Ospedale di Santarcangelo e Covid 19: da lunedì sospese alcune attività

Scritto da
Vota questo articolo
(5 Voti)
L'ospedale di Santarcangelo L'ospedale di Santarcangelo

A seguito della diffusione dell’infezione da Covid 19, e nell’ottica di riconvertire i servizi, in maniera graduale ed equilibrata, verso le attività mirate a dare risposta a tale situazione, l'attività dl Punto di primo intervento dell’Ospedale “Franchini” di Santarcangelo e del servizio di Post Acuti vengono temporaneamente sospese a partire da lunedì prossimo 30 marzo.

Visto anche il numero limitato, in questo periodo, degli accessi al Punto di Pronto Intervento, presso la struttura resterà, oltre agli altri servizi di degenza, un servizio di “guardia” e le urgenze saranno dirottate verso il Pronto soccorso di Rimini e le altre strutture per urgenza del territorio. Una ambulanza e un'auto medica restano presenti presso l'ospedale 24 ore su 24.

I pazienti ricoverati nei Post Acuti sono stati invece trasferiti presso adeguate strutture del privato accreditato sempre del Riminese, che hanno messo a disposizione spazi per pazienti “non covid”.

Si ricorda che l'attività chirurgica è già stata sospesa, così come peraltro la quasi totalità di quella dell'ospedale di Rimini e i soli interventi urgenti sono eseguiti dai chirurghi dell'Ausl Romagna presso le strutture private accreditate del territorio con le quali sono in atto specifici accordi.

Tale riconversione consente di dedicare il personale medico e infermieristico alla gestione di pazienti affetti da Covid presso l’Ospedale di Rimini e le altre strutture in cui sono ricoverati.

Dichiarazione del sindaco di Santarcangelo Alice Parma: "In un momento di emergenza come quello che stiamo attraversando, occorre concentrare tutte le forze disponibili dove si gioca la sfida più difficile, dove ogni giorno si lotta senza sosta per sconfiggere il virus e salvare chi ne è stato colpito. Ai medici, al personale infermieristico e sanitario dell’ospedale Franchini va dunque tutta la nostra riconoscenza per l’aiuto che porteranno ai colleghi di Rimini, in attesa che i servizi temporaneamente sospesi possano tornare a funzionare regolarmente, una volta sconfitto il Covid-19".

Ultima modifica il Sabato, 28 Marzo 2020 16:26
a cura della

Cerca notizia

Archivio