giampaolo.grilli

Articoli inseriti da giampaolo.grilli

In occasione della giornata mondiale per la lotta all'AIDS, che si celebrerà il 1 dicembre prossimo, l'Unità di Strada del Servizio Dipendenze Patologiche di Forlì effettuerà, a tutti coloro che fossero interessati, il test dell'HIV, e il test Covid. Entrambi sono gratuiti.


Il test potrà essere prenotato, dal 30 novembre al 5 dicembre, contattando il numero 0543733491.

Il progetto (IN) vulnerabili parteciperà quest'anno al Festival del Buon Vivere di Forlì 2020 home edition, che si terrà dal 27 al 29 novembre.

Il gruppo IN-vulnerabili, costituito da professionisti sanitari dell’AUSL della Romagna sede di Forlì,  dell’Università di Bologna e del mondo scolastico ed artistico forlivese, propone da qualche anno progetti sulla tematica della violenza alle donne. La consapevolezza che il rispetto e la valorizzazione delle differenze è un processo fondamentale per la crescita personale e sociale e per il miglioramento delle dinamiche di relazione fra gli individui, ha rappresentato lo stimolo per elaborare un progetto di sensibilizzazione rivolto alle scuole sul tema della violenza finalizzato al processo di prevenzione primaria; progetto sviluppato in più occasioni durante l’anno scolastico 2018- 2019.

"Nel frangente del tutto peculiare in cui l’emergenza sanitaria legata alla pandemia da COVID 19 ha comportato, oltre qualsiasi immaginazione, un profondo e repentino cambiamento del nostro modo di vivere quotidiano, di comunicare e di relazionarci - spiegano i promotori del progetto - tanti sono i pensieri e le emozioni che colgono l’essere umano. Se da un lato avvertiamo di vivere in una atmosfera sospesa, rarefatta, priva di quegli agganci che normalmente scandiscono e rassicurano le nostre giornate (il lavoro, lo studio, gli incontri fra pari, lo sport, i momento familiari), dall’altro la consapevolezza della realtà della patologia, dello sforzo di tanti operatori impegnati a fronteggiare le attuali necessità, i timori legati alle conseguenze economiche della pandemia, la mancanza di prospettive temporali certe di ripristino di una “normalità”, il senso di pericolo per la nostra integrità fisica, evocano una continua oscillazione emotiva fatta di aspettative, speranze, timori, oppressione, solitudine. Durante questo periodo di “clausura” il gruppo di progetto “INvulnerabili” ha proposto agli studenti delle scuole secondarie di I° e II° grado di condividere riflessioni ed elaborati che aiutino a collocare in una dimensione pubblica un’esperienza segnata da un forte carattere personale mutuato dalla pratica trecentesca della quarantena. Oggi più che mai una comunicazione emozionale permette di avvertire la coesione e di rendere partecipati quei sentimenti comuni così presenti in questo momento. Nei video che verranno presentati a nome di “Invulnerabili” nelle tre giornate della “Settimana del Buon Vivere 2020” in versione on line , il mondo della scuola si è distinto per dare voce a queste emozioni.

Per questo ringraziamo tutte le scuole che hanno contribuito e, in particolare, gli allievi della scuola di I° Dante Alighieri di Forlì per i disegni densi di sentimento offerti e gli studenti del Liceo Classico Morgagni di Forlì per gli emozionanti contributi video ed anche la  Compagnia Sartoria Teatrale per il coordinamento. La proposta di INvulnerabili gode del Patrocinio dell’Ausl Romagna e del consueto e prezioso sostegno dei Lions “De Medici"."

Seguici on line!

