Costanza Senni

Articoli inseriti da Costanza Senni

Con la loro “Cena per bene” hanno raccolto 1600 euro per i progetti di musicoterapia. Il gesto di generosità arriva dai dipendenti delle Officine di Manutenzione dell’ospedale Bufalini di Cesena che lo scorso 18 dicembre hanno organizzato la seconda edizione dell’evento benefico devolvendo anche quest’anno il ricavato a favore dei piccoli degenti.

“L’iniziativa – tengono a precisare i dipendenti - è stata possibile grazie a Sirio spa, Plastica Cesena, Elfi Elettroforniture Italia, Fantafer sas, Sport Center, Salumificio Delvecchio, Ristorante Ca'ad Pancot, Bar pizzeria Gattomatto, SaloneM di Manuela Brasini, Idros.art&Bozzola group spa, Gioielleria Tempo di Gioie, Tecnocopi, Azienda Agricola Severi&C., Cesena Spurghi, Cesena sul ghiaccio, Carburanti M.M. di Bucci Marco, Esso 3B Lavaggio Cesenate. Ringraziamo per la collaborazione l’Associazione Mont Spachè”.

“A nome dell’Azienda – affermano il primario della Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica del Bufalini dottor Marcello Stella e la responsabile del Fundraising aziendale Elisabetta Montesi - un sentito ringraziamento a tutti i colleghi delle Officine di Manutenzione del Bufalini, alle aziende del territorio e alle persone che partecipando all’evento hanno contributo a questa donazione particolarmente sentita perché giunge da un gruppo di dipendenti”.

Proseguono le tante iniziative di solidarietà pensate per piccoli degenti dell’Ospedale di Ravenna e le loro famiglie in occasione delle Festività. Una rappresentanza degli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna ha incontrato i bambini che si trovano ricoverati presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna e quelli presenti all’interno del Pronto Soccorso Pediatrico. I poliziotti delle Volanti hanno raccolto donazioni, da parte di tutto il personale della Polizia di Stato presente nella provincia di Ravenna, per acquistare giochi e doni che sono stati poi consegnati ai bambini che sono ricoverati nel reparto di Pediatria dell’ospedale ravennate e a tutti quelli presenti per accertamenti diagnostici al Pronto Soccorso Pediatrico. Ai genitori dei bambini ricoverati nel reparto è stato invece consegnato un biglietto augurale totalmente realizzato dagli agenti delle Volanti della Questura di Ravenna. Auguri e solidarietà in corsia anche grazie a Norauto di Ravenna che ha consegnato ai piccoli degenti della Pediatria tanti doni e sorrisi. Un sentito ringraziamento da parte della Direzione Sanitaria e di tutto il personale per questi importanti gesti di solidarietà e vicinanza.

La solidarietà a favore dei bambini ricoverati non si ferma. Per queste festività ancora iniziative solidali. Questa mattina una nuova una generosa donazione è arrivata dalla Nuova Virtus Cesena a favore del progetto Pediatria a Misura di Bambino. Quest’anno per Natale la polisportiva cesenate ha deciso di unire le forze di tutti i suoi tesserati e delle loro famiglie promuovendo una raccolta di libri, colori e giochi didattici da donare ai piccoli pazienti del Bufalini, con l’obiettivo di rendere più confortevole la loro permanenza in ospedale durante le festività. I doni sono stati consegnati oggi dal Presidente Nuova Virtus Cesena Marcello Foschi e dalla vice Ivana Donadel (nella foto insieme al primario del reparto Marcello Stella, alla coordinatrice infermieristica Paola Sama e alla responsabile Fundraising aziendale Elisabetta Montesi).
"Il punto forte della Polisportiva Nuova Virtus – afferma il Presidente - è da sempre la costruzione delle identità sportive e non dei bambini che decidono di affidare ai nostri istruttori qualificati il loro talento e il loro divertimento. Avere l'opportunità, quest'anno, attraverso questa iniziativa, di poterli coinvolgere e sensibilizzarli è stata per noi una grande novità che ha portato dei frutti veramente inaspettati. Moltissimi infatti sono stati i libri e i giochi raccolti, ma la cosa più importante è stata la solidarietà che i nostri tesserati hanno mostrato nei confronti dei loro coetanei, meno fortunati, che passeranno le feste presso la Pediatria dell'Ospedale Bufalini di Cesena. Ringraziamo la Pediatria a Misura di Bambino per l'opportunità che ci ha donato, sperando che questa collaborazione possa nel tempo diventare sempre più una bella e solida consuetudine. "

Questo pomeriggio anche la Polizia Stradale di Forlì Cesena – sottosezione Polizia Stradale di Bagno di Romagna si è recata al Bufalini per gli auguri natalizi ai piccoli degenti della Pediatria. Il Comandante Andrea Manduchi accompagnato da alcuni agenti ha consegnato ai bambini ricoverati tantissimi doni natalizi grazie alla donazione delle Pro Loco dell’Alta Valle Savio e del Bidente. Una iniziativa organizzata dall’ex Comandante Commissario Coordinatore Antonio Russo in collaborazione con la dottoressa Elena Natale Comandante provinciale della Polizia Stradale per portare la propria vicinanza e solidarietà ai piccoli degenti e alle loro famiglie. Ad accoglierli c’erano il primario dottor Marcello Stella, la coordinatrice del reparto Paola Sama e la responsabile del Fundraising aziendale Elisabetta Montesi. Si allegano le foto

Da parte della direzione ospedaliera, del primario e di tutti gli operatori un sentito ringraziamento a tutti.

Dopo la recente vaccinazione contro l’influenza di una classe elementare, un altro gruppo di 13 studenti di una scuola superiore cesenate si è volontariamente sottoposto alla vaccinazione antinfluenzale per solidarietà nei confronti di un compagno di classe trapiantato. Sebbene sia già vaccinato contro l’influenza, oltre la metà dei suoi compagni ha pensato di proteggerlo ulteriormente vaccinandosi e riducendo il rischio di contagio e malattia.

“Ancora un gesto di responsabilità, generosità e amicizia, che questa volta viene direttamente dai ragazzi – afferma la responsabile della Pediatria di Comunità dottoressa Antonella Brunelli – i due episodi testimoniano la ricchezza del nostro territorio in termini di solidarietà e sensibilità. Il bene è contagioso”.

Babbi Natale in vespa al Bufalini . Anche quest’anno i vespisti del Vespa Club di Cesena hanno raggiunto l’ospedale in sella, per augurare Buon Natale ai piccoli degenti e portare loro caramelle, doni e sorrisi.

In occasione delle festività. l’associazione di Signore ‘Uncinetto e Caffe’ ha consegnato alla Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Bufalini tante nuove ed originali creazioni realizzate all’uncinetto per i piccoli prematuri. Si ringrazia tutto il Gruppo di Signore questa nuova generosa donazione

Un grande schermo, sala buia, audio in dolby surround e pop corn per tutti. Prime proiezioni e primi entusiasmi al Centro Diurno La Meridiana e al Servizio di Diagnosi e Cura dell’ospedale Bufalini di Cesena dove ieri è partito il progetto “Cinema nei luoghi di Cura” sostenuto da CNA Forlì-Cesena e svolto in collaborazione con l’associazione “Il Cimena” che si propone di utilizzare il cinema come strumento per offrire sollievo e cultura agli ospiti delle strutture di cura.

L’artista Sergio Policicchio dona una sua opera all’unità operativa Anestesia e Rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena. Si intitola “Il Silenzio del pensiero” e è stata collocata nella saletta che accoglie i familiari dei pazienti ricoverati.

La consegna è avvenuta oggi al Bufalini, alla presenza tra gli altri, dell’artista Sergio Policicchio, del medico di direzione del Presidio ospedaliero Marisa Bagnoli, del direttore del reparto Vanni Agnoletti, del direttore generale di Vibra - spazio contemporaneo di idee - Andrea Pollini e del direttore artistico Michela Bernardini, del medico del reparto Andrea Nanni, dell’infermiera Manila Prugnoli e della responsabile del Fundraising aziendale Elisabetta Montesi.

“L’idea della donazione nasce da un’esperienza personale – racconta l’artista, argentino di origini, trasferitosi nel 2004 a Ravenna per studiare arti visive e mosaici all'Accademia di Belle Arti di Ravenna. In quella sala di reparto, ho visto i medici e il personale tentare l’impossibile per proteggere la fragile dignità di anime sospese: legate al corpo da un filo sottile. Ho ammirato l’aspetto più pratico di una professione preziosa che si confronta con la vita e in quei giorni, ho immaginato la possibilità di donare un’opera che potesse vivere in un luogo così importante e simbolico per chiunque sosterà, attendendo l’evolversi di una situazione precaria e delicata.
Il motivo principale che mi spinge a donare “Il silenzio del Pensiero” è omaggiare l’attesa delle persone che, in questa stanza, dovranno far tesoro di qualsiasi cosa si prospetti loro, perfino della morte. Penso che l’opera d’arte parli lo stesso linguaggio del cuore e che possa dialogare con queste persone, non tanto per conforto o consolazione, ma semplicemente mostrandosi a loro e accompagnandole nell’attesa.”

Sergio Policicchio, 19 dicembre 2019
Il Silenzio del pensiero - La visione dell’Invisibile marmi e pietre minerali su legno, 2017
L’opera è la rappresentazione unica di una figura umana intera, presentata nell’ambito di un più ampio lavoro di ricerca dal titolo: “La visione dell’Invisibile”
L’esposizione personale di Sergio Policicchio, a cura di Daniele Torcellini, è stata ospitata e sostenuta da Vibra - spazio contemporaneo di idee - in occasione della Biennale Internazionale di Mosaico Contemporaneo (Ravenna 2017).
La ricerca di Sergio ci mette in relazione con l’invisibile, traendo verità non dal soggetto ritratto, ma dalla sua causa principale: la dimensione misteriosa ed eterna che ci riflette. Partendo dallo scatto fotografico ideale, Sergio compone o scompone la figura attraverso l’applicazione di micro e macro frammenti minerali che assecondano lineamenti e volumi su di una tavola di legno naturale. Le sue visioni materiche provengono da rapporti interpersonali e ricerca introspettiva, stati emotivi e simbolismi che sfociano nel ritratto o nell’astrazione eterea del corpo.
Scrive Francesca Proia, nel testo critico di catalogo:
“Sergio mi parla spesso della qualità particolare del respiro che percepisce mentre lavora, un respiro che si trasforma e che finisce per unirsi talmente tanto a ciò che fa al punto da assorbirlo completamente. È il soffio dell’ispirazione che fluisce, ed è percepibile come un intenso, e piacevole, vortice. Quel respiro non è che un riflesso di qualcosa che accade, in lui, a un livello più sottile: movimenti della mente profonda, là dove sorgono idee più pure del cristallo. Le tessere del mosaico, anch’esse sono il riflesso degli atomi di forza che Sergio riesce a vedere, e che si assemblano magicamente sotto i suoi occhi”

L’Azienda USL e tutti gli operatori ringraziano l’artista Sergio Policicchio per questa donazione che oltre a rendere il reparto più accogliente, rappresenta un importante omaggio per l’intera collettività.

Sono stati consegnati oggi al reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Bufalini di Cesena i due lettori cardiotocografi portatili donati da La Corelli di Ravenna grazie ai fondi raccolti in occasione dello spettacolo benefico “Pierino e il Lupo” che ad aprile scorso ha visto protagonisti al Teatro Bonci l'Orchestra Corelli diretta dal M° Jacopo Rivani e Fabio De Luigi.

I nuovi dispositivi diagnostici, del valore di circa 12mila euro, servono per il monitoraggio del battito cardiaco durante la gravidanza: partendo dal segnale elettrico sono in grado di ricostruire il battito cardiaco materno e fetale e l’attività contrattile uterina, consentono una registrazione migliore del tracciato cardiotocografico, favorendo anche la libertà di movimento della mamma.

Alla consegna erano presenti tra gli altri il direttore artistico Jacopo Rivani, il direttore generale La Corelli Nicolò Grassi, il presidente Alfredo Branzanti, il direttore di produzione Nicola Nieddu il direttore amministrativo La Corelli Matteo Ricci, il medico di direzione sanitaria dell’ospedale Marina Amadori, il direttore dell’unità operativa Ostetricia e Ginecologia Patrizio Antonazzo, la responsabile del Fundraising aziendale Elisabetta Montesi, la coordinatrice del reparto Gilda Sottile e numerosi operatori (insieme nella foto).

“A nome dell’Azienda USL e di tutta l’equipe - afferma il dottor Antonazzo desidero esprimere la mia più sincera gratitudine a tutti quanti si sono prodigati per la riuscita della serata e per aver generosamente contribuito al raggiungimento dell’obiettivo di raccolta fondi per l’acquisto di queste attrezzature sanitarie particolarmente utili. Ringrazio La Corelli di Ravenna, il Direttore artistico Jacopo Rivani, il Presidente Alfredo Branzanti e il Direttore generale Nicolò Grassi , Fabio De Luigi, il Comune di Cesena - Assessorato alla Cultura, il Direttore di ERT Franco Pollini, gli sponsor, Credito Cooperativo Romagnolo, Fondazione Fruttadoro Orogel F.OR., Sidermec Group e tutti i cittadini che partecipando allo spettacolo hanno dato il loro personale contributo alla donazione”.

Cerca notizia

Archivio