Visualizza articoli per tag: 21dl

Ancora un’importante apparecchiatura donata alla sanità romagnola. Si è svolta nei giorni scorsi, nella sala riunioni del reparto di Cardiologia dell’Ospedale “Infermi” di Rimini, una sobria cerimonia inaugurativa di un nuovo ecocardiografo donato dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna (Bper) all’ospedale di Rimini e in particolare alla Cardiologia. Già alcuni anni fa l’istituto di credito aveva offerto al reparto, guidato dal dottor Giancarlo Piovaccari, un’apparecchiatura diagnostica all’avanguardia. Questo nuovo apparecchio rappresenta un importante tassello per la presa in carico sempre più puntuale e all’avanguardia dei pazienti con patologie dell’apparato cardiovascolare.

All’evento erano presenti Giosuè Boldrini (presidente di Bper Credit Management), Giuliano Lugli (Responsabile della Direzione Territoriale Bper Banca della Romagna), il direttore generale dell’Ausl Romagna Marcello Tonini, il direttore dei Presidi ospedalieri del Riminese Romeo Giannei, il direttore del Dipartimento di Malattie cardiovascolari dell’Ausl Romgna (e della cardiologia ospedaliera riminese) Giancarlo Piovaccari, con la sua equipe.

L’apparecchio donato è un ecocardiografo di ultima generazione attraverso il quale si effettuano ecografie del cuore. I cardiologi ricorrono all'ecocardiogramma quando sospettano la presenza di una malattia cardiaca, come ad esempio un danno del miocardio, uno stato di insufficienza cardiaca, una valvulopatia o un difetto congenito del cuore. Il valore dell’apparecchio donato alla Cardiologia riminese è di circa 45mila euro. “Proprio nei giorni scorsi – ha raccontato il professor Piovaccari – abbiamo svolto una formazione interna sull’utilizzo più efficace di apparecchiature di questo tipo. Con questo nuovo apparecchio avremo una ulteriore capacità ‘produttiva’ di circa cinquemila esami l’anno, e aggiorniamo i maniera significativa gli ecocardiografi di cui disponiamo. Ulteriore valore aggiunto risiede nel fatto che è un apparecchio mobile e che quindi si può ancor meglio adattare alle esigenze dei pazienti”.

Giosuè Boldrini ha sottolineato: “Ormai da diversi anni un proficuo rapporto di collaborazione lega BPER Banca all’Ospedale di Rimini e più in generale alla Sanità di questo territorio. L’importanza della donazione è avvalorata anche dal fatto che in questa struttura sono impegnati esperti di altissimo livello che quotidianamente studiano e lavorano per la salute delle persone”.

 

Giuliano Lugli ha a aggiunto che “per BPER Banca l’impegno sociale è una tradizione che ha basi sin dalla fondazione. Gli interventi dell’Istituto contemplano iniziative che spaziano dal campo culturale a quello ricreativo, con attenzione costante alle nuove generazioni, ma anche alle fasce più deboli della cittadinanza: l’ambito della Sanità è quindi di primaria importanza perché incide direttamente sul livello di benessere di una comunità, per cui è una grande soddisfazione aver concluso un’operazione in cui i primi beneficiari saranno proprio i pazienti romagnoli”.

Chiusura dei lavori a cura del direttore generale Tonini il quale, oltre ovviamente ad esprimere autentici e sentiti ringraziamenti alla Bper, ha assicurato il massimo impegno “dell’Azienda e di ogni suo operatore, nel mettere ‘a buon frutto’ questo prezioso apparecchio”. Ha quindi colto l’occasione per ribadire come “la cardiologia riminese sia uno dei nostri fiori all’occhiello, soprattutto grazie all’indefesso lavoro del dottor Piovaccari. Ma in generale, se prevarrà, al nostro interno, il senso di unità, continueremo ad erogare servizi sempre più puntuali ed appropriati a tutta la popolazione dell’intera Romagna. Anche per meritare la fiducia della società che sempre più spesso aiuta il sistema sanitario pubblico a dare il meglio. E’ una cosa molto bella, dobbiamo continuare con questa virtuosa relazione. Faremo quando dovuto per meritarcelo”.

Pubblicato in Notizie dal sito
Giovedì, 17 Gennaio 2019 15:43

"Un sorriso contro il dolore" ancora in Tv

Continua la messa in onda della trasmissione di Teleromagna "Faccia a Faccia" relativa alla campagna "Un Sorriso contro il Dolore", in corso nel Ravennate per l'acqusizione di una apparecchiatura contro il dolore cronico per l'ospedale "Santa Maria delle Croci", andrà in onda, nei prossimi giorni, una puntata della trasmissione "Faccia a faccia" di Teleromagna, sul tema specifico.

