Skip to main content

Nuove nomine per l’Ausl Romagna: a Cesena presentati dalla Direzione sei nuovi direttori di strutture complesse

Pubblicato da:
Vota questo articolo
(2 Voti)
Da sx: la dottoressa Brunelli, la dottoressa Matteucci, il dottor Graziano, il dottor Montaguti, il direttore generale Carradori, il direttore Sanitario Altini, il dottor Lazzari e la dottoressa Francesconi Da sx: la dottoressa Brunelli, la dottoressa Matteucci, il dottor Graziano, il dottor Montaguti, il direttore generale Carradori, il direttore Sanitario Altini, il dottor Lazzari e la dottoressa Francesconi

Continua l’impegno dell’Azienda USL della Romagna per garantire ai servizi sanitari guide di comprovata esperienza e professionalità. Oggi a Cesena il Direttore generale Tiziano Carradori e il Direttore sanitario Mattia Altini hanno presentato i sei nuovi direttori di altrettante strutture complesse che rivestono un ruolo chiave nell’ambito dell’organizzazione aziendale, sia a livello ospedaliero che territoriale.

Il dottor Claudio Lazzari è il nuovo direttore dell’Unità Operativa Direzione Medica di Presidio Ospedaliero Cesena che comprende gli ospedali di Cesena, Cesenatico e San Piero in Bagno; la dottoressa Federica Matteucci ha assunto la direzione dell’Unità Operativa Medicina Nucleare della Romagna; al dottor Claudio Graziano è stata affidata la guida dell’Unità Operativa Genetica Medica della Romagna; la dottoressa Raffaella Francesconi è stata designata direttore dell’Unità Operativa Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza  di Cesena;  il dottor Luca Montaguti è il nuovo direttore dell’Unità Operativa Medicina Interna di Cesena e Cesenatico; la dottoressa Antonella Brunelli è stata nominata direttore dell’Unità Operativa Pediatria e Consultorio Familiare di Cesena.

Claudio Lazzari (Direzione Medica di Presidio Ospedaliero Cesena). Mantovano di origine, si è laureato nel 2003 in Medicina e Chirurgia all'Università di Bologna e specializzazato in Igiene e Medicina Preventiva. Dopo diverse esperienze professionali alla Direzione Medica Ospedaliera del Policlinico S.Orsola-Malpighi, nel 2009 lavora in qualità di dirigente medico responsabile di organizzazione medica al Dipartimento Materno Infantile dell'Ausl di Bologna occupandosi di processi organizzativi e promozione di modelli gestionali innovativi. Nel 2012 viene assegnato alla Direzione medica di presidio dell'ospedale Maggiore, dove ha collaborato con specifico ruolo di responsabilità su vari temi: progettazione e coordinamento del progetto di riordino di area medica per intensità di cura e complessità assistenziale, referente del percorso Logistica del Paziente,  progettazione e presidio della sperimentazione della cartella clinica informatizzata, coordinamento delle rete chirurgica aziendale, integrazione dell’area neurologica e Stroke unit. Nel 2014 prende servizio nella capitale, maturando diverse esperienze professionali nel campo della direzione medica di presidio.  Dapprima lavora all'Asl Roma E, dove, a seguito del processo di definizione della Micro organizzazione nella Macro Struttura Area Direzione sanitaria aziendale, assume anche l'incarico dirigenziale di alta specializzazione “Innovazione processi ospedalieri” Successivamente si trasferisce all'Asl Roma 1 con un ruolo di responsabilità presso la Direzione Sanitaria Aziendale e poi la Direzione Medica del Presidio Ospedaliero garantendo il coordinamento delle attività ospedaliere dei processi di informatizzazione (e-Health), responsabile della Centrale Operativa Ospedale- Territorio, Percorso del Paziente Chirurgico e Qualità della Documentazione Sanitaria.Nel corso della sua carriera professionale ha partecipato, anche come relatore, a oltre cento corsi, convegni e congressi. E’ autore e coautore di numerosi articoli e volumi scientifici.