 

Venerdì 27 novembre, h 14 su https://terradelbuonvivere.it/festival/

(IN)VULNERABILI - LOCK VIDEO

  1. INTRODUZIONE DI DAVIDE CONTI
  2. PENSIERI DI ANITA NANNINI
  3. I COLORI DELL’ANIMA DI CHRISTINE CZERWINSKI

 

Sabato 28 novembre, h 14 su https://terradelbuonvivere.it/festival/

(IN)VULNERABILI - LOCK VIDEO

  1. INTRODUZIONE DI DAVIDE CONTI

  2. COSA RESTA DI EDEN ZAPPIA

  3. (IN)VULNERABILI DI FRANCESCA VERZINO

 

Domenica 29 novembre, h 14 su https://terradelbuonvivere.it/festival/

(IN)VULNERABILI - LOCK VIDEO

  1. INTRODUZIONE DI TIZIANA IERVESE

  2. S’L’É NOTA, US’ FARÀ DE’ DI AZZURRA FERRINI

  3. MI MANCA DI FILIPPO ERBACCI

L'intervista al professor Vittorio Sambri, direttore dell’Unità Operativa Microbiologia del Laboratorio Unico di Pievesestina dell'Ausl Romagna alla trasmissione televisiva "Agorà" in onda su Rai 3 mercoledì 24 novembre. Il professor Sambri, in particolare, è stato interpellato sul tema dei test diagnostici.

Clicca qui per vedere l'intervista

Il Dott. Giovanni Cammaroto e il Dott Giannicola Iannella, dirigenti medici dell’unità operativa di otorinolaringoiatria dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì, diretta dal prof. Claudio Vicini, hanno conseguito l’idoneità a professore di seconda fascia per il settore concorsuale 06/f3 dell’Otorinolaringoiatria. Tale abilitazione consente di svolgere la funzione di professore associato presso gli atenei Italiani e viene conseguita solo dai candidati in possesso di un adeguato profilo curriculare accademico e scientifico.

Nella Unità Operativa di otorinolaringoiatria forlivese avevano già conseguito l'abilitazione scientifica anche il dottor Filippo Montevecchi, il dottor Andrea De Vito e il dottor Giuseppe Meccariello, oltre naturalmente al dottor Claudio Vicini, che ha conseguito l'abilitazione da professore ordinario

Giovanni Cammaroto, laureato e specializzato presso l’Università degli studi di Messina, vanta una importante esperienza internazionale, avendo esercitato la professione anche in Spagna e nel Regno Unito. E' autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali sul tema della sindrome delle apnee notturne e della chirurgia robotica.

Giannicola Iannella, laureato e specializzato presso l’Università La Sapienza di Roma, è autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali sul tema della chirurgia dell’orecchio medio. Vanta il conseguimento di premi di accademie scientifiche per le ricerche effettuate.

"Siamo contenti e soddisfatti di questo risultato - spiegano i due nuovi "professori" - frutto di numerosi anni di ricerca clinica e di collaborazioni nazionali ed internazionali. Inoltre ringraziamo il prof Vicini, Direttore del Dipartimento testa collo dell’AUSL Romagna, per il costante supporto e guida nelle attività di ricerca e cliniche".

 

Tutti i mercoledì alle 13 il sindaco e presidente della Provincia di Ravenna Michele de Pascale fa il punto insieme ai professionisti e alle professioniste del mondo della sanità sulla situazione COVID-19 nel territorio di Ravenna.

Un'ora di approfondimento per aiutare a fare chiarezza sui tanti temi che riguardano l'emergenza sanitaria.

Il primo incontro sarà con il direttore generale di Ausl Romagna Tiziano Carradori.

In diretta streaming sulla pagina facebook di Michele de Pascale, su quelle del Comune di Ravenna e Provincia di Ravenna e sul canale youtube "Michele de Pascale sindaco".

In occasione della festività dell'8 dicembre, la segreteria dell'Unità Operativa di Medicina Riabilitativa dell'Ospedale di Forlì resterà chiusa anche nella giornata del 7 dicembre 2020.

E' l'ultimo successo scientifico della Banca Cute della Regione Emilia Romagna (RER), che afferisce al Centro Grandi Ustionati dell'Ospedale “M. Bufalini” di Cesena – Azienda USL della Romagna– ed è una delle cinque banche del tessuto cutaneo italiane accreditate dal Centro Nazionale Trapianti (CNT) e dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS). E' un laboratorio specializzato nella lavorazione, conservazione, stoccaggio e distribuzione di tessuto cutaneo ottenuto da donatore cadavere Multi-Tessuto (MT) e Organi-Tessuti (OT) e serve un bacino di utenza interregionale di circa sei milioni di abitanti.

