Presentato alla trasmissione Salute Informa, su Videoregione, il trailer della docufiction su Morgagni realizzata dal regista Cristiano Barbarossa e l' opuscolo di presentazione del volume su G.Battista Morgagni, a cura del dottor Giancarlo Cerasoli. 

La docufiction e' stata realizzata con il contributo dell' Istituto Oncologico Romagnolo, Formula Servizi, Daniele Versari di Estados Cafe'.

Ad illustrare in studio questi due progetti del gruppo Ausl Romagna Cultura, la dottoressa Tiziana Rambelli

La puntata, condotta dal dottor Saverio Ruggeri, andra' in onda su Videoregione, canale 12, mercoledi 8 novembre alle ore 18 e giovedi' 9 novembre alle 7,30. Su Videoregione, Canale 112 mercoledi 8 novembre alle 2230, giovedi' 9 novembre alle ore 9.

Pubblicato in Notizie dal sito

Il progetto della docufiction realizzata su G.B.Morgagni e le iniziative di Ausl Romagna Cultura, saranno oggetto di una puntata di Faccia Faccia, condotta dal giornalista Lionello Flamigni, in onda  su Teleromagna (canale 14) giovedì 2 novembre alle ore 8,30 e 13,15; Venerdì 3 novembre (canale 11), alle ore 17,30  e Sabato 4 novembre, sempre su Canale 11, alle ore 21,30.

La dottoressa Tiziana Rambelli, Coordinatrice della Comunicazione del gruppo Ausl Romagna Cultura per le attività culturali e  la promozione del patrimonio storico artistico aziendale , verrà intervistata sul progetto Morgagni, sulla docufiction a lui dedicata e sulle attività del gruppo Ausl Romagna Cultura.

 

G.B.Morgagni, “Sua Maestà Anatomica” e'stato un patologo forlivese che ha rivoluzionato la medicina e ha fondato la patologia moderna. Francesco Puccinotti, storico della medicina ottocentesco, scrisse con enfasi di Morgagni che: "... se tutte le scoperte anatomiche fatte da lui dovessero portare il suo nome, forse un terzo delle parti del corpo umano, si nominerebbe da lui...".

L’iniziativa della docufiction, di cui è regista ed autore Cristiano Barbarossa,  nasce da un'idea del gruppo Ausl Romagna Cultura, all'interno del progetto "G.B.Morgagni Sua Maestà Anatomica", che aveva già visto, nel 2015, l’organizzazione di un convegno storico – scientifico in collaborazione con la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e la realizzazione di un sito Internet dedicato (www.morgagnipatologo.it), a cura del Liceo Scientifico e Classico di Forlì e con il contributo del Lions Terre di Romagna. Il gruppo Ausl Romagna Cultura è stato costituito con delibera nel 2016 e si occupa di tutela e valorizzazione del patrimonio artistico-storico culturale.

La produzione, realizzata in primis con il contributo dell'Istituto Oncologico Romagnolo e poi di Formula Servizi, Daniele Versari di Estados Cafè, il Grand Hotel Forlì e la collaborazione gratuita della cooperativa Raggio di Sole ONLUS, Franca - Rossella e Sarita del negozio di parrucchiera "Tagli e dettagli" di Lugo, la make up artist forlivese Apollonia Tolo e la sua collaboratrice Arianna Farolfi, la truccatrice Noemi Latino, la Fondazione Cassa di Risparmio Banca del Monte di Lugo, Mario Frontali, il Conservatorio musicale di Cesena, la Pro Loco di Terra del Sole e le Terme di Castrocaro. La docufiction è stata girata, per le riprese moderne, nell'ospedale di Forlì , presso l’Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, Anatomia Patologica e Otorinolaringoiatria, dove sono state girate delle scene con il prof.Claudio Vicini, che utilizzava il robot “Da Vinci” insieme ad altri medici provenienti da tutte le parti del mondo. La troupe si è poi recata all'Irst di Meldola, per riprendere laboratori e intervistare i ricercatori. Sono state effettuate riprese nei Licei Classico "G.B.Morgagni" e Scientifico "Paulucci De Calboli" (dove sono stati coinvolti studenti e docenti), in vicolo Gaddi e in altri luoghi del forlivese come la Biblioteca Comunale. Per le riprese storiche con le comparse in costume, sono stati invece utilizzati il palazzo dei Commissari di Terra del Sole, gli splendidi giardini delle Terme di Castrocaro,la Biblioteca di Forlì e di Faenza, la bellissima antica farmacia di Lugo e, nel faentino, palazzo "Milzetti" (museo nazionale dell'età neoclassica in Romagna) e la biblioteca. Tante le comparse locali coinvolte in ogni ruolo, dai figli/e del Morgagni agli assistenti, a nobili e popolani