La trasmissione sarà ancora trasmessa nelle seguenti giornate ed orari:

- il 20/1 alle ore 17,30 su TR24.

Invece il Focus dal titolo "Un canestro per la vista", altra importante iniziativa, andrà in onda:

- il 18/1 alle ore 16 su Teleromagna.

- il 20/1 alle ore 23 su TR24.

Pubblicato in Notizie dal sito

La stretta collaborazione tra la società civile e l’Ausl Romagna, e le buone pratiche che maturano all’interno di questa, portano la Terapia Intensiva Neonatale (TIN) dell’ospedale “Infermi” di Rimini a diventare punto di riferimento formativo a livello regionale.

Solo un anno fa la onlus “Rimini Solidale” di Rimini donava all’Unità operativa di TIN dell’ospedale “Infermi” un ecografo indispensabile per ricercare i vasi sanguigni nei neonati, in modo da potervi inserire in maniera più sicura e meno traumatica i cateteri venosi centrali, evitando così di pungere “alla cieca” i “piccolissimi” pazienti. Si tratta di una procedura frequente nei bambini più piccoli e più fragili, fondamentale per potere somministrare nutrizione e farmaci e quindi aumentarne la sopravvivenza. L’inserimento ecoguidato dei cateteri venosi centrali rappresenta una nuova frontiera nella moderna neonatologia.

Su questo argomento si è tenuto, presso le aule formative di Rimini dell’Ausl, il primo corso rivolto agli operatori, sia medici che infermieri, di tutta la Regione, tenuto dall’equipe di Rimini (dottor Giovanni Barone e dottoressa Gina Ancora, direttore dall’Unità operativa) insieme ad illustri docenti della Università Cattolica di Roma.

Pubblicato in Notizie dal sito
Venerdì, 04 Gennaio 2019 13:29

Apertura nuovo sportello CAAD a Cesenatico

Dal 10 gennaio apre a Cesenatico un nuovo sportello CAAD (Centro per l'Adattamento dell'Ambiente Domestico). 

Sarà aperto al pubblico il secondo ed il quarto giovedì di ogni mese, dalle ore 14.30 alle 16.30, solo su appuntamento, presso l’ufficio 112 al 1° piano della Casa della Salute, in Largo san Giacomo 15.

Il servizio offre informazione e consulenza per promuovere e sostenere l’autonomia e la vita indipendente di disabili ed anziani, favorirne la permanenza nella propria abitazione, rendendo al contempo meno gravosi i compiti di assistenza dei famigliari.

Per prenotare le consulenze i cittadini possono contattare: Sportello sociale Unione Rubicone e Mare, sede di Cesenatico, Via Saffi, 1 Tel. 0547.79324 - e-mail: sportellosocialecesenatico@unionerubiconemare.it

Si ricordano di seguito le giornate di apertura al pubblico presso gli altri sportelli CAAD nei Distretti Rubicone- Costa e Cesena- Valle Savio:

SAVIGNANO SUL RUBICONE: c/o sede Municipale - Sportello Sociale, Piazza Borghesi 9, Tel 0541.809687. Orario di apertura al pubblico (solo su appuntamento): 1° e 3° Giovedì del mese dalle 14,30 alle 16,30.

CESENA: c/o sede AUSL, Corso Cavour 180, Tel/Fax 0547.352789 - E-mail: caadcesena.ce@auslromagna.it Orario di apertura al pubblico (solo su appuntamento): lunedì dalle 12,30 alle 16,30 e martedì dalle 8,30 alle 12,30

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Molto apprezzata, questa mattina, l'esibizione del gruppo musicale "Sunset Radio", svoltasi nella hall del reparto di Oncologia dell'Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, ma allargatasio poi anche in altri ambienti ospedalieri, fino alla Medicina interna. Numerosi i pazienti e loro famigliari che hanno assistito, e anche qualche visitatore estemporaneo si è fermato ad ascoltare, visto il livello dei musicisti. La band ravennate, nota per i suoi tour in Giappone nei quali ha riscosso molto successo, fonda le proprie radici artistiche nel punk rock californiano degli anni '90 tra l’hardcore e il pop punk moderno. Molte le iniziative benefiche alle quali la band si è prestata, anche per la città di Ravenna, tra cui quella odierna, punteggiata da numerosi applausi e conclusasi con una promessa di ritorno da parte dei musicisti.

Pubblicato in Notizie dal sito

Grande successo per la serata di danza artistica, al teatro Alighieri di Ravenna, per finanziare la campagna "Un sorriso contro il dolore". Le giovani atlete hanno letteralmente incantato il foltissimo pubblico della serata, organizzata per raccogliere fondi per l'acquisto di un innovativo apparecchio per combattere il dolore cronico, a favore della Terapia Altalgica del dottor Massimo Innamorato (Ospedale "Santa Maria delle Croci").