"La Membrana Amniotica viene estratta dalla placenta - spiega il dottor Davide Melandri, direttore del reparto di Dermatologia e del Centro grandi ustionati dell’ospedale “Bufalini” - frutto della donazione da parte delle pazienti sottoposte a parto cesareo d'elezione, dopo il consenso informato scritto, presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia sempre del Bufalini diretto dal dott. Patrizio Antonazzo. Le donatrici sono selezionate sulla base di rigorosi criteri previsti dalle Linee Guida del Centro Nazionale Trapianti. "

“Dopo il parto - prosegue – dalla placenta viene raccolta la membrana amniotica e trasportata presso la Banca della cute che fa parte del nostro Centro. La membrana fino ad ora è stata processata all’interno dell’officina farmaceutica e criocongelata, per essere poi conservata a una temperatura tra i -180 e i -195 gradi centigradi (vapori di azoto) pronta per la distribuzione alla quale siamo da poco stati autorizzati dal Centro Trapianti della nostra Regione. Viene anche validata da un punto di vista clinico. La membrana verrà distribuita su richiesta dei clinici per trattare ferite e ulcere cutanee e mucose di difficile guarigione o nel caso di ustioni. La membrana è un prodotto biocompatibile e biologicamente attivo, dotato di capacità trofico-rigenerative per la presenza di una matrice elastica e resistente infarcita di cellule staminali, fattori di crescita e citochine. Inoltre, ha la capacità di rilasciare sostanze che stimolano la guarigione, di ospitare le cellule dell’ospite e promuoverne l’accrescimento e il differenziamento, contrastare l’infezione e stimolare la rivascolarizzazione delle aree danneggiate". A breve sia la membrana che il derma decellularizzato, un altro importante tessuto bioingegnerizzato distribuito dalla banca regionale, grazie ad un nuovo brevetto verranno conservati e distribuiti a temperatura ambiente con un indubbio vantaggio pratico e di costi. Ciò semplificherà poi anche la conservazione e distribuzione del derma decellularizzato che attualmente è conservato a bassissime temperature in vapori di azoto. Quest’ultimo prodotto è costituito da una matrice dermica bioingegnerizzata che viene sottoposta mediante una metodica di manipolazione minima, brevettata assieme al Rizzoli di Bologna, alla eliminazione completa delle cellule del donatore rendendolo completamente atossico, biocompatibile e immunotollerato.

Il dottor Melandri, oltre al Centro Grandi Ustionati e alla Banca Regionale della Cute dirige anche i reparti di Dermatologia di Forlì e Cesena e la Rete Vulnologica. Nel Centro ustioni, Hub regionale anche per le ustioni pediatriche, oltre al primario lavorano otto dermatologi, una psicologa, due biotecnologhe, una biologa e cinque chirurghi plastici mentre nelle Dermatologie di Cesena e Forlì ci sono in servizio altri dieci dermatologi.

“Si tratta dell’unico Centro grandi ustionati italiano che ha la peculiarità di essere gestito e diretto da dermatologi - chiarisce il dottor Melandri - e lavora con molte altre specialità. La disponibilità di un servizio di chirurgia plastica, unitamente alla Banca della cute e alla rete vulnologica della Romagna, consente collaborazioni trasversali all’insegna della multidisciplinarità con diverse branche specialistiche, tra le quali dermochirurgia ad indirizzo oncologico e pediatrico, ricostruzione post oncologica della mammella, chirurgia del mieloleso, neurochirurgia, traumatologia, otorinolaringoiatria e Maxillo oltre che un supporto per la rete degli ambulatori per la cura delle ulcere e ferite acute e croniche di varia origine.”

Lunedì 7 dicembre l'Unità Operativa di Medicina Legale, ambito di Forlì, resterà chiusa.

Nominato il nuovo comitato scientifico del Centro Studi Donati, facente parte del Progetto C.U.R.A. (Corporate University Romagna AUSL) dell'Ausl Romagna, con funzione di raccordo e valorizzazione dell'attività di volontariato e solidarietà.