Pubblicato in Notizie dal sito
 

La rivista ufficiale dell' Universita' di Bologna parla della convenzione tra Ausl Cultura e Dipartimento dei Beni Culturali http://www.magazine.unibo.it/archivio/2017/10/25/la-cura-della-cultura-un-accordo-tra-beni-culturali-e-ausl-romagna

La convenzione tra Università  degli Studi di Bologna (Dipartimento dei Beni Culturali di Ravenna) e Ausl Romagna Cultura per attività culturali e  di ricerca e' stata deliberata due mesi fa

Il Dipartimento dei Beni Culturali dell'Università di Bologna - sede di Ravenna promuove la ricerca e la formazione superiore sui Beni Culturali.Lo studio e la ricerca sui Beni Culturali rappresenta oggi una imprescindibile occasione di sviluppo. L'ambito dei 'beni culturali' comprende  oggetti, monumenti, opere d’arte, libri, archivi e manufatti d’interesse archeologico e storico ma anche tradizioni, culture, diritti dell’uomo e dell’ambiente. S'impone quindi un approccio multidisciplinare in cui i saperi umanistici e sociali si collegano a quelli tecnico-scientifici allo scopo di interpretare criticamente lo statuto complesso e mutevole di un patrimonio complesso e articolato, una sfida necessaria della contemporaneità. Il Dipartimento di Ravenna è stato pochi mesi fa sede del quarto convegno annuale della International Federation for Public History (IFPH-FIHP) e del PRIMO convegno della AIPH, l’Associazione Italiana di Public History.

Il gruppo Ausl Romagna Cultura, costituito nel febbraio 2016 con delibera del direttore generale, ha come obiettivi la valorizzazione del patrimonio artistico, documentale e archivistico dell’AUSL Romagna, la diffusione della conoscenza delle figure dei grandi medici della Romagna, la realizzazione di iniziative di divulgazione scientifica e culturale dell’AUSL Romagna in collaborazione con enti e associazioni, nonché la promozione di progetti culturali in collaborazione con Università ed altri Enti. È suddiviso in tre aree: Storia della medicina, grandi medici romagnoli e divulgazione scientifica (coordinata dal dottor Stefano De Carolis),Patrimonio storico-artistico-archivistico AUSL della Romagna (coordinato dalla dott.ssa Sonia Muzzarelli) e Comunicazione (coordinato dalla dott.ssa Tiziana Rambelli). Nel suo "primo anno di vita" il gruppo Cultura ha già realizzato numerose iniziative in tutti comuni della Romagna (tra le quali il progetto di comunicazione sul noto anatomopatologo forlivese“G.B Morgagni”) ha organizzato visite guidate, attivato collaborazioni e progetti.

 
 
Pubblicato in Notizie dal sito

Venerdì 13 ottobre, alle 2030, terzo e ultimo appuntamento delle  Conversazioni  presso il  Museo Archeologico di Forlimpopoli, in collaborazione con RavennAntica-Fondazione Parco Archeologico di Classe, l' Universita' di Bologna (sede di Ravenna) e Ausl Romagna Cultura .

Dopo la Medicina e l'Antropologia Fisica, è ora la volta della Genetica.

Un incredibile viaggio nel mondo delle biomolecole, DNA antico in primis, alla scoperta di antichi misteri ed enigmatici "cold case".Protagonista della serata , sarà   lo studio delle biomolecole antiche nei reperti archeologici, a cura della dott.ssa Elisabetta Cilli, genetista del Laboratorio del DNA Antico dell'Università di Bologna - sede di Ravenna. Il laboratorio ravennate collabora con prestigiose strutture di ricerca private e pubbliche, italiane ed europee, in particolare con il http://www.mn.uio.no/cees/english/" href="http://www.mn.uio.no/cees/english/" target="_blank">Centre for Ecological and Evolutionary Synthesis (CEES) di Oslo, oltre che con il RIS di Parma.

L'ingresso è libero e gratuito. Per informazioni: tel. 0543.748071 (venerdì 9-13, sabato e domenica 10-13 e 15.30-18.30) email: info@maforlimpopoli

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Morgagni e Forlí

a cura di Giancarlo Cerasoli e del Gruppo Cultura AUSL Romagna

"Il libro parte dall’idea di utilizzare le fotografie scattate da Leonardo Michelini durante la docufiction su G.B. Morgagni realizzata nel 2017 dal regista Cristiano Barbarossa.