Sotto una tre belle immagini della serata e qui le modalità per partecipare, anche con una piccola donazione, alla campagna di raccolta fondi attiva tra la cittadinanza.

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Nel pomeriggio di sabato primo dicembre, presso l’Unità operativa di Pediatria del Presidio Ospedaliero di Ravenna, il Presidente del Leo Club Ravenna, Marco Di Lecce, accompagnato dau soci del Club Chiara Galeazzi, Alessandro Giardini e Massimiliano Scaioli, ha consegnato ai pazienti presenti in reparto i calendari dell’Avvento e cioccolatini per l’iniziativa  “Aspettando il Natale con i Leo”.

I piccoli pazienti hanno accolto con grande entusiasmo gli omaggi a loro riservati e la loro gioia si trasmetteva sia ai donatori sia al personale medico e infermieristico presente.

Il personale medico e infermieristico ha calorosamente ringraziato il Presidente e i soci del Leo Club Ravenna per la generosità dimostrata, sia a nome del personale della Pediatria, sia a nome della Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero di Ravenna.

Pubblicato in Notizie dal sito

Si è svolta nella mattinata di ieri, presso l’Unità operativa di “Pediatria e Neonatologia” del Presidio Ospedaliero di Ravenna, l’inaugurazione del nuovo ambulatorio del Day Hospital del reparto stesso. Una realizzazione molto importante per quanto riguarda una sempre migliore accoglienza dei piccoli pazienti e delle loro famiglie, che è stata possibile grazie alle generose donazioni dei coniugi Filippo Sbaraglia e Patrizia Parrotta e di Ravenna Farmacie.

I coniugi Sbaraglia hanno festeggiato il loro compleanno chiedendo ad amici e conoscenti non regali per loro stessi, ma donazioni da destinare all’Unità operativa di Pediatria di Ravenna; donazioni che sono state poi utilizzate per acquistare i nuovi arredi dello studio medico e un televisore da collocare in una stanza di degenza.

Ravenna Farmacie ha destinato il ricavato di una cena benefica all’acquisto di un lettino per visite, che è stato collocato nello stesso ambulatorio.

Alla cerimonia inaugurativa erano presenti il dottor Federico Marchetti (direttore dell’Unità operativa complessa di “Pediatria e Neonatologia”, il dottor Paolo Fusaroli in rappresentanza della Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero di Ravenna, i coniugi Filippo e Patrizia Sbaraglia con il figlio Davide, il Direttore della Farmacia Comunale n. 9 dottor Abdul Rahman Khatam in rappresentanza dello Staff di Ravenna Farmacie.

Il dottor Marchetti ha espresso il proprio sentito ringraziamento e quello del personale medico e infermieristico del Reparto di Pediatria, rilevando che il nuovo ambulatorio consente di visitare i bambini che afferiscono al Day Hospital pediatrico in un ambiente più colorato e a misura dei piccoli pazienti.

Pubblicato in Notizie dal sito
Taglio del nastro all’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna per  l’inaugurazione del Laboratorio di Galenica Clinica, prima tranche di un progetto più ampio consistente nella riprogettazione di tutta l’attività galenica (sterile e non sterile) rivolta alla popolazione del territorio romagnolo.
 
Erano presenti, tra gli altri, il Sindaco del Comune di Ravenna Michele De Pascale, il Direttore Sanitario Azienda USL della Romagna Stefano Busetti, il Direttore della Direzione Medica di Presidio Ospedaliero Paolo Tarlazzi, la responsabile del Servizio Farmacia Oncologica  e Galenica Clinica Ravenna – Azienda USL della Romagna Cristina Rondoni, lo staff e numerosi altri professionisti sanitari.
 
"Ringrazio - ha dichiarato il Sindaco - i tanti professionisti della Farmacia Galenica che quotidianamente con entusiasmo e dedizione svolgono un prezioso lavoro al servizio dei reparti  ospedalieri; meritavano questo investimento che renderà ancora più efficace il loro lavoro".
 
"Oggi - ha affermto il dottor Busetti -  inauguriamo una altra tappa importante per l'ospedale di Ravenna e  tutta l'Azienda USL della Romagna nell'ambito del percorso di riqualificazione dei servizi, sia dal punto di vista edile che di investimenti su tecnologie e personale. Questo servizio che ha sede all'interno dell'ospedale di Ravenna ha infatti una funzione strategica trasversale per tutta la Romagna".
 
"La galenica clinica - ha spiegato la dottoressa Rondoni ripercorrendo la storia della farmacia galenica dalle sue  origini - oggi rappresenta lo spazio privilegiato della produzione di farmaci destinati a tipologie di pazienti fragili (pediatrici, oncologici, con patologie rare, ecc)  in un contesto dove manca la possibilità di trattamento con farmaci ad uso industriale. Oltre che un traguardo, l'inaugurazione di oggi  rappresenta per noi tutti uno stimolo ulteriore per proseguire nello sviluppo di altri progetti clinici al servizio di tutta la Romagna".
 
