Visualizza articoli per tag: dipartimento testacollo

Un altro importante riconoscimento per la Unità Operativa di Otorinolaringoiatria di Forlì, diretta dal prof. Claudio Vicini.
Questa volta si tratta del PREMIO SCIENTIFICO UNIVERSITARIO  della Fondazione Roma Sapienza , intitolato alla memoria di "Decio Scuri" e destinato a giovani specialisti in otorinolaringoiatria.
Il premio, bandito dall'Università di Roma  attrverso la Fondazione Roma Sapienza,  è stato vinto quest'anno dal dottor Giannicola Iannella dell'Unità operativa di Otorinolaringoiatria di Forlì. 
La Fondazione Roma Sapienza è un ente preposto a diffondere la conoscenza, promuovere e sviluppare la ricerca nei più diversi e importanti settori scientifici  e il medico cui è intitolato il premio, DECIO SCURI ,  era uno stimato Otorinolaringoiatradal 1952 al 1970 ha diretto l'Istituto Sordomuti di Napoli e Roma.
" Il progetto di ricerca  con cui ho vinto il premio  - spiega il dottor Iannella -    aveva come titolo  " APPROCCIO ENDOSCOPICO VS APPROCCIO MICROSCOPICO NELLA RICOSTRUZIONE DELLA CATENA OSSICULARE: OUTCOMES AUDIOLOGICI E CLINICI  "  e mi è stato consgenato, il13 giugno scorso presso l’Aula Magna del palazzo del Rettorato della Sapienza Università di Roma " 
Il dottor  Giannicola Iannella  si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Roma Sapienza , si è specializzato in Otorinolaringoiatria presso la stessa università , appena un anno fa,  con il massimo dei voti (70 e lode /70) con tesi di specializzazione sulla chirurgia robotica transorale nei pazienti con Apnee Ostruttive del Sonno  ed è attualmente  dirigente medico di Otorinolaringoiatria presso il reparto di ORL dell’Ospedale Morgagni Pierantoni ,  diretto dal Prof Claudio Vicini .   Il dottor Iannella è  co-autore di 60 pubblicazioni scientifiche internazionali , in molte delle quali è  primo autore  . 
 
Pubblicato in Notizie dal sito

Un altro successo scientifico per l'attività di ricerca internazionale
dell'Uo di Otorinolaringoiatria di Forlì,  diretta dal prof. Claudio
Vicini.
Un articolo sulle apnee del sonno, che ha come primo autore il dottor
Andrea De Vito ed è stato pubblicato
 sulla rivista scientifica inglese Clinical Otolaryngology, è risultato tra
i top 20 più scaricati dell'anno da Internet.
"Si tratta - spiega il dottor De Vito- dell'update della standardizzazione
dell' endoscopia in sedazione per lo studio dei pazienti con apnee del
sonno. Un successo europeo, visto che è  il risultato di un lavoro di 22
esperti europei nello studio e nel trattamento dei disturbi del sonno. "Ma
è  anche il successo del gruppo forlivese - prosegue De Vito - visto che
ben cinque dei ventidue autori sono  dell'Otorinolaringoiatria di Forlì, me
compreso, che ho avuto il pregio di coordinare i lavori".

Pubblicato in Notizie dal sito
 

"Innovazione in medicina e rapporto con le start up della Silicon Valley"


Incontro con il Prof. Robson Capasso

Lunedì 24 giugno, Teaching Hub, Campus universitario di Forlì, via Corridoni 20

 
 

Lunedì 24 Giugno 2019, dalle ore 15 alle ore 17, presso  l'aula 13 del Teaching Hub del Campus Universitario  Forlì, in via Corridoni 20, si terrà un incontro con Robson Capasso, Professore alla Stanford University School of Medicine, Department of Otolaryngology-Head & Neck Surgery, Faculty Fellow, Advisor, Byers Center for Biodesign. L'incontro, organizzato dal Dipartimento Testa-Collo dell'Ausl Romagna, diretto dal prof.Claudio Vicini in collaborazione con il Campus di Forlì.

Introdurranno l'incontro il prof. Claudio Vicini e il prof.Luca Mazzara, presidente del  Campus di Forlì - Università degli Studi di Bologna.

Il professor Capasso, esperto internazionale di apnee ostruttive del sonno, parlerà di "innovazione in medicina e del rapporto dell’Università di Stanford con le start-up della Silicon Valley  nell'implementazione di nuove tecnologie in ambito di Healthcare Medicine"

La  formazione del prof.Capasso,ampia e davvero unica, include la scuola di medicina nel suo paese natale, il Brasile, e la formazione continua in Chirurgia Cervico-Facciale, Neuroscienze e Medicina del sonno negli Stati Uniti. Il dott. Capasso ha pubblicato numerosi capitoli di libri, articoli e documenti originali su riviste peer-reviewed. Il riconoscimento locale e internazionale del suo lavoro è spesso associato ad una delle sue attività: conferenze e scambi di conoscenza a livello nazionale e internazionale. È stato  mentore o supervisore di centinaia di studenti di medicina,  borsisti, o studiosi in visita da più di 35 paesi. Facendo parte del sistema salute-tecnologia nella Silicon Valley, è stato coinvolto come co-fondatore, consulente per start-up, aziende o investitori, in ruoli che includono l'identificazione e lo sviluppo di nuovi concetti, studi clinici, strutturazione, perfezionamento del piano aziendale. Capasso ha partecipato inoltre a diverse iniziative della Stanford Biodesign. Attualmente è docente di Global Biodesign e svolge  attività di tutoraggio per gli studenti della  San Francisco Bay Area, Giappone, Singapore,  Hong Kong e  Brasile.