Federica Matteucci (Medicina Nucleare Romagna).Toscana di nascita ma Faentina di adozione, si è laureata in Medicina nel 1989 all’Università degli Studi di Pisa, specializzandosi in Medicina Nucleare. Dopo una breve esperienza presso l’Azienda ospedaliera Pisana, inizia a lavorare in Romagna, prestando la propria attività  nei reparti di Medicina Nucleare degli ospedali di Faenza, Forlì e all’Istituto Scientifico Romagnolo per lo studio e la cura dei Tumori. Nel corso degli anni ha sviluppato ampie competenze specialistiche nel campo della diagnostica medico nucleare e nell’utilizzo di traccianti innovativi, terapie radio metaboliche convenzionali ma anche nell’ambito di protocolli sperimentali, e di trattamenti medico nucleari tradizionali e di più recente introduzione, per la diagnosi e la cura dei tumori. Ha inoltre acquisito conoscenze e capacità nel campo della ricerca, partecipando alla stesura di numerosi lavori pubblicati su riviste scientifiche, sia in ambito della diagnosi PET che della terapia radio metabolica. Grazie alla produttività scientifica maturata nell’ultimo decennio ha ottenuto l’abilitazione a professore di II fascia nel settore concorsuale ‘Diagnostica per Immagini , radioterapia e neuroradiologia’. La sua intensa attività scientifica ha inoltre consentito l’adesione a bandi nazionali ed internazionali con l’assegnazione di finanziamenti per progetti di ricerca finalizzata, anche del Ministero, in ambito oncologico. E’ autrice di 60 pubblicazioni su riveste scientifiche nazionali e internazionali, 156 abstract presentati a congressi e capitoli di libri.

Claudio Graziano (Genetica Medica Romagna). Di origine fiorentine, si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1997 all’Università degli Studi di Firenze dove poi si è specializzato in Genetica Medica. La sua carriera professionale inizia in ambito universitario come ricercatore, prima presso il Dipartimento di Fisiopatologia Clinica dell’Università degli Studi di Firenze e successivamente presso il Dipartimento di Medicina Interna e Cardioangiologia dell’Università degli Studi di Bologna.  Dal 2017 ha svolto una intensa attività clinico assistenziale nel settore presso il reparto di Genetica Medica del Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna, in qualità di responsabile dell’ambulatorio congiunto di Nefrogenetica, referente per il centro Marfan e per il percorso ospedaliero delle patologie neuromuscolari. Nel corso della sua attività professionale ha maturato diverse competenze specialistiche, in particolare nell’ambito delle patologie ereditarie dell’adulto e del bambino, della diagnosi molecolare e caratterizzazione di patologie rare.  Negli anni ha svolto anche attività di docenza per il Corso di Laurea in Ostetricia delle Università di Bologna e Firenze e presso le Scuole di specializzazione in Genetica medica sia dell’università degli Studi di Torino che di Bologna. Coautore di più di 70 pubblicazioni in riviste scientifiche internazionali, all’attività clinica assistenziale il dottor Graziano affianca una intensa attività scientifica rivolta in particolare all’identificazione di nuovi geni malattia e alla caratterizzazione molecolare di patologie genetiche, nell’ambito di collaborazioni nazionali e internazionali. 

Raffaella Francesconi (Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza Cesena). Già direttore ad interim del Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza dell’ospedale Bufalini di Cesena, sede peraltro del Truma Center, è nata a Faenza e si è laureata in Medicina e Chirurgia all’università degli Studi di Bologna nel 1991. Dopo la specializzazione in Medicina Interna intraprende un percorso formativo nell’ambito dell’emergenza-urgenza e nel 2016 consegue anche il Master in formazione manageriale.La sua esperienza lavorativa inizia a Modena, dove lavora come dirigente medico di primo livello presso la Medicina Interna del Presidio Ospedaliero Castel Franco Emilia.  Successivamente ricopre incarichi di dirigente medico negli ospedali di Rimini e di Bologna. Nel 1999 torna a Faenza, dove inizia a prestare attività al Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza dell’ospedale per gli Infermi. Nel 2010 assume l’incarico di alta specializzazione “Valutazione dell’applicazione degli Standard formativi e gestionali necessari per la stabilizzazione e centralizzazione del paziente critico”. Nel 2012 arriva la nomina a direttore del reparto faentino. Dal 2020 a tutt’oggi è alla guida del Dipartimento di Emergenza Urgenza dell’Azienda USL della Romagna che mette in rete tutte le strutture dell’emergenza- urgenza del territorio romagnolo. Eautrice e coautrice di numerose pubblicazioni e ha al suo attivo numerose attività di docenza svolte in ambito aziendale e regionale sui temi dell’emergenza.

Luca Montaguti (Medicina Interna di Cesena e Cesenatico). Cesenate, già Direttore facente funzione dell’Unità Operativa di Medicina Interna di Cesena e Cesenatico, si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1987  a Bologna. E’ specializzato in Medicina Interna e in Reumatologia.Nel 1989 inizia la sua collaborazione con l’allora AUSL di Cesena, dapprima come Assistente Medico poi come dirigente medico di Medicina Interna all’Ospedale Bufalini, maturando specifiche competenze nell’attività  di ricerca nell’ambito nello studio del microcircolo in varie patologie (ipertensione arteriosa, diabete mellito, patologie cardiovascolari), in ambito sportivo e di Medicina di Montagna. All’attività in corsia  alterna esperienze all’estero, presso il laboratorio di Microcircolazione Clinica dell’Ospedale Universitario di Zurigo, in Nepal nell’ambito di un progetto del CNR e a Chamonix, per studi sull’adattamento vascolare all’alta quota.  Nel 1995 apre il Servizio di Reumatologia, dopo un'esperienza all'estero presso l'Hammersmith Hospital di Londra. Il Servizio di Reumatologia viene progressivamente riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna come Centro per le Malattie Rare Reumatologiche e Centro prescrittore dei farmaci Biotecnologici e dei farmaci di secondo livello per la Osteoporosi severa Nel 2005 assume l'incarico di Responsabile di Struttura Semplice di Reumatologia. Nel 2009, in collaborazione con l’Associazione Malati Reumatici Emilia Romagna, da il via al progetto ‘Arianna’ (premiato da FIASO nel 2011 e inserito nel Libro Bianco delle buone pratiche a livello nazionale) attivando un percorso assistito preferenziale per la presa in carico dei pazienti affetti da malattie reumatiche infiammatorie croniche. Nel 2017 consegue un Master di secondo livello in Reumatologia. Componente attivo della rete Reumatologica Romagnola ha partecipato come relatore e moderatore a diversi convegni regionali, nazionali e internazionali ed è autore di innumerevoli pubblicazioni.

Antonella Brunelli (Pediatria e Consultorio Familiare Cesena). Cesenate, si è laureata in Medicina e Chirurgia a Bologna. Dopo la specializzazione in Pediatria ha effettuato il Continuing Education Course -Department of Pediatrics, Mayo Clinic Rochester, Minnesota-USA e nel 2014 ha conseguito il Master in Economia e Politica Sanitaria all’Università di Torino/CoRiPe. La sua prima attività pediatrica si svolge nei reparti ospedalieri, prima a Faenza e Rimini, poi nella divisione di Pediatria e  Terapia Intensiva Neonatale del Bufalini, dove rimane per circa 13 anni dedicandosi, oltre alla attività clinica, a temi inerenti il maltrattamento infantile, i disturbi del comportamento alimentare, l’epidemiologia, la promozione della salute, screening e percorsi integrati. Dal 2013 al 2015 è stata Direttore del Distretto Rubicone e dal 2011 al 2016 Direttore delle Attività Socio-Sanitarie ad Interim di Cesena. Dal 2015 è referente per la Rete Infanzia Adolescenza dell’AUSL Romagna. Dall’esperienza ospedaliera e territoriale di lavoro in équipe e con lo sguardo sulla salute non solo del singolo ma della collettività, da 6 anni è rientrata nell’UO Pediatria e Consultorio Familiare di Cesena. Ha svolto e continua a svolgere anche una intensa attività di tipo culturale e didattico sullo sviluppo del bambino, salute degli adolescenti e capacità genitoriali, attività di ricerca, di docenza e tutoraggio. Presidente dell’Associazione Culturale Pediatri ACP Romagna dal 1994 fa parte del comitato editoriale della rivista nazionale "Quaderni ACP". Ha organizzato e partecipato a numerosi congressi pediatrici nazionali e regionali. Lavori scientifici editi a stampa oltre 140.

Ultima modifica il Giovedì, 03 Marzo 2022 18:07 Modificato da:
a cura della

Cerca notizia

Archivio