Il Laboratorio di Galenica Clinica non Sterile, recentemente entrato in funzione nei nuovi locali completamente riqualificati al secondo piano del blocco 02 del nosocomio ravennate, ha richiesto un investimento complessivo di circa 650.000 euro, ha riguardato importanti lavori impiantistici e edilizi.  I lavori hanno previsto anche la fornitura di nuovi arredi e attrezzature necessari alle attività del laboratorio quali cappe, lavastrumenti, piani di lavoro attrezzati e armadi speciali.
 
Il laboratorio di Galenica Clinica  dell’ospedale di Ravenna soddisfa le esigenze di farmaci galenici dei presidi di tutta l’Ausl Romagna, dell’IRCSS IRST di Meldola e dell’Ausl di Imola.
La Galenica Clinica è un campo di sviluppo professionale della farmacia ospedaliera di grande interesse in ambito sanitario poiché fornisce una terapia adeguata a tutti i pazienti i cui quesiti clinici non trovano risposta con i medicinali in commercio prodotti dall’industria.
La produzione dei medicinali galenici è concentrata su farmaci non industriali, il cui allestimento necessita, per la messa a punto, di approfonditi studi formulativi-tecnologici, attraverso un supporto bibliografico accreditato, di controlli sul preparato e della competenza del farmacista ottenuta attraverso una specifica formazione continua.
I principali fruitori del Laboratorio di Galenica Clinica sono i pazienti pediatrici con gravi patologie, i pazienti affetti da malattie rare, i pazienti oncologici per quanto riguarda alcune terapie di supporto, i pazienti adulti che necessitano di dosi ridotte di farmaci, i pazienti con infezioni oculari resistenti o con patologie dermatologiche gravi e altri pazienti con esigenze specifiche e specialistiche.
La produzione è rappresentata da formulazioni per la somministrazione orale (capsule, cartine, cachet, sciroppi, sospensioni), colliri, pomate, reagenti.
Il laboratorio di Galenica Clinica rappresenta in definitiva un punto di riferimento per la produzione di preparati galenici e soddisfa le necessità terapeutiche non coperte dall’industria e nel contempo, operando con procedure altamente standardizzate, offre qualità ai farmaci prodotti per fornire garanzia di sicurezza ai pazienti e assicurare luoghi di lavoro salubri per gli operatori sanitari coinvolti.
Il progetto della Galenica vedrà il suo completamento con la prossima realizzazione del laboratorio di Galenica Clinica Sterile e l’aggiornamento strutturale-tecnologico dei Laboratori di Farmacia Oncologica, i quali, insieme all’analogo Laboratorio di Farmacia Oncologica ubicato presso l’ospedale di Rimini concretizzeranno l’Unità di Farmacia Oncologica e Galenica Clinica dell’Ausl Romagna, il centro di eccellenza per la produzione personalizzata dei farmaci e di cui potranno usufruire in maniera omogenea e uniforme tutti i cittadini afferenti al territorio romagnolo.
Pubblicato in Notizie dal sito

La donazione di 15 televisori aumenta il comfort delle stanze di degenza del reparto di Chirurgia di Forlì

Un gesto di  grande sensibilità, da parte di singoli pazienti e dell'UNIEURO  verso i pazienti di un reparto che assiste centinaia di degenti all’anno

 

Quindici televisori da 28 pollici per le stanze di degenza della UO di Chirurgia e Terapie Oncologiche Avanzate - Generale, Gastroenterologia e Mininvasiva di Forlì, diretta dal prof. Giorgio Ercolani.

È l'apprezzatissima donazione, frutto della generosità di alcuni pazienti e dei loro famigliari, Daniela Ronconi, Francesca Matteucci, Libero Gardini e i famigliari in memoria di Sergio Lontani, ma anche della rinomata azienda UNIEURO S.p.A.  

 “Tra i nostri obiettivi c’è quello di aumentare il comfort delle persone che affrontano una degenza più o meno lunga - spiega il prof. Ercolani - Molti di loro non possono fruire della sala comune di soggiorno, nella quale il televisore è a disposizione di tutti, in quanto trovano difficoltà ad allontanarsi dal proprio letto. Pertanto, apprezziamo particolarmente i gesti di sensibilità nei confronti dei pazienti e, con essi, l’attenzione e il valore che vengono dati al nostro impegno quotidiano. Per questo desideriamo rivolgere un doppio ringraziamento ai pazienti che hanno fatto le donazioni e alla ditta UNIEURO,sempre così sensibile al territorio e alle risorse che la struttura ospedaliera offre alla comunità”.

Pubblicato in Notizie dal sito

Archivio

Mi piace