Pubblicato in Notizie dal sito

 

Il dottor Giovanni Cammaroto della Unità Operativa di Otorinolaringoiatria di Forlì, diretta dal prof. CLAUDIO VICINI, vince il GOS AWARD 2019 per la migliore pubblicazione scientifica  come primo autore del 2018.

Il titolo della ricerca, che ha fatto guadagnare il prestigioso riconoscimento da parte del GOS  ed è stata pubblicata sul "Journal of clinical sleep medicine",   è  "Trans-Oral Robotic Tongue Reduction for OSA: Does Lingual Anatomy Influence the Surgical Outcome?".  Gli altri autori dello studio sono   Meccariello G2, Costantini M3, Stomeo F4, Hoff P5, Montevecchi F2, Vicini C2,4

 Il Journal of Clinical Sleep Medicine è la rivista ufficiale dell'American Academy of Sleep Medicine ed il  GOS e' il  Gruppo dei Giovani Otorinolaringoiatri della Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale .

"La pubblicazione riguarda il trattamento dei pazienti affetti da apnee del sonno con chirurgia robotica - spiega il dottor Cammaroto -   In questa ricerca abbiamo studiato l'influenza dell'anatomia linguale sull'efficacia della procedura chirurgica scoprendo che la componente antomica influisce solo in maniera parziale sull'efficacia della procedura e che quindi va valutata dal punto di vista funzionale."

" Mi preme infine segnalare come il lavoro scientifico premiato - conclude il medico - nasca da una collaborazione con l'Anatomia Patologica di Forlì, in particolare con il dottor Matteo Costantini, che ci ha permesso di utilizzare dei dati fino ad ora mai pubblicati in letteratura" .

Pubblicato in Notizie dal sito

 

Si parlerà anche di "Fake news in medicina" al 106°Congresso nazionale della Società Italiana di otorinolaringoiatria, che si terrà al Palacongressi di Rimini dal 29 maggio al 1 giugno 2019 .

Si stima che ogni anno circa 9 milioni di italiani siano vittima di fake news riconducibili al settore della salute e che il 44% degli utenti del web, che ogni giorno cercano notizie sanitarie in Rete, non rilevi alcun pericolo in un simile comportamento, nonostante questo li esponga ad informazioni non attendibili e notizie non verificate.

L'occasione per parlare di come riconoscere e difendersi dalle fake news sarà una TAVOLA ROTONDA, organizzata per la giornata di giovedì 30 maggio, alle ore 10, presso la Sala del tempio 2 del Palacongressi, con giornalisti scientifici e ricercatori universitari.

Condurrà l'evento Salvatore Giannella, giornalista e scrittore che ha diretto “Genius”, “L’Europeo”, “Airone”,  ha curato le pagine di cultura di “Oggi", ha scritto libri e sceneggiato documentari. Interverranno Tiziana Rambelli, giornalista scientifica e coordinatrice della comunicazione del gruppo Ausl Romagna Cultura; Franco Marchetti, medico, presidente dell'UNAMSI (Unione nazionale medico scientifica di Informazione), che presenterà il decalogo per salvarsi dalle bufale in medicina;   David Monacchi, ricercatore di elettroacustica e il regista Alex d'Emilia.

Il convegno riunirà a Rimini i massimi esperti mondiali di Otorinolaringoiatria ed è organizzatodal prof.Claudio Vicini, direttore del Dipartimento Testa - Collo dell' Ausl Romagna, dell'Uo di Otorinolaringoiatria di Forlì e presidente della Società italiana di Otorinolaringoiatria 

"Il Congresso Nazionale - spiega il prof.Vicini - è il vero e più alto punto di incontro non solo per tutti Soci, ma anche per quanti desiderino a qualunque titolo contribuire alla crescita della cultura scientifica e medico-chirurgica del distretto testa-collo. Lo sviluppo, la promozione ma soprattutto la diffusione e la condivisione di questa cultura sono il vero obiettivo dell’evento."

L' importanza e la dimensione scientifica del congresso si evince gia' dal simbolo scelto per rappresentarlo e dal richiamo continuo, anche attraverso l'organizzazione di vari eventi durante il congresso, della figura del patologo forlivese  G.B.Morgagni,  Sua Maestà Anatomica. 