Attorno ad esse, e alle immagini di documenti morgagnani presenti a Forlì, troveranno spazio un contributo sulla trama della docufiction, scritto dal regista Barbarossa, quello sulle fotografie utilizzate, scritto da Leonardo Michelini, e sette saggi di autori locali che prenderanno in esame i rapporti tra GB. Morgagni e la sua patria partendo da documenti conservati nelle istituzioni culturali cittadine (Biblioteca, Archivio di stato, Ospedale, Musei), molti dei quali inediti. Il libro sarà l’occasione per presentare anche parte del lavoro di ricerca svolto dagli studenti del Liceo Classico G.B. Morgagni di Forlì sugli autografi di Morgagni conservati nella biblioteca comunale "A. Saffi" e pubblicate on line (www.morgagnipatologo.it) con il contributo degli studenti del Liceo Scientifico Fulcieri Paulucci di Calboli di Forlì. "

Si allega l'opuscolo di presentazione del volume, che andrà in stampa nel 2018.

Per prenotare il volume rivolgersi  a: giovanni@grafikamente.it)

Pubblicato in Notizie dal sito

Il Gruppo Fondazione Ambiente Italiano di Lugo,Fondazione nazionale senza scopo di lucro per la tutela e la valorizzazione dell’arte, della natura e del paesaggio italiani,  in collaborazione con Ausl Romagna Cultura e il patrocinio del Comune di Cotignola, Unione dei Comuni Bassa Romagna, Università per adulti di Lugo, Stori e Memoria della Bassa Romagna e Pro loco di Cotignola

 presentano

   Giornata FAI di Autunno

Domenica 15 ottobre

Cotignola

Itinerario tematico

"Cotignola centro:storia, memoria e sguardi contemporanei"

 

Quattro mini-tours guidati dagli "apprendisti ciceroni":

Partenza da Palazzo Pezzi (alle ore: 10; 10,30; 15,30; 16), passando per Palazzo Sforza e museo civico Luigi Varoli, Casa studio Varoli, Chiesa dell'Ospedale Testi, fino alla Scuola arti e mestieri. Alla fine verrà organizzato un  piccolo rinfresco. (nel percorso è prevista la visita alla mostra Selvatico e al Murales del progetto "Dal Museo al Territorio")

 

 

 

 

 

 

Per informazioni:

GRUPPO FAI DI LUGO

Capo Gruppo FAI: Efrem Bardelli
Gruppo FAI:
Natalina Commissari Cinti, Pier Luigi Facchini, Maria Paola Zaganelli

Per informazioni contattare la Delegazione di Ravenna:
Sede: via Sansovino, 57 - Ravenna
email: delegazionefai.ravenna@fondoambiente.it

N.B. Offerta libera a partire da 5 Euro; Sconto di 10 Euro per le nuove iscrizioni al FAI

 

 

Pubblicato in Notizie dal sito

SABATO 14 OTTOBRE GIORNATA DI STUDIO SU ALBERTO MISSIROLI (1883-1951)

MEDICO E SCIENZIATO CERVESE PIONIERE DELL’IGIENE E SANITÀ PUBBLICA IN ITALIA E PROTAGONISTA DELLA LOTTA ALLA MALARIA IN ITALIA E NEL MONDO

 Sala del Consiglio Comunale del Comune di Cervia (Piazza Garibaldi )

Con il patrocinio di

Ausl Romagna, Università degli Studi di Bologna, Comune di Cervia, Regione Emilia-Romagna, Istituto Superiore di Sanità di Roma, Ordine dei Medici di Ravenna

Cresce l’attesa per la giornata di studio dedicata ad Alberto Missiroli (1883-1951), medico e scienziato cervese, pioniere dell’igiene e sanità pubblica in Italia e protagonista della lotta alla malaria in Italia e nel mondo. in programma sabato 14 ottobre, dalle ore 9 alle 13,30, nella sala del Consiglio Comunale del Comune di Cervia (Piazza Garibaldi )

Il rilievo dell’importanza della sua figura si evidenzia leggendo la biografia che si allega al presente comunicato. Un’intensa attività di ricerca, di studio, di sperimentazione di lotta alla malaria e ad altre gravi malattie, la collaborazione con la Fondazione Rockefeller,, la nascita dell’Istituto Pubblico di Sanità, la lotta alla malaria nell’Agro Pontino, la copiosa raccolta di saggi,, pubblicazioni ed opere relative a questi argomenti. Una sala dell’Istituto Superiore di Sanità di Roma è stata dedicata il 23 febbraio 1967 al Alberto Missiroli.

