Ultime notizie
Costanza Senni

Costanza Senni

Operativo nella sede del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL Romagna, l’ambulatorio dedicato alla sorveglianza sanitaria dei lavoratori che sono stati esposti ad amianto.

Il Piano Amianto della Regione Emilia-Romagna (DGR 1945/2017) prevede la definizione di un programma regionale di assistenza informativa e sorveglianza sanitaria rivolto ai lavoratori ex esposti ad amianto da attuare attraverso l’istituzione di ambulatori di medicina del lavoro in tutti i Dipartimenti di Sanità Pubblica delle Aziende USL.

Il protocollo di assistenza informativa e sorveglianza sanitaria dei lavoratori ex esposti ad amianto prevede:   

- un primo livello di controllo generale
- un secondo livello di controllo mirato
- controlli periodici

Le Unità Operative Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro (UOPSAL) dell’Azienda USL Romagna stanno attivando uno specifico ambulatorio, seguito da medici del lavoro, nelle sedi del Dipartimento di Sanità Pubblica, al fine  di garantire la presa in carico dei lavoratori che sono stati esposti all’amianto.

L’ambulatorio, già attivo da diversi anni nel territorio di Ravenna (caratterizzato dalla presenza di numerosi insediamenti industriali che utilizzavano l’amianto per vari scopi) e che sarà attivato presso gli altri ambiti territoriali della Romagna a partire dal mese di maggio, è dedicato alla sorveglianza sanitaria dei lavoratori ex esposti ad amianto e ha il compito di definire l’entità della esposizione pregressa dei lavoratori e di gestire il percorso di assistenza sanitaria sia nella fase preventiva che in quella diagnostico-terapeutica e medico-legale per le patologie che possono essere correlate con l’esposizione lavorativa all’amianto.

Le conseguenze dell’esposizione all’amianto possono infatti emergere anche dopo molti anni e per questo diventa fondamentale garantire a chi ha lavorato a contatto con le polveri di amianto tutte le informazioni necessarie e l’assistenza sanitaria con accesso facilitato ai controlli ed agli esami specifici per caratterizzare e, quando possibile, contenere le possibili patologie correlate alla pregressa esposizione lavorativa all’amianto.Le prestazioni erogate sono completamente gratuite per il richiedente e non necessitano della richiesta del medico curante né del pagamento del ticket.

PER ACCEDERE ALL’AMBULATORIO DI RAVENNA, GIÀ ATTIVO, è necessario fissare un appuntamento, telefonando allo 0544 286850   - segreteria dell’UOPSAL –dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00,  o inviando una richiesta via e-mail a spsal.ra@auslromagna.it  (o, in subordine, inviando un fax al n. 0544/286828). Sede di Ravenna - U.O. Prevenzione e Sicurezza negli  Ambienti di Lavoro: via F. M. Abbandonato, 134 - 48124

Per accedere agli Ambulatori di Cesena (via Fratelli Bandiera n. 15, Savignano sul Rubicone), Forlì (via della Rocca 19, Forlì), Rimini (via Coriano 38, Rimini), attivi dal 2 maggio 2019, è necessario fissare un appuntamento, telefonando ai seguenti numeri nei rispettivi orari indicati:

Cesena :   0547- 352048 (52); orario 9.00-12.00

Forlì:        0543- 733507; orario 9.00-12.00

Rimini      0541 – 707290; orario 9.00-12.00

 

 

LaCorelli presenta un evento di raccolta fondi in favore dell'AUSL della Romagna: protagonisti l'Orchestra Corelli diretta dal M° Jacopo Rivani e l'amatissimo Fabio De Luigi, in scena con uno dei capolavori della letteratura musicale novecentesca, «Pierino e il Lupo» di Sergej Prokofiev.

La favola sinfonica, diventata un classico universalmente apprezzato e interpretata dai più grandi del nostro panorama artistico (tra gli altri, Dario Fo, Roberto Benigni, Angelo Branduardi, Lucio Dalla, Paolo Rossi, Philippe Daverio, Elio, Ivano Marescotti) rivivrà mercoledì 17 aprile alle ore 21.00 al Teatro Bonci attraverso il racconto di De Luigi, vanto e portavoce della comicità romagnola in Italia, divenuto popolarissimo presso il grande pubblico per la sua inconfondibile verve ironica. Attore, sceneggiatore e regista, De Luigi, classe ’67, ha mosso i primi passi dalla sua Santarcangelo di Romagna per approdare al grande schermo in veste di protagonista, dando vita ad una carriera poliedrica e in continua evoluzione, senza mai perdere il gusto e il piacere di continuare ad essere ambasciatore della nostra terra, di cui incarna al meglio lo spirito genuino, ironico e generoso.