" Innanzitutto  - spiega il prof.Vicini - l’angelo in primo piano, che mi è piaciuto per la scelta cromatica e per l’incredibile effetto tridimensionale. Il primo richiamo di questa immagine è relativo alla sede del Congresso: il dettaglio è infatti tratto dalla Pietà, dipinto a tempera su tavola, di Giovanni Bellini, databile 1470 circa, conservato nel Museo della città di Rimini. Ancora, presso gli antichi Romani la pietas esprimeva essenzialmente l’insieme dei doveri che l’uomo ha verso gli uomini: cosa di più allusivo all’atto medico? In secondo piano poi, in filigrana, il frontespizio dell’opera principale di sua maestà anatomica Giovan Battista Morgagni (che pochi sanno avere avuto i natali a Forlì …), che simboleggia le profonde ed antiche tradizioni culturali della nostra società. Non in contrapposizione ma in naturale evoluzione l’immagine del globo, con le diverse nazioni collegate da un moderno reticolo elettronico che rappresenta il web. Infine in basso l’inconfondibile profilo a disco volante del Palacongressi, che, sono certo, vi stupirà per modernità, bellezza ed efficienza."

Durante  il congresso verranno affrontate tutte le classiche aree tematiche della disciplina (AUDIOLOGIA, VESTIBOLOGIA E FONIATRIA; OTOLOGIA E NEUROTOLOGIA; ONCOLOGIA E CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA; LARINGOLOGIA; RINOLOGIA E ALLERGOLOGIA; DISTURBI RESPIRATORI DEL SONNO; DAY SURGERY; NUOVE TECNOLOGIE) .

Tantissimi gli esperti mondiali che parteciperanno alle sessioni, provenienti da Stati Uniti, Egitto, Spagna, Corea, Olanda, Belgio, Francia, Turchia, Gran Bretagna, Singapore, Qatar.

Per informazioni : http://www.sio2019.com/" href="http://www.sio2019.com/">http://www.sio2019.com

Pubblicato in Notizie dal sito

Ha già superato il migliaio di iscrizioni l'adesione al 106°  Congresso Nazionale della Società Italiana di Otorinolaringoiatria, che si terrà presso il Palacongressi di Rimini tra il 29 maggio ed il 1° giugno 2019. Una vera e e propria riunione del "gotha" dei massimi esperti mondiali di Otorinolaringoiatria, organizzata dal prof.Claudio Vicini, direttore del Dipartimento Testa - Collo dell' Ausl Romagna, dell'Uo di Otorinolaringoiatria di Forlì e presidente della Società italiana di Otorinolaringoiatria 

"Il Congresso Nazionale - spiega il prof.Vicini - è il vero e più alto punto di incontro non solo per tutti Soci, ma anche per quanti desiderino a qualunque titolo contribuire alla crescita della cultura scientifica e medico-chirurgica del distretto testa-collo. Lo sviluppo, la promozione ma soprattutto la diffusione e la condivisione di questa cultura sono il vero obiettivo dell’evento."

L' importanza e la dimensione scientifica del congresso si evince gia' dal simbolo scelto per rappresentarlo e dal richiamo continuo, anche attraverso l'organizzazione di vari eventi durante il congresso, della figura del patologo forlivese  G.B.Morgagni,  Sua Maestà Anatomica. 

" Innanzitutto  - spiega il prof.Vicini - l’angelo in primo piano, che mi è piaciuto per la scelta cromatica e per l’incredibile effetto tridimensionale. Il primo richiamo di questa immagine è relativo alla sede del Congresso: il dettaglio è infatti tratto dalla Pietà, dipinto a tempera su tavola, di Giovanni Bellini, databile 1470 circa, conservato nel Museo della città di Rimini. Ancora, presso gli antichi Romani la pietas esprimeva essenzialmente l’insieme dei doveri che l’uomo ha verso gli uomini: cosa di più allusivo all’atto medico? In secondo piano poi, in filigrana, il frontespizio dell’opera principale di sua maestà anatomica Giovan Battista Morgagni (che pochi sanno avere avuto i natali a Forlì …), che simboleggia le profonde ed antiche tradizioni culturali della nostra società. Non in contrapposizione ma in naturale evoluzione l’immagine del globo, con le diverse nazioni collegate da un moderno reticolo elettronico che rappresenta il web. Infine in basso l’inconfondibile profilo a disco volante del Palacongressi, che, sono certo, vi stupirà per modernità, bellezza ed efficienza."

Durante  il congresso verranno affrontate tutte le classiche aree tematiche della disciplina (AUDIOLOGIA, VESTIBOLOGIA E FONIATRIA; OTOLOGIA E NEUROTOLOGIA; ONCOLOGIA E CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA; LARINGOLOGIA; RINOLOGIA E ALLERGOLOGIA; DISTURBI RESPIRATORI DEL SONNO; DAY SURGERY; NUOVE TECNOLOGIE) .

Tantissimi gli esperti mondiali che parteciperanno alle sessioni, provenienti da Stati Uniti, Egitto, Spagna, Corea, Olanda, Belgio, Francia, Turchia, Gran Bretagna, Singapore, Qatar.

Per informazioni : http://www.sio2019.com/" href="http://www.sio2019.com/">http://www.sio2019.com

Pubblicato in Notizie dal sito

Cerca notizia

Archivio

Mi piace