La giornata di studio è organizzata da parte di un Comitato Promotore composto dal Dott. Giovanni Fattorini, dall’Ing. Orestino Zattoni e dal Dott. Renato Lombardi, con il supporto dell’Associazione Culturale Casa delle Aie Cervia e del Lions Club Cervia Ad Novas. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del 65° anniversario dell’inaugurazione della lapide dedicata ad Alberto Missiroli, collocata nell’atrio di ingresso del Comune di Cervia. L’inaugurazione fu legata ad un ampio programma di iniziative rievocative a cura di un Comitato Promotore di cui era Presidente l’allora Sindaco di Cervia Gino Pilandri, che vide il concorso unanime di tutte le componenti sociali e politiche cervesi, in un periodo, quello del secondo dopoguerra, che pure era caratterizzato da aspre divisioni ideologiche.. L’evento vide la partecipazione di Università nelle quali Alberto Missiroli aveva insegnato (Bologna, Siena, Roma), di associazioni mediche, di personalità del mondo della cultura romagnola, tra le quali quelle di Umberto Foschi ed Aldo Spallicci.

L’evento è organizzato con la collaborazione di: Gruppo Culturale Civiltà Salinara, Associazione Culturale Castiglionese Umberto Foschi, Circolo Pescatori La Pantofla, ABC Amici della Biblioteca, Società Parco della Salina di Cervia, Terme di Cervia e con l’importante supporto di Batani Select Hotels.

Tra l’altro la tematica della malaria è tornata d’attualità con i recenti fatti di cronaca italiana.

Il programma dell’iniziativa è il seguente::

Ore 9,00 - Ritrovo e iscrizione gratuita;

- 9.15 – Saluto di Michela Lucchi, Assessora alla Cultura del Comune di Cervia;

- 9.30 – Introduzione per illustrare lo scopo dell’iniziativa

Orestino Zattoni membro del Comitato promotore;

.- 9.45 - Cervia ed il suo territorio alla fine Ottocento e nei primi decenni Novecento. Il superamento della definizione di “zona malarica”.

Renato Lombardi - Storico locale e membro del Comitato promotore

-10.15 - Romagna & Agro Romano, caratteristica comune la malaria

Franco Gabici storico e giornalista

- 10.45 - La figura professionale di Alberto Missiroli

Giancarlo Cerasoli - Storico della Medicina;

- 11.15 – Coffe break

- 11.30 - A che punto è la lotta contro la malaria nel mondo

Daniela Boccolini - Istituto Superiore di Sanità;

  • 12.00 - La figura umana di Alberto Missiroli: come era da vicino

Cristina Missiroli, pronipote e giornalista;

- 12.30 – Dibattito.

- 13.00 – Conclusioni di

Giovanni Fattorini, membro del Comitato promotore.

Il supporto tecnico alle videoproiezioni è a cura di Massimo Evangelisti.

Dell’iniziativa verranno pubblicati gli atti, che comprenderanno anche la ristampa del testo dell’opuscolo che venne realizzato a cura di Umberto Foschi nel 1952.

Pubblicato in Notizie dal sito


Grandissimo successo di pubblico nel secondo incontro svoltosi ieri sera  alle Conversazioni  presso il  MAF di Forlimpopoli, in collaborazione con RavennAntica-Fondazione Parco Archeologico di Classe, l' Universita' di Bologna e Ausl Romagna Cultura .

Protagonista della serata le mummie, raccontate dal prof. Mirko Traversari del Laboratorio del Dna antico dell' Universita' di Bologna, sede di Ravenna

 

"Siamo partiti dalla mummificazione egizia- spiega il prof. Traversari - passando per le torbiere irlandesi, fino ad arrivare ai pietrificatori italiani, Girolamo Segato in primis, senza dimenticarsi di Von Hagens, padre della plastinazione. Abbiamo concluso con un caso studio emblematico, le mummie di Roccapelago, facendo alcuni paralleli con le altre mummie italiane (Ferentillo, Venzone, Urbania, Cappuccini, etc)"


Il ciclo di conferenze, forte della collaborazione dell'Ausl Romagna Cultura, prevede ora un ultimo appuntamento in programma per venerdì 13 ottobre, alle  ore 20.30,  dal titolo : "Far luce sul passato: lo studio delle biomolecole antiche nei reperti archeologici" . Relatrice la dottoressa Elisabetta Cilli , genetista presso il Laboratorio di Antropologia e DNA antico-DBC Ravenna, Universita' di Bologna.