Ad accompagnarlo nel suo primo debutto assoluto al Teatro Bonci di Cesena, l'Orchestra Arcangelo Corelli di Ravenna, che del prestigioso palcoscenico cesenate è già un'habitué, e che in quasi 10 anni di attività si è resa protagonista di una serie di Stagioni musicali articolate tra Ravenna, Cesena, Faenza e il territorio toscano ed emiliano, con all'attivo oltre 100 concerti che hanno coinvolto decine di giovani professori d'orchestra, solisti, direttori ospiti, cori polifonici e un numero crescente di Enti artistici tra cui spiccano Ravenna Festival, Emilia Romagna Teatro, Varignana Music Festival, Parma OperArt, Giovani 90 - Teatro dei Fluttuanti, Associazione Angelo Mariani, Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Associazione per Villa Sorra, Etruria Faber Music, Centro di Cinematografia Sperimentale di Roma e molti altri. L'Orchestra sarà guidata dal suo Direttore principale, Jacopo Rivani, che a dispetto della giovane età ha all'attivo scritture per alcuni dei principali Festival musicali internazionali (tra gli altri, Ravenna Festival”, “Festival Como Città della Musica” ed "Emilia Romagna Festival") e ha diretto compagini come la Haydn Orchester di Trento e Bolzano, l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, l'Orchestra Regionale dell'Emilia Romagna, l'orchestra "I Pomeriggi Musicali di Milano", l’Orchestra Sinfonica del Teatro Rendano di Cosenza, la FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, “Italian Chamber Opera Ensemble”, l’Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino, l’Orchestra 1813 di Como, l’Orchestra Filarmonica Italiana e molte altre.

Favola sinfonica per grandi e bambini, «Pierino e il Lupo» di Sergej Prokofiev è un classico senza tempo capace di magiche alchimie tra musica e parola e in grado di solleticare la fantasia del pubblico di ogni età, riaccendendo in ognuno il gusto dell'immaginazione. Niente di più semplice che chiudere gli occhi e lasciarsi andare al racconto di Pierino, il lupo, l'uccellino, l'anatra, il gatto, il nonno e i cacciatori: sette personaggi per sette temi musicali affidati di volta in volta all'orchestra, dove ogni diverso strumento recita una parte. Ironia, freschezza, suspense: questi gli ingredienti del successo di una favola che è considerata a buon diritto uno dei capolavori della letteratura musicale novecentesca.

Il ricavato della serata sarà devoluto interamente all'Azienda Unità Sanitaria Locale della Romagna e destinato all'acquisto di un cardiotocografo per l'Ostetricia dell'Ospedale Bufalini di Cesena, un sofisticato dispositivo di piccole dimensioni, portatile, capace di ricostruire il battito cardiaco materno e fetale e l’attività contrattile uterina partendo dal segnale elettrico che il cuore e l’utero generano. L’apparecchiatura, del valore di circa 12mila euro, consente pertanto una registrazione migliore e  più attendibile del tracciato cardiotocografico.

L’evento è stato reso possibile grazie al contributo di: Comune di Cesena - Assessorato alla Cultura, Sidermec Group, main sponsor, Credito Cooperativo Romagnolo, Fondazione Fruttadoro Orogel F.OR., Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna.

Per informazioni: www.lacorelli.it
info@lacorelli.it - 339-6249299

In allegato, la locandina dell'evento

Prestigioso riconoscimento per l’ospedale Bufalini di Cesena. Il Centro Sclerosi Multipla dell’unità operativa di Neurologia, diretta dalla dottoressa Susanna Malagù,  è tra i 77 centri dedicati alla cura delle persone affette da Sclerosi Multipla recentemente premiati a Milano, nell’ambito del progetto “Una cicogna per la Sclerosi multipla” promosso da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, con il patrocinio di AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla e SIN, Società Italiana di Neurologia.

“Con il progetto ‘Una cicogna per la sclerosi multipla’, Onda mette in campo una serie di strumenti per supportare le donne con sclerosi multipla nel realizzare il loro desiderio di maternità”, afferma Francesca Merzagora, Presidente Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. “Grazie ad un lavoro di mappatura sul territorio nazionale, che ha coinvolto gli ospedali con i Bollini rosa e non solo e a cui hanno partecipato 89 centri clinici, abbiamo assegnato la “Cicogna” a 77 strutture dove le donne possono trovare il supporto di un team multidisciplinare che valorizza la sinergia tra i vari specialisti coinvolti nella gestione della gravidanza, in particolare neurologo e ginecologo.”

 “Questo riconoscimento è motivo di grande soddisfazione -  afferma la dottoressa Malagù - perché premia un risultato che è stato possibile conseguire grazie all’integrazione di diverse competenze professionali e alla stretta collaborazione tra l’equipe della Neurologia e gli specialisti dell’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia diretta dal dottor Patrizio Antonazzo, in particolare il dottor Guido Sarti.