Costituitosi nel 2007 per Delibera della Direzione Generale dell’Azienda USL di Forlì, il Centro Studi per il Volontariato e la Solidarietà viene riconosciuto parte integrante dell’Azienda USL della Romagna il 19 giugno 2019, all’interno di C.U.R.A., la Corporate Academy dell'Azienda, assumendo un preciso ruolo all'interno della stessa azienda. L’iniziativa, in sintonia con il Piano Sanitario Nazionale, prevede e riconosce nella cooperazione allo sviluppo nazionale e internazionale, un obiettivo di tutte le Aziende Sanitarie, ognuna secondo la propria progettualità, per il raggiungimento e la tutela della Salute e della Pace.

I nuovi membri eletti del comitato scientifico sono:

Giorgetti Susanna( Dirigente medico -ginecologia e ostetricia -UO Ce Ostetricia e Ginecologia Cesena),

Italiano Francesco ( Dirigente Medico-chirurgia Pediatrica -UO RN Chirurgia Pediatrica Rimini)

Magnani Massimo ( Dirigente Medico -otorinolaringoiatria-Direttore UO otorinolaringoiatria Cesena)

Preda Francesca ( Dirigente Medico-Neurologia -UO Neurologia Cesena, Forli),

Tallarini Davide ( Dirigente medico -Direzione Medica presidio Ospedaliero -Direttore -Direzione Medica P.O. Faenza-Lugo).

Trincone Silvana( Dirigente Medico -Dermatologia e Venereologia- UO Centro Grandi Ustionati/Dermatologia Cesena, Forli)

Francioni Giovanni ( ex dipendente Dirigente Medico -chirurgia Generale -Direttore -UO Chirurgia Generale e d'Urgenza Rimini).

Il Comitato Scientifico ha nominato anche il dott. Francesco Landi quale coordinatore del Centro Studi Aziendale per il volontariato e la Solidarietà Giovanni Donati. Il dottor Landi succede alla Dr.ssa Daniela Valpiani, che continuerà a fornire il suo prezioso contributo.

 

"Le finalità del Centro Studi - spiega il coordinatore - sono di promuovere e sviluppare e consolidare rapporti con le associazioni di volontariato con particolare riferimento a quelle di cui fanno parte , a vario titolo, gli operatori dell'Azienda , e che sono dediti ad attività di solidarietà locale , nazionale ed internazionale, favorire l'integrazione tra istituzioni pubbliche e "privato-sociale" finalizzate alla difesa della salute dei cittadini, essere punto di riferimento all'interno dell'Azienda per le richieste dei singoli operatori relativamente al loro impegno personale in organizzazioni umanitarie fornendo ogni supporto utile, realizzare seminari, convegni di studio, attività formative nel mondo del volontariato e solidarietà, promuovere scambi di esperienze fra associazioni, promuovere una maggiore conoscenza degli organismi di volontariato e privato sociale da parte dei cittadini.

Nell'assemblea di costituzione del Centro Studi si è deciso di individuare delle MACROAREE operative , in vari ambiti di interesse sulla base di progetti di collaborazione sia con le ONG in paesi in via di sviluppo, sia con le realtà locali : TELEMEDICINA-FORMAZIONE, CHIRURGICA-ANESTESIOLOGICA, MATERNO-INFANTILE, INTERNISTICA DI COMUNITA', ORGANIZZAZIONE SANITARIA, LOGISTICA, MALATTIE INFETTIVE, EPIDEMIOLOGIA. Altro obiettivo è quello di sviluppare la collaborazione tra l' AUSL Romagna e medici con l'Africa CUAMM".

 

I membri del comitato scientifico invitano tutti i dipendenti dell'AUSL della Romagna interessati a dare il loro contributo nel mondo del volontariato ad iscriversi al Centro Studi indicando anche la Macroarea di interesse. L'iscrizione puo' essere eseguita compilando il modulo di iscrizione disponibile nel sito, o mandando una mail al seguente indirizzo centrostudidonati@auslromagna.it

In occasione dell'8 dicembre, festa dell'Immacolata Concezione, il SERT di via Orto del Fuoco 10 di forlì, rimarrà CHIUSO anche LUNEDI 7 DICEMBRE.

Cerca notizia

Archivio