L’ingresso alle conferenze è gratuito

Pubblicato in Notizie dal sito

Anche quest’anno, l’Unità Operativa Chirurgia Generale Gastroenterologica e Mininvasiva dell’ospedale di Forlì, diretta dal prof.Giorgio Ercolani, ha partecipato al Convegno Mondiale della Clinical Robotic Surgery Association di Chicago, USA

 

Come da diverse edizioni, infatti, la dottoressa Francesca Bazzocchi, medico presso la suddetta Unità Operativa e docente alla Scuola Speciale di Chirurgia Robotica ACOI, ha presentato al Convegno mondiale un paper dal titolo “Robotic gastrectomies for gastric cancer: what is the advantage?”

Dal 2007 al 2016 l’équipe forlivese ha effettuato 387 interventi robotici di chirurgia Generale, Gastroenterologica e Mininvasiva e 57 di chirurgia toracica per un totale di 444 operazioni.

Un lavoro di squadra che ottiene, da anni, successi nazionali ed internazionali e che nel, 2016, ha portato anche alla realizzazione di un corso di chirurgia robotica rivolto ai chirurghi dell’Ausl Romagna esperti in laparoscopia.

 

“Al congresso- spiega la dottoressa Bazzocchi -ho presentato una relazione sulle gastrectomie robotiche per il trattamento delle neoplasie dello stomaco (Robotic gastrectomies for gastric cancer). Le linee guida delle società scientifiche internazionali ormai considerano la gastrectomia mininvasiva con il robot un gold standard, cioè la procedura più adeguata, per quanto riguarda il trattamento dell'Early Gastric Cancer, il cancro gastrico precoce. 

“Mentre nei paesi asiatici, grazie agli screening, le neoplasie dello stomaco sono diagnosticate più frequentemente ad uno stadio iniziale – prosegue la chirurga - nei paesi occidentali si assiste ad un incremento delle neoplasie in stadio avanzato. Per un'accurata stadiazione della malattia quindi, le linee guida raccomandano una linfoadenectomia standard D2. Il sistema robotico, grazie agli strumenti detti “endowrist”,  migliora la performance del chirurgo sia nel tempo della linfoadenectomia che nelle suture, perché permette di confezionare con maggiore precisione le anastomosi esofago digiunali nelle gastrectomie totali. “

 

 

 

 

 

Pubblicato in Notizie dal sito

Ausl della Romagna – Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche sede di Forlì,

Centro Diego Fabbri e Settimana del Buon Vivere

 

nell’ambito della Settimana del Buon Vivere 2017- Personae

 

presentano

 

PERCUOTAMENTE

Tamburi che parlano

Martedì 26 Settembre 2017

 

Ore 21.00

presso

Agorà Cittadella del Buon Vivere

Area antistante i Musei San Domenico

Piazza Guido da Montefeltro, 12, 47121 Forlì

 

PERCUOTAMENTE è un viaggio sonoro e di suggestione, basato su ritmi, attraverso le culture etniche e si articolerà in cinque brani: WALKING - Passeggiata africana, BAMBOO - viaggio all'interno di un canneto, ARE ARE ARE A -Tributo ai Blues Brothers, WOOD VIBRATION - Il bosco che canta e LA BATTAGLIA - Guerrieri di luce.

 

Lo scopo della performance è quello di sviluppare i sensi, stimolare la mente, liberare l'emozione, in modo da accrescere le doti naturali e il senso ritmico di ognuno, per una riscoperta della propria autonomia e individualità. PERCUOTAMENTE non è solo ritmo, ma conoscenza della pulsazione musicale, creatività e improvvisazione; è valorizzazione del silenzio, come del rumore.

 

Nel corso dello spettacolo, alcune sonorità saranno ottenute tramite l'utilizzo di materiali naturali, per favorire la cultura ambientale del riciclo e ristabilire l'equilibrio con “la natura che canta”(canne di bamboo nel brano BAMBOO, legni raccolti nel bosco per WOOD VIBRATION).

 

Il gruppo, seguito e coordinato dai Maestri Vince Vallicelli, Pier Luigi Colonna e Paola Reani, è composto da pazienti ed operatori del Centro di Salute Mentale e del Centro Diurno Psichiatrico di Forlì di Via Romagnoli.

La performance è il risultato concreto del laboratorio musicale – anno 2017, dal titolo “Teatrando in note”, percorso di valorizzazione dell'esperienza musicale, come strumento terapeutico e di crescita individuale e collettiva.

 

INGRESSO GRATUITO

Per info- Centro Diego Fabbri C.so Diaz 34 - 47121 Forlì -Tel. 0543/30244

www.centrodiegofabbri.it

Pubblicato in Notizie dal sito
Pagina 1 di 3

Archivio