Un ultimo atto di generosità a favore della collettività. Questo ha pensato il signor Fulvio Ceccaroni, cesenate, scomparso nel 2017, che nelle sue volontà testamentarie ha disposto un lasciato di oltre 82mila euro a favore dell’ospedale Bufalini di Cesena.

La cerimonia ufficiale di consegna si è svolta questa mattina in ospedale, alla presenza dell’esecutore testamentario Signor Renato Montalti, del medico di Direzione Sanitaria di Presidio dottoressa Chiara Benedetti, del primario di Geriatria dottor Antonio Balotta, della responsabile del Fundraising aziendale Elisabetta Montesi, del direttore dell’Area Dipartimentale Risorse Strutturali e Tecnologiche dottor Stefano Sanniti, insieme a medici, infermieri e operatori della Geriatria e della Pediatria e Terapia Intensiva Neotale e Pediatrica.

La cospicua donazione ha infatti reso possibile l’acquisto di una serie di importanti apparecchiature mediche per le Unità Operative di Geriatria Lungodegenza e Pediatria. 

Nel dettaglio. E’ già in funzione nel reparto di Geriatria e Lungodegenza un Ecotomografo ad ultrasuoni di ultima generazione, completo di monitor, carrello e stampante, del valore di 39.650 euro. Il sistema è dotato di tutte le sonde principali indispensabili per l’attività clinica e, essendo di facile movimentazione, permette di effettuare gli esami diagnostici anche al letto del paziente.

I piccoli pazienti in carico all’Unità Operativa di Pediatria e Terapia Intensiva Neonatale e Pediatrica potranno invece beneficiare delle seguenti nuove attrezzature: due scaldabiberon del valore  complessivo di 3.600 euroun bilirubimetro, apparecchio elettronico per la rilevazione e misurazione dell’ittero del valore di 5.819 euro; due monitor multiparametrici per il monitoraggio dei parametri vitali, di cui uno trasportabile, rispettivamente del valore di 9.516 euro e di 14.640 euro; lampade radianti per la terapia scaldante del neonato del valore di 9.388 euro.

“Siamo tutti molto grati per questo lascito così generoso -  hanno affermato i medici del Bufalini -  Queste nuove attrezzature sanitarie ci consentiranno di migliorare ulteriormente l’assistenza e la cura dei nostri pazienti”.

“Con questa donazione – ha sottolineato Montesi - vogliamo ricordare e ringraziare il signor Ceccaroni che con il suo lasciato ha compiuto un gesto encomiabile a favore di tutta la comunità”.

Dal 4 al 6 aprile al Palazzo del Turismo di Riccione si svolgerà il Congresso Nazionale di Emergenza, Urgenza ed Accettazione dal titolo “Integrazione, Competenza, Innovazione”. E’ dedicato a infermieri e medici operanti nel mondo del soccorso intra ed extraospedaliero

​Il congresso si svolgerà in 3 giornate: 4 e 5 aprile le sessioni congressuali e focus (incontri con esperti su tematiche specifiche) mentre il 6 aprile tre workshop su diversi argomenti. Fra relatori e moderatori, la faculty è formata da circa settanta esperti internazionali e professionisti giunti da gran parte delle regioni italiane, che si confronteranno su tematiche tipiche del mondo del soccorso extraospedaliero 118 e della gestione delle emergenze in pronto soccorso e in medicina d'urgenza.

La Direzione Scientifica e del Congresso è affidata a 2 infermieri, Andrea Andreucci e Nicola Colamaria del servizio di emergenza territoriale 118 dell’AUSL della Romagna. Il Comitato Scientifico è invece composto da Dirigenti Medici e Infermieri di riferimento a livello nazionale.

L’evento è patrocinato dalla Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome, dalla Provincia di Rimini e dal Comune di Riccione; dalle Federazioni Nazionali degli Ordini degli Infermieri e dei Medici (FNOPI e FNOMCeO), e dall’Azienda USL della Romagna.  Tutti i dettagli su www.congressoemergenza.it

Sabato 30 marzo dalle ore 16 alle 19,  nella Sala del Giudizio del Museo della Città “Luigi Tonini” di Rimini, si terrà l’ultima lezione del corso Le grandi epidemie nella storia della medicina, organizzato dalla Scuola di Storia della medicina dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Rimini.

La lezione, intitolata La “mortifera pestilenza”: la peste del 1347, sarà tenuta da Tommaso Duranti – ricercatore confermato di storia medievale all’Università di Bologna e grande esperto di storia della salute nel Medioevo.

Il compito di discussant è affidato a Gianluigi Cerchione, attuale Direttore del Pronto Intervento dell’Ospedale di Santarcangelo di Romagna ma anche storico nonché allievo dello stesso Duranti.

Saranno presenti il Presidente dell’Ordine Maurizio Grossi e il Direttore della Scuola di Storia della medicina Stefano De Carolis, che illustreranno l’importanza di queste tre grandi “lezioni del passato” per comprendere più compiutamente i traguardi raggiunti dalla scienza medica ma anche le infinite contraddizioni ancora presenti in chi non ha ancora fatto tesoro di queste lezioni.

La partecipazione è gratuita ed è estesa a tutta la cittadinanza.

Sabato 30 marzo al Garden Center Scarpellini (via Cervese, 4215) torna l’iniziativa solidale “Fai fiorire un sorriso”, con la vendita benefica di orchidee e begonie dalle ore 9 alle 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 19.30.

Il ricavato servirà a sostenere il progetto Arte terapia in Corsia, che da diversi anni ormai  prevede la frequenza dei volontari dell’Associazione ArtinCounselling, presso i reparti di Diagnosi e cura del dipartimento di Salute mentale, nonché nei reparti di Pediatria e di Geriatria  dell’ospedale Bufalini di Cesena.

 Il progetto ARTE IN CORSIA ha l’obiettivo di permettere ai pazienti ricoverati, di esprimere il proprio stato d’animo, le proprie emozioni e il proprio vissuto, favorendo la comunicazione attraverso linguaggi non verbali, quali l’Arte Terapia e l’Arte Terapia Emozionale, diminuendo lo stato ansioso dell’ospedalizzazione e favorendo un migliore approccio con il personale medico e paramedico del reparto

Dal 1 aprile cambia sede a Cesena l’ispettorato Micologico del Dipartimento di Sanità Pubblica. Novità anche per la certificazione di commestibilità dei funghi destinati al commercio che, a decorrere dalla stessa data, verrà rilasciata solo previo appuntamento. Ecco il dettaglio.

A Cesena, dal 1 aprile, l’attività di controllo dei funghi per il commercio e il consumo diretto si trasferirà dai locali di via Marino Moretti 99 nella nuova sede di Via Brunelli 540 (seconda palazzina - piano terra).

Questi i giorni e gli orari di apertura del servizio da aprile a novembre:

-       il controllo per il consumo diretto sarà effettuato il lunedì e ciascun giorno successivo ad una festività infrasettimanale dalle ore 11 alle 12.30.

-       Per il commercio, la certificazione verrà rilasciata tutti i giorni feriali, dalle ore 8 alle 8.30, previo appuntamento telefonico allo 0547.352079 con almeno 72 ore di anticipo (3 giorni)

 

A San Piero in Bagno il servizio continuerà a svolgere la propria attività in via Marconi 36.

Questi i giorni e gli orari di apertura dal 1 aprile fino al prossimo novembre:

-       il controllo per il consumo diretto sarà effettuato il sabato, dalle ore 11 alle 12.30.

-       la certificazione per il commercio sarà rilasciata il mercoledì e il sabato dalle ore 8 alle 8.30, previo appuntamento telefonico allo 0547 352079 con almeno 72 ore anticipo (3 giorni .

Riflettori puntati sul Centro Grandi Ustionati dell’ospedale Bufalini di Cesena e sulla Banca Regionale della Cute dell’Azienda USL della Romagna nel programma televisivo di approfondimento FOCUS in onda su Teleromagna. Ad illustrarne l’attività, il funzionamento e i progetti di ricerca sono il dottor Davide Melandri, direttore del Centro Grandi Ustionati e della Banca della Cute e  la dottoressa Elena Bondioli direttore tecnico della Cell Factory e Criobanca e responsabile Bioingegneria Tessutale e Cellulare.

Il Focus dal titolo "Salviamo la pelle" andrà in onda:  mercoledì  27 marzo alle ore 13,30 e alle ore 18,15 su Teleromagna (tasto 14 sul telecomando); giovedì  28 marzo  alle ore 17,30 e alle ore 21,30 su TR24 (tasto 11 sul telecomando); venerdì  29 marzo alle ore 16 su Teleromagna; domenica 31 marzo alle ore 13,30 su Teleromagna e alle ore 23 su TR24.

Per il ciclo di conferenze “Salute e benessere al femminile" organizzato dall'associazione ADOCM Crisalide di Rimini, sabato 30 marzo, dalle ore 9, presso la Sala AUSER di via Caduti di Marzabotto 30, a RIMINI , si terrà la conferenza pubblica dal titolo “Tumore al seno: facciamo il punto”. Tra i relatori, anche i professionisti dell’Ausl Romagna.

Maggiori dettagli nell'allegata locandina.

Cerca notizia

Archivio

Mi piace