori neuroendocrini, i vari trattamenti sistemici, loco-regionali e chirurgici dell’adenocarcinoma pancreatico, la ricerca traslazionale – proseguono - Particolare risalto si è dato alla necessità di creare un percorso di “presa in carico” del paziente con patologia pancreatica per facilitare tutto il percorso dalla diagnosi alla cura di chi si trova improvvisamente con tale patologia. Infine è stato affrontato il tema della “centralizzazione” della chirurgia pancreatica sulla quale la Regione Emilia-Romagna, ed in particolare l’AUSL Romagna, stanno lavorando per migliorare i risultati dei Centri che si occupano di questi pazienti.

L’incontro si è svolto in un clima di grande intesa e con l’obiettivo di rinsaldare la collaborazione sia scientifica sia sui percorsi assistenziali, tra l’AUSL Romagna e l’Ospedale San Raffaele.”

Letto 486 volte Ultima modifica il Lunedì, 09 Dicembre 2019 08:42
a cura della

Cerca notizia

Archivio