L'AIL di Forlì e Cesena dona diecimila euro per l'acquisto di mascherine alle Rianimazioni degli ospedali di Forlì e Cesena

Scritto da
Vota questo articolo
(4 Voti)
Stefano Maitan (a sx) e Vanni Agnoletti Stefano Maitan (a sx) e Vanni Agnoletti

L'Ail Forlì-Cesena Odv, sezione provinciale dell'Associazione italiana
contro leucemie, linfomi e mieloma ha donato 10mila euro per l'acquisto di
mascherine chirurgiche per le Unità operative di Anestesia Rianimazione
degli ospedali "Morgagni-Pierantoni" di Forlì e "Bufalini" di Cesena.
"In questo momento così difficile ­- sottolinea il vicepresidente
dell'associazione di volontariato, Gaetano Foggetti - ci è sembrato
importante dare un segnale tangibile per contribuire alla lotta contro
l'epidemia e, nello specifico, farlo per rispondere ad una delle richieste
più pressanti da parte del personale medico".  "Ringraziamo moltissimo l'Ail
per la sensibilità dimostrata nei confronti degli anestesisti e dei
rianimatori che, in questo periodo, sono in prima linea nella lotta contro
il Coronavirus" dicono i medici Stefano Maitan e Vanni Agnoletti, direttori
rispettivamente dell'Unità operativa di Anestesia e Rianimazione di Forlì e
di quella di Cesena.
La sezione provinciale dell'Ail è stata fondata nel 1995 e da allora
raccoglie fondi per finanziare la ricerca scientifica contro tutte le
malattie del sangue e sostenere i contratti di giovani medici specialisti
ematologi prima del loro ingresso nella pianta organica del Servizio
sanitario pubblico. Su tutto il territorio di Forlì-Cesena, poi, garantisce
con proprie risorse l'assistenza domiciliare ematologica.

Letto 343 volte Ultima modifica il Lunedì, 23 Marzo 2020 10:38
a cura della

Cerca notizia